Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

A Parma il Musical Romeo e Giulietta

Romeo e Giulietta Musical 

David Zard ritorna con un nuovo grande progetto musicale Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo. L’opera, tratta dal capolavoro di William Shakespeare con musica e libretto di Gérard Presgurvic, nella versione italiana avrà la regia di Giuliano Peparini con i testi a cura di Vincenzo Incenzo.

A dare volto e voce alla celeberrima coppia di innamorati troviamo, nel ruolo di Romeo, il giovane cantante rivelazione di X-Factor 2012 Davide Merlini e, nei panni di Giulietta, l’attrice e cantante Giulia Luzi, famosa al grande pubblico per le serie tv I Cesaroni e Un medico in famiglia. Completa il cast principale Vittorio Matteucci (Conte Capuleti), Luca Giacomelli (Mercuzio), Riccardo Maccaferri (Benvolio), Gianluca Merolli(Tebaldo), Leonardo Di Minno (Principe), Barbara Cola (Lady Capuleti), Roberta Faccani (Lady Montecchi),Silvia Querci (Nutrice), Giò Tortorelli (Frate Lorenzo).

45 artisti sul palco, oltre 30 tra ballerini e acrobati che indosseranno oltre 200 costumi disegnati daFrédéric Olivier; 55 persone di produzione tra cui 35 solo di equipe tecnica per gestire il colossale allestimento scenico di circa 550 mq tra palco e aree tecniche e di backstage.

L’APPENNINO SALUTA L’AGOSTO

Trentotto Comuni definiscono Area candidata MaB Unesco 
Terminata la prima fase dell’iter
Trentotto Comuni appartenenti a cinque province e due Regioni hanno deliberato il sostegno alla candidatura ad Area MaB (Man and Biosphere) UNESCO dell’Appennino Tosco Emiliano.

5° Trofeo Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano
Riserva Naturale dell'Orecchiella
Domenica 31 agosto 2014 il Gruppo Sportivo Orecchiella Garfagnana organizza il 5° Trofeo Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, ‘Memorial Dottor Umberto Poggi’, nella Riserva Naturale dell’Orecchiella

Come in un film le tradizioni antiche riscoperte a Carpineti
Un bèl saver a n’fu mai scrit: storia orale di un paesaggio
Riscoperte le antiche tradizioni che rischiavano di andare perdute. È accaduto grazie al progetto della classe 2°A della scuola media 'Gregori' di Carpineti. Attraverso un lavoro di ricerca è stato sviluppato un video che sarà presentato sabato 30 agosto dalle ore 16 nel teatro parrocchiale di Carpineti, in occasione della Fiera di San Vitale.

Summer School dell’Istituto Peri – Merulo 
E’ in corso la Summer School dell’Istituto Peri – Merulo, organizzata dall’Istituto reggiano – castelnovese fino al 16 settembre a Ligonchio presso il Rifugio dell'Aquila, Centro visita del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano. Tanti gli appuntamenti musicali che si snodano tra Villa Minozzo, Paullo di Casina, Ligonchio e Castelnovo Monti.

Inaugurazione mostra GRUPPO LABRONICO 13 settembre a Zagarolo

La mostra degli artisti del Gruppo Labronico di Livorno inaugura il 13 settembre la stagione 2014/2015 di Palazzo Rospigliosi a Zagarolo nella splendida cornice del Palazzo ducale nato nel rinascimento come residenza estiva dei Colonna ed oggi sede espositiva certamente non tradizionale grazie alle  stanze completamente affrescate ricche di passaggi intercomunicanti dalla rilevante metratura .

Oltre ad ammirare gli affreschi è possibile immergersi nell’atmosfera cinquecentesca nel grazioso ninfeo così come nel giardino pensile da cui si ha una veduta completa della valle sottostante il palazzo.

In questa atmosfera sospesa tra passato remoto e futuro prossimo ecco l’esposizione dei 27 artisti del Gruppo Labronico con l’originalità dei linguaggi artistici contemporanei che li contraddistingue farsi tutt’uno con la storia.

Gli artisti verranno presentati alla stampa alle autorità e al pubblico a partire dalle ore 12.

Messico: con la nuova tassa sulle bevande zuccherate. Calano le vendite nel primo paese al mondo per consumo pro capite

In Messico, la tassa su cibi e bevande ad alto contenuto calorico, in vigore da gennaio per combattere la piaga del diabete e dell’obesità, sembra funzionare. Nel secondo trimestre di quest’anno Coca-Cola ha registrato una diminuzione delle vendite in Messico dell’1,5%, che la compagnia attribuisce alla nuova tassa di un peso (circa 7 centesimi di euro) per ogni litro di bevanda zuccherata.

Coca-Cola Femsa, l’imbottigliatrice messicana della compagnia di Atlanta, ha detto che quest’anno prevede una diminuzione delle vendite in Messico tra il cinque e il sette per cento. Analoghi risultati negativi sono stati registrati da PepsiCo e da Arca Continental, la seconda società imbottigliatrice dell’America Latina. 


Il Messico detiene il record mondiale dell’obesità

Il Messico è il secondo mercato di Coca-Cola per volume di vendite a livello mondiale e il primo per quanto riguarda il consumo pro capite. Con il 70% degli adulti e il 30% dei bambini obesi o in sovrappeso, e il 32,8% di adulti obesi, il Messico detiene il record mondiale dell’obesità. 

In Inghilterra apre il primo ristorante a rifiuti zero dello chef Douglas McMaster: cibi di stagione e niente additivi

In settembre, a Brighton, in Inghilterra, aprirà “Silo”, il primo ristorante a rifiuti zero, che non produrrà alcuno scarto e servirà solo prodotti locali e di stagione. Promotore dell’iniziativa è Douglas McMaster, un giovane chef rientrato in patria dopo aver lavorato dodici anni in ristoranti di alto livello in varie parti del mondo, tra cui il noto ristorante “Noma” di Copenhagen.

Secondo McMaster, ridurre del 95% i rifiuti prodotti da un ristorante è semplice e dipende soprattutto dai metodi di approvvigionamento. Per i rifiuti che saranno comunque prodotti, McMaster ha speso 27.000 euro e si è dotato di un grande compostore, capace di trattare 640 kg di materia organica ogni 24 ore. 


Il menù giornaliero sarà fatto di soli sei piatti, di cui uno a base di carne, uno di pesce e uno vegano

Come ha spiegato al quotidiano The Independent, McMaster è contrario al modello agroalimentare dominante, che vuole disponibili tutto l’anno alimenti che non sono naturali per il nostro ambiente, come ananas o avocado, così come all’utilizzo di pesticidi e additivi, che non sono naturali per la nostra dieta. 

Non desta sorpresa che così tante persone stiano sviluppando intolleranze a gruppi di alimentati”, afferma il giovane chef, nel cui nuovo ristorante, che avrà cinquanta posti, il menù giornaliero sarà fatto di soli sei piatti, di cui uno a base di carne, uno di pesce e uno vegano. Nessun piatto sarà riscaldato sotto le lampade ma tutti saranno preparati al momento. 

Beniamino Bonardi

Made in Italy. Colori di Dario Brevi a Bruxelles

Mostra di Dario Brevi

Mostra “Made in Italy. Colori di Dario Brevi” - BRUSSELS

A cura di Michela Scolaro 

 A partire dal 10 settembre prossimo e durante tutto il seguente mese, il rientro brillerà di tutti i fuochi dell'estate grazie alle opere di “Made in Italy. Colori di Dario Brevi." Iscrivendosi nella cornice del semestre italiano di presidenza del Consiglio, la mostra offrirà l'opportunità di incontrare uno degli artisti più apprezzati, a livello internazionale, dell'arte e del design contemporanei che manifesta al tempo stesso  un'espressione nuova ed originale pur racchiudendo in sé la conoscenza della più alta tradizione italiana. Nelle sue pitture all'acrilico su MDF, nelle sue installazioni e sculture, si ritrova  chiaramente l'eredità dei Futuristi, questi maestri che, sono stati  tra più audaci del ventesimo secolo, volevano ricreare tutto  sotto il segno dell'arte: Dario Brevi condivide lo spirito ma anche l'ironia ed il gusto degli esercizi ludici. Possiede un modo unico di comunicare, per la perfetta sintesi  di forme e di colori, dei messaggi complessi che toccano le tematiche contemporanee più pregnanti, ed egli sa farlo senza ostentazione, mantenendo costantemente una sorridente complicità col visitatore, perché, nell'armonia della dimensione artistica, è insieme che si riflette meglio.  

Made in Italy. Colori di Dario Brevi

Edificio  JDE Jaques Delors, Foyer del sesto piano

European Economic and Social Committee (EESC)

99, Rue Belliard, B-1040, Brussels

 da 10 settembre al 10 ottobre 2014 

La mostra sarà aperta al pubblico da Lunedi al Giovedi  09:00 - 17:30 e Venerdì 8:30 - 15:30

Catalogo francese – inglese

Le musiche inedite del Convento di San Gregorio Armeno di Napoli al Festival delle Nazioni (Citerna, 30 agosto)

Nuova Orchestra Scarlatti OK

47ma edizione OMAGGIO ALL’ARMENIA

LE MUSICHE INEDITE DEL CONVENTO DI SAN GREGORIO ARMENO DI NAPOLI
eseguite dall’Ensemble barocco della Nuova Orchestra Scarlatti con il soprano Cristina Grifone e Tommaso Rossi ai flauti

 CONCERTI ED EVENTI COLLATERALI DI SABATO 30 AGOSTO 

Per la prima volta, le musiche custodite nell’archivio musicale del Convento di San Gregorio Armeno di Napoli si svelano al pubblico. Accadrà sabato 30 agosto alle ore 21 nella Chiesa di San Michele a Citerna, in occasione del quinto concerto del Festival delle Nazioni dedicato all’Armenia. Ad eseguirle sarà l’Ensemble barocco della Nuova orchestra Scarlatti di Napoli, con la complicità del soprano Cristina Grifone e di Tommaso Rossi, interprete al flauto dolce e traversiere e revisore del programma musicale. 

Il concerto, reso possibile grazie alla collaborazione del Convento di San Gregorio Armeno e alla Soprintendenza archivistica per la Campania, ci permetterà di esplorare l’inedito mondo musicale del monastero partenopeo, eseguendo alcune delle pagine conservate e non ancora catalogate: composizioni dedicate a suore particolarmente portate per il canto o abili nel suonare strumenti musicali, brani composti dalle stesse monache, o trascrizioni da opere famose, con i testi convertiti da profano a sacro. 

Demesio Lusardi in arte nel film 900 di Bertolucci Censo Dalcò

Foto Luigi Boschi: Demesio Lusardi in arte Censo Dalcò
Demesio Lusardi fu tra gli interpreti del film 900 di Bernardo Bertolucci con il nome di Censo Dalcò
Vive nella Corte delle Piacentine con i fratelli, i nipoti e i pronipoti. Censo e la moglie di suo fratello ci hanno raccontato simpatici aneddoti di quando per un anno tutta la troupe di 900 abitò in pianta stabile per le riprese la Corte delle Piacentine. Le omelette con uova fresche per Sutherland, la bellezza della Sandrelli e della compagna di colore di Robert De Niro, tutti insieme sempre educatissimi e gentili. Ne hanno ancora un bellissimo ricordo indipendentemente dal successo del film, un anno come un sogno. Anche negli anni a venire sono rimasti in contatto con alcuni di loro: la Sandrelli che andò a trovarli con Soldati e Bernardo Bertolucci che si fermò con tutta la famiglia alla cresima della nipotina.
(Parma, 28/08/2014)

Luigi Boschi 

L'Orchestra Rai suona le grandi sigle TV

Mercoledì 3 settembre 2014 ore 21

Auditorium Rai "Arturo Toscanini" - piazza Rossaro, Torino

Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, Pietro Mianiti direttore, Danilo Rea pianoforte 

Musiche di Rossini, Bach, Liszt, Paradisi, Stravinskij e medley su temi di trasmissioni storiche, varietà, sceneggiati e intersigle, alternati a libere improvvisazioni al pianoforte. 

La serata, le cui riprese sono realizzate dal Centro di Produzione Rai di Torino, sarà trasmessa in differita su Rai5 e Radio3. L'ingresso in sala è libero, consentito fino alle 20.45 e sino ad esaurimento dei posti disponibili.  

Massimo Iotti (PD): mancati controlli sui rifiuti dell'inceneritore di Parma

Comincia ad apparire come una amara profezia quella del capo politico grillino nel suo comizio di Parma: sembra proprio che qualcuno stia passando senza problemi sul cadavere (politico) del sindaco.

L'inceneritore è stato acceso senza colpo ferire, perse tutte le (risibili) cause legali, si scopre ora che i controlli sull'origine dei rifiuti conferiti sono praticamente inesistenti, ormai nessuno è in grado di negare l'arrivo di rifiuti da fuori provincia e si ignorano le quantità in gioco.

Il sindaco a parole dice di non volere rifiuti da fuori Parma: e cosa sta facendo per evitarlo? Non penserà di cavarsela così: una bella frasetta da titolo di giornale e niente più? Da un sindaco, e dalle sue promesse elettorali ci si aspetta ben altro.

Dove è finita la tanto sbandierata trasparenza? Se lo chiedono anche gruppi politici ed elettori locali cinquestelle e non mancano le critiche dall'interno del Movimento di Grillo anche fuori Parma.

Inceneritore di Ugozzolo (PR), lettera di Pizzarotti a Iren: “Gli impregni presi vanno rispettati”

Missiva del sindaco ai vertici dell’azienda: i rifiuti trattati dall’inceneritore devono essere originati tutti nel territorio della Provincia di Parma, come da voi già assicurato

Parma 28 agosto 2014 – E’ categorico il sindaco Pizzarotti sul tema dei rifiuti provenienti da fuori provincia, che anche in questi giorni ha interessato l’opinione pubblica, vista la notizia riportata da alcuni media circa il possibile conferimento all’inceneritore di Ugozzolo di rifiuti esterni.

Rifiuti originati in ambito provinciale
Già nel 2010 l’allora presidente Enia Andrea Allodi, anche in situazioni pubbliche, assicurò che all’inceneritore sarebbero stati conferiti solo rifiuti originati in ambito provinciale. “Questo è stato garantito dall’azienda – spiega Pizzarotti -, e questo ci aspettiamo che avvenga ancora oggi”.

A tal proposito il sindaco Pizzarotti ha inteso ribadire agli attuali vertici Iren gli impegni già presi, inviando una missiva rispettivamente al Presidente Francesco Profumo, al Vice Presidente Andrea Viero e all’Ad Nicola De Sanctis. Nella lettera il sindaco specifica che, nonostante i vertici di un’azienda cambino nel corso del tempo, “Nel momento in cui si prendono degli impegni verso il territorio lo si fa a nome dell’azienda, e chi gli succede deve tenerne conto”.

Roberto Ghiretti: Parma scende al 15° posto nell'indice di sportività

L'indice di sportività 2014, la classifica del Sole 24 Ore che fotografa il rapporto tra sport e società su base provinciale, ci vede impietosamente scendere al 15° posto a livello nazionale. Il dato si riferisce all'anno 2013 e testimonia il lento declino a cui stiamo assistendo dopo che nel 2011 avevamo conquistato la vetta della classifica.

Non sono un fan di questo genere di operazioni, so bene che sono sempre frutto di una certa semplificazione, ma non possiamo ignorare il fatto che esse fotografano una tendenza, e quella in atto a Parma non è certo positiva.

Prima dell'insediamento dall'attuale amministrazione la nostra città si posizionava regolarmente tra le prime cinque in Italia, con un picco nel 2011 quando raggiungemmo la prima posizione della classifica. Nel 2013 siamo scesi prima al 12° posto e ora al 15°.

Qualcuno potrà anche rallegrarsi del fatto di essere comunque al primo posto in Emilia Romagna; mi si consenta però di far notare che essere al primo in Italia era ben altra cosa...

Già l'anno scorso ero intervenuto per segnalare l'importanza di questo campanello d'allarme, ma le risposte dell'assessore furono a dir poco evasive.

Questo è quanto scrivevo un anno fa: “Dal mio punto di vista credo sia giunto il momento di imprimere un radicale cambio di rotta: siamo in crisi sugli impianti, che devono ripartire ed essere manutenuti; occorre aprire un dibattito serio e aperto su come gestire le associazioni alle quali servono investimenti che ne garantiscano la sopravvivenza. Non si chiede una stagione di contributi a pioggia, ma il volontariato va sostenuto!

Patrizia Maestri (PD) sulla spending riview di Cottarelli

27 agosto 2014 - Spending review. Maestri (PD): “La razionalizzazione delle società partecipate pubbliche è indifferibile. Attenzione però alla qualità dei servizi e alla tutela dei diritti dei lavoratori”

La parlamentare Patrizia Maestri interviene dopo la pubblicazione del dossier del Commissario alla revisione della spesa pubblica, Carlo Cottarelli. 

«Il rapporto sulle società partecipate degli enti locali pubblicato dal Commissario alla revisione della spesa pubblica, Carlo Cottarelli, per altro incompleto dato che molte di queste non hanno inviato i dati dei propri bilanci, merita un’attenta analisi e una risposta all’altezza della sfida: offrire ai cittadini servizi migliori e a costi più contenuti». 

«Come sempre, benché di fronte a statistiche così impietose, non è corretto generalizzare; anche nel nostro Paese ci sono molti esempi virtuosi di società pubbliche che in modo efficiente ed efficace contribuiscono allo sviluppo dei territori in cui operano. Ma è anche vero che in molti casi le società partecipate hanno perso, nel tempo o fin da subito, la loro mission originaria». 

«Purtroppo anche nel nostro territorio ci sono grosse responsabilità in questo. Penso alla situazione del Comune di Parma che gestisce un sistema di società partecipate che detiene una mole debitoria tutt’altro che aggredita che rischia di scaricarsi sui dipendenti e sui cittadini con imposte più alte e servizi più scadenti». 

«Condivido l’intenzione del Governo di avviare una riforma del settore che tuttavia non può prescindere dal garantire la continuità delle esperienze virtuose e dal rispetto dei diritti e delle prerogative dei lavoratori, andando anche ad individuare le responsabilità oggettive degli amministratori coinvolti in queste gestioni dissennate».

 

 

NOA A CITTÀ DI CASTELLO​ ​CON LA SUA “MEDICINA D’AMORE”

Noa

C’è grande attesa per l’arrivo a Città di Castello di Noa, la cantante di origine yemenite che con un concerto pressoché tutto in acustico lancerà al Festival delle Nazioni il suo messaggio di pace, o meglio la sua “medicina d’amore”, come recita il titolo dell’ultimo album Love medicine. L’appuntamento è per venerdì 29 agosto alle ore 21 nella Chiesa di San Domenico a Città di Castello.


Con la complicità dell’inseparabile chitarrista Gil Dor, del giovane virtuoso del contrabbasso Adam Ben-Ezra e del percussionista Gadi Seri, anche lui partner musicale di lunga data, Noa interpreterà dunque alcuni dei brani di Love medicine, il nuovo album registrato in studio – l’ultimo non dal vivo risale al 2009 – con il quale l’artista ha voluto esaltare i poteri curativi della musica e la sua capacità di evocare meditazione, compassione, accettazione ed emozioni. I brani sono ispirati agli artisti e alle figure che Noa e Gil hanno incontrato in questi ultimi anni, da Joaquín Sabina a João Bosco, da Milton Nascimento a Giovanni Paolo II, da Gilberto Gil a Pat Metheny, da Bobby McFerrin a Charles Aznavour.

Festival Vegan Indoor più grande d’Europa (dal 6 al 9 Settembre) aprirà le porte tra pochissimi giorni all’interno del SANA

Iniziano i lavori di allestimento del Festival Vegan Indoor più grande d’Europa che aprirà le porte tra pochissimi giorni (Dal 6 al 9 Settembre). Come nella passata edizione, si prevedono oltre 30.000 visitatori provenienti da ogni parte del mondo. Le principali Associazioni animaliste, ospitate gratuitamente, terranno conferenze sul palco del VeganFest e illustreranno i propri progetti in difesa degli animali e dell’ambiente e anche numerose aziende (alcune completamente nuove nel panorama Vegan) presenteranno importanti novità e innovativi prodotti e servizi per il mondo Vegan.
I tanti, tantissimi ospiti e personaggi dello spettacolo e della cultura renderanno ognuno dei 4 giorni di evento, una giornata unica e indimenticabile.

Ancora una volta il VeganFest Indoor organizzato della team della certificazione Etica VeganOK, si rivela il più importante appuntamento del mondo etico vegan!
Il ricchissimo programma della kermesse bolognese, curato dai volontari di Associazione Vegani Italiani Onlus – AssoVegan vede la presenza di tantissimi ospiti, tra personalità dello spettacolo, scrittori, sportivi, artisti, giornalisti, musicisti e medici che hanno fatto del veganismo una scelta di vita.

Tra i volti noti della musica saranno presenti Red Canzian, cantante e bassista dei Pooh, Socio Onorario di Associazione Vegani Italiani Onlus – AssoVegan, titolare del riconoscimento “VeganOK Award 2011″, la giovane promessa della musica pop italiana Roberta Orrù, il musicista Paolo Pallante, intervistato dai presentatori del salotto online “Essere o non essere”, Natur’Ale Mercadanti e Silvia Prandi, e il grande cantautore Ivan Cattaneo.

Prosciutto Parma, la qualità ambientale obiettivo del distretto. Ma tutta la filiera non è più sostenibile

E' come curare una escoriazione a un malato di cancro. Tutta la filiera non è più sostenibile. LB

Siglato in Provincia l’accordo per l'applicazione del regolamento sugli scarichi del settore produttivo di lavorazione carni e per il risparmio idrico. Più di 2 mln di euro di investimenti per la rete di depurazione

 

Parma, 17 marzo 2010 – Un territorio di qualità e un prodotto di qualità. E’ sempre più all’insegna della sostenibilità ambientale il legame fra il prosciutto di Parma e la zona di produzione, ovvero il futuro distretto. Oggi in Provincia 17 soggetti fra istituzioni, enti, consorzio, produttori e loro associazioni hanno infatti siglato l’Accordo di Programma per l'applicazione transitoria del regolamento sugli scarichi del settore.

Il movimento per salvare il pianeta dal cambiamento climatico

Gli scienziati continuano a ripeterlo e non sanno più come dircelo: il cambiamento climatico non significa solo un po’ più di caldo o qualche temporale fuori stagione. Non è un’esagerazione: la nostra stessa *sopravvivenza* è a rischio. Questa è una battaglia per salvare il pianeta.

La nostra biosfera ha un equilibrio precario. Basta scaldarla appena e si scatena un circolo vizioso senza fine. Più si sciolgono i ghiacci artici che riflettono la luce solare, più luce colpirà la Terra, più si alzeranno ancora le temperature, che a loro volta scioglieranno ancora più ghiaccio e così via. Questo circolo vizioso è già iniziato e, se supererà il punto di non ritorno, sfuggirà del tutto al nostro controllo, mettendo a rischio tutti e tutto ciò che amiamo.

Le Nazioni Unite ne sono consapevoli e hanno organizzato un incontro mondiale a New York per affrontare questa emergenza, invitando anche noi e il nostro movimento a partecipare! Ma i nostri capi di stato sono politici, non scienziati e si fanno influenzare dall’opinione pubblica. Leggono i sondaggi, ma poi si chiedono: “Dove sono le proteste? Dov’è la gente a cui interessa tutto ciò?” Il 21 settembre sarà la nostra risposta.

Con migliaia di organizzazioni, dai sindacati ai gruppi religiosi, e centinaia di migliaia di persone già iscritte, stiamo per lanciare la più grande mobilitazione di sempre per il clima, con eventi da New York a Parigi a Rio. Il 21 settembre dobbiamo scuotere il mondo. Per riuscirci, dovremo mobilitare migliaia di organizzatori, inondare le metropolitane e le radio con i nostri annunci e lanciare un’operazione mediatica efficace. 

JORDI SAVALL E IL SUO OMAGGIO ALL’ARMENIA


Foto  David Ignaszewski: Jordi Savall

CONCERTI ED EVENTI COLLATERALI DEL 28 AGOSTO

Jordi Savall e il suo ensemble Hespérion XXI saranno i protagonisti della seconda giornata del Festival delle Nazioni. Giovedì 28 agosto alle ore 21, nella Chiesa di San Domenico, l’artista spagnolo presenta il suo personale omaggio alla “terra delle pietre urlanti” dal titolo Spirito d’Armenia, un progetto che lo vedrà accanto, oltre che agli strumentisti dell’ensemble da lui fondato, anche ad alcuni musicisti armeni, grandi interpreti del repertorio tradizionale su strumenti antichi. Si tratta di Aram Movsisyan al canto, Georgi Minassyan e Haïg Sarikouyoumdjian al duduk e Gaguik Mouradian al kamancha.
Il programma spazierà dall’antico al contemporaneo, presentando accanto a musiche popolari tradizionali risalenti fino al Medioevo, musicisti del Settecento come Sayat Nova, autori dell’Ottocento come Gabriel Yeranian o Tigran Tchukhadjian e musicisti del Novecento come Gusan Ashot.

Jordi Savall è una figura eccezionale nel panorama musicale attuale. Per oltre trent’anni si è dedicato alla scoperta di tesori musicali abbandonati: trent'anni di ricerca e studio, sia come violista, che come direttore. Oltre che ai popoli del Mediterraneo, Savall ha rivolto la sua attenzione anche alle tradizioni musicali del vicino Oriente, come quella armena: un patrimonio di cui restano poche testimonianze scritte.

Settimana mondiale per l’Abolizione della Carne (SMAC): 20-28 settembre 2014

Settimana mondiale per l’Abolizione della Carne (SMAC): 20-28 settembre 2014 

L’interesse per gli animali cresce ogni giorno in tutti i paesi del mondo.

Eppure, non sono mai stati uccisi così tanti esseri senzienti per produrre cibo.

Stiamo svuotando i mari e monopolizzando la gran parte delle terre emerse.

Imponiamo continuamente sofferenze indicibili agli animali di questo pianeta. 

Al tempo stesso, un numero sempre maggiore di umani rifiuta di collaborare con questa gigantesca macchina di morte.

Poiché sono in gioco centinaia di miliardi di vite, dobbiamo tuttavia fare qualcosa di più che rifiutarci di collaborare:

dobbiamo rifiutare questa mattanza incessante e reclamare la fine di questo massacro, dobbiamo chiedere ad alta voce l’abolizione. 

Chiediamo l’abolizione della produzione e del consumo di carne animale in tutto il mondo!

Chiediamo il bando dei prodotti della caccia, della pesca e dell’allevamento, poiché implicano lo sfruttamento, la sofferenza e la morte di esseri senzienti.

 

Organizziamo azioni in ogni luogo

Dal 20 al 28 settembre 2014

In occasione della Settimana mondiale per l’Abolizione della Carne! 

Vi chiediamo di organizzare e pubblicizzare qui ogni azione che riteniate utile a rendere più vicino il giorno in cui nessun animale verrà ucciso inutilmente per farne cibo. 

Poiché la produzione di carne implica l'uccisione degli animali che vengono mangiati,

poiché le condizioni di vita e la macellazione causano loro sofferenza,

poiché il consumo di prodotti animali non è necessario,

I LUOGHI DEL FILM 900 DI BERNARDO BERTOLUCCI: la casa di Alfredo Berlinghieri

Foto Beppe Fontana: villa Donesmondi Cazzaniga, la casa di Alfredo Berlinghieri


Villa Cazzaniga Donesmondi, nel film la casa padronale di Alfredo Berlinghieri. Suzzara (MN)


Condividi contenuti