Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Lug 13, 2012

Il colera a Cuba

Ci sono tre morti, almeno 50 persone infettate e più di 1000 ricoverate, ma gli oppositori accusano il governo di nascondere i veri numeri per non danneggiare il turismo

(ilpost.it) Tre persone di 66, 70 e 95 anni sono morte negli ultimi giorni nella città cubana di Manzanillo, nella provincia di Granma a sud-est dell’isola, a causa del colera. Il sito della CNN riporta una nota del ministero cubano del 3 luglio, data dell’ultima comunicazione ufficiale, in cui si sostiene che i casi accertati di colera relativamente a questa epidemia sono 53. Secondo il governo «l’epidemia originatasi a Manzanillo è sotto controllo e i casi di contagio stanno diminuendo».

Funzionari della sanità cubana hanno fatto sapere che ci sono stati episodi di colera anche a Guantanamo, Santiago de Cuba, Bayamo, Santa Clara, L’Avana, Sancti Spíritus, Trinidad e Las Tunas. I membri dell’opposizione sostengono che il governo non vuole diffondere informazioni sull’epidemia perché teme una ricaduta negativa sul mercato del turismo. Anche BBC ha scritto che più di 50 persone sono state infettate e e circa 1.000 sono ricoverate negli ospedali in via precauzionale.

Secondo il Boston Herald i casi accertati nella zona orientale dell’isola sono passati, in una settimana, da 30 a 85. Ana Maria Batista Gonzalez, una dottoressa esperta di epidemiologia che lavora per il governo cubano, ha detto che il numero dei casi sospetti nella provincia di Granma è salito a 346 e che le persone arrivate in ospedale con problemi all’intestino sono 3.998.

ROMA: PUB CRAWL E BINGE DRINKING: I PERICOLI DELLA MOVIDA ROMANA

ROMA: PUB CRAWL E BINGE DRINKING: I PERICOLI DELLA MOVIDA ROMANA

Codici: il Campidoglio intensifichi i controlli nei pubblici esercizi che vendono alcolici. Troppo spesso non vengono richiesti i documenti

 Movida notturna: negli ultimi giorni è stata spesso scenario di numerosi episodi violenti riportati dalla cronaca romana.

Proprio per questo in Campidoglio si discute dell’ordinanza antialcol, contenente probabilmente gli stessi divieti di quella sospesa dal Tar. Si tratta del divieto assoluto di vendita o somministrazione di bevande alcoliche per l’asporto e il consumo al di fuori del locale, dalle 23 alle 6 nelle zone più frequentate della Capitale. Inoltre, saranno tarati a breve, per rilevare le concentrazioni di alcol e droga, i “nasi elettronici” installati nelle 14 nuove telecamere di sicurezza già funzionanti da qualche settimana nei pressi di Piazza Trilussa, a Trastevere. Il progetto è sperimentale e sarà esteso anche ad altre zone che registrano una fiorente vita notturna, come Campo dè Fiori, piazza dell’Immacolata, piazza della Madonna dei Monti e via San Giovanni in Laterano.

La situazione è di importanza rilevante, anche perché negli ultimi anni hanno preso piede diverse abitudini pericolose, soprattutto per quanto riguarda i giovani.

Passera: "Giudizio Moody's fuorviante". Squinzi: "Italia più forte di valutazione "

Per  il ministro dello Sviluppo economico non sono stati presi in esame gli sforzi che l'Italia sta facendo. Il presidente di Confindustria ritiene che il parere sia peggiore rispetto alla situazione del nostro Paese. Il Pd chiede intervento Ue e il Pdl vede nel declassamento un attacco alla zona euro. Idv: "Governo Monti ha fallito". Tajani: "Valutazioni non sempre obiettive, serve agenzia europea indipendente"

(parma.repubblica.it) ROMA - "Fuorviante e ingiustificato": con queste parole il ministro per lo Sviluppo economico, Corrado Passera, ha definito il declassamento di Moody's 1 : "Il giudizio di Moody's di questa notte è del tutto ingiustificato e fuorviante perché non tiene conto del grande lavoro che questo Paese sta facendo". Il ministro ha sottolineato i buoni risultati conseguiti dall'Italia nella "gestione dei conti pubblici, nelle difficili riforme strutturali" e assicura: "I mercati questo riconoscimento lo daranno nel tempo. Abbiamo anche avviato la strada dello sviluppo. L'Italia- conclude- continuerà a fare quello che sta facendo".