Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Maggio 16, 2012

Grillini e Casa Pound, la giovinezza al potere

Marco Adorni

(laragionedellacritica.wordpress.com) Qualche giorno fa, Parma è stata teatro di violenti scontri fisici fra una trentina di militanti di Casa Pound e un gruppo di esponenti del Comitato antifascista cittadino. Di un racconto dei fatti o dell’esplicazione delle cause, non intendo occuparmi; perché ritengo decisiva una questione che sta a monte di quanto avvenuto, una questione che è in sé capace di coinvolgere nel profondo il dispositivo della convivenza civile e democratica: è o non è legittimo che un gruppo politico di chiara ispirazione fascista disponga di una sede organizzativa?

Gli esponenti di Casa Pound ne fanno una questione di legalità. E dal punto di vista giuridico hanno perfettamente ragione. In qualità di associazione di promozione sociale, legalmente riconosciuta, Casa Pound, al pari di altre realtà associative, ha tutto il diritto di avere una sede. La questione, però, non è meramente giuridica. Essa, infatti, coinvolge livelli più profondi della legalità. Basta ricordare Karl Popper, quando scriveva che il paradosso della tolleranza – che è poi quello della democrazia – è che quando si trova a doversi confrontare con l’intolleranza, è costretta a sconfessare sé stessa. Perché «se estendiamo l’illimitata tolleranza anche a coloro che sono intolleranti, se non siamo disposti a difendere una società tollerante contro l’attacco degli intolleranti, allora i tolleranti saranno distrutti, e la tolleranza con essi» (La società aperta e i suoi nemici).

In Olanda la net neutrality è legge. E’ la prima volta in Europa.

Daniele Chieffi

(linkiesta.it) - 16 maggio 2012 -

Un primo atto concreto contro la censura della Rete arriva dai Paesi Bassi che sono il primo Stato europeo a stabilire per legge la cosiddetta neutralità della rete. La proposta di legge presentata lo scorso anno, approvata in via definitiva dal Parlamento olandese, vieta ai service provider di adottare tecniche che impediscono o limitano l’accesso a siti web e l’utilizzo di particolari servizi. In molti paesi, tra cui l’Italia, gli operatori telefonici che forniscono abbonamenti Internet attivano in alcune ore della giornata dei meccanismi di traffic o packet shaping con lo scopo di ridurre la velocità di connessione quando l’utente utilizza determinati servizi, come i software VoIP e P2P.

La nuova legge olandese vieta sia di rallentare la connessione sia di applicare tariffe più alte per usare applicazioni accusate di congestionare le reti a barda larga, con particolare riferimento alle reti mobile. Il concetto di Net neutrality indica la volontà di garantire a tutti i cittadini parità di accesso a qualsiasi contenuto in rete, senza discriminazioni legate al tipo di servizio offerto o al canone pagato. Un principio che fino a pochi anni fa era dato pressoché per scontato, ma che con la crescita del numero di persone connesso a internet e il diffondersi del traffico in mobilità è stato messo sempre più in discussione.

Parma Teatro Due: Incontro tra i candidati Sindaco Bernazzoli e Pizzarotti

L'incontro organizzato dagli studenti del Liceo Classico G. D. Romagnosi con i candidati sindaco del Comune di Parma Federico Pizzarotti e Vincenzo Bernazzoli, previsto per domani Giovedì
17 maggio presso il Teatro Due, è stato anticipato alle ore 19.30.

L'incontro è aperto a tutti.

Le modalità di svolgimento del confronto rimangono invariate.
Ci scusiamo per l'imprevisto.

I rappresentanti degli studenti

Giacomo Torri
Guido Canali
Giacomo Manghi
Ambra Luberto

Se la destra sceglie Grillo

Curzio Maltese

La crisi che si abbatte con crescente ferocia sulla vita dei cittadini europei ha avuto negli ultimi mesi un solo effetto positivo. È il ritorno sul tavolo dell´Unione del grande assente di questi anni, la Politica. La Politica con la maiuscola, quella che da quando esistono le democrazie si fonda sulla distinzione fra una destra e una sinistra. Il voto in Francia e in Germania, nel più popoloso e decisivo degli stati federali tedeschi, la Renania settentrionale-Westfalia, ha riportato al centro del dibattito pubblico, dopo anni di ambiguità, pensiero unico e fumose «terze vie» di fuga, un'alternativa secca e concreta fra l´Europa vista da destra o da sinistra.
         
Il Grillo del "si, ma anche"
Insomma fra un´Europa ancorata alla visione liberista dominante nell´ultimo decennio, sia pure transitata dalle promesse e dai sogni di arricchimento collettivo allo spettro di un´austerità permanente, e un´idea di Unione più equa e solidale, impegnata a rilanciare la grande invenzione democratica del Welfare nella nuova realtà del mercato globale.

Moretti, il manuale del perfetto giurato "Niente applausi e niente party"

Il regista, che guida il gruppo di giudici che assegneranno i premi, spiega in un'intervista i quattro comandamenti a cui vuole attenersi. C'è anche il divieto a partecipare alle feste delle pellicole in concorso: "Ma su questo farò un'eccezione...". Si comincia oggi con "Moonrise Kingdom"

di CLAUDIA MORGOGLIONE

(repubblica.it) CON I GIORNALI italiani, ha confermato la sua fama schiva e insofferente alle grancasse mediatiche. Ma nel suo ruolo di presidente di giuria al Festival di Cannes, che oggi apre i battenti, Nanni Moretti un qualche obbligo di comunicazione "istituzionale" lo ha sentito: e così, nella sua veste che più istituzionale non si può, ha rilasciato un'intervista al quotidiano francese Libération. Un faccia a faccia in cui ha snocciolato le quattro regole d'oro che seguirà, nel compito di guidare se stesso e gli altri otto "giudici" nelle decisioni sulla Palma d'oro. Regole, va detto, che più morettiane non si può: mai applaudire, né prima, né dopo le proiezioni (per mantenere il giusto distacco); guardare tutti i film (e  ci mancherebbe...); fare spesso delle riunioni (democratico, sì, però pure un po' nosioso); e, soprattutto, non andare ai party delle pellicole in concorso. Anche se, come lui stesso ammette, la possibilità di far rispettare quest'ultimo comandamento, sulla mondanissima Croisette, è praticamente impossibile.

CANNES: SPECIALE TROVACINEMA 1 - IMMAGINI: BARON COHEN E IL CAMMELLO 2

Fmi:«Enormi progressi dell'Italia sul consilidamento fiscale»

IL FONDO MONETARIO NELLA RELAZIONE ANNUALE. Il consenso politico alla base del miglioramento. Poi: «Crescita potrebbe essere al 6% con riforme strutturali»

(corriere.it) MILANO - Enormi progressi sul consolidamento fiscale. Il Fondo Monetario descrive così la situazione italiana. «Quella del consolidamento fiscale è un'area in cui l'Italia ha fatto enormi progressi, che permetteranno il prossimo anno all'Italia di avere il prossimo anno il più alto avanzo primario in Europa». Lo ha affermato il direttore del dipartimento europeo Fmi, Reza Moghadam, nel corso della conferenza stampa della missione annuale del Fondo monetario internazionale. Moghadam ha parlato di «risultati impressionanti» ed ha sottolineato la necessità di «continuare a spostare la composizione dell'aggiustamento verso i tagli alla spesa, che assicurerebbero risparmi definitivi e permetterebbero di tagliare il peso delle tasse sul lavoro».

OTTIMISMO E SODDISFAZIONE - Il motivo di tanto successo, sarebbe sempre secondo il Fmi, «un ampio consenso politico che ha caratterizzato gli ultimi sei mesi dell'Italia. Alla domanda se il Fondo è preoccupato per quello che succederà dopo il 2013, Moghadam ha osservato che «ciò che è stato raggiunto negli ultimi sei mesi (in termini di ampio sostegno politico alle riforme, ndr) speriamo sia l'indicazione di un modello da seguire anche il futuro». Ottimisti i tecnici dell'organizzazione governativa anche sullo sviluppo economico del paese: «C'è spazio per migliorare le prospettive di crescita dell'economia italiana. Vorrei citare un dato - ha spiegato ancora Reza Moghadam che abbiamo analizzato, relativo alle riforme attuate per cui si vede quale è la posizione strutturale dell'Italia rispetto agli altri Paesi dell'Ocse: il livello di crescita di prodotto potrebbe essere del 6% con delle riforme strutturali».

Psicofarmaci: un tredicenne su 4 li assume, spesso senza prescrizione

Tratto da www.giulemanidaibambini.org - 29 aprile 2012 - (disinformazione.it) Studio dell'Università di Torino: psicofarmaci assunti dal 25% dei minori con amici e/o somministrati dai genitori senza alcuna prescrizione medica. Alberto Ugazio (SIP): "in assenza di patologia la terapia farmacologica non è assolutamente indicata". Poma (Giù le Mani dai Bambini): "Appello al Ministro Balduzzi: allarme già rilanciato da noi nel 2009, ma l'Istituto Superiore di Sanità (ISS) e l'Agenzia del Farmaco (AIFA) continuano a sottostimare il problema"

TORINO - Secondo i risultati di uno studio condotto dall'Università di Torino a cura della Dott. sa Roberta Siliquini - Professore Ordinario di Epidemiologia, Igiene Generale e Sanità Pubblica all'Università di Torino - un adolescente su quattro assume psicofarmaci a casa, su consiglio dei genitori, o fuori casa, in accordo con gli amici, quasi sempre senza prescrizione medica. Inizialmente, lo studio ha preso in esame una casistica di 600 soggetti, ma il progetto di ricerca prevede di arrivare a 2.000 casi esaminati entro la fine del corrente anno, alla ricerca di conferme per un trend che vari commentatori esperti definiscono "inquietante".

IL MODO IN CUI GLI USA UTILIZZANO L’UMILIAZIONE SESSUALE

COME STRUMENTO POLITICO PER CONTROLLARE LE MASSE

DI NAOMI WOLF
guardian.co.uk

(comedonchisciotte.org) In una sentenza cinque contro quattro questa settimana la Corte Suprema ha deciso che chiunque in ogni momento può essere denudato al momento di un arresto per qualsiasi tipo di reato, minori compresi. Questa sentenza dell'orrore si connette a due recenti leggi dell'orrore: la NDAA, che permette che chiunque sia passibile di arresto sempre, in ogni momento, e la HR 347, la “legge dell’abuso”, che affibbia una pena di 10 anni per qualunque attività di protesta che avvenga vicino a qualcuno che sia sotto la protezione del secret service. Queste criminalizzazioni delle persone seguono, ovviamente, la mini-rivolta dell’Occupy Movement.

L’indagine denudante americana è benigna ? L’uomo che ha subito la pratica iniziale ha dichiarato che gli è stato detto: “Gira intorno. Accovacciati e tossisci. Sprea your cheeks.” Lui ha detto di essersi sentito umiliato: “Tutto questo mi ha fatto sentire meno di un uomo.”

Con un ragionamento surreale il giudice Anthony Kennedy ha spiegato che questa procedura è necessaria perché gli attentati del Settembre 2011 avrebbero potuto essere bloccati se ci si fosse sbrigati.

19 maggio: Notte Bianca dei Musei

All’Abbazia di Valserena presentazione di un nuovo allestimento di opere contemporanee donate allo CSAC

Parma, 16 maggio 2012 - Sabato 19 maggio, dalle ore 10 alle ore 19, in occasione della Notte Bianca dei Musei, il Centro Studi e Archivio della Comunicazione (CSAC) dell’Ateneo presenterà, presso la chiesa dell’Abbazia di Valserena, un nuovo allestimento di opere contemporanee recentemente donate allo CSAC “La Collezione Infinita”.

L’ingresso è libero e sarà possibile partecipare a visite guidate alle ore 11, 13, 15 e 17.

Alle ore 21, all’interno della chiesa, si terrà un concerto di voci e pietre sonore (è richiesta la prenotazione fino ad esaurimento posti); all’esterno si terrà invece la videoproiezione di immagini tratte da “I mille. Scatti per una storia d’Italia”, mentre alle ore 22 è prevista la performance dello scultore Pinuccio Sciola.

Dalle ore 10 alle ore 19 sarà attivo un servizio di bus navetta con partenza dal parcheggio scambiatore nord, nei pressi del casello dell’Autostrada A1 (Strada Traversante Lupo – Parma).

Per info e prenotazioni: csac@unipr.it, tel. 0521/033645 – 033652.

I ‘traffici interni’ del Perù che punta al gas delle terre indigene protette

Il Perù sta segretamente e attivamente cercando nuove riserve di gas all’interno delle aree tribali protette, in flagrante violazione delle leggi che proibiscono lo sviluppo di simili progetti.

La Riserva Nahua-Nanti si trova nel Perù sud orientale ed ospita alcune tribù amazzoniche incontattate. Al suo interno di trovano anche ampi giacimenti di gas, a cui ci si riferisce globalmente con il nome di progetto Camisea.

Soltanto il mese scorso, nonostante che nella riserva di estenda già il 75% di un grande deposito di gas, il Ministero peruviano alle Miniere e all’Energia ha autorizzato il Consorzio Camisea a condurre ulteriori prospezioni nell’area.

Oggi, il Perù è andato decisamente oltre, lasciando trapelare i progetti di sfruttamento del primo giacimento petrolifero statale all’interno dell’area legalmente protetta.

Secondo le informazioni di cui Survival è entrata in possesso, il nuovo sito petrolifero si chiama Fitzcarrald, è di proprietà della Petroperu e dovrebbe essere sviluppato ad est del Blocco Camisea numero 88.

ANDREA ZANONI IN EUROPA - Newsletter n°20 del 16-05-2012

Ucraina, per salvare i randagi ci vogliono fatti non paroleBruxelles, 13-05-12

Bruxelles, 13-05-2012

Le autorità ucraine mi hanno risposto alla lettera con cui ho chiesto lo stop immediato delle uccisioni di cani e gatti randagi. Tante belle parole ma niente fatti. E intanto la stage continua, come mi confermano i volontari. Kiev non si nasconda dietro le belle promesse.

Ancora amianto a Paese: qualcuno scherza con il fuoco