Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Pilotta

warning: Creating default object from empty value in /home/workspace/clients/client2/web5/web/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.
Pilotta: informazioni della città di Parma

Grande successo dei Carmina Burana all'Auditorium Paganini di Parma con la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da John Axelrod. Maurizio Roi lascia Parma per Genova.

Auditorium completo, esaurito nei posti. Pubblico entusiasta dell'esecuzione de i Carmina Burana di Carl Orff al Paganini di Parma con la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da John Axelrod, la soprano Giuliana Gianfaldoni, il tenore Mark Milhofer, il baritono Mario Cassi. Ottimo il Coro di Piacenza, diretto da Corrado Casati e quello di voci bianche ars canto di Parma diretto da Gabriella Corsaro.
Una serata che con i fatti seppellisce le sterili e vergognose polemiche di pavidi detrattori "illuminati" da nickname del turpiloquio e Senatori menzogneri contro la nostra orchestra, orgoglio della città e italiano (lo dice Eurispes). E tanti parmigiani presenti hanno a lungo applaudito, con pieno trasporto affettivo, l'esecuzione della loro orchestra.
Con questa bellissima serata artistica il sovrintendente Maurizio Roi, dopo aver risanato la Fondazione che porta il nome del celebre Maestro parmigiano, lascia Parma per Genova dove è stato nominato Sovrintendente del Teatro Carlo Felice.
Rimane e lo sostituisce come Sovrintendente  (nomina del CDA del 27/03/2015) la persona di fiducia che ha operato al fianco di Roi in questi anni, nell'arduo e riuscito piano di risanamento, il Maestro (architetto) Luigi Ferrari,  l'uomo che sussurra alla musica, come Tom Booker sussurrava ai cavalli, nel libro di Nicholas Evans. (Parma, 27/03/2015)

Luigi Boschi 

Roberto Ghiretti sui tagli ai servizi per l'infanzia della Giunta Pizzarotti (Comune di Parma)

Il sindaco Pizzarotti e l'assessore Paci si sorprendono  del fatto che i genitori dei bambini protestino per un taglio ai servizi per l'infanzia “solo” dell'1,7%.

Il tutto fingendo di ignorare che questo “piccolo” taglio comporterà la riduzione di circa 190 posti tra nidi e materne e il rischio della perdita del lavoro per circa 40 tra personale e ausiliari. Un bel risultato non c'è che dire per una politica avviata tempo fa con il raddoppio delle rette e culminata ieri pomeriggio con l'annuncio, come sempre unilaterale, di tagli che avranno un impatto devastante su intere famiglie.

Patetico poi il fatto che si continui a cercare di indirizzare il malcontento verso Roma, suonando, ormai come un disco rotto, la tiritera dei tagli statali che a seconda delle convenienze ammonterebbero a 20 milioni di euro o 11 o chissà quale altra cifra.

Purtroppo siamo di fronte ad un'inadeguatezza strutturale di Sindaco e Assessore, i quali non sono in grado di comprendere fino in fondo le ricadute di azioni che solo ai loro occhi paiono “leggere”.

Chi ha votato 5 stelle lo ha fatto sulla base di un programma politico che ogni giorno di più viene disatteso, che si parli di politiche sociali, della cultura o dei rifiuti da fuori provincia; il tutto mentre, a dispetto del fatto che si dica che non ci sono soldi, si continua a destinare decine di migliaia di euro a iniziative che, vista la situazione, risultano quanto meno superflue, dal Festival dei Maghi alle spese per la comunicazione, passando per i viaggi di rappresentanza in giro per il mondo.

La verità è che questi tagli rappresentano meno dello 0,3% del bilancio comunale, una cifra talmente infinitesimale che solo una volontà politica ottusa può decidere di non recuperare da altri capitoli di spesa, scegliendo di fatto di far pagare ai parmigiani un prezzo davvero troppo alto per un risultato tanto misero. 

Con delibera illegittima, nominata Rita Peveri direttore facente funzioni di ASP Fidenza

Rita Peveri Direttore facenti fnzioni ASP Fidenza


Io Speriamo che me le la cavo
LA FLORIDA FABBRICA DI TESTE DI LEGNO DEI SOCI DELL'ASP DI FIDENZA CON UNA 
DELIBERA ILLEGITTIMA HA SCOLPITO IL SUO NUOVO DIRETTORE TEMPORANEO


"Io speriamo che me la cavo", così probabilmente si è espressa mercoledì sera l'assistente sociale Rita Peveri con il Presidente dell'ASP Don Franzoni che dopo la premonizione della sua nomina di due settimane prima l'informava di essersi aggiudicata con lode l'ambizioso titolo di “Direttore facente funzioni” (ma non gli interessi) dell'Azienda dopo una sfida interminabile all'ultima battuta dialettale con l'altra unica pretendente, la collega Galantin.

LA GIORNATA DEL PULCINO e IL TRENO VERDE DI LEGAMBIENTE dal 28 al 30 marzo 2015 fa tappa a Parma

LA GIORNATA DEL PULCINO

Sabato 28 marzo 2015, dalle 15 alle 18

Dopo il successo della scorsa edizione, torna anche quest'anno l'attesissima giornata dedicata ai piccoli piumati!

Li osserveremo in ogni fase della loro crescita: dalle incubatrici fino al pollaio,  ci scambieremo pettegolezzi da chiocce,

giocheremo tanto e - dopo esserci accuratamente lavati le mani - prepareremo insieme una merenda gialla gialla!

Visita al pollaio e incontro con i pulcini del Podere

Accompagnati da Cristina Piazza, esperta di biodiversità

Attività didattiche

A cura di Carlotta Astori  e Paola Campolongo.

Prenotazione consigliata. € 10,00 a bambino, comprensivo di attività e merenda.

Roberto Ghiretti in merito ai problemi del teleriscaldamento a Parma. Perché non è collegato con l'inceneritore?

 

via Saragat - Parma

Uno dei tanti misteri irrisolti legati all'inceneritore di Ugozzolo è il suo mancato collegamento alla rete del teleriscaldamento. Questa grave mancanza incide non solo sul bilancio ambientale delle emissioni del forno, declassando di fatto quello che doveva essere un termovalorizzatore ad un semplice inceneritore, ma si ripercuote sulle altre strutture che attualmente alimentano i tratti funzionanti della rete di teleriscaldamento, vale a dire le strutture di via Lazio, Campus e strada Santa Margherita.

In merito a quest'ultimo insediamento alcuni residenti della vicina via Saragat mi hanno contattato recentemente per evidenziare come i due camini dell'impianto di Santa Margherita siano in funzione costantemente, nonostante fosse stato detto loro che l'impianto sarebbe stato acceso solo  saltuariamente,  qualora gli altri impianti, tra i quali Ugozzolo, non fossero in grado di sopperire alla richiesta di acqua calda. Considerato che dalla sua accensione l'inceneritore non ha mai fornito acqua calda è facilmente spiegato il perché di questo sovra utilizzo.

Il problema, come fanno giustamente notare i residenti, è che i due camini di strada Santa Margherita sono molto vicini alle abitazioni di via Saragat, con tutto quello che ne consegue in termini sia di qualità dell'aria che di inquinamento acustico, essendo l'impianto abbastanza rumoroso e in funzione giorno e notte.

La ciliegina sulla torta in questo caso è rappresentata dal fatto che essendo quello un sito che produce energia sotto la soglia di 1 megawatt, Iren non è tenuta rendere pubblici i dati relativi agli inquinanti emessi nell'aria.

All'Auditorium Paganini di Parma venerdì 27 marzo alle ore 20.30 la Filarmonica Arturo Toscanini, diretta da John Axelrod eseguirà i Carmina Burana di Carl Orff

John Axelrod

I MONUMENTALI CARMINA BURANA DI ORFF ALL’AUDITORIUM PAGANINI

John Axelrod dirigerà la Filarmonica Arturo Toscanini 

E’ un appuntamento molto atteso, quello di venerdì 27 marzo all’Auditorium Paganini. Alle ore 20.30 (concerto valido per il Turno Verde) Nuove Atmosfere, la stagione sinfonica della Filarmonica Arturo Toscanini, ospiterà la straordinaria esecuzione di una delle partiture più famose e popolari del Novecento, anche grazie all’uso che ne è stato fatto come colonna sonora di decine e decine di opere visuali, dai film ai videoclip pubblicitari.

I Carmina Burana di Carl Orff, per soli, doppio coro e grande orchestra hanno come lungo sottotitolo Cantiones profanae, cantoribus et choris cantandae, comitantibus instrumentis atque imaginibus magicis (Canzoni profane da cantarsi da cantori e dal coro accompagnati da strumenti e immagini magiche). Questa sorta di dichiarazione rende concreta la grande dimensione esecutiva necessaria per questo concerto, che richiederà la presenza sul palco di quasi 190 esecutori.

Gli 85 professori d’orchestra della Filarmonica Arturo Toscanini, diretta per l’occasione da John Axelrod, il direttore texano allievo di Leonard Bernstein, si uniranno ai 100 coristi del Coro di Voci Bianche Ars Canto di Parma e del Coro del Teatro Municipale di Piacenza (guidati rispettivamente dal m.° Gabriella Corsaro e dal m.° Corrado Casati). Tre i solisti di canto; la soprano Giuliana Gianfaldoni, il tenore Mark Milhofer ed il baritono Mario Cassi (che sostituisce l’annunciato Roberto De Candia).

Crac Parma F.C., i curatori: "Presto azioni di responsabilità"

A maggio prevista la prima asta per la vendita del titolo sportivo. Il debito con i calciatori potrebbe essere rinegoziato per rendere appetibile la società. Già iniziata la perizia dei beni. In arrivo le erogazioni dalla Lega A per la prosecuzione del campionato

Presto i responsabili del dissesto del Parma Calcio saranno colpiti da azioni di responsabilità e risarcitorie perché rispondano, anche economicamente, dell'astronomico debito di 218 milioni maturato durante l'era Ghirardi.

Lo hanno annunciato i due curatori fallimentari nominati giovedì scorso dal tribunale di Parma, Alberto Guiotto e Angelo Anedda, durante un incontro con la stampa nel centro sportivo di Collecchio. 

Mercoledì 25 marzo 2015 – visite gratuite ai musei musicali di Parma per l’anniversario della nascita di Arturo Toscanini

La Casa della Musica di Parma rinnova a tutti gli appassionati, alle Istituzioni, alle Associazioni musicali e culturali cittadine e anche a tutti coloro che in lui riconoscono la grandezza non solo dell’artista, ma anche dell’uomo, l’invito a ricordare uno dei più grandi figli della nostra città, Arturo Toscanini, in occasione dell’anniversario della sua nascita, avvenuta il 25 marzo del 1867.

In questa giornata i tre Musei della Musica della Casa della Musica (il Museo dell’Opera, la Casa del Suono e il Museo Casa natale Arturo Toscanini) saranno visitabili gratuitamente. L’orario d’apertura dei Musei è il seguente: Museo dell’Opera (piazzale san Francesco, 1) e Casa del Suono (piazzale Salvo D’Acquisto), ore 10-14, Museo Casa natale Arturo Toscanini, ore 9-13 e 14-18.

In particolare, al Museo Casa natale a lui intitolato (in borgo Rodolfo Tanzi n. 13, tel. 0521 285499) alle ore 11,00 il presidente del Consiglio Comunale Marco Vagnozzi esprimerà un indirizzo di saluto ai presenti ricordando il Maestro e il significato di questa giornata: al termine del suo intervento, e poi alle ore 16,00, sempre presso la Casa natale saranno inoltre effettuate due visite guidate anch’esse gratuite.

Un flop i Consigli di quartiere a Cinque Stelle di Parma

Visti i dati, non c’è dubbio che i Consigli di quartiere a Cinque Stelle siano stati un flop.

Su 650 posti nelle liste, ne sono stati coperti appena 169.

Su 650 estratti a sorte, i cittadini che hanno accettato la candidatura sono 44. In pratica veramente pochissimi.

In tre quartieri la partecipazione è stata così bassa che le liste non si possono fare.

In molti quartieri il voto è superfluo perché ci sono candidati in pari numero dei posti disponibili.

Un flop che nasce ormai due anni fa con gli incontri dell’amministrazione nei quartieri, sfociati nella famosa giornata della democrazia, cui ha fatto seguito un procedimento che ha tenuto impegnato il Consiglio Comunale per oltre un anno intanto che in città succedeva di tutto.

In questo modo, l’amministrazione ha dimostrato insensibilità e distanza dai cittadini che non a caso hanno poi disertato i CCV, preferendo impegnare il Consiglio Comunale sullo Statuto che non sui veri problemi di Parma.

Peraltro la Giunta ha fatto tutto da sola, approvando a maggioranza Statuto e regolamento, giusto in tempo per poterli sbandierare come simbolo della nuova democrazia e partecipazione in un happening nazionale di dissidenti Grillini a inizio dicembre. Ma la nazione non è l’ambito politico di una amministrazione comunale ed, infatti, eccola lì la partecipazione.

Il paradosso finale è che il flop dei Consigli di volontari dai quali i partiti erano espressamente esclusi, è un grande spot per i partiti; pur con tutti i problemi innegabili che li affliggono, essi sono ancora gli strumenti costituzionali per l’espressione politica dei cittadini senza i quali non v’è, evidentemente, partecipazione.

Vorremmo ora sapere quanto è costato spedire a casa di tutta la città il materiale promozionale, stampare manifesti, acquisire pagine sui giornali. E poi vorremmo che dei numeri ci si assumesse la responsabilità.

Roberto Ghiretti sui ritardi della scuola Racagni, una odissea ingiustificabile

Il sospetto e ormai divenuto realtà: esiste il rischio concreto che la scuola Racagni non sia pronta per l’inizio del prossimo anno scolastico. Il ritardo accumulato è ormai evidente ed oggi finalmente scopriamo che il cantiere è fermo a causa della rottura di una cisterna sotterranea della quale non era nota l’esistenza.

Quella della realizzazione della nuova Racagni è ormai un'odissea vera e propria. Finanziata con ex fondi Metro e messa a bilancio dal Commissario Ciclosi è stata la prima opera significativa messa in campo dall'amministrazione Comunale. Nonostante gli annunci però, già nove mesi fa chiedevo conto dei ritardi accumulati. Mi fu risposto con una certa sufficienza che sarebbe stata pronta per l'anno successivo, il 2015.

Purtroppo a questa dichiarazione non sono seguiti fatti concreti, se si esclude la realizzazione intorno al cantiere di una recinzione a prova di curiosi.

Una successiva interpellanza da me depositata il 9 febbraio scorso chiedeva i motivi di un nuovo ormai evidente ritardo. La risposta, giunta a mezzo stampa, parlava genericamente di problemi sorti in corso d'opera e l'emergere di gravi problemi organizzativi e strutturali di una delle due imprese costruttrici a cui nel frattempo è stato aggiudicato il secondo lotto di lavori. Ma è solo recentemente che si è potuta conoscere una ben diversa verità: le difficoltà sarebbero dovute anche e soprattutto a una cisterna, risalente agli anni ’70, che avrebbe inquinato il terreno.

Presentazione disegno di legge 2233 (ex 181) sulla SALUTE MENTALE. Venerdì 20 marzo 2015 ore 17,30-20,00 presso il circolo Parma-Lirica via Gorizia 2 - Parma

Presentazione da parte dell'on. Casati della proposta di legge 2233 sul miglioramento dell'assistenza dei pazienti psichiatrici, favorendo il coinvolgimento dei familiari, volontari e utenti nella collaborazione con gli operatori della salute mentale.
E' una elaborazione della precedente proposta (detta 181) avanzata dal dr. De Stefani di Trento, che lui stesso ci aveva presentato a Parma l'anno scorso.
Si terrà VENERDI 20 MARZO ore 17,30-20,00 presso il circolo Parma-Lirica - via Gorizia 2 (di fianco alla Pubblica Assistenza).

Lo stadio Tardini torna nella disponibilità del Parma Calcio

Il sindaco: “Da oggi il nostro lavoro per riconsegnare alla città un Parma nuovo” 

Salvo sorprese dell’ultima ora, domenica sera si accenderanno i riflettori del Tardini per la sfida fra Parma e Torino.

E’ questo l’esito di una giornata convulsa  cominciata al risveglio con la notizia dell’arresto di Manenti, proseguita con la dichiarazione di fallimento e con la nomina, da parte del Tribunale, di Angelo Anedda e Alberto Guiotto come curatori fallimentari, con l’incarico espresso di gestire l’esercizio provvisorio da qui alla fine del campionato, reso possibile dallo stanziamento di 5 milioni di euro da parte della Lega Calcio, e ritenuto utile per non disperdere il valore economico della società.

Nel primo pomeriggio i curatori si sono recati al centro di Collecchio, dove i giocatori hanno espresso il loro assenso a continuare le gare di campionato.

L’ultimo atto, ma decisivo, si è consumato in serata in Municipio: alla presenza del sindaco Federico Pizzarotti, dell’assessore allo Sport Giovanni Marani e del Direttore della Lega Calcio Marco Brunelli, i due curatori fallimentari Angelo Anedda e Alberto Guiotto hanno formalizzato la presa in carico dello stadio Tardini su concessione della società Parma Infrastrutture, rappresentata dall’amministratore unico Giuliano Chiari,  in accordo con il Comune.

Con questo atto si apre una pagina nuova nel fosco capitolo di intrighi e manovre che hanno contraddistinto gli ultimi mesi di vita stentata del Parma Calcio, divenuto un tormentone di rilievo nazionale dopo la “funambolica” uscita di Ghirardi, il presunto arrivo di Taci e quello vero di Manenti, che si è concluso con l’arresto del presidente.

Claudio Fava Commissione parlamentare antimafia scrive a Mattarella: "Il Comune di Brescello è davvero autonomo?"

«Ieri mattina è arrivata al presidente della Repubblica una mia lettera, accompagnata da un’altra missiva al Prefetto di Reggio Emilia, per verificare se ci sono i presupposti per una commissione di accesso che verifichi i reali margini di autonomia dell’amministrazione di Brescello». Con queste parole il vicepresidente della Commissione parlamentare antimafia, Claudio Fava (Gruppo Misto) ha annunciato la sua iniziativa questa mattina a Reggio Emilia nel corso di un incontro al Centro di documentazione antimafia. 
La commissione di accesso valuta se ci sono le condizioni per lo scioglimento del Comune. La richiesta del vicepresidente Fava arriva dopo l’intervista del sindaco di Brescello al giornale studentesco Cortocircuito, in cui il sindaco di Brescello, Marcello Coffrini, aveva definito il condannato in via definitiva per associazione mafiosa Francesco Grande Aracri «una persona composta ed educata». 
«Un grande partito come il Pd - ha detto Fava - dovrebbe avere gli strumenti per far sì che Marcello Coffrini non sia più sindaco di Brescello» attraverso una azione di «Consiglio e Giunta Comunale». Coffrini non è iscritto al Pd, ma la sua maggioranza in consiglio è formata da membri eletti in una lista sostenuta dal Pd di Brescello. 
All’incontro era presente anche Sabrina Costi, assessore a Brescello, che ha invitato Fava ad un confronto pubblico sui temi della mafia. Fava ha affermato di voler accettare «un incontro pubblico con la popolazione ma non con il sindaco».

GIOVENTU’ SENZA DIO dal romanzo di Ödön von Horváth al teatro Due di Parma venerdì 20 marzo fino al 2 aprile

GIOVENTU’ SENZA DIO
liberamente tratto dal romanzo Gioventù senza Dio di Ödön von Horváth

con Raffaele Esposito e Emanuele Vezzoli

spazio scenico Gabriele Mayer

 costumi Laboratorio di Arte del Costume Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche del Teatro, Università IUAV di Venezia / Fatma Barbafiera*, Vittoria Gambaretto*, Giada Gentile*, Benedetta Risi*, Anna Laura Penna*

tutor Gabriele Mayer, Stefano Collini (assistente) 

luci Claudio Coloretti 

regia Walter Le Moli

assistenti alla regia Giacomo Giuntini, Ginevra Le Moli

e Francesco Bianchi*, Francesco Lanfranchi* 

produzione Fondazione Teatro Due 

*Studenti dell’Università IUAV di Venezia, Dipartimento PPAC - Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche del Teatro  

20, 21 marzo 2015, ore 21.00

22 marzo, ore 16.00

Documentario Madoi Ritrovato

Presentazione del documentario d'arte "Madoi Ritrovato", che si terrà lunedi 23 marzo alle ore 18.00 presso 
la libreria Feltrinelli di via Farini, 17 a Parma.
Alla serata parteciperà la dott.ssa Lucia Fornari Schianchi
Madoi Ritrovato

articoli correlati:

LE MUSICHE DELLA GRANDE GUERRA AL RIDOTTO DEL REGIO DI PARMA domenica 22 marzo 2015 alle ore 11

Mario Mauro

LE MUSICHE DELLA GRANDE GUERRA AL RIDOTTO DEL REGIO.  L’ENSEMBLE IL TEATRO DELLE NOTE DIRETTO DA MARIO MAURO

In programma le canzoni del periodo tra Belle Epoque e Grande Guerra

Il Centenario dell’entrata dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale è il motivo trainante ed il fulcro artistico del decimo Concerto Aperitivo al Ridotto del Teatro Regio, che si terrà domenica 22 marzo, con inizio fissato come sempre alle ore 11. La rassegna cameristica organizzata congiuntamente dalla Fondazione Arturo Toscanini e dalla Fondazione Teatro Regio di Parma ospita infatti il concerto dell’Ensemble Teatro delle Note diretto dal violino concertatore di Mario Mauro e con la presenza straordinaria della cantante Stefania Rava. Il concerto, che ha per titolo “La Canzone tra Belle Époque e Grande Guerra” e che sarà accompagnato dai commenti e dalle letture di Sabrina Fontana, nasce dal prezioso lavoro svolto negli ultimi anni dal Centro Studi Musica e Grande Guerra fondato da Carlo Perucchetti e gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale.

Arrestato Giampietro Manenti: la mia quarta ipotesi si è avverata.

Lo avevo scritto da questo blog il 01/03/2015 MANENTI AGLI ARRESTI IN VIA BURLA, LA QUARTA IPOTESI . Ho sbagliato solo la casa circondariale. Anziché Parma, Roma. LB 


Da parma.repubblica.it

Il presidente del club preso in custodia dalla Gdf su ordine della Procura di Roma
ROMA - Il patron del Parma calcio Giampietro Manenti è stato arrestato per reimpiego di capitali illeciti nell'ambito di un'operazione, denominata 'GFB-Oculus', condotta dal Nucleo di polizia tributaria di Roma su delega della Procura della Repubblica della capitale e del pm Giorgio Orano. Sono 22 in tutto le persone arrestate, per reati di peculato, associazione a delinquere, frode informatica, utilizzo di carte di pagamento clonate, riciclaggio e autoriciclaggio aggravato dal metodo mafioso, e oltre 60 le perquisizioni su tutto il territorio nazionale.

Manenti è diventato presidente del Parma il 9 febbraio scorso  quando ha rilevato il club per un euro dalla Dastraso, holding di riferimento di Rezart Taci che a sua volta aveva acquistato la società a fine 2014 da Tommaso Ghirardi,accusato dalla Procura di Parma di bancarotta fraudolenta. 

Opera5 Rossini, Donizetti, Bellini, Verdi, Puccini

Secondo incontro tra i cinque festival dedicati ai grandi compositori d’opera italiani,

per promuovere cinque territori e l’Italia nel mondo 

Tutto quello che facciamo da soli possiamo farlo meglio insieme. È con questo spirito che si è tenuto quest’oggi al Teatro Regio di Parma il secondo incontro tra i rappresentanti dei cinque festival dedicati ai cinque grandi compositori d’opera italiani. Sovrintendenti, direttori, responsabili marketing e comunicazione di Rossini Opera Festival, Fondazione Donizetti, Festival Belliniano, Festival Verdi, Fondazione Festival Pucciniano hanno proseguito i lavori principiati lo scorso ottobre, nell’intento di valorizzare e promuovere congiuntamente in musica i cinque territori, le cinque regioni di riferimento e quindi l’Italia, il paese ove il melodramma è nato. 

Ridando vigore a una vecchia proposta di legge, i rappresentanti delle cinque istituzioni musicali italiane hanno condiviso il desiderio di costituire in un soggetto giuridico questa intesa, dando corpo da subito a una associazione che consenta di promuovere nel nostro paese e nel mondo la ricchezza di programmi e attività prodotte da ciascuno, divulgare la passione per l’opera, dialogare con istituzioni, partner e sponsor internazionali e avvicinare il pubblico degli appassionati di ogni nazionalità. 

Parma Gestione Entrate, l'Assessore Ferretti al MNC (Movimento Nuovi Consumatori) di Filippo Greci: “Grave travisamento della realtà”

Parma Gestione Entrate, l'Assessore Ferretti a MNC: “Grave travisamento della realtà”

Comune di Parma e PGE rispondono alle recenti calunnie del Movimento Nuovi Consumatori: “Non nuovi ad alterare la realtà dei fatti: il Giudice di Pace non è mai entrato nel merito del ricorso. Il vostro un atto grave. Confermate le denunce nei vostri confronti”. L’assessore al Bilancio richiama anche il senatore Pagliari: “Valuti attentamente i fatti prima di prendere posizione”  

Parma 17 marzo 2015 – L’assessore al Bilancio Marco Ferretti e Parma Gestione Entrate smentiscono in modo categorico la ricostruzione dei fatti del Movimento Nuovi Consumatori, in ordine a un recente ricorso vinto da un cittadino contro Parma Gestione Entrate.

Giudice di Pace non è mai entrato nel merito del ricorso. Grave travisamento voluto da MNC
Con palese travisamento della realtà MNC ha recentemente sostenuto che il Giudice di Pace di Parma avrebbe dato ragione ad un loro assistito, in merito alla possibilità di emettere ingiunzioni da parte di PGE.  Sul punto deve osservarsi come il giudice adito non sia minimamente entrato nel merito del ricorso, poiché la controparte (PGE) non era presente all’udienza, non avendo il ricorrente indicato negli atti la data dell’udienza. Il Giudice  non ha pertanto espresso alcun giudizio sulle censure mosse dall’associato del MNC e ciò che viene affermato con toni sensazionalistici dal suddetto movimento è assolutamente falso. La sentenza, pertanto,  è stata impugnata da PGE,  davanti al Tribunale di Parma e si attende  con assoluta serenità l’esito del giudizio di appello.

Università di Parma, 18 marzo: "Pescare in rete. Pratiche di scouting editoriale all'epoca del far web"

Mercoledì 18 marzo, alle ore 9.45, nell’Aula Ferrari del Plesso D’Azeglio (via d’Azeglio 85), si terrà il convegno di studio sul tema “Pescare in rete”, ovvero sulla consuetudine sempre più diffusa tra gli editori di utilizzare la rete come bacino per lo scouting editoriale.

Il convegno, coordinato da Alberto Salarelli, del Dipartimento di Lettere, Arti, Storia e Società dell’Università di Parma, è organizzato dal corso di laurea magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale dell’Ateneo. L'idea è di partire dall'esperienza diretta degli addetti ai lavori (in primis scrittori ed editori), per ricomporre insieme ai docenti e a tutti gli interessati che parteciperanno alla mattinata una riflessione circa le problematiche, le potenzialità e gli effettivi spazi di intervento di questa dinamica.

Di seguito il programma del convegno:

ore 9.45: Saluti
Annamaria Cavalli, Presidente del corso di laurea magistrale in Giornalismo e Cultura editoriale

ore 10: Autori pescati in rete
Federico Baccomo (scrittore)
Alessandro Bertante (scrittore)
Introduce Roberta Cesana (Università degli Studi di Milano)

ore 11: Editori all’epoca del far web
Antonio Riccardi (Direttore letterario Mondadori)
Daniele di Gennaro (responsabile editoriale minimum fax)
Introduce Alberto Conforti (Università degli Studi di Parma)

Lawrence Foster dirigerà la Filarmonica Toscanini all'Auditorium Paganini di Parma venerdì 20 marzo (Turno Verde) e sabato 21 marzo (Turno Rosso), sempre alle ore 20.30

Lawrence Foster

RITORNA SARAH NEMTANU.  IN DUO CON LA SORELLA DEBORAH ESEGUIRA’ UNA RARA PAGINA DI MARTINU.

Lawrence Foster dirigerà la Filarmonica Toscanini 

Se l’Auditorium Paganini fosse dotato di applausometro, una delle vincitrici della scorsa stagione sarebbe stata sicuramente la violinista francese Sarah Nemtanu, straordinaria interprete del concerto di Ciaikovskij e divenuta immediatamente beniamina del pubblico. Gli appassionati di Parma avranno l’occasione di riascoltarla, sempre insieme alla Filarmonica Arturo Toscanini ed in duo con la sorella Deborah, nel prossimo weekend, in un programma diretto da Lawrence Foster ed interamente dedicato alla musica ceca. I due appuntamenti sono in programma venerdì 20 marzo (Turno Verde) e sabato 21 (Turno Rosso), entrambi con inizio alle ore 20.30.

L’ELISIR D’AMORE INAUGURA LA STAGIONE LIRICA 2015 del Teatro Regio di Parma

Jessica Nuccio, Celso Albelo, Julian Kim, Roberto de Candia

interpretano il capolavoro di Gaetano Donizetti

diretti da Francesco Cilluffo

Teatro Regio di Parma

22, 26, 29, 31 marzo 2015 

La Stagione Lirica 2015 del Teatro Regio di Parma inaugura domenica 22 marzo alle ore 20.00 (repliche il 26, 29 e 31 marzo) con L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, nell’allestimento realizzato dal Teatro Regio nel 1988, che torna in scena a Parma dopo 12 anni, in coproduzione con la Fondazione Teatro Comunale di Modena, con la regia di Marcello Grigorov, le scene e i costumi di Nica Magnani, le luci di Andrea Borelli. Sul podio dell’Orchestra Regionale dell’Emilia-Romagna e del Coro del Teatro Regio di Parma preparato da Martino Faggiani, Francesco Cilluffo dirige il cast di interpreti composto da Jessica Nuccio (Adina), Celso Albelo (Nemorino), Julian Kim (Belcore), Roberto de Candia (Il dottor Dulcamara),  Eleonora Contucci (Giannetta). 

Condividi contenuti