Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Set 25, 2017

Abolire il lavoro è una strategia

di 

Se entrate nella filiale di una banca, in Italia, ai nostri giorni, troverete una stanza gremita di gente che aspetta, ciascuno con il suo numero di turno, che l’unico impiegato dell’unico sportello in servizio, sia disponibile. A suo tempo. Prima deve evadere le pratiche degli altri. E voi, intanto, contribuite al funzionamento agile e snellito della filiale bancaria con il vostro tempo, dunque con il vostro lavoro. Ognuno di noi, quando va in banca, lavora per la banca, che ha licenziato tutti gli “esuberi” (gli altri impiegati che erano disponibili subito) e in questo modo ha spostato il lavoro dall’azienda, che migliora il suo profitto, ai clienti, costretti ad offrire tempo, dunque a lavorare gratis.

Esiste il vaccino per il “Fuoco di Sant’Antonio”, ma pochi lo sanno

Ogni anno colpite tante persone come gli abitanti di Cagliari o Livorno

Un dolore forte, insopportabile.
Un’esperienza difficile, come “entrare in un tunnel di cui non si vede la fine”. Questo è quello che sperimentano i pazienti con nevralgia post-erpetica, la principale complicanza del Fuoco di Sant’Antonio (o herpes zoster) secondo un’indagine di DoxaPharma per MSD Italia. Sono un esercito di 30mila persone, il 20% di coloro che hanno l’herpes zoster, quelle che vengono colpite da questa patologia, della durata media di 5-6 mesi e che ha un grande impatto sulla qualità di vita. Eppure tre intervistati su quattro non sanno che questo dolore si può prevenire: ignorano che esiste un vaccino per il Fuoco di Sant’Antonio, ora previsto in forma gratuita per i 65enni dal nuovo Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale. L’indagine ha coinvolto oltre 200 persone tra i 60 e i 70 anni: il 40% ha dichiarato che il dolore provato ha compromesso la vita professionale, con una perdita di circa 13 giorni lavorativi e il 55% ha sottolineato che nella fase più acuta non è stato più in grado di gestire autonomamente diverse attività quotidiane.

27 SETTEMBRE: PRIMO TURNO PER LE ELEZIONI DEL RETTORE DELL'UNIVERSITA' DI PARMA

27 SETTEMBRE: PRIMO TURNO PER LE ELEZIONI DEL RETTORE
I seggi resteranno aperti con orario continuato dalle 8 alle 17.30.
La comunicazione dei risultati in diretta web su www.unipr.it
 
Parma, 25 settembre 2017 - Mercoledì 27 settembre, con orario continuato dalle 8 alle 17.30, si terrà il primo turno di elezioni per la designazione del Rettore dell’Università di Parma per il sessennio accademico 2017-2018/2022-23, indette dal Decano dei Professori, prof. Bruno Adorni.

CONOSCI TE STESSO E DIVENTA CIÒ CHE SEI

IL PRINCIPALE COMPITI NELLA VITA DI OGNUNO E' DARE ALLA LUCE SE STESSO (Erich Fromm)

don Curzio Nitoglia

Chi è l’uomo?
L’uomo è un composto di anima e corpo; il corpo è lo strumento di cui si serve l’anima per conoscere ed amare, infatti “nulla si trova nell’intelletto e nell’appetito razionale, se prima non è passato attraverso i sensi” (Aristotele).

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">