PELLEGRINI MUSICALI

Nella edulcorata intervista spot di Luca Sommi a Sergio Pellegrini, andata in onda su Tv Parma in questi giorni di Dicembre 2006, apprendiamo delle nuove arie musicali del ducato: ci mancavano!
Ogni tanto, il coraggio di autocritica giornalistica, Sommi! Non ti viene mai di rivederti? Si potrebbe dire, con laudatio, uno stile senza spina dorsale che si adatta ai venti di potere: Markette!
Veniamo così a conoscenza della neonata società SRL del patron Pellegrini, che si vende come Orchestra del Teatro Regio di Parma. Visto che Sommi ha fatto più pubblicità che informazione (ma lui può!), tento allora di far luce su alcuni aspetti che mi sembrano piuttosto oscuri. Già delle vicende musicali di Parma mi sono occupato e i miei articoli, tutti pubblicati, non sono mai stati smentiti né contestati, anzi hanno anche provocato qualche cambiamento ai vertici del “musical affair” parmigiano! Tutte le denunce erano vere! I fatti lo hanno confermato. La musica, a Parma, rende… soprattutto a pochi! E’ il vecchio gioco delle tre carte, uno spartito ben studiato: l’Ente, l’Associazione, la Società.