L'INTERVISTA - Dagli incarichi extragiudiziari alle toghe che si candidano. Dalla carenza degli organici ai difficili rapporti con il governo. Intervista a tutto campo al presidente dell'Anm. Che non risparmia critiche. Neanche alle correnti interne: "La casacca non mi scandalizza se non va a discapito del merito. Quello che è riprovevole è favorire un magistrato anche se meno bravo solo perché la pensa come me"

Ilaria Proietti

Il sistema delle valutazioni professionali ai fini delle progressioni di carriera dei magistrati in Parlamento? Da rivedere: “Esamineremo presto la questione”, dice. Le toghe che si danno alla politica? “Meglio se non lo facessero, difficilmente i magistrati si rivelano dei buoni politici”. Non ha peli sulla linguaPiercamillo Davigo, presidente dell’Associazione nazionale magistrati (Anm).