Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Tutta la solidarietà di questo socialblog a Mauro Nuzzo

Mauro Nuzzo

Con Mauro Nuzzo ho avuto più volte accese e vivaci discussioni, ma credo alla sua onestà intellettuale e volontà politica per il bene comune della città a cui ha sempre dedicato grande energia e passione. I parmigiani glielo hanno riconosciuto con le preferenze manifestate nell'ultima campagna elettorale vinta dal M5S. Me lo ricordo quando quasi da solo promuoveva il Movimento 5 Stelle a Parma e con vigore politico ribatteva al mio pensiero, alle mie idee. Sapevo che si sarebbe andato a stampare perché il pensiero libero non è gradito a nessuno, nemmeno tra i suoi "amici" di cordata politica dove la trasparenza e il dialogo dovrebbero costituire la genesi del cambiamento. Ma così non è mai stato Pizzarotti. Lo abbiamo constatato in più occasioni.
Nuzzo si è sempre adoperato per Parma, in particolare nelle difficili iniziative culturali. Credo sia una risorsa da valorizzare e non denigrare, o espellere perché ha espresso un ragionato dissenso. Ma questo è divenuto un problema dei 5 Stelle. Per il suo costante impegno, interessi e relazioni, pensavo sinceramente avrebbe avuto un qualche ruolo nella Amministrazione Pentastellata. Così non è stato e non sarà, anzi lo espellono gli ingrati traditori. E in questo momento non potevo non esprimergli attraverso questo blog tutta la mia solidarietà. (Parma, 31/07/2014)

Luigi Boschi

articoli correlati

Nuzzo, consultazioni per espellerlo "Ma non esco dal Movimento"   (da parma.repubblica.it)

        

Crostata integrale con venere nero e frutta


DESCRIZIONE

Eravamo alla festa di un'amichetta del sartino che spunta fuori questa torta o meglio una torta molto simile. Incuriosita dal riso l'ho subito assaggiata rimanendo piacevolmente sorpresa. Il riso venere nero ha un chicco piccolo e profumato che sprigiona tutto il suo odore di pane caldo dopo averlo cotto.  Di origine cinese viene importato e si è iniziato a coltivare in Italia da pochi anni. Ideale con ricette di pesce e perfetto per questa crostata rubata alla festa di Viola.


FASE 1

Cuocete il riso in abbondante acqua in cui avrete aggiunto lo zucchero per 40 minuti circa o fino a quando non sarà tenero. Scolatelo e lasciatelo raffreddare


FASE 2

Setacciate le farine in una ampia ciotola, fate la fontana e mettete il burro a pezzi a temperatura ambiente e un pizzico di sale.  Amalgamate gli ingredienti con la punta delle dita fino ad ottenere delle grandi briciole. Formate nuovamente la fontana e mettete al centro i tuorli d’uovo e lo zucchero. Impastate nuovamente gli ingredienti velocemente fino ad ottenere un impasto liscio con cui formerete una palla. Se l’impasto è troppo secco bagnatevi le mani con acqua fredda e continuate a lavorare, molto probabilmente i tuorli erano troppo piccoli. Una volta formata la palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e fatela riposare in frigo per almeno un’ora.

Parma-Poggio di Berceto 27-28 Settembre 2014

Parma Poggio Berrceto 2014 Auto Storiche

il Manifesto Ufficiale, la Presentazione, la Domanda d’Iscrizione della 

Parma-Poggio di Berceto 2014.

Si sono aperte ieri, Martedì 29 Luglio, alle ore 24.00, le iscrizioni.  

Trasparenza e rispetto delle regole: nel mezzo del cammin

Alessandro Gassman

L’unico insegnamento di mio padre che sono riuscito – bene o male – a seguire da uomo adulto, è stato quello di raggiungere i miei obiettivi, sempre scegliendo il percorso più difficile, evitando scorciatoie, sotterfugi, assaporando ed imparando maggiormente dalle difficoltà incontrate che non dal risultato stesso.

Tutto ciò mi ha creato non pochi problemi di autostima ed incidenti di percorso ma, ad oggi continuo a pensare che sia stata la strada più giusta. La società italiana odierna, evidentemente si basa su fondamenti opposti: ottenere tutto in fretta, evitando le asperità, considerando il fine ultimo l’unica ragione possibile. Come faccio io ad insegnare a mio figlio sedicenne il rispetto delle regole, l’attenzione verso le minoranze, l’accettazione degli errori degli altri, se la sua esistenza è immersa in una realtà che gli prova di continuo che chi ce la fa, chi vince  ci riesce quasi sempre prevaricando il prossimo, che la trasparenza e l’onestà vengono sempre messe alla berlina in modi ed atteggiamenti spesso sguaiati, e cancellate dalla furbizia e dalla scaltrezza.

ROBERTO GHIRETTI: BOSI (M5S) guardi al suo operato

Ghiretti al Consigliere Bosi: “Su Parma Infrastrutture prima di attaccare il sottoscritto valuti attentamente le proprie responsabilità”

Al capogruppo 5 stelle Bosi che ieri in Consiglio comunale mi ha attaccato duramente in merito al conferimento dei campi sportivi del Comune di Parma a Parma Infrastrutture avvenuto quando rivestivo la carica di assessore allo Sport, vorrei rispondere pubblicamente.

La gestione dei campi è un'attività alquanto trasparente sotto il profilo dei conti, hanno entrate certe e uscite altrettanto prevedibili. Il loro valore complessivo, come stimato anche da questa amministrazione, è di circa 500mila euro ed è un valore che non cambia se a gestirli è direttamente il Comune di Parma o Parma Infrastrutture. Tutto questo per dire che sì, sotto il mio assessorato mi è stato chiesto di trasferire la proprietà dei campi alla partecipata e io ho passato mesi a chiedere rassicurazioni sull'operazione che, conti alla mano, pareva sicura e priva di rischi. Quando poi si è evidenziato che il Comune non stava trasferendo i fondi promessi, necessari al pagamento delle manutenzioni, io non ero più assessore da tempo. Se il consigliere Bosi ieri intendeva sottolineare che occorre la massima attenzione quando si avallano operazioni della propria maggioranza non posso che essere d'accordo, se invece intendeva addossarmi responsabilità maggiori le rispedisco prontamente al mittente.

SERENA AUTIERI IN LA SCIANTOSA al Paganini di Parma con la Toscanini

Foto Luca Pezzani: Serena Autieri in La Sciantosa

SERENA AUTIERI con la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Marco Dallara

Stelle vaganti
Auditorium Paganini e Parco Ex Eridania
Lunedì 4 agosto 2014 ore 21.30

Serena Autieri rilegge Elvira Donnarumma ne La sciantosa: è il gran finale della rassegna Stelle vaganti all’Auditorium Paganini di Parma, che sarà in scena lunedì 4 agosto alle ore 21.30. La Autieri vestirà i panni dell’anticonformista e antidiva, amata da Eleonora Duse e Matilde Serao, in uno spettacolo scritto da Vincenzo Incenzo con la regia di Gino Landi e i costumi di Monica Celeste, e che vedrà la partecipazione della Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Marco Dallara. 

Dai brani più conosciuti come A tazz’ e cafè e Comme facette mammeta, ai classici passionali I’ te vurria vasa’ e Reginella, fino a perle nascoste come Serenata napulitana e Chiove, Serena Autieri entra nei luoghi e nei codici del caffè concerto e del varietà, con un significativo lavoro di ricerca sul repertorio dei primi del Novecento. Tra una “mossa”, una rima recitata e una lacrima, si ritrovano quelle radici poetiche e melodiche ottocentesche miste ai profumi arabeggianti, saraceni, americani che Napoli, crocevia di stimoli provenienti da ogni latitudine, ha rielaborato e restituito al mondo nella sua inconfondibile cifra.

PAOLO FRESU DUETTA CON GLI ARCHI DELLA FILARMONICA TOSCANINI

Foto Felipe Fuenzalida: Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura

DANIELE DI BONAVENTURA AL BANDONEON

Stelle vaganti
Auditorium Paganini e Parco Ex Eridania
giovedì 3 agosto 2014 ore 21.30

Paolo Fresu duetta con gli Archi della Filarmonica Arturo Toscanini, insieme a Daniele Di Bonaventura al bandoneon. È il programma del prossimo atteso appuntamento della rassegna Stelle vaganti all’Auditorium Paganini di Parma, domenica 3 agosto alle ore 21.30. Lo spettacolo si intitola Vinodentro, come il disco primogenito dell’etichetta Tuk Movie fondata dallo stesso Fresu, dedicato alle colonne sonore di film e documentari, da sempre terreno fertile del percorso compositivo del trombettista sardo.

Vinodentro è un percorso musicale raffinato e non banale, nel quale il mito di Faust incontra il mondo del vino. Nella tracklist, oltre a due composizioni di Mozart che confermano l’attenzione di Fresu per la musica classica, tutti gli altri brani portano la firma del trombettista, fatta eccezione per “Fermo”, che vede in veste di autore il marchigiano Daniele di Bonaventura.

Il 31 luglio 2014 CDA della Fondazione Regio di Parma, si deciderà sul testo per il Bando del nuovo Amministratore Delegato e Direttore Artistico?

Teatro Regio di Parma

Nel prossimo CDA del 31 luglio 2014 della Fondazione Regio di Parma si deciderà sul testo per il Bando del nuovo Amministratore Delegato e Direttore Artistico? O meglio come da statuto della Fondazione l'incarico di Direttore Generale, il quale potrà a sua volta nominare un Direttore artistico. Il CDA potrà decidere altresì se nominare tra i suoi membri un Amministratore Delegato che potrà essere lo stesso Direttore generale una volta nominato.
Non sarà, pare, un vero e proprio bando, ma una manifestazione di interesse pubblica per consentire la partecipazione di tutti coloro che sono interessati e poi, dopo una consultazione con la commissione incaricata, la chiamata. Speriamo non vi sia il limite di età (45 anni) indicato dalla Ferraris.
E non dia seguito ai problemi generati dai Bandi precedenti di Bologna, Cagliari e pare anche di Reggio Emilia.

-Reggio Emilia: pare che alcuni concorrenti siano stati preventivamente esclusi come candidati pur in presenza di curriculum gestionale artistico importante dalla preliminare presentazione di un progetto triennale per la fondazione "I teatri", in quanto non ritenuti idonei.  

-Bologna non fu un esempio di trasparenza. E vinse guarda un po’ l’ex consulente al Bellini di Catania quando la Cancellieri era commissario in quel Comune: Francesco Ernani, il cui progetto a giudizio della commissione risultò tra gli ultimi classificati. 

QUALI ANIMALI HANNO DIRITTO AL RISPETTO?

Franco Libero Manco 

Anche gli animalisti più impegnati a volte di fronte agli attacchi insidiosi di mosche o zanzare non sanno resistere alla tentazione di sopprimere questi ignari animaletti giustificandosi con la difesa della propria incolumità. C’è chi ha terrore dei ragni, chi dei topi, chi delle salamandre, chi dei serpenti, chi degli scorpioni; alcuni hanno terrore degli uccelli, altri dei cani e perfino dei gatti. Così succede che alcuni animalisti, di fronte alla paura di un eventuale pericolo, cadano in contraddizione con la loro etica in difesa del mondo animale. Infatti se la posizione di chi ritiene giusto uccidere un animale quando questo costituisse pericolo (salvo naturalmente difesa della propria vita) la stessa giustificazione potrebbe estendersi, a seconda delle fobie personali, a qualunque specie animale: ai cinghiali quando invadono i campi dei contadini, agli uccelli che si nutrono di quel che trovano nelle campagne, ai lupi, agli orsi e così via: chi per un modo chi per un altro troverebbe la giusta motivazione per improvvisarsi giustiziere dal momento che ognuno di noi ha più o meno paura di qualche animale.

Radicando: La Calabria Ribelle, immagini di Briganti e Brigantesse

mostra di storia della Calabria attraverso le immagini di Giuseppe De Filippo
LOCANDINA PDF

Dario Franceschini sul decreto legge valore cultura. Incentivi fiscali per i contributi dei privati a favore dei beni e attività culturali

TESTO DEFINITIVO DECRETO VALORE CULTURA PDF 

Intervento del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, in occasione della discussione finale del decreto Cultura e Turismo. 

28 luglio 2014  

Signor Presidente,

Parma come l’Olanda per i rifiuti?

Il termovalorizzatore di Parma

L’inceneritore di IREN da 130.000 tonnellate anno di rifiuti, per le necessità di Parma ne sarebbe bastato uno da 40.000 tonnellate, o forse meno, significa che se i rifiuti non arriveranno da Parma, IREN li prenderà altrove. Come voleva fare Pizzarotti nella sua campagna elettorale che promettendo la non entrata in funzione dell’inceneritore di Ugozzolo, avrebbe mandato i nostri rifiuti, temporaneamente, in Olanda.  Ora siamo noi l’Olanda per i rifiuti italiani o regionali: 130.000 tonnellate anno da bruciare. Per le tossiche ceneri residue (20% del bruciato) deve essere ancora indicato il modo e il luogo. Di tutto questo non si è parlato (se non brevemente nell’incontro con  Rossano Ercolini, alla presentazione del suo libro "Non bruciamo il futuro", mentre Folli ha dichiarato un risparmio di 3 milioni di euro dalla raccolta differenziata porta a porta nel 2013, senza darne le motivazioni, visto che il porta a porta dovrebbe comportare, invece, un maggior costo.

L’avvocato Arrigo Allegri, è intervenuto ribadendo la sua recente comunicazione a Raffaele Cantone.
Infatti, mi spiega, dopo aver inoltrato nel marzo 2011 all’AVCP (autorità di Vigilanza Contratti Pubblici) la segnalazione e la documentazione sulla costruzione e gestione del PAIP (Piano Ambientale Integrato Provinciale) DI PARMA, ora Allegri scrive a Raffaele Cantone (Presidente ANAC - Autorità nazionale Anticorruzione- che ha incorporato l’AVCP), in quanto IREN subentrata a ENIA, ha continuato ad operare oltre la decorrenza della convenzione che aveva naturale scadenza a far luogo dal 19/12/2011.
Questa convenzione concerneva la raccolta ed il trattamento dei rifiuti, ma non lo smaltimento.

Operetta Eterno Amore con Daniela Mazzucato, Max René Cosotti, Andrea Binetti

OPERETTA ETERNO AMORE
una commedia musicale omaggio alla leggerezza dell’operetta 
con Daniela Mazzucato, Max René Cosotti, Andrea Binetti
e la Filarmonica Arturo Toscanini
diretta da Romolo Gessi

Stelle vaganti

Auditorium Paganini e Parco Ex Eridania

E' morto Giorgio Gaslini

Aveva 84 anni ed era ricoverato da un mese all'ospedale di Borgotaro, in provincia di Parma, a causa di una caduta

Si è spento all'ospedale di Borgotaro, sull'Appennino parmense, il musicista Giorgio Gaslini, che era ricoverato da circa un mese dopo una caduta. 

Nato a Milano nel 1929, Gaslini era compositore, direttore d'orchestra, pianista e autore di colonne sonore. Nella sua lunga carriera ha tenuto migliaia di concerti in tutto il mondo e all'impegno nel jazz ha affiancato anche la musica classica, con una copiosa discografia.

E' considerato uno dei più grandi jazzisti italiani ed europei e nel 2002 il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi gli ha conferito il premio alla carriera: diploma e medaglia d’oro, riconoscimento riservato ai benemeriti della cultura e dell'arte.

Sposato con l’attrice di teatro Simona Caucia, viveva da tempo a Borgotaro con sette cani e altrettanti gatti. Alla Biblioteca Manara di Borgotaro ha donato la sua collezione di musica jazz composta da cd, libri in tema e vinili (tra questi anche un lp con dedica di Duke Ellington). Si è costituito così il Fondo Gaslini: "Una collezione che è il risultato di una vita dedicata alla ricerca musicale".

Il 24 giugno 2010 ha ricevuto anche l'Ambrogino d'Oro dall'allora sindaco di Milano Letizia Moratti, come "grande artista milanese": "Intellettuale autentico. Da oltre sessant'anni traduce la sua creatività in suoni, versi e parole. Protagonista assoluto nella storia della musica italiana, ha contribuito all'affermazione del jazz, ha posto le fondamenta della musica totale europea".

ULTIMI GIORNI PER ISCRIVERSI AI CORSI DI PERFEZIONAMENTO MUSICALE “LUIGI ANGELINI”


iscrizioni entro il 31 luglio

Dal 5 agosto sarà aperta la biglietteria in corso Cavour a Città di Castello

Sono gli ultimi giorni per potersi iscrivere ai corsi di formazione e perfezionamento musicale “Luigi Angelini” di Città di Castello, che avranno luogo dal 24 agosto al 7 settembre nell’ambito della 47ma edizione del Festival delle Nazioni.

Le domande di iscrizione per partecipare ai corsi di Danilo Rossi (viola), Michele Marasco (flauto), Federico Mondelci (sassofono), Riccardo Risaliti (pianoforte), Pierpaolo Maurizzi e Yves Savary (musica da camera) dovranno essere inviate entro il 31 luglio tramite il sito http://www.festivalnazioni.com/corsi-di-perfezionamento/iscrizione/, o tramite fax al numero +39 075 8552461. Per informazioni +39 075 8521142corsi@festivalnazioni.com.

Teatro dell’Opera di Roma, c’è accordo per evitare la liquidazione

D’accordo Cgil, Cisl e Uil, la Fials, l’altro sindacato che con la Cgil ha promosso gli scioperi,. non ha firmato

Si allontana l’ipotesi della liquidazione del Teatro dell’Opera. Cgil, Cisl e Uil hanno siglato un accordo dopo un incontro all’assessorato alla Cultura di Roma. La Fials, l’altro sindacato che con la Cgil ha promosso gli scioperi non ha firmato. «Mi sembra proprio di sì», risponde l’assessore Giovanna Marinelli.

Vincitori al 13° FESTIVAL TEATRALE DI RESISTENZA

13° FESTIVAL TEATRALE DI RESISTENZA

Premio Museo Cervi – Teatro per la Memoria

70° Anniversario della Resistenza 

Gattatico (Reggio Emilia), Museo Cervi

7 > 27 luglio 2014 

Spettacoli vincitori della XIII edizione del FESTIVAL DI RESISTENZA

Primo Premio a Chi ha paura delle badanti?’ della compagnia Sutta Scupa

Secondo Premio a ‘Patres’ della compagnia Scenari Visibili

Menzione speciale a Andrea Brunello per ‘Libero nel Paese della Resistenza’

Premio del Pubblico a ‘Scintille’ con Laura Curino 

Vincitore del Bando di drammaturgia Nuove scritture per un Teatro della Memoria”

a Stefano Giaccone con ‘Storia di Lucia’

Menzioni‘Parole Resistenti’ di Raffaele di Florio e a

‘Antigone Aprile 1945’ di Mirko Di Martino 

Zanzara tigre, contratto il virus dengue, per tre notti disinfestazione a Panocchia (PR)

Il dipartimento di sanità pubblica dell’AUSL ha informato il Comune che si è riscontrato a Panocchia il virus dengue (quello della zanzara tigre) che ha colpito una persona residente nella frazione.

Di conseguenza il Comune ha provveduto ad attivare i meccanismi di prevenzione contro al diffusione del virus, previsti dal protocollo regionale.

Nelle prossime tre notti, a partire da oggi, da mezzanotte alle 4, si procederà alla disinfestazione straordinaria: verrà diffuso nel raggio di un centinaio di metri il preparato per eliminare le zanzare. La diffusione del suddetto liquido nebulizzato tramite autobotte interesserà una zona lungo strada Val Parma, in località Panocchia per circa 100 metri prima e dopo Piazza Italia ’61.

I cittadini residenti sono quindi consigliati di non stazionare in zona all’aperto durante le ore di spargimento del preparato (da mezzanotte alle quattro), di chiudere porte e finestre, di ritirare le ciotole degli animali domestici e di proteggere, per quanto possibile gli orti, o non consumar ei prodotti nei prossimi giorni. Inoltre resta valido per tutti l’invito ad evitare ogni forma di ristagno di acqua in aree private.

Non Bruciamo il futuro, incontro con Rossano Ercolini alla Feltrinelli di Parma lunedì 28 luglio 2014 ore 18

Questa sera alle ore 18, presso la libreria Feltrinelli di via Farini, ci sarà la presentazione del libro di Rossano Ercolini, premio Nobel per l'ambiente 2013, “Non bruciamo il futuro”.

La presentazione, alla presenza del'autore, sarà in forma di conversazione con il sindaco di Parma Federico Pizzarotti.

La serata, organizzata dall'Associazione Gestione Corretta Rifiuti, Gcr, avrà come moderatore il direttore di Teleducato Pietro Ferraguti.

Calcio, il calendario del campionato di serie A. Il Parma inizia in trasferta

Il calendario del campionato di calcio di serie A 2014-2015 . 
Il Parma comincia in trasferta: la prima giornata è Cesena-Parma (31 agosto, ritorno il 25 gennaio 2015).
2° giornata: Parma-Milan il 14 settembre (ritorno 1° febbraio 2015). 
3° giornata Chievo-Parma (21 settembre, ritorno 8 febbraio 2015). 
4° giornata: Parma-Roma (24 settembre, ritorno 15 febbraio)
5° giornata: Udinese-Parma (28 settembre, ritorno 22 febbraio 2015)
6° giornata: Parma-Genoa (5 ottobre, ritorno 1° marzo 2015) 
7° giornata: Atalanta-Parma (19 ottobre, ritorno 8 marzo 2015) 
8° giornata: Parma-Sassuolo (26 ottobre, ritorno 15 marzo)
9° giornata: Torino-Parma (29 ottobre, ritorno 22 marzo)
10° giornata: Parma-Inter (2 novembre, ritorno 4 aprile)
11° giornata: Juventus -Parma (9 novembre, ritorno 12 aprile) 
12° giornata: Parma-Empoli (23 novembre, ritorno 19 aprile)
13° giornata: Palermo-Parma (30 novembre, ritorno 26 aprile)
14° giornata: Parma-Lazio (7 dicembre, ritorno 29 aprile)
15° giornata: Parma-Cagliari (14 dicembre, ritorno 3 maggio) 

Sebastiano Rolli ricorda Carlo Bergonzi: grandissimo artista verdiano e didatta

Carlo Bergonzi è stato interprete consapevole dello stile e del linguaggio verdiano. Fra i tanti insegnamenti che ha lasciato come cantante e didatta, uno dei principali è risiede nel continuo approfondimento e scavo della verità espressa nella partitura attraverso la scrittura musicale. Bergonzi, pur di rispettare la lettera e lo spirito verdiano, non ha avuto paura di affrontare le contestazioni del loggione parmigiano (celebre è la vicenda del si bemolle filato al termine del Celeste Aida a seguito del quale una voce dal loggione lo paragonò a Tajoli - oggi sarebbe un complimento!!! - ), ma lo affrontò spiegandogli che la sua esecuzione contestata nasceva da quanto scritto e preteso da Verdi stesso in partitura. Diede una vera lezione di filologia e prassi esecutiva convinto che soltanto partendo dal rispetto del segno scritto vi sia vero servizio al compositore. Il modo migliore per celebrare Bergonzi e rendergli omaggio e onore è quello di cercare ove possibile di perpetrarne l'insegnamento e l'eredità! (28/07/2014)

Sebastiano Rolli 

Cassazione sul crack Parmalat: tutte le manovre illecite per volontà di Tanzi

Motivazioni della sentenza di condanna per il crac del gruppo

"Le falsificazioni contabili", le "dissimulazione" dei debiti, "il 'giro dei concessionari' e i finanziamenti occultati", insomma "tutte le illecite manovre contabili ed operazioni dolose dalle quali ha tratto origine il rovinoso tracollo del gruppo, sono state attuate per volontà di Calisto Tanzi". 

Lo scrive la Cassazione, nella sentenza con cui il 7 marzo scorso ha confermato le responsabilità del 'patron', di suo fratello Gianni, morto il giorno stesso, e degli altri 13 imputati, per il crac Parmalat.

Nelle motivazioni del verdetto - di 168 pagine, redatte dai consiglieri relatori davanti alla quinta sezione penale Paolo Oldi e Giuseppe De Marzo - la Corte rimarca come sia certo - in base alla ricostruzione dei fatti "insindacabilmente recepita dalla Corte d'Appello" - che "il dissesto del gruppo fosse non già soltanto prevedibile, ma certamente previsto", per lo squilibrio economico "progressivamente accentuato dalle illecite iniziative assunte di volta in volta".

"Non è contestabile", secondo la Cassazione, che la condotta di Calisto Tanzi, emerso dalla sentenza di merito quale 'dominus' del sistema, "sia pure col concorso di quanti si sono prestati a tradurre in fatti concreti le sue direttive, sia collegata al dissesto", in quanto ogni "falsificazione e operazione" causa del disastroso crac con un buco di 14 miliardi sia stata posta in essere "dietro direttive da lui impartite con coscienze e volontà".

Al patron la Suprema Corte ha comunque concesso un piccolo sconto di pena, di cinque mesi, che ha portato il totale a 17 anni e 5 mesi, per la prescrizione nel 2012 del reato di associazione a delinquere.

Condividi contenuti