Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Set 15, 2017

Inizio ufficiale del mandato al maestro Alpesh Chauhan quale direttore principale della Filarmonica Arturo Toscanini per il prossimo triennio 2017-2020

Alpesh Chauhan

Inizia oggi il mandato di Alpesh Chauhan alla guida della Filarmonica Arturo Toscanini
Il giovane direttore inglese resterà in carica sino all’estate 2020

Il mandato triennale di alla guida della Filarmonica Arturo Toscanini quale nuovo Direttore Principale dell’orchestra inizia ufficialmente oggi, 15 settembre 2017. Il ventisettenne direttore inglese di origini indiane, nato a Birmingham nel 1990 e lì cresciuto, nell’alveo di una città musicalmente ricca e di un’orchestra di grande fama, la City of Birmingham Symphony Orchestra, fece un folgorante debutto a Parma nel marzo di due anni or sono, rivelando quello straordinario talento e quell’entusiasmo che ha conquistato immediatamente il pubblico e i componenti di quella che è diventata oggi la “sua” orchestra. Chiamato allora a sostituire un collega ammalato di grande prestigio come Kazushi Ono, suo predecessore nel ruolo di Direttore principale, in un programma difficile e popolare (Schumann e Beethoven), e dotato di un curriculum che sino ad allora era rivelatore solo per gli addetti ai lavori, Chauhan poteva risultare una scommessa. Oggi è una delle più belle realtà della più giovane generazione della direzione d’orchestra ed a lui che la Filarmonica Toscanini si affida per per dare corpo a una dimensione anche internazionale e per distinguersi ancora meglio nel panorama delle orchestre regionali italiane come una delle poche in grado di affrontare a pieno titolo il grande repertorio sinfonico.

"DAL BOITO NEL MONDO" Giovani talenti con Michele Pertusi in concerto Auditorium del Carmine di Parma

"DAL BOITO NEL MONDO"

Giovani talenti con Michele Pertusi in concerto

Lunedì 25 settembre 2017 alle 21.00, nell’Auditorium del Carmine, il concerto promosso dal Circolo culturale "Il Borgo" in collaborazione con il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma.

L’associazione culturale Il Borgo, nata per favorire una crescita culturale e civica dei cittadini di Parma, festeggia nel 2017 quarant’anni di attività. Tra le altre iniziative per celebrare la ricorrenza, si inserisce l’evento “Dal Boito nel mondo. Giovani talenti con Michele Pertusi in concerto” che si terrà lunedì 25 settembre alle 21.00, nell’Auditorium del Carmine. L’evento vedrà salire sul palcoscenico dell'Auditorium del Carmine alcuni talentuosi allievi del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito", al fianco del celebre basso Michele Pertusi.  Il ricavato della serata andrà in beneficenza alla Famija Pramzana, per contribuire alla preparazione dei “Cestèn d'Nadäl” consegnati alle famiglie bisognose.

Commento al Vangelo di Enzo Bianchi: Perdonare fino a settanta volte sette

Netwerch Architetti, Padiglione svizzero, Expo Milano 2015

17 settembre 2017
XXIV domenica del tempo Ordinario
di ENZO BIANCHI

Mt  18,21-35

In quel tempo, 21Pietro gli si avvicinò e gli disse: «Signore, se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte dovrò perdonargli? Fino a sette volte?». 22E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette.
23Per questo, il regno dei cieli è simile a un re che volle regolare i conti con i suoi servi. 24Aveva cominciato a regolare i conti, quando gli fu presentato un tale che gli doveva diecimila talenti. 25Poiché costui non era in grado di restituire, il padrone ordinò che fosse venduto lui con la moglie, i figli e quanto possedeva, e così saldasse il debito. 26Allora il servo, prostrato a terra, lo supplicava dicendo: «Abbi pazienza con me e ti restituirò ogni cosa». 27Il padrone ebbe compassione di quel servo, lo lasciò andare e gli condonò il debito. 

Cancro, mille nuove diagnosi al giorno. Più del 40% dei casi evitabili

I dati del censimento "I numeri del cancro in Italia 2017". In aumento i casi di tumore al polmone fra le donne. Calano le neoplasie allo stomaco e al colon-retto. E oggi oltre 3 milioni e trecentomila cittadini vivono dopo la diagnosi, addirittura il 24% in più rispetto al 2010
I DATI

di VALERIA PINI

PIU' di mille nuove diagnosi di cancro al giorno nel 2017. Secondo le stime, negli ultimi 12 mesi sono tremila in più rispetto all'anno precedente: in tutto 369mila nuovi casi. Si ammalano di più gli uomini (192.000) rispetto alle donne (177.000). Migliaia di persone che hanno bisogno di cure e assistenza. Fra le emergenze il fumo, sempre più un fattore di rischio soprattutto nella popolazione femminile. Ad ammalarsi sono state 13.600 pazienti quest'anno, con un incremento del 49% in 10 anni. Cresce in entrambi i sessi anche il cancro al pancreas, alla tiroide e il melanoma. 

Ma dal censimento "I numeri del cancro in Italia 2017", nato dal lavoro dell'Associazione italiana di Oncologia medica (Aiom), dell'Associazione italiana registri Tumori (Airtum) e della Fondazione Aiom, presentato oggi all’Auditorium del ministero della Salute, emergono anche dati positivi. Grazie anche alla maggiore estensione dei programmi di screening, calano le neoplasie allo stomaco e al colon-retto. E oggi oltre 3 milioni e trecentomila cittadini (3.304.648) vivono dopo la diagnosi, addirittura il 24% in più rispetto al 2010.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">