Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

PAOLO SCARPA: QUANTA ENERGIA TRA I GIOVANI DEL PULP

Incontro con Paolo Scarpa al Pulp di Parma

Parma è una città dove la cultura storicamente non genera fratture sociali ma veicola conoscenza e idee, creatività e produzioni. Ne ho avuto conferma martedì sera al Circolo Arci Pulp di via Monte Sporno dove ho incontrato tantissime ragazze e ragazzi desiderosi di confrontarsi sul futuro della nostra città. Credo che Parma debba definire la propria carta d’identità partendo proprio dai suoi ragazzi che, al contrario dei luoghi comuni, sono molto interessati alla politica e al bene collettivo, carichi di idealità e proposte, tanto da aver ingaggiato con me un dialogo serrato e stimolante. Abbiamo parlato delle cose che non vanno e di ciò che invece funziona e va sostenuto, delle poche opportunità e molti divieti che Parma oggi offre a chi studia o si affaccia al lavoro. Trasporti pubblici carenti negli orari notturni, un esiguo numero di luoghi di studio comune, assenza di centri aggregativi e pochi spazi per la creatività giovanile sono le criticità più sentite. E poi c'è il vuoto più grande: il divario con la politica poco percipita come azione per la collettività. Credo che una città che voglia guardare al futuro deve garantire un ruolo centrale a questi ragazzi, responsabilizzandoli senza discorsi paternalistici, ponendoli al centro di un progetto culturale e sociale che coinvolga amministrazioni, scuola, università, associazioni.

LA PRIGIONE Teatro Due - Parma - dal 23 febbraio al 12 marzo 2017

THE BRIG

Debutta domani sera (giovedì 23 febbraio alle ore 20.30) in prima Nazionale al Teatro Due di Parma  LA PRIGIONE  (THE BRIG)  di Kenneth Brown con la regia di Raffaele Espositoultima produzione di Fondazione Teatro Due.

Nel 1963 Kenneth Brown un ex marine che era stato trenta giorni nella prigione militare di Okinawa in Giappone, compone un testo teatrale in cui descrive niente di più di quello che aveva personalmente sperimentato: il racconto della giornata tipo nel carcere marines diventa The Brig, come in gergo veniva chiamata la prigione. Il testo è scarno, crudo, violento, privo di una vera trama, ma estremamente dettagliato nella descrizione della rigidità della struttura militare e della brutalità fisica e psicologica che vige all’interno del carcere.

Ispirazione di celeberrime scene in film quali Full Metal Jacket, oltre che leggendaria messa in scena ad opera del Living Theatre, The Brig è un viaggio nella coercizione e un’incursione nei sistemi di sopraffazione e annichilimento dell’individuo, non soltanto nelle strutture militari.

Nasa, la Terra ha sette "sorelle": scoperto un nuovo sistema planetario

E' a 40 anni luce da noi. Il cuore è la stella nana rossa Trappist-1, i pianeti hanno temperatura tra 0 e 100 gradi e quindi c'è la possibilità di acqua allo stato liquido, che li rende di grandissimo interesse per la ricerca di vita nell'Universo

di MASSIMILIANO RAZZANO

IMMAGINATE un lontano "cugino" del nostro Sistema Solare, popolato da pianeti grandi più o meno come la nostra Terra. Alcuni di questi mondi alieni potrebbero persino ospitare forme di vita, magari così evolute da viaggiare da un pianeta all'altro a bordo di sofisticate navette spaziali. Un'ambientazione che sembra essere uscita dalla penna di Isaac Asimov o di un altro autore di fantascienza. Ma ancora una volta la realtà supera la fantasia, e rende reali anche gli scenari più futuristici. Perché, alieni e navicelle a parte, questo sistema planetario esiste davvero, e si trova a meno di 40 anni luce da noi. Trappist-1, una stella nana rossa nella costellazione dell'Acquario, ha infatti un corteo di ben sette pianeti simili alla Terra. Un risultato attesissimo da giorni  dopo l'annuncio della Nasa di una imminente conferenza stampa sui pianeti extrasolari.

Se la musica classica fa politica: una riflessione necessaria

Valery Gergiev

Enrico Votio Del Refettiero

Quando il tema è atterrato sulle pagine dell’inserto domenicale della prestigiosa Neue Zürcher Zeitung ha fatto rumore. Anche perché nel suo dettagliato articolo del 19 Febbraio scorso il giornalista svizzero Christian Berzins si è permesso di “attaccare” indirettamente due istituzioni musicali di enorme prestigio nel paese come il Festival di Verbier e soprattutto quello di Lucerna, colpevoli di ospitare Valery Gergiev e di conseguenza di ricevere finaziamenti dalla Fondazione Neva di Ginevra, di proprietà del discusso oligarca russo Gennady Timchenko, vicino al presidente russo Vladimir Putin e proscritto nella black-list dei finanzieri colpiti dalle sanzioni dopo l’invasione della Crimea.

ValcenoArte: Liliana Amadei e Francesco Morittu in concerto

Liliana Morittu

Domenica 26 febbraio 2017 alle 17.00 nell’Oratorio di San Rocco a Vianino (Varano de’ Melegari) un nuovo appuntamento della Stagione Concertistica ValcenoArte.
Ingresso a offerta libera

Musica che nasce spontanea, come un fiore di campo, ispirata dai paesaggi della Valceno: il nuovo appuntamento della Stagione Concertistica “ValcenoArte” propone per domenica 26 febbraio alle 17.00, nell’Oratorio di San Rocco a Vianino (Varano de’ Melegari), una ricetta piuttosto insolita. Liliana Amadei (violinista del Trio Amadei) e Francesco Morittu (compositore e chitarrista cagliaritano) suoneranno infatti musiche improvvisate, create sul momento ispirandosi ad alcune foto scattate in Valceno da Flavio Nespi, assessore alla cultura del Comune di Varsi. Le immagini verranno proiettate su un telo, mentre i due musicisti ne trarranno ispirazione per le loro creazioni estemporanee. Si tratterà quindi di musica nata dalle emozioni del momento, dalle suggestioni naturali suggerite dalle foto e dalle vibrazioni del pubblico.

L’appuntamento è inserito nella Stagione Concertistica ValcenoArte 2016-2017, realizzata dall’Associazione Culturale “Utinam” con la direzione artistica del Trio Amadei, in collaborazione con Comune e Proloco di Varano de’ Melegari e con “Varano in scena”. L’ingresso è a offerta libera.

La Reggia di Venaria riparte da Caravaggio e punta al bis dopo il milione di visitatori

Il calendario per i primi dieci anni di apertura

La Reggia di Venaria riparte da Caravaggio. E, dopo il record di visitatori del 2016, celebra i dieci anni d'apertura con un calendario ricco di eventi. Il programma è stato illustrato da presidente e direttore della residenza sabauda alle porte di Torino, Paola Zini e Mario Turetta, in una conferenza stampa alla presenza dell'assessora alla Cultura della Regione Piemonte, Antonella Parigi. Si riparte il 18 marzo, dopo tre settimane di stop, con Caravaggio Experience, spettacolo multimediale che racconta il grande pittore cinquecentesco in modo virtuale, evocando 57 sue opere nello scenario della Citroneria.
Dalle Regge d'Italia. Tesori e simboli della regalità sabauda è la mostra pensata per festeggiare i dieci anni di Venaria. L'inaugurazione di questa mostra il 25 marzo, mentre il 12 aprile è prevista quella di Jungle. L'immaginario animale della moda. Confermate anche per il 2017 le rassegne Teatro a Corte, Sere d'Estate, la Festa delle Rose, il Gran Ballo, il Salone dell'Auto. 21 febbraio 2017

Fonte Link torino.repubblica.it 

Grano made in Italy: Barilla firma accordo triennale

Partner saranno 65mila aziende del Paese per un indotto indiretto di quasi 200mila lavoratori

E' stato presentato, oggi a Marcianise (Caserta), nello stabilimento della Barilla, dove si produce la pasta Voiello, l'accordo siglato dalla multinazionale di Parma con gli agricoltori italiani per l'acquisto di 900mila tonnellate di grano duro per la produzione dei vari tipi di pasta.

L'intesa, che per la prima volta avrà durata pluriennale - durerà tre anni dal 2017 al 2019 - e vede come partner della Barilla 65mila aziende del Paese per un indotto indiretto di quasi 200mila lavoratori, ruota attorno, in particolare, all'acquisto del grano duro di tipo Aureo, prodotto di alta qualità e di livello proteico elevato - pari al 15,5% - con cui si realizza la totalità delle tipologie di pasta Voiello, vanto della gastronomia campana.

L'accordo premia gli agricoltori del Centro-sud, quelli di Abruzzo, Molise, Campania e Puglia, che in tre anni dovranno produrre 210mila tonnellate di grano duro, tra Aureo (130.000 tonnellate; 97% indice di glutine) e Svevo (80 mila tonnellate; 85% indice di glutine), per un investimento totale da parte di Barilla di circa 62 milioni di euro; per le aziende la remunerazione sarà elevata, pari a 270 euro a tonnellata come prezzo minimo di vendita rispetto ai 150 euro di qualche anno fa.

"La Campania - ha spiegato il responsabile del Settore Acquisti del Gruppo Barilla Luigi Ganazzoli - è la Regione in cui i contratti di coltivazione del grano duro hanno avuto lo sviluppo più significativo: nel nuovo accordo i volumi di acquisto del grano Aureo da parte di Barilla sono infatti aumentati del +30% (33.000 tonnellate) rispetto al 2016. La durata triennale dei contratti permette poi alle aziende di programmare e crescere". (ANSA).

Sesso con fondi di Palazzo Chigi? dopo servizio "Le Iene": direttore dell'Unar si dimette

SI E' DIMESSO Francesco Spano direttore 
direttore dell'UNAR Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che avrebbe finanziato un'associazione dietro la quale sarebbe occultato il business del sesso a pagamento


Caso Unar, si dimette il direttore Francesco Spano

Emiliano resta nel Pd: “Mi candido alla segreteria. Questa è casa mia, nessuno può cacciarmi”

Speranza: « Noi andiamo avanti sulla strada della costruzione di un nuovo soggetto politico »

Michele Emiliano resta nel Pd e sfiderà Matteo Renzi al congresso. Il governatore pugliese interviene alla direzione nazionale sulle regole al Nazareno, nella sede di via S. Andrea delle Fratte: «Questa è la mia casa, nessuno mi può cacciare - dice -. Mi candido nonostante l’intenzione evidente del segretario uscente di vincere con ogni mezzo. Ha gestito il potere politico, economico e mediatico. Ha fretta, perché non vuole rinunciare alla sua posizione dominante, perché non vuol dare tempo agli altri di girare il paese e mostrare i suoi limiti». Renzi, aggiunge, «si è inventato un congresso con rito abbreviato, da celebrare se facciamo i bravi a inizio di maggio» e avendo respinto le primarie in autunno, «tiene tutti sotto la spada di Damocle di andare ad elezioni anticipate».   

Emiliano parla di chi non c’è, chi ha deciso di lasciare: «Con Rossi e Speranza abbiamo condotto una riflessione comune, Enrico e Roberto sono persone perbene, di grande spessore umano che sono state offese e bastonate dal cocciuto rifiuto ad ogni mediazione. Renzi è il più soddisfatto per ogni possibile scissione». «Dalla Direzione Pd nessuna novità. Prendiamo atto della scelta assunta da Michele Emiliano- replica a distanza Roberto Speranza -. Noi andiamo avanti sulla strada della costruzione di un nuovo soggetto politico del centrosinistra italiano che miri a correggere quelle politiche che hanno allontanto dal nostro campo molti lavoratori, giovani e insegnanti. Occorre iniziare un nuovo cammino».  

“Renzi elimina avversari e irride partito”  

Ddl contro fake news, Gambaro (AL-A) si difende: “Nessun bavaglio al web”

Non è certo la prima volta che vengono evocate norme ad hoc per internet e la blogosfera. Eppure, nonostante le denunce di giuristi e associazioni di settore, i vecchi spettri sono tornati. Compresa l’estensione dell’obbligo di rettifica anche per i blog, pena sanzioni pecuniarie. “Non vogliamo mettere un bavaglio al web. Niente censura, non vogliamo mettere sceriffi, ma normare quello che è diffuso e non ha regole. E non cambia nulla per i giornalisti”, si è difesa la senatrice Adele Gambaro, tra i proponenti di un testo bi-partisan, firmato da esponenti di quasi tutti i gruppi parlamentari (al momento, mancano quelli del M5S). Eppure, al di là delle rivendicazioni di chi ha presentato il ddl, il testo si scaglia contro blog e forum.  Oltre a prevedere “all’atto dell’apertura di una piattaforma informatica destinata alla pubblicazione o diffusione di informazione“, non soggetta alla legge sulla stampa, la comunicazione al tribunale, prevede anche gli obblighi di rettifica, come si legge all’articolo 4 del testo di legge. Si spiega poi come queste devono essere pubblicate “non oltre due giorni da quello in cui è avvenuta la richiesta” e che la mancata ottemperanza è punita con la “sanzione amministrativa da 500 a 2000 euro”. Normative già contestate in passato, che rischiano di mettere in pericolo la libertà della rete. 15 febbraio 2017

INCONTRO - DIBATTITO "REGOLAMENTAZIONE DELL'ONLINE - NO A PROPOSTE LIBERTICIDE" NELLA SALA ISMA DEL SENATO (PIAZZA CAPRANICA) IL GIORNO GIOVEDI 2 MARZO DALLE ORE 11:00

PER ORGANIZZARE UNA DIFESA EFFICACE CONTRO IL DDL GAMBARO 
CHE CHIEDE SANZIONI E RECLUSIONE PER CHI MANIFESTA LIBERO PENSIERO IN RETE 
 
INVITO A PARTECIPARE ALL' INCONTRO - DIBATTITO 
"REGOLAMENTAZIONE DELL'ONLINE - NO A PROPOSTE LIBERTICIDE" 
NELLA SALA ISMA DEL SENATO (PIAZZA CAPRANICA)
IL GIORNO GIOVEDI 2 MARZO DALLE ORE 11:00

Credo siate tutti già informati del grave tentativo - a nostro avviso - di mettere la museruola alla Rete. Grandi manovre finalizzare a questo obiettivo sono già in corso in USA, Francia, Gran Bretagna, Germania. In Italia ci stano provando, oltre a quasi tutti i media-mainstream, anche un nutrito gruppo di parlamentari. A seguito di una risoluzione del Consiglio d'Europa, la Sen. Gambaro ha presentato un disegno di legge che appare come una vera e propria intimidazione nei confronti di tutto ciò che suona e risuona come antagonista, non conformista e comunque difforme dal "pensiero unico" dominante. La WAC (Web Activists Community) e Pandora TV, d’accordo con la senatrice De Pin, invitano pertanto CHI voglia ancora difendere la libertà d'espressione e CHI ritenga che non c'è alcun bisogno reale di norme aggiuntive a quelle già esistenti, ad un incontro pubblico al quale parteciperanno famosi bloggers, parlamentari, giuristi, accademici e giornalisti. Lo scopo è quello di avviare una discussione pubblica e di individuare un'azione coordinata di difesa e (se possibile) di controffensiva.

Primarie 2017, Costi a Lavagetto: "Non sei il segretario del comitato di Scarpa"

Costi, ma il Senatore Pagliari è forse il suo personal trainer? Perché non risponde  dei suoi incarichi ricevuti per i "disegnini" del fantomatico PUC (Parma Urban Center) tutto pagato con risorse pubbliche da Vignali e Pizzarotti? LINK ai documenti ufficiali 

Serpagli prova a ricucire: "Tutti i candidati hanno il merito di allargare il campo a forze civiche, anche al di fuori del nostro partito e questo è un bene per il Pd ma anche per tutta la città"

"A Lorenzo Lavagetto dico che non riuscirà a trascinarmi nelle sue polemiche faziose e senza senso. Gli ricordo che è il segretario comunale del Partito Democratico e non il segretario del comitato elettorale di Scarpa (e dell’ex assessore di Vignali Ghiretti)".

Il candidato alle primarie Dario Costi è sintetico nella replica al segretario comunale del Pd Lorenzo Lavagetto che, pur senza nominarlo, aveva sottolineato l'inadeguatezza politica di un rappprto con ambienti legati al centrodestra civico che per lunghi anni ha governato Parma con il Pd all'opposizione.

Su Teleducato il botta e risposta dai toni pesanti tra il senatore Pd Giorgio Pagliari Roberto Ghiretti a propositori dei rapporti tra i rispettivi candidati e gli ambienti di centrodestra: il senatore ha ricordato a Ghiretti di avere fatto parte della Giunta Vignali; il capogruppo di Parma Unita ha replicato dicendo di avere "pochissimo da imparare da quello che forse è il Parlamentare meno utile della storia parmigiana".

PARMA DICE NO ALL'ABBATTIMENTO DEI LUPI!

PARMA DICE NO ALL'ABBATTIMENTO DEI LUPI! “Provvedimento scellerato e scientificamente non valido!” Tutti insieme in piazza Garibaldi mercoledì 22 alle 18!!!!

Enzo Bianchi: La dignità del fine vita

Nancy Borowick, A Life in Death (Una vita nella morte), progetto fotografico premiato al World Press Photo del 2016.

ENZO BIANCHI

Quando Samuel Huntington teorizzò lo “scontro di civiltà”, su queste colonne osai preconizzare che nel nostro paese non ci sarebbe stato questo scontro, ma che avremmo vissuto invece uno scontro di etiche: fino a qualche decennio fa, infatti, l’etica cristiana cattolica era in larga parte ispiratrice anche dell’etica laica, ma nell’epoca del pluralismo sono apparse nella nostra società etiche diverse. Così in questi anni assistiamo a un confronto aspro, segnato da ideologie e privo di quella serenità che sarebbe auspicabile per compiere un cammino di umanizzazione condiviso da appartenenti e non appartenenti a religioni diverse.

"Mozart popstar". Tornano i giovani: boom di spettatori per Classica e Opera

E' ormai più di una sorpresa: per il secondo anno le presenze crescono con percentuali a due cifre mentre le maggiori Istituzioni moltiplicano iniziative per avvicinare i più giovani alla musica e alle sedie delle loro platee. Con risultati che lasciano spesso stupefatti. Da La Fenice alla Scala, dall'Opera di Roma al San Carlo, a Santa Cecilia

Ai giovani italiani piace la musica classica. Chi frequenta le sale delle istituzioni lirico-sinfoniche e musicali nazionali lo avrà già notato, il pubblico che siede sulle poltrone in velluto non è più solo adulto. Si rinfresca, si rinnova ed è sempre più under 30 chi decide di partecipare, anche con tariffe agevolate o nell'ambito di esibizioni dedicate, a spettacoli di musica colta. Non bastava il boom di Wolfgang Amadeus Mozart, star delle vendite mondiali secondo la classifica BillBoard dell'anno, piazzatosi al primo posto sopra a mostri del pop come Beyoncé e Drake; non bastavano neanche i dati positivi della Federazione industria musicale italiana che registrano un 20% in più delle vendite di cd del repertorio classico nel 2015 rispetto al 2014 e l'ultima moda dei rave di musica classica appena sbarcati a Roma che grazie alle serate "The celestial room" portano centinaia di ragazzi a ballare fino a notte fonda sulle note di Bach e Vivaldi. A fotografare quella che sembra una vera e propria primavera del pubblico della musica classica sono i dati forniti da alcune dalle istituzioni italiane. Da Nord a Sud il trend è lo stesso: più pubblico e più giovani in sala.

Prendetevi cura della bocca: ecco i potenziali disturbi

Piccole fessurazioni, afte, carie dei denti, ma anche lesioni cancerose: sono alcuni dei problemi che possono affliggere la nostra bocca; anche il disturbo più piccolo può causarci difficoltà nella masticazione o nella deglutizione, ecco perché prendersi cura della salute della bocca migliora, a tutte le età, la qualità della vita. 

 

LABBRA, LINGUA E TONSILLE  

«Quando si parla di bocca, si intende solitamente non solo il cavo orale che inizia con le labbra, comprende anche la lingua e arriva fino all’istmo delle fauci, ma anche la parte posteriore, cioè le tonsille e la parete faringea posteriore. Tramite la bocca parliamo e mangiamo e questa cavità mette in comunicazione apparato digerente e respiratorio con il mondo esterno. 

 

LEGGI ANCHE: 8 CAPITOLI SULLA SALUTE DEI NOSTRI DENTI - DI TODARO  

 

La cavità orale è ricca di terminazione nervose in particolare di papille gustative e al suo interno riveste una particolare importanza la saliva, la cui secrezione è stimolata da gusto, olfatto, vista e ideazione» precisa il professor Alessandro Martini, ordinario di otorinolaringoiatria presso l’università degli Studi di Padova.  

 

FERMENTAZIONE DI CIBI O TABAGISMO FONTE DI MALATTIE  

Nella bocca è presente un delicato equilibrio che può essere alterato da fattori locali come le patologie dentarie, le fermentazioni microbiche, il tabagismo o un regime alimentare poco equilibrato o generali come possono esserlo le malattie infettive, le infezioni del tubo digerente o una carenza vitaminica.  

 

Disabilità, “in Italia oltre 500mila famiglie indebitate per pagare le spese di assistenza”

E' la denuncia di Enzo Costa, presidente nazionale dell'Associazione per l'invecchiamento attivo (Auser). L'Istat prevede che nel 2050 in Italia gli anziani saranno 21.775.809, il 34,3% della popolazione. Ma lo Stato continua a tagliare i fondi

“In Italia oltre 500mila famiglie si sono indebitate per sostenere le spese di assistenza ai propri cari non più autosufficienti”. È lapidario Enzo Costa, presidente nazionale dell’Auser. (Associazione per l’invecchiamento attivo). “Siamo l’unico paese in Europa in cui esiste il fenomeno delle cosiddette ‘badanti’ –  assicura -. Di fatto ormai l’unico modo per risolvere situazioni di cui le istituzioni non si occupano”. Riguardo l’invecchiamento demografico – destinato a peggiorare – Costa quindi ammonisce: “Come sempre si agisce solo per risolvere le eventualiemergenze. Mai per intervenire in modo strutturale e con una visione dell’oggi e soprattutto del domani”.

Il peggio deve ancora arrivare – Le percentuali parlano chiaro: nel nostro Paese oggi ci sono 157,7 anziani ogni 100 giovani. L’Istat prevede che nel 2050 in Italia gli anziani saranno 21.775.809, il 34,3% della popolazione. L’intero pianeta invecchia: in tutto il mondo si contano 868 milioni di persone ultrasessantenni, pari al 12% della popolazione, con proiezioni che si spingono verso i 2,4 miliardi per il 2050, quando 21 persone su 100 avranno più di 60 anni. Il risultato sarà quindi che nel mondo ci saranno più ultra sessantenni che ragazzi sotto i 16 anni. Il problema per l’Italia è che davanti ad un quadro così chiaro nessuno, ad eccezione delle realtà private che hanno compreso il business, sembra occuparsene.

Concerto Aperitivo Percussionisti, domenica 26/2, ore 11, Ridotto Teatro Regio di Parma

Francesco Migliarini

E’ nel segno di Steve Reich, il grande compositore newyorkese nato nel 1936, l’atteso concerto aperitivo dei percussionisti della Filarmonica Toscanini che si terrà domenica prossima, 26 febbraio, alle ore 11 presso il Ridotto del Teatro Regio, inserito nel cartellone 16/17 della rassegna organizzata congiuntamente da Fondazione Toscanini e Teatro Regio. Reich, considerato uno dei padri del minimalismo musicale e oggi uno dei massimi compositori viventi, ha studiato filosofia alla Cornell University e composizione alla Julliard School of Music di New York e al Mills College in California con Luciano Berio e Darius Milhaud. Nel 1966 si trasferì a New York dove fondò il gruppo Steve Reich and Musicians. Reich fa si parte, insieme a Philip Glass, La Monte Young e Terry Riley, della corrente minimalista, ma i suoi lavori prendono spunto dalla musica circolare africana e dallo studio di quella asiatica. Premio Pulitzer per la musica nel 2009 con il brano Double Sextet, nel 2014 gli è stato assegnato dalla Biennale Musica di Venezia il Leone d'oro alla carriera. Le sue opere sono state eseguite dalle più famose orchestre (dalla London Symphony Orchestra alla New York Philharmonic) nelle maggiori sale del mondo e sono state spesso fonte di ispirazione per i maggiori coreografi del Novecento, da Jiri Kylian a Alvin Ailey, da Jerome Robbins a Maurice Bèjart.

Il Ministro Gian Luca Galletti vuole uccidere anche i randagi?

Marcgherita D'Amico

Persino cani e gatti randagi sarebbero minacciati dalle ambizioni sterminatrici di Gianluca Galletti, ministro dell’Ambiente, il quale, sordo all’eccezionale contrarietà dell’opinione pubblica, sembra sensibile alle sole esortazioni di Coldiretti, allevatori di pecore, cacciatori, desiderosi di perseguitare i lupi.

A sollevare il sospetto  che i violenti propositi si estendano ai cani vaganti e agli animali custoditi nei canili è il PAE-Partito animalista europeo, sulla base del Piano per la conservazione del lupo reso noto a gennaio, la cui approvazione definitiva è in calendario giovedì 23 febbraio. Giorno in cui il PAE ha indetto a Roma una manifestazione di protesta assieme al Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali davanti al palazzo della Conferenza Stato Regioni, in via della Stamperia.

Paolo Scarpa: trasporto pubblico a Parma verso assegnazione in via provvisoria all'ATI BusItalia-Autovie

PAOLO SCARPA: PARMA RISCHIA L'ENNESIMO GIOIELLO DI FAMIGLIA. TUTELIAMO PROFESSIONALITA' E LAVORO

Ci troviamo di fronte all’ennesima sconfitta della città con la possibile perdita di un asset strategico, uno dei tanti gioielli di famiglia che Parma rischia di vedere smarrito. La notizia dell'assegnazione in via provvisoria all'ATI BusItalia-Autovie del servizio di trasporto pubblico cittadino impone una seria riflessione su come l'intera vicenda sia stata gestita dai vertici Tep. L'azienda di trasporto, dopo settant’anni di validissima presenza su un territorio che ha aiutato a crescere con la propria offerta di servizio, si trova a dover fronteggiare una situazione che appare inattesa solo alla dirigenza, essendo stata largamente anticipata dalle rappresentanze sindacali e dalle forze di opposizione in Consiglio comunale, preoccupate da tempo per l'approccio adottato in sede di bando. Il partito del sindaco di Parma ha già trovato un colpevole nel manager indicato dalla Provincia, responsabile a dir loro della politica isolazionista che sarebbe costata all'azienda l'aggiudicazione del servizio per i prossimi 9 anni. La prima considerazione che mi viene da fare è: dov'era il Comune con il suo 50% di proprietà e il suo vice presidente dotato di poteri amplissimi? Com'è possibile che Comune e Provincia non abbiano saputo creare le condizioni affinché l'azienda potesse proseguire la propria attività ed essere un punto di riferimento per il nostro territorio?

In attesa che il Tar decida sul ricorso presentato da Tep, il nostro sistema deve fare gioco di squadra in difesa dei lavoratori, tutelando il patrimonio di uomini e professionalità dell'azienda e imponendo a chi arriva di rispettare gli impegni di un servizio di eccellenza garantendo gli investimenti previsti.

Articoli correlati

Tribunale di Parma, toghe precarie: magistrati onorari in sciopero

Astensione dalle udienze proclamata fino a venerdì da Federmot

Anche a Parma i magistrati onorari, che si occupano si sostenere l'accusa nella stragrande maggioranza dei processi monocratici, aderiscono all'astensione delle udienze dal 20 al 24 febbraio proclamata da Federmot a sostengo della stabilizzazione di queste figure professionali indispensabili per il funzionamento della giustizia.

Da ormai 17 anni i cosiddetti pm o giudici d'udienza (viceprocuratori onorari e giudici onorari di tribunali) vengono retribuiti a "cottimo", senza tutele previdenziali e assicurative. Questa settimana si prospetta quindi un rinvio di gran parte dei processi dibattimentali.

"I magistrati onorari si sono rivolti al Consiglio d'Europa e alla Commissione europea, che hanno censurato il loro inquadramento precario - si legge nel comunicato dell'associazione di rappresentanza Federmot -  Il Ministro Orlando ha stigmatizzato tale iniziativa europea additandola, con contegno ritorsivo, quale causa del suo diniego all'invocata stabilizzazione della categoria, ritenendola incompatibile con la Costituzione, che la riserverebbe ai soli magistrati che abbiano superato il concorso ordinario.

Confondendo la stabilizzazione di tali lavoratori con l'inserimento nei ruoli ordinari, il ministro del Pd dimostra di ignorare che i Padri costituenti mai avrebbero consentito alla magistratura onoraria di esercitare “tutte le funzioni attribuite a giudici singoli” (art. 106 Co. 2 Cost.) per poi consegnarla alla precarizzazione o alle derive autoritarie di altri pubblici poteri. (...)

COMIN' JAZZ 2017

Comin' Jazz

FESTIVAL di musica jazz della città di COMO

Un'eccezionale settimana di musica travolge Como con il Comin' Jazzfestival della musica jazz. La manifestazione alla sua prima edizione coinvolge l'intera città da giovedì 9 a mercoledì 15 marzo 2017 con un ricco programma di eventi, concerti, marching band, rivolto ad appassionati del genere e a neofiti, oltre a iniziative dedicate alle scuole. 

"L'Assessorato alla Cultura del Comune di Como, in collaborazione con Teatro Sociale, Nerolidio Music Factory, Nota su Nota, Music For Green e Jazz Club di Como, ha ideato Comin' Jazz con lo scopo di rilanciare la vocazione musicale della città, valorizzare i talenti locali e portare a Como musicisti di fama internazionale, all'interno di un contesto dinamico e creativo come quello di un Festival" dichiara l'Assessore Luigi Cavadini.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti