Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - 2009

December 31st

Giorgio, che avrà tre anni nel 2010

Gian Carlo Marchesini

Giorgio è un bambino filippino di due anni e mezzo, e sul come la vita va affrontata e goduta sembra saperne più di tutti noi. Esprime una felicità di vivere tanto incontenibile da esplodere continuamente in risate fragorose quanto apparentemente immotivate. Appena arriva a casa nostra la mattina, con sua madre nostra collaboratrice domestica, vuole subito accesa una fontanella con al centro ruotante una piccola sfera luminosa che lui ha battezzato "magia". Poi vuole schiacciare il tasto che illumina l'albero, e l'altro che fa ballare e cantare un cane di pelouche con in testa il berretto rosso di babbo natale.

Giorgio vuole che tutto il mondo sia in festa, altrimenti si annoia, sbraita e protesta. Poi reclama che io lo prenda sulle ginocchia per giocare insieme al computer, e non mi molla fino a quando non abbiamo passato in rassegna tutti i giochi.

Giorgio fa continue domande e si informa su ogni cosa che io prendo e faccio, e vedendomi sempre alle prese con i libri, anche lui ha deciso di aiutarmi a tenerli in ordine: togliendoli dalla parte bassa della libreria e disponendoli in pile ordinate in giro per casa.

Giorgio è un bambino allegro e soddisfatto dall'attenzione che gli dedico, si precipita a cercarmi quando non mi vede o mi sono allontanato. E quando mi trova, lancia in aria grida di gioia, balla e ride che sembra un piccolo Buddha felice.

Giorgio dice sempre tao! per salutare, e gazie! per ringraziare, e salute! quando starnutisco. A pranzo reclama di avere il suo posto a tavola accanto al mio, assaggia tutto quel che mangio, esprime il suo apprezzamento con mugolii soddisfatti e gran schioccare di lingua.

LAICITA' - PROCEDIMENTO DISCIPLINARE AL GIUDICE TOSTI PER ESSERSI RIFIUTATO DI GIUDICARE IN UN'AULA CON IL CROCEFISSO

PROCEDIMENTO DISCIPLINARE APERTO CONTRO IL GIUDICE TOSTI

Descrizione dell'evento che si terrà il 22 gennaio 2010in seduta pubblica presso il Consiglio Superiore della Magitratura a Roma

Questo evento è stato organizzato per sostenere la battaglia del giudice Tosti che il 22 gennaio dovrà difendersi in un procedimento disciplinare al CSM. L'evento è stato organizzato chiedendo l'autorizzazione dell'interessato nel dubbio che l'iniziativa potesse compromettere la sua posizione.

Si richiede o di presentarsi (chi può) alla sede indicata il giorno dell'udienza o partecipare in modo mediatico, invitando propri amici (*) , scrivendo sulla bacheca dell'evento, pubblicando l'ndirizzo dell'evento

(http://www.facebook.com/editevent.php?eid=225222146565&step=2) sul proprio profilo e condividendolo ecc.

(*) click sotto l'immagine alla voce "invita persone a partecipare"

L'AVVISO CHE IL GIUDICE LUIGI TOSTI HA PUBBLICATO SUL SUO BLOG

IL CORPO FORESTALE DELLO STATO A DIFESA DEGLI ANIMALI MALTRATTATI O IMPORTATI ILLEGALMENTE

Due cuccioli di cane dentro una gabbiaDue dei cento cuccioli sequestrati dalla Forestale

(3.corpoforestale.it) Molti bambini chiedono a Babbo Natale un cucciolo, un cane o un gatto da coccolare e con cui giocare. Ma passate le Feste, l'entusiasmo cala e i cuccioli si ritrovano messi da parte, alcune volte abbandonati in strada.
È di pochi giorni fa l'ultima operazione condotta dal Corpo forestale dello Stato che ha permesso di salvare oltre cento cuccioli importati illegalmente dall'est. Si tratta, purtroppo, di un fenomeno, quello dell'importazione illegale di animali, in continua crescita.

Cani strappati alle mamme precocemente e spediti verso l'Italia nel portabagagli di un'auto o nella stiva di una nave. Drogati, una volta giunti a destinazione, con antibiotici ed eccitanti, per sembrare più pimpanti e infine contraffatti.
L'Italia è uno dei punti di arrivo di migliaia di cuccioli provenienti dai Paesi dell'Est Europa, in particolare da Ungheria, Slovacchia, Polonia, Romania e Repubblica Ceca.

Mettere la tua anima in difficolta'

Parlare male degli altri altera i desideri della tua anima.

Oggi, stai attento che le tue parole non mettano in difficolta' la tua anima.

 


The Kabbalah Centre
www.kabbalah.com

L'ansia? Colpa dell'amigdala

lo studio dell'università di Stanford

Il disturbo d'ansia generalizzato dipende da una configurazione differente del cervello.

NEUROIMAGING

L'ansia? Colpa dell'amigdala
(corriere.it) MILANO - Che strada fanno all'interno del nostro cervello gli stimoli e i pensieri? Studiare e osservare questi ponti, che talvolta si interrompono causando disturbi da mancata connessione, è l'ultima frontiera delle neuroscienze. In particolare, secondo l'ultimo esperimento a riguardo, pare che i cosiddetti disturbi d'ansia generalizzati (GAD) siano imputabili a un'anomalia di connessione che interessa due zone dell'amigdala, la parte del cervello deputata al controllo delle emozioni.

 LO STUDIO - I neuro scienziati della Stanford University School of Medicine hanno sottoposto a tecniche di risonanza magnetica il cervello di sedici pazienti affetti da GAD e di 17 persone sane, nel tentativo soprattutto di capire quali sono le aree connesse. Osservando la funzionalità delle differenti regioni cerebrali in base all'afflusso di sangue, il team di ricercatori di Stanford ha individuato nei pazienti affetti da GAD una sorta di difetto di collegamento riguardante l'amigdala basolaterale e l'amigdala centromediale. Normalmente la prima è connessa al lobo occipitale, ai lobi temporali e alla corteccia prefrontale e stimola le aree coinvolte nei meccanismi cognitivi e mnemonici. La seconda invece comunica con il talamo e stimola le aree coinvolte nella respirazione, nei battiti cardiaci e nei meccanismi dell'attenzione.

December 31st

Capodanno bollente

di Monica Maggi   (espresso.repubblica.it)
Party fetish, massaggi tantrici, strip personalizzati: ecco una mappa per non perdere i veglioni più caldi d'Italia
 

Cultura Ecologica - Il corpo delle donne

Il corpo delle donne è un documentario di 25 minuti che "mette a nudo" il degrado dell'immagine femminile nella televisione italiana. Il livello di mercificazione del corpo raggiunto negli ultimi anni ha superato ogni limite. Eppure ci siamo assuefatti. Vittime sono le donne, gli uomini e la società tutta che perdendo i veri valori della femminiltà si impoverisce e involgarisce sempre più. Abbiamo intervistato Lorella Zanardo, autrice del documentario, per capire meglio la situazione.

di Daniel Tarozzi
Nina Moric
Un immagine che più di molte altre denota lo sdoganamento della mercificazione del corpo femminile

(terranauta.it) Lavorare in una redazione web è diventato un compito arduo. Bisogna barcamenarsi tra il lavoro quotidiano e le centinaia di mail che inondano le nostre caselle postali. In una di queste ci veniva suggerito un link che riportava ad un breve documentario intitolato "Il corpo delle donne".

Dopo qualche giorno di limbo, ho trovato il tempo, mi sono seduto comodo, e ho visionato questo lavoro. Mentre le immagini di donne bellissime, denudate e smontate dalla telecamera scorrevano, un senso di malessere fisico si impossessava di me. Un malessere allo stomaco, al cuore e al cervello.

Eppure le donne mi sono sempre piaciute, sia vestite che non. Ma l'uso che di esse viene fatto in televisione è un problema che mi ha sempre turbato. Vedere 25 minuti de "il meglio di", commentato e analizzato è stato davvero intenso, quasi doloroso.

Bellezze venete, il Calendario 2010

Core e Giulia

Core e Giulia (Foto: Massimiliano Griggio)


(blog.panorama.it) Torna anche per il 2010 il calendario delle Bellezze Venete, nella sua quarta edizione.
Nato da un'idea di Paolo Braghetto, che ne è direttore artistico, il calendario vuole valorizzare 14 ragazze di tutta la regione Veneto che hanno posato da sole o in coppia davanti all'obiettivo del fotografo padovano Massimiliano Griggio. Bellezze Venete 2010 ha una finalità benefica: sostiene l'AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie) sezione di Padova.

Il calendario 2010 “Curve d’autore”

salute e benessere 2009

(© Gerald Bruneau)

(blog.panorama.it) Voluto dall'associazione Donna Onlus con il patrocinio del ministero per le Pari Opportunità, fa parte di una campagna di informazione contro anoressia, bulimia e disturbi alimentari che sono la prima causa di morte per le ragazze tra i 12 e i 25 anni.

Il calendario "Curve d'autore" vede coperte solo da drappeggi di velluto rosso casalinghe, manager, studentesse, artiste, cinquanta donne "vere", di tutte le età e le taglie, che si sono messe in gioco contro gli stereotipi sulla bellezza femminile.
Gli scatti sono del fotografo Gerald Bruneau, che ha partecipato al progetto a titolo gratuito.

Alfabeto ecologico: da Aberrazione cromosomica ad Accrescimento

30 dicembre 2009, Natura e Animali

Alfabeto-ecologico-da-Aberrazione-cromosomica-ad-Accrescimento

(mondoecoblog.com) Ecco un'idea utile e simpatica per abituarci ai termini dell'ecologia: vi proponiamo un breve alfabeto, dalla A alla Z, di quelle espressioni ormai comunemente usate per parlare di ambiente, ma il cui significato esatto forse sfugge a molti. Partiamo naturalmente dalla A... parlando di Aberrazione cromosomica, Acclimatazione e Accrescimento.

ABERRAZIONE CROMOSOMICA
L'aberrazione cromosomica è un'alterazione di notevole entità che interviene nel corredo cromosomico di un organismo modificando il numero o la struttura dei cromosomi che lo compongono.

ACCLIMATAZIONE
Dal punto di vista niologico, l'acclimatazione è il processo, di durata variabile, a cui vanno incontro gli organismi viventi per ambientarsi e riprodursi in un clima diverso da quello di origine. L'acclimatazione porta a modificazioni morfologiche e funzionali più o meno pronunciate.

ACCRESCIMENTO
L'accrescimento è l'insieme dei processi di trasformazione di sostanze alimentari in componenti di un organismo vivente con conseguente aumento di peso e di volume. Mentre l'accrescimento delle piante, soprattutto di quelle perenni, è indefinito, quello degli animali si dice definito se cessa con l'acquisizione della maturità sessuale (come per esempio nel caso dei Mammiferi). Numerosi fattori influiscono sulla velocità dell'accrescimento: fra quelli esterni la temperatura, fra quelli interni gli ormoni.

Ambiente: un portale europeo per le petizioni on-line

29 dicembre 2009,Inquinamento Ambientale, Sviluppo Sostenibile

Ambiente-un-portale-europeo-per-le-petizioni-on-line

(mondoecoblog.com) Un progetto internazionale promosso e cofinanziato dalla Commissione Europea per dar voce e potere decisionale ai cittadini, attraverso petizioni online sulle principali tematiche ambientali. A promuoverlo in Italia è Legambiente con l'Agenzia ANSA nell'ambito dell'Azione Europea di "ePartecipazione". Il progetto nasce con lo scopo di motivare e potenziare il coinvolgimento delle associazioni ambientaliste e dei cittadini all'interno di un processo decisionale su questioni ambientali nazionali ed europee.

LE PETIZIONI ON-LINE
Tramite un portale internet (www.ep-empower.eu), dove saranno raccolte le più importanti petizioni on-line sui vari temi ambientali che riguardano il nostro paese e l'Unione Europea, la cittadinanza potrà interagire ed esprimere la propria opinione. Il progetto è coordinato dal Centro Tecnologico di Atene (www.ep-empower.eu/epetitions/it/Home.aspx).

ePARTECIPAZIONE
Tra i vari partners del progetto europeo "ePartecipazione" ci sono anche le agenzie di stampa e le associazioni ambientaliste e le università di Grecia, Portogallo e Belgio. La funzione delle associazioni ambientaliste e delle agenzie di stampa in questa fase è di estrema importanza: sia per l'ottima conoscenza dell'opinione pubblica sulle tematiche ambientali sia per il coordinamento con i gruppi nazionali, con gli esperti e con i cittadini.

A Roma un cimitero per gli animali domestici

28 dicembre 2009, Natura e Animali

A-Roma-un-cimitero-per-gli-animali-domestici

(mondoecoblog.com) Un cimitero per animali domestici, dove seppellire il proprio gatto o cane e poi andare a trovarlo e ricordarlo. Sorgerà sul terreno del XIII municipio a Roma, forse nella periferia marina di Ostia. E' partito qualche giorno fa l'iter burocratico che nel giro di poco tempo porterà alla realizzazione di un cimitero per animali sul territorio del XIII municipio a Roma. L' iniziativa, fortemente voluta da alcuni consiglieri del Pdl del XIII municipio, è stata presa in esame dalla commissione servizi sociali.

IL CIMITERO PER ANIMALI
"Vogliamo soddisfare - ha spiegato il presidente commissione servizi sociali XIII municipio, Settimio Bellavista - le esigenze di chi considera il proprio animale domestico al pari di un amico o di un familiare e in quanto essere vivente ritiene opportuno concedergli una degna sepoltura". L' idea è nata, infatti, dopo continue istanze presentate dai cittadini, che dovendo seppellire i loro animali domestici, per lo più gatti, hanno richiesto un cimitero in grado di sostituire il consueto ed esoso servizio privato a pagamento per lo smaltimento delle carcasse.

DOVE SORGERA' IL CIMITERO
Il cimitero dovrebbe esser realizzato su terreno comunale, è ancora in discussione il sito: potrebbe trattarsi di Ostia o dell' entroterra (Acilia o Ostia Antica). "Il servizio di sepoltura non dovrebbe avere costi; nel caso in cui gli utenti dovessero pagare delle spese, i costi saranno bassi", spiegano i consiglieri comunali.

Rifiuti - Switch-off:15milioni di tv buttate via. Qualche idea per riciclarle

pubblicato: mercoledì 30 dicembre 2009 da Marina in: Italia Web&Blog EcoConsigli EcoComunicazione

Riciclare le vecchie tv

(ecoblog.it) Non si sa se lo switch-off, il passaggio alla tv digitale terrestre sia stato davvero un vantaggio. Fatto sta che sono finite e finiranno nei centri di raccolta RAEE (almeno si spera!) molti apparecchi televisivi, che per un motivo o per un altro non saranno riusabili neanche con l'acquisto di un decoder. Riferisce Pubblica Amministrazione che a fine ottobre 2009 erano oltre 1,7milioni i televisori finiti nei centri di raccolta, di cui 385mila nella sola Lombardia.

Ha detto Danilo Bonato direttore generale di ReMedia:

Fino al 2013 verranno comprati circa 25 milioni di apparecchi mentre circa 15 milioni di pezzi usciranno dalle case degli italiani: il rischio che i consumatori possano disfarsene impropriamente c'è, anche perché ancora manca la norma che consentirà al venditore di ritirare direttamente le tv da rottamare.

Nemo H2, il battello a idrogeno di Amsterdam

pubblicato: martedì 29 dicembre 2009 da Marina in: Web&Blog Navi Idrogeno

Nemo H2, battello a idrogeno nei canali di Amsterdam

(ecoblog.it) Nemo H2 è probabilmente il primo battello europeo di linea con propulsione a idrogeno che dalla primavera del 2010 solcherà i canali di Amsterdam e che contribuirà a un trasporto sostenibile grazie ai suoi 150 viaggi al giorno. Il varo è avvenuto nei giorni scorsi e il battello è stato sviluppato e costruito grazie alla sinergia tra: Alewijnse Marine Systems - Electronic systems in ships, Linde Gas Benelux - Production, storage and distribution of hydrogen, Rederij Lovers, Marine Service Noord - mechanical engineering in ships e Integral - Coordination, project management and external relations, più il sostegno economico del governo olandese.

Il Nemo H2 porta a bordo 82 passeggeri più due uomini di equipaggio; è lungo 21,95 metri e largo 4,25 metri e il serbatorio consiste in 6 bombole di idrogeno da 24 kg a 35 Mpa; la velocità massima è di 8,6 nodi all'ora mentre la velocità di crociera è di 7 nodi per un autonomia di 9 ore di viaggio.

A gestire il battello la compagnia di navigazione Lovers, una delle più importanti di Amsterdam.

Via | Marinebuzz
Foto | Lovers

Gospel

Gian Carlo Marchesini

Sono otto, la gran madre sessantenne circondata da sette figli, quattro maschi e due femmine di età dai sedici ai trentacinque anni. Dopo qualche minuto dall'inizio del concerto una domanda è venuta spontanea: come cavolo fanno costoro, fisicamente così espansi e corpulenti da sembrare perfino obesi, ad agitarsi in continua fibrillazione frenetica, a saltabeccare da una parte all'altra del palco, a torcersi ondulando come serpi, a zompare elastici e flessibili come pantere o antilopi? Nell'alternarsi uno dopo l'altro nei brani singoli, che hanno nella modulazione potente e carezzevole della voce il perno, ognuno esibisce anche qualche specifica altra abilità: una delle figlie, la più grassa e grossa che si direbbe più larga che alta - sederone dondolante da ippopotamo che sguazza nel fiume, seni da farci sprofondare dentro tre uomini - si è esibita in dieci minuti di assolo mimico sinuoso e contorsioni stico tale da chiedersi a quali scaturigini di flessibilità plastica potesse attingere.

ANIMALI - LA SOFFERENZA DELLE PECORE MERINO AUSTRALIANE

PER SODDISFARE I COSIDDETTI "BISOGNI" UMANI SI PROVOCA UNA SOFFERENZA ATROCE, PER L'INTERA VITA, ALLE PECORE MERINO.

E SE CI METTESSIMO UN BEL PILE? SICURAMENTE LE BOTTIGLIE DI "PLASTICA" NON SOFFRONO.

Da: GABBIE VUOTE
Tom Regan
Edizione Sonda
2. edizione ampliata settembre 2009

..........................

LANA

Capi in lana merino si trovano in tutti i negozi di abbigliamento. Guanti, sciarpe, canottiere, maglioni, cappotti: qualunque sia il tipo abbigliamento venduto, troveremo sempre capi in lana merino sugli scaffali o sugli attaccapanni di questi negozi. Molti consumatori non conoscono l'origine della lana merino, a parte il fatto che proviene dall'Australia.

Le pecore merino sono la risposta dell'industria laniera a una pressante domanda economica: come massimizzare la quantità di lana prodotta per ogni pecora? Ecco la risposta dell'industria: aumentando la quantità di pelle di ogni pecora. Non si tratta di un errore di stampa. La risposta è proprio questa: «aumentando la quantità di pelle di ogni pecora».

E una semplice questione matematica.

DIECI ANNI... FA!


Che ne facciamo del nostro tempo?

Domenica dopo Natale... esco, la giornata è splendida. Sole e un cielo terso. La via centrale della città mi porta a una camminata... leggero di mente anche se un po' appesantito nel passo dai pasti. Sono riposato, avevo dormito a lungo. Mi sento sereno... circondato da uno star bene.
Scrivo uno degli ultimi testi di questo anno, di questo decennio. Iniziato, sembra, da poco... nelle montagne dell'Appennino di Parma... sulla neve... in una casa di pietra di fronte a un camino e qualche scivolata sulla neve fresca. Quante le cose cambiate, quante quelle immutabili...

Un bilancio 1999 - 2009... così per strada... nel pensiero. L'ascesa di Google e "i bond in polvere" di Parmalat. Il mondo raggruppato in grandi socialnetwork e il declino degli Stati. Dalla truffa Lehman al sanità per tutti in USA.
Ma cosa ho fatto di questo tempo... E' ciò che mi passa per la mente. Anni aspri, durissimi, a volte pensavo quasi di non farcela, di cadere irrimediabilmente... travolto, divorato dai piragna. Cambiamenti radicali, alcuni sofferti, altri naturali. Lotte, incomprensioni... Avrei forse potuto dare il meglio di me... ma non mi è stato possibile... il carattere difficile si dice... E' la vita, con il suo fardello del passato, con le sue delusioni che spesso sovrastano le gioie... ridotte a brevi lampi. Basta però seguire quel filo di luce... da qualche parte ti porta anche se contornato da tenebre sempre più incombenti che ti rendono come cieco. E ti chiedi perché... perché si deve rendere la vita così aspra, senza ragione? Perché l'avventura, la scoperta della vita comprende tutti quei fallimenti?... per le difficoltà della nostra civiltà, non per quelle naturali.

REPLICA AD ARTICOLO SU 'IL GIORNO' DEL 26 NOVEMBRE 2009 RIGUARDANTE I CIRCHI

Pubblico la replica del Movimento Antispecista ad un articolo apparso su "Il Giorno" del 26 Novembre 2009 riguardante i circhi

Replica a: "Basta attacchi contro i circhi - Gli animalisti ci danneggiano" (di A. Goldoni). 'Il Giorno', Giovedì 26 novembre 2009 - Cronache, pag. 16.

Pare opportuno, in merito all'articolo in oggetto, fare riferimento a quanto espresso in una lettera sui circhi da noi sottoscritta insieme ad altre 38 associazioni, ed inviata da metà novembre ad alcuni Comuni che ospitano sul loro territorio strutture circensi (copia agli istituti scolastici). La lettera si basa essenzialmente su tre punti:
1.il richiamo alle condizioni degli animali nei circhi, specie quelli esotici, rinchiusi a vita loro malgrado in gabbie e recinti, ed addestrati ad eseguire "numeri" a nostro avviso contrari alla loro natura, a prescindere dall'utilizzo o meno di mezzi di coercizione violenti peraltro poco verificabile stante la normativa attuale. Ciò al fine di sensibilizzare le Istituzioni a quanto richiesto al punto successivo;
2. la richiesta ai Comuni della vigilanza sulle normative (Linee Guida CITES 2006) per la concessione dell'autorizzazione all'attendamento, il che garantisce anche i circensi da possibili abusi e/o concorrenze sleali;
3. l'osservazione che gli spettacoli con animali sono a nostro avviso diseducativi per i bambini, come riconosciuto anche da moltissimi psicologi (v. "Documento degli psicologi su circhi, zoo e sagre con utilizzo di animali" sul sito www.antispec.org : Campagne in corso).

BANCHE ITALIANE: CONTI CORRENTI PIU' COSTOSI D'EUROPA

BANCHE:  AI CONTI CORRENTI PIU' COSTOSI D'EUROPA SI AGGIUNGONO LE NUOVE COMMISSIONI BANCARIE CADUTE SOTTO LA LENTE DELL'ANTITRUST

CODICI AVVIA AZIONI INBITORIE CONTRO I MAGGIORI GRUPPI BANCARI

Sotto la lente dell'Antitrust, le nuove commissioni bancarie che hanno sostituito la Commissione di  Massimo Scoperto.  Notizia che non sorprende l'Associazione CODICI che ha avviato un monitoraggio sui più grandi gruppi bancari a cui hanno fatto seguito azioni legali. 

Questi non sono gli unici balzelli che penalizzano i consumatori.  E' l'Italia la nazione in cui si spende di più in servizi bancari in Europa e correlato a questo ci sono le  numerose carenze del sistema che lo caratterizzano.

"Insomma - dichiara il Segretario nazionale del CODICI, Ivano Giacomelli -  non solo in Italia si spende di più per un conto corrente bancario ma la poca chiarezza e trasparenza nel fornire informazioni e la consulenza risultano qualitativamente al di sotto della media. A questo  si aggiungono nuove commissioni che mettono in difficoltà i cittadini"

CAPODANNO PER GLI ITALIANI

CAPODANNO: IL 27 PER CENTO DEGLI ITALIANI INTERVISTATI NON RINUNCIA AD UN VIAGGIO. IL 18 PER CENTO RICORRE AD UN PRESTITO PERSONALE E IL 9 PER CENTO SI GIOCA LA TREDICESIMA

CODICI: FINO A € 3800 PER UN CAPODANNO ALL' ESTERO SENZA LUSSI ESTREMI

L'osservatorio CODICI ha avviato un'indagine, intervistando circa 5000 italiani in merito alle vacanze di capodanno. Purtroppo la crisi quest'anno si è fatta sentire per il 73 per cento dei soggetti intervistati che trascorrerà le vacanze a casa. Mentre il 27 per cento degli intervistati spenderà la tredicesima in un viaggio, acquistando un last minute anche all'ultimo momento. Ad avere la meglio anche quest'anno saranno le grandi capitali europee, in pole position Parigi seguita da Londra. Ma non manca chi sceglierà di trascorrere il capodanno in un luogo esotico. A confermarlo sono anche i dati documentati dal CODICI emersi da l'indagine fatta alle 12 mila agenzie di viaggio da Assotravel. Gli italiani in viaggio saranno 10 milioni, con una flessione del 5% rispetto allo stesso periodo del 2008. Le mete prescelte si dividono tra città d'arte, capitali europee e le mete a medio e lungo  raggio. In quest'ultimo caso, i maggiori consensi sono per l' Egitto, Kenya, Maldive, Mauritius, Santo Domingo e  Zanzibar.

In occasione, l'Osservatorio CODICI ha monitorato i costi, proposti da tour operatori specializzati, di una vacanza al caldo a Capodanno. I parametri comuni alle varie destinazioni sono il trattamento di All Inclusive, volo a/r da Roma o Milano ed infine la categoria: si tratta di strutture tre/quattro stelle, buone ma non al livello dei lussuosi resort tipici dei posti da 5 stelle.

A Sharm El Sheik , trascorrere una settimana in villaggio tra piscina e mare costa dai 1390 € ai 1500 € a persona. Si consideri che la stessa vacanza può variare dai 400 € in bassa stagione ai 1000 € ad agosto.

A serious man dei fratelli Joel e Ethan Coen


Gian Carlo Marchesini

Ho odiato di tutto cuore A serious man dei fratelli Coen. L'ho odiato per la capacità che mette in campo  nel descrivere e rappresentare un mondo di persone senza speranza, che non amano e non desiderano, che non pensano e non realizzano nulla di buono insieme. Ho odiato innanzitutto il protagonista, che insegna matematica e scrive quotidianamente su una enorme lavagna davanti a centinaia di studenti decine e decine di formule algebriche che nessuno capisce, e forse neanche vuole capire. E a casa scopre all'improvviso che la moglie vuole lasciarlo per un altro uomo cui la moglie è morta da poco; e suo fratello, che lui ospita in casa, è un buono a nulla che la polizia vuole arrestare per atti contrari alla pubblica decenza nei cessi pubblici; e i figli sono ladruncoli inveterati e poltroni parassiti nullafacenti; e i suoi studenti lo ricattano e corrompono per ottenere promozioni immeritate; e i rabbini della sua comunità ebraica sono dei perfetti cacciaballe e conta favole che recitano fingendo una saggezza che non hanno; e il suo preside di facoltà è un ipocrita viscido che si lascia influenzare nei suoi giudizi da lettere anonime di vigliacchi denigratori; e i suoi vicini di casa sono imbroglioni violenti o seduttori incalliti dediti al tradimento e ai peggiori vizi.

UN FUMETTO SUL RITALIN®? UNA STORIA TOCCANTE...

Rilanciamo questa bellissima breve storia a fumetti su un bambino sottoposto alla violenza di una cura a base di Ritalin®, il potente psicofarmaco utilizzato anche in Italia per ‘domare' i bambini irrequieti. Leggete queste tavole, non vi pentirete dei 10 minuti spesi a riflettere su questo nuovo genere di abusi sull'infanzia...  

RITALINO - Storia in 10 tavole di Rocco Lombardi
Questa storia é tratta dal volume "Resistenze, cronache di ribellione quotidiana", edito da BeccoGiallo in collaborazione con Sherwood Comix Festival"   Per leggere tutta la storia a fumetti, cliccare: http://www.giulemanidaibambini.org/vignetteritalino.php
 
"GIU' LE MANI DAI BAMBINI®" - CAMPAGNA NAZIONALE PER LA DIFESA DEL DIRITTO ALLA SALUTE DEI BAMBINI  

PRESENTAZIONE
"Giù le mani dai bambini" ® è una Campagna sociale ed informativa ideata e sviluppata in Italia, che ha come scopo principale la sensibilizzazione del grande pubblico e la formazione degli insegnanti, dei genitori e degli stessi ragazzi - nonché degli specialisti - su di una delicata tematica, qual'è quella degli abusi nella somministrazione di psicofarmaci e metanfetamine ai minori, ed ai bambini in particolare, tema di sempre più stringente attualità non solo in USA ma anche in Europa. La Campagna è senza scopo di lucro, apartitica e non confessionale.

Piccoli passi

Fare cambiamenti drammatici e' difficilissimo. Quindi non ne fare. Cambia in tanti piccoli modi per tutto il tempo.

Il cambiamento porta al cambiamento.

Oggi trova tanti piccoli modi per cambiare il modo in cui agisci. Il cambiamento porta al cambiamento.


The Kabbalah Centre
www.kabbalah.com

Comune, il bilancio di un anno Propositi 2010: la metro non c'è

Gli auguri del sindaco per l'anno nuovo e il bilancio del 2009: "E' stato un periodo difficile ma abbiamo portato a termine molti progetti. Spero in un futuro con più sicurezza, anche nel lavoro e nei rapporti sociali". Un pensiero anche all'omicidio di Gurinder Saini: "Servono progetti educativi per i giovani, potenzieremo i controlli davanti alle scuole"

Maria Chiara Perri

(parma.repubblica.it) Non basta una pagina per contenere la lista dei principali obiettivi raggiunti dal Comune di Parma nell'anno 2009. E non ne bastano tre per i desiderata del 2010. Ma in nessuna trova posto la metropolitana. Tra tanti progetti portate a termine e i buoni propositi presentati durante l'incontro di fine anno del sindaco Vignali con la stampa spicca l'assenza di quella che doveva essere l'opera del secolo per la nostra città. Il primo cittadino anticipa le prevedibili domande ribadendo "la mia assoluta contrarietà al fatto che il Comune, in un periodo di crisi e necessità come questo, debba investire altri 37 milioni di euro oltre i 96 che ha già in carico, con un mutuo che peserà 6 milioni di euro all'anno". Niente di nuovo sotto i portici del Grano, quindi, almeno su quel fronte.

I cantieri del 2010