Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - 2018

December 9th

L'universo del 5G, tra big data, stakeholders, mercato e sicurezza

Al CNR di Roma si chiuso oggi una "tre giorni" tra istituzioni, comunità scientifica e attori industriali del vivace mercato digitale, promossa dal CNIT, un consorzio non-profit di 37 università pubbliche italiane. Ecco che cosa si sono detti

Riflessione sul Vangelo di Don Umberto Cocconi: "il Signore è con te"

Don Umberto Cocconi

L’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te». A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine». Allora Maria disse all’angelo: «Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?». Le rispose l’angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell’Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch’essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio». Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola». E l’angelo si allontanò da lei (Vangelo secondo Luca).

Commento al Vangelo di Padre Enzo Bianchi: Un'immersione per la remissione dei peccati

II domenica di Avvento
Lc 3,1-6
di ENZO BIANCHI 

1 Nell'anno quindicesimo dell'impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetrarca dell'Iturea e della Traconìtide, e Lisània tetrarca dell'Abilene, 2sotto i sommi sacerdoti Anna e Caifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto. 3Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, 4com'è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaia:
Voce di uno che grida nel deserto:
Preparate la via del Signore,
raddrizzate isuoi sentieri!
5Ogni burrone sarà riempito,
ogni monte e ogni colle sarà abbassato;
le vie tortuose diverranno diritte
e quelle impervie, spianate.
6Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!


Per l’evangelista Luca l’inizio dell’annuncio del Vangelo si ha con la chiamata e la missione di Giovanni il Battista, che non a caso egli ci presenta già come “colui che annuncia il Vangelo” (cf. Lc 3,18). Gesù, infatti, era nato a Betlemme circa trent’anni prima (cf. Lc 3,23), ma la sua vita era stata caratterizzata dal nascondimento. Quei tre decenni restano per tutti i vangeli “gli anni oscuri di Gesù”, nel senso che sappiamo che egli è stato allevato a Nazaret (cf. Lc 2,51-52), poi è cresciuto ed è diventato una persona matura: non conosciamo però con esattezza dove ciò sia avvenuto, anche se supponiamo che Gesù abbia trascorso quel tempo nel deserto, quale discepolo di Giovanni.

December 8th

08 dicembre: Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

Immacolata Vergine Maria

Nel paradiso terrestre Iddio Padre, nell'atto di scacciare Eva, preannunzió la nascita di una donna che avrebbe schiacciato la testa al serpente e colla sua concezione senza macchia avrebbe riparato i danni del primo peccato.

Siccome gli avvenimenti dell'Antico Testamento erano figura di quanto doveva realizzarsi nel Nuovo, così in molti è adombrata l'Immacolata: nel roveto ardente che arde e non si consuma; nel vello di Gedeone, ma specialmente nella verga di Tesse da cui doveva germogliare il fiore nazareno. 

Fin dai primi tempi della Chiesa si è sempre venerata l'Immacolata Concezione di Maria, ma non era ancora un dogma. Finalmente, il 2 febbraio 1849, il Pontefice Pio IX, ispirato da Dio e dalla Vergine, rispondendo alle insistenze dei vescovi e dei fedeli, inviò ai medesimi una lettera enciclica per domandare il parere di ciascuno riguardo all'Immacolata. La quasi totalità rispose esprimendo il desiderio vivissimo proprio e dei popoli, di veder presto proclamato quel dogma. 

A questi voti Pio IX aggiunse la sua parola infallibile e l'8 dicembre 1854, alla presenza di tutta la corte pontificia e gran numero di vescovi e cardinali, definiva come dogma di fede la verità della Concezione Immacolata di Maria. 

Questa proclamazione fu accolta con giubilo ed entusiasmo grandissimo da tutto il mondo, ed è senza dubbio una delle gemme più belle e fulgenti della corona di Maria. Se incomparabile è la sua divina maternità unita alla verginità più illibata, è tuttavia grazia e dono richiesto da quella dignità, l'essere concepita senza macchia originale. Era infatti necessario che per essere il Figlio di Maria senza macchia, senza macchia fosse anche la Madre. 

L’obesità aumenta ovunque e cresce la preoccupazione per le malattie cardiovascolari. Rapporto della rivista The Lancet

obesità nel mondo

Beniamino Bonardi

L’obesità aumenta ovunque e cresce la preoccupazione per le malattie cardiovascolari. Rapporto della rivista The Lancet

Nel 2017, il 73% dei decessi registrati nel mondo, gran parte dei quali precoci, sono stati causati da malattie non trasmissibili, con oltre 28,8 milioni causate da quattro soli fattori di rischio: ipertensione, fumo, glicemia alta, elevato indice di massa corporea. L’obesità è aumentata in quasi tutti i paesi del mondo, provocando oltre un milione di morti per diabete di tipo 2, mezzo milione di decessi per malattie renali croniche legate al diabete e 180 mila decessi correlati a steatoepatite non alcolica. Tra le altre malattie che causano decessi e che sono correlate a un alto indice di massa corporea vi sono anche malattie cardiovascolari, neoplasie, demenza e asma.

"VENEZIA MI PIACE ASSAI": Come Bianchini e Trombetta intorbidano i canali

"VENEZIA MI PIACE ASSAI"
Come Bianchini e Trombetta intorbidano i canali

di Carlo Vitali, Giovanni Tribuzio, Mario Tedeschi Turco e Michele Girardi

Sui meriti di Johann Georg Keyssler quale autore odeporico i giudizi divergono. Alcuni lo ritengono un precursore dell'Illuminismo sociale, inviso ai poteri costituiti perché incline a denunciare i problemi del pauperismo; altri scorgono nelle sue Neueste Reisen durch Teutschland, Böhmen, Ungarn, die Schweiz, Italien und Lothringen (Hannover, 1740-1741 e 1752) un contrasto fra la verbosa erudizione barocca e l'osservazione della realtà, invero attenta e ricca di dettagli ma non disgiunta da un atteggiamento di superiorità tipico del filisteo Herr Professor tedesco quando parla di paesi e popoli stranieri. Se ne tratta in questa sede perché B&T, ampliando le speculazioni di precedenti autori quali Rudolph Angermüller e Alberto Basso, denunciano un'influenza negativa dei suoi due ponderosi tomi, considerati alla stregua di una guida di viaggio portatile, sull'approccio di Mozart padre e figlio alle incomparabili bellezze di Venezia. Una più attenta lettura del carteggio mozartiano prova invece che Leopold non possedeva tali tomi, che prima di partire se li era fatti prestare da un amico della famiglia von Helmreichen, e che poi li aveva lasciati a Salisburgo (lettera da Mantova, 11 gennaio 1770). 

LA DIFFUSIONE INCONTROLLATA DELLA LEGIONELLA E LA RESISTENZA DI BONACCINI ALLA (GIUSTA) RADIAZIONE DI VENTURI DALL’ORDINE DEI MEDICI

Cartacanta onlus

LA DIFFUSIONE INCONTROLLATA DELLA LEGIONELLA E LA RESISTENZA DI BONACCINI & CO. ALLA (GIUSTA) RADIAZIONE DI VENTURI DALL’ORDINE DEI MEDICI SONO LA RIPROVA DI UN GOVERNO DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE SERVILE, INCAPACE E ALLO SBANDO.

Il nuovo DPCM  (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ) del 12 gennaio 2017 che dettaglia, tra l’altro, gli obblighi del Servizio nazionale, stabilisce che questo «assicura, attraverso le risorse finanziarie pubbliche …, i seguenti livelli essenziali di assistenza:

a) Prevenzione collettiva e sanità pubblica; b) Assistenza distrettuale; c) Assistenza ospedaliera».

Relativamente alla lettera a) e per quanto ora di nostro interesse, il DPCM precisa che il «Servizio sanitario nazionale garantisce a) sorveglianza, prevenzione e controllo delle malattie infettive e parassitarie, inclusi i programmi vaccinali; b) tutela della salute e della sicurezza negli ambienti aperti e confinat.

December 6th

Torna (a far paura) la legionella: 14 nuovi probabili casi a Parma

Sono stati segnalati a Parma 14 casi di possibile legionellosi, che risultano però tutti ancora in via di accertamento. Le segnalazioni sono arrivate da inizio novembre ad oggi al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Azienda Usl di Parma. Si dovranno però attendere gli esiti di tutti gli esami ulteriori, effettuati dal centro di riferimento regionale di Modena, per una conferma diagnostica definitiva.
Per circa la metà dei casi segnalati si tratta di persone che risiedono o frequentano la zona sud/sud-est della città. Per alcune è stato necessario un breve ricovero all’Ospedale Maggiore, e la gran parte di loro è già stata dimessa nei giorni scorsi,  tranne uno ancora in corso di guarigione. Il leggero aumento delle segnalazioni dei possibili casi di legionella, registrato nelle ultime settimane a Parma, ha richiesto l’attivazione di una fase più attenta e coordinata da parte di Aziende sanitarie, Comune di Parma e Regione, in stretta collaborazione tra loro per tenere monitorato costantemente il fenomeno e per fornire nuovi aggiornamenti nei prossimi giorni.

COS’E’ LA LEGIONELLA

La legionellosi è l’infezione causata da un batterio chiamato legionella, e colpisce l’apparato respiratorio. La legionella è un microorganismo molto diffuso in natura, che si trova principalmente associato alla presenza di acqua (laghi e fiumi, sorgenti
termali, falde idriche ed ambienti umidi in genere). La legionella non si trasmette da persona a persona, né attraverso l’ingestione di acqua. L’infezione avviene attraverso  l’inalazione di acqua contaminata sotto forma di aerosol generato da rubinetti, docce, impianti di condizionamento e idromassaggio. Le persone possono essere esposte a queste fonti in casa, nel luogo di lavoro o in qualsiasi luogo pubblico. 05 Dicembre 2018

Parma, si riaffaccia la legionella: segnalati 14 casi

Accertamenti in corso

Sono stati segnalati a Parma 14 casi di possibile legionellosi, che risultano però tutti ancora in via di accertamento. Le segnalazioni sono arrivate da inizio novembre ad oggi al servizio di Igiene e sanità pubblica dell’Ausl di Parma che ne dà notizia in una nota congiunta con il Comune.

Si dovranno attendere gli esiti di tutti gli esami ulteriori, effettuati dal centro di riferimento regionale di Modena, per una conferma diagnostica definitiva.

Per circa la metà dei casi segnalati si tratta di persone che risiedono o frequentano la zona sud/sud-est della città. Per alcune è stato necessario un breve ricovero all’ospedale Maggiore, e la gran parte di loro è già stata dimessa nei giorni scorsi, tranne uno ancora in corso di  guarigione.

"Il leggero aumento delle segnalazioni dei possibili casi di legionella, registrato nelle ultime settimane a Parma, ha richiesto l’attivazione di una fase più attenta e coordinata da parte di Aziende sanitarie, Comune di Parma e Regione, in stretta collaborazione tra loro per tenere monitorato costantemente il fenomeno e per fornire nuovi aggiornamenti nei prossimi giorni".

Nel 2016 l'epidemia aveva riguardato oltre quaranta casi e due decessi ma non sono mai state individuate le fonti del contagio.

December 4th

LA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI SUONA MAHLER GUIDATA DA STEFAN ANTON RECK

LA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI SUONA MAHLER GUIDATA DA STEFAN ANTON RECK
Unico appuntamento con la monumentale Sesta Sinfonia
 venerdì 7 dicembre (ore 20.30) al Paganini

La Sesta Sinfonia in la minore di Gustav Mahler, che il pubblico conosce soprattutto con la denominazione di “Tragica”, è un’opera monumentale: dura più di 80 minuti e la Filarmonica Arturo Toscanini, per eseguirla, raggiungerà un organico di 110 professori d’orchestra. Per bocca dello stesso autore, essa rappresenta la summa delle sue sinfonie precedenti ed anche una riflessione sulla sua opera di compositore (più che sulla sua vita). Sono le testimonianze di Alma Mahler, moglie del grande compositore e direttore d’orchestra morto ad appena 51 anni, ad insistere sulla connotazione autobiografica e sulla premonizione tragica dei colpi del destino che lo attendevano (la morte della primogenita, la rottura con Vienna, la malattia e la morte prematura), simboleggiati dai colpi di martello del finale, che rilasciano comunque la sensazione di una tremenda sconfitta dell’anima.

Nuovi casi di Legionella a Parma e il declino dell'Ospedale Maggiore

legionella

Nuovi casi di Legionella a Parma

Diverse persone con la legionella abitanti in zona piazzale Maestri, sono state ricoverate al padiglione Barbieri dell’Ospedale Maggiore di Pama. Dal racconto di una persona: "da diverse settimane praticavo  sistematicamente camminate a piedi in piazzale Maestri, mi spingevo nel parco di via Montebello e con la bicicletta arrivavo all’Eurosia.
Da alcuni giorni mi sentivo affaticato e con linee di febbre. Mi rivolgevo al mio medico che provvedeva a chiamare il 118. Arrivato al Pronto Soccorso venerdì 30 Novembre, dopo alcuni esami mi diagnosticavano polmonite con febbre e mi ricoveravano al padiglione Barbieri. Solo oggi, lunedì, è stato fatto l’esame delle urine specifico per la legionella". Perché non è stato fatto subito, ma si è aspettato lunedì? Non c’era, forse, il laboratorio disponibile?
Dove è la mappatura in città degli insediamenti a rischio legionella? L’AUSL effettua i controlli nelle aziende con impianti a rischio?

December 3rd

GIAN PAOLO MINARDI A IMPARIAMO IL CONCERTO: Il musicologo presenterà mercoledì 5 dicembre ore 18 la sesta sinfonia alla Sala Päer del CPM Toscanini

Gian Paolo Minardi, una delle presenze più autorevoli e apprezzate di Impariamo il Concerto, sarà il prossimo relatore della serie di conferenze e prove aperte al pubblico attraverso le quali la Fondazione Toscanini presenta al suo pubblico e agli appassionati i brani che costituiscono la programmazione di Nuove Atmosfere. L’appuntamento di questa settimana è per mercoledì 5 dicembre alle ore 18 nella Sala Conferenze Päer del CPM Toscanini.

L’ingresso avverrà attraverso la reception e biglietteria della Fondazione Toscanini di Viale Barilla 27/A, sempre all’interno del Parco Eridania e a pochi metri dall’Auditorium. Come sempre, la conferenza sarà preceduta dalla possibilità di poter assistere all’anteprima del concerto (apartire dalle 15 all’Auditorium Paganini, ingresso dall’entrata principale) tenuta dalla Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Stefan Anton Reck.

I biglietti – al prezzo simbolico di 1 euro - sono in vendita presso la biglietteria della Fondazione Toscanini, situata presso il CPM Toscanini, Viale Barilla 27/A. informazioni al numero 0521/391339 o scrivendo a biglietteria@fondazionetoscanini.it.

Quello che mangiamo può farci tanto male da ucciderci

A lanciare l'allarme è il report della Global Nutrition. Dettaglia le conseguenze della cattiva alimentazione in tutto il mondo. E fa alcune proposte. Molto attuali anche in Italia

LA MALNUTRIZIONE è una delle principali cause di malattia a livello globale ed è la responsabile di una morte ogni cinque. Lo afferma la Global Nutrition nel suo rapporto reso noto oggi in occasione della conferenza Ifpri-Fao a Bangkok, Tahilandia.

Il report è un'analisi di pubblicazioni indipendenti realizzata annualmente e arrivata alla sua quinta edizione, che si rivolge ai governi come chiave di volta per limitare i rischi di un'alimentazione non adeguata. L'obiettivo è quello di fornire un'immagine chiara della situazione a scala globale e favorire la cooperazione tra tutti i portatori d'interesse per un'azione congiunta contro la malnutrizione.

December 2nd

Parma, Mall di Baganzola, il cantiere resta sotto sequestro

Resta sotto sequestro il cantiere del mega mall di Baganzola, Parma Urban District. Il Tribunale del Riesame ha respinto la richiesta di dissequestro avanzata dalla proprietà.

Il cantiere è stato sequestrato lo scorso 19 ottobre a seguito delle indagini preliminari del Tribunale di Parma in cui si ipotizza il reato di abuso di ufficio, Ufficiali della Guardia di Finanza di Parma hanno sottoposto a vincolo cautelare l’area di cantiere, pari a circa 300.000 mq, in zona Fiere nell’area Ex Salvarani.

Le indagini, disposte dalla Procura della Repubblica di Parma, hanno preso avvio dopo un esposto presentato all’Autorità Giudiziaria da parte di alcune associazioni ambientaliste locali nel quale venivano ipotizzate criticità nell’iter amministrativo di rilascio dei permessi di costruzione in vista del progetto di ampliamento dell’aeroporto di Parma. Nell’indagine sono coinvolti l’assessore all’urbanistica del Comune di Parma, Michele Alinovi, e due tecnici del Comune, i dirigenti Dante Bertolini e Tiziano Di Bernardo21 novembre 2018

Fonte Link: https://www.parmapress24.it/2018/11/21/mall-di-baganzola-il-cantiere-resta-sotto-sequestro/

"Permessi macroscopicamente illegittimi". Ecco perché il mall resta bloccato

Così "macroscopicamente illegittimi" al punto da "escludere la sussistenza di una ipotesi di negligenza e buonafede del funzionario che ha adottato i permessi a costruire".

Il riferimento dei magistrati Paola Artusi, Maria Cristina Sarli e Annalisa Dini è alle concessioni edilizie rilasciate dal Comune per la realizzazione del centro commerciale a Baganzola, sottoposto a sequestro dallo scorso 18 ottobre.

Un giudizio contenuto nell'ordinanza che motiva la decisione di respingere la richiesta di dissequestro avanzata dalla Pud srl che stava realizzando il mall fino al momento del blocco sancito dalla Procura.

La gestione pubblica esce malconcia dal contenuto delle pagine stilate dai tre giudici del tribunale.

Viene ricordato, ad esempio, che "nonostante quanto precisato dal commissario (Mario Ciclosi, ndr) il Comune di Parma è rimasto inerte per circa sei anni, passati i quali non solo non adottava il piano di rischio per le zone di tutela C e D ma rilasciava anche due permessi di costruire (il 5 ottobre 2017 e il 18 gennaio 2018) per la realizzazione di un importante centro commerciale in tali due zone di tutela per le quali non era stato redatto il piano di rischio".

L'operato dell'assessorato all'Urbanistica nella vicenda, evidenzia l'ordinanza, non ha tenuto conto delle sollecitazioni arrivate in più occasioni da Enac che chiedeva al Comune di aggiornare il piano di rischio fermo al 2011. 27 novembre 2018

"Permessi macroscopicamente illegittimi". Ecco perché il mall resta bloccato

Così "macroscopicamente illegittimi" al punto da "escludere la sussistenza di una ipotesi di negligenza e buonafede del funzionario che ha adottato i permessi a costruire".

Il riferimento dei magistrati Paola Artusi, Maria Cristina Sarli e Annalisa Dini è alle concessioni edilizie rilasciate dal Comune per la realizzazione del centro commerciale a Baganzola, sottoposto a sequestro dallo scorso 18 ottobre.

Un giudizio contenuto nell'ordinanza che motiva la decisione di respingere la richiesta di dissequestro avanzata dalla Pud srl che stava realizzando il mall fino al momento del blocco sancito dalla Procura.

La gestione pubblica esce malconcia dal contenuto delle pagine stilate dai tre giudici del tribunale.

Viene ricordato, ad esempio, che "nonostante quanto precisato dal commissario (Mario Ciclosi, ndr) il Comune di Parma è rimasto inerte per circa sei anni, passati i quali non solo non adottava il piano di rischio per le zone di tutela C e D ma rilasciava anche due permessi di costruire (il 5 ottobre 2017 e il 18 gennaio 2018) per la realizzazione di un importante centro commerciale in tali due zone di tutela per le quali non era stato redatto il piano di rischio".

L'operato dell'assessorato all'Urbanistica nella vicenda, evidenzia l'ordinanza, non ha tenuto conto delle sollecitazioni arrivate in più occasioni da Enac che chiedeva al Comune di aggiornare il piano di rischio fermo al 2011. 27 novembre 2018

Alessandro Guardamagna sul sequestro del mega Mall di Baganzola a Parma

Cercasi sindaco disperatamente

L'inchiesta della magistratura di Parma sul super Mall di Baganzola ha posto sotto sequestro il cantiere dei lavori il 20 Ottobre scorso, e indagato l’assessore Alinovi e due dirigenti del comune: Dante Bertolini e Tiziano Di Bernardo. A Maggio qualcuno scrisse che il comune avrebbe dovuto prendere esempio da Legoland per gestire l’ampliamento della pista dell’aeroporto come cargo e la costruzione del mall. Se davvero l’amministrazione Pizzarotti voleva mettere la firma su un progetto di potenziamento dell’aeroporto ad impatto zero e a tutela ambientale garantita, visti i grattacapi che il piano di lavoro presentava a chiunque fosse dotato di un minimo senso logico, c’era sempre Legoland come modello a cui rifarsi. Allungare 1 km di pista che da un lato va a sbattere contro l'autostrada e dall'altro contro la tangenziale, a ridosso di un centro abitato, non sembra una gran trovata, diciamolo. L’invito era da intendersi in senso benevolo, perché l'aeroporto di mattoncini colorati, oltre ad avere un traffico visitatori superiore a quello dei passeggeri che transitano dal Verdi (1 milione e mezzo in Danimarca contro i 70.000 in loco nell'anno in corso), non pone problemi di sicurezza – a differenza del caso di Parma – anche se vicino gli costruisci un mall o il nuovo World Trade Center in Lego. Costruire in Lego notoriamente non richiede neppure permessi particolari, ma solo voglia di fare. L’amministrazione Pizzarotti ha forse preso l’invito troppo alla lettera, perché dalle indagini sembra emergere che il progetto mall non avesse neppure le autorizzazioni necessarie. E per questo il cantiere è sotto sequestro. Ma l'amministrazione prima del 20 Ottobre non aveva sempre detto che era tutto regolare?

Riflessioni sul Vangelo di Don Umberto Cocconi: Allora vedranno il Figlio dell'uomo

Don Umberto Cocconi

Gesù disse ai suoi discepoli: «Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l'attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell'uomo venire su una nube con grande potenza e gloria. Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina. State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso all'im­provviso. Ve­gliate in ogni momento pregando, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere, e di comparire davanti al Figlio dell'uomo» (Vangelo secondo Luca).

Commento al Vangelo di Padre Enzo Bianchi: Vieni, Signore Gesù, vieni presto!

2 2  dicembre 2018
I domenica di Avvento
Lc 21,25-28.34-36
28.34-36

di ENZO BIANCHI 

In quel tempo Gesù disse ai suoi discepoli: «25Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, 26mentre gli uomini moriranno per la paura e per l'attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. 27Allora vedranno il Figlio dell'uomo venire su una nube con grande potenza e gloria. 28Quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi e alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina».
34State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso all'improvviso; 35come un laccio infatti esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra. 36Vegliate in ogni momento pregando, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere e di comparire davanti al Figlio dell'uomo».


La prima domenica di Avvento segna anche l’inizio di un nuovo anno liturgico, in cui domenica dopo domenica la chiesa celebra e fa rivivere il mistero di Cristo morto e risorto, dinamica di salvezza sempre presente in ogni evento della vita di Gesù, dalla sua nascita alla sua venuta gloriosa alla fine dei tempi. Quest’anno il vangelo che verrà letto cursivamente è quello secondo Luca, che ci presenta Gesù soprattutto come profeta che annuncia la venuta di Dio in mezzo a noi nell’umiltà, nella debolezza, nella misericordia infinita ispiratagli dal Padre suo, un Padre con viscere d’amore materne.

OMAGGIO AD ARRIGO BOITO

OMAGGIO AD ARRIGO BOITO

Una giornata nell’ambito delle celebrazioni promosse dal Comitato Nazionale per il centenario della morte di Arrigo Boito (1918-2018), organizzata dal Conservatorio di Parma con il Comune di Parma - Casa della Musica e l’Istituto Nazionale di Studi Verdiani. Giovedì 6 dicembre 2018, Auditorium e Sala dei Concerti della Casa della Musica. 

Ingresso libero 

Una conferenza sul carteggio tra Giuseppe Verdi e Arrigo Boito e un concerto che si propone di far conoscere la produzione di Boito come compositore e autore di testi poetici. Giovedì 6 dicembre 2018, nell’Auditorium e nella Sala dei Concerti della Casa della Musica, si terranno due nuovi appuntamenti delle celebrazioni promosse dal Comitato Nazionale per il centenario della morte di Arrigo Boito (1918-2018). La giornata, organizzata dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma in collaborazione con Comune di Parma - Casa della Musica e con l’Istituto Nazionale di Studi Verdiani, propone alle 17.00 “Ripigli la penna e mi scriva presto. Verdi e Boito nei carteggi”, conferenza dedicata ai 90 anni di Marcello Conati (curatore dell’edizione del carteggio Verdi-Boito). Prenderanno la parola Alessandra Carlotta Pellegrini ed Edoardo Buroni.

Panettone e pandoro: tutti i segreti per scegliere il dolce Natale

Panettone e pandoro sono dolci lievitati in modo naturale difficili da preparare  perché la lavorazione richiede più impasti, temperature controllate per la lievitazione e un’area spaziosa per il raffreddamento dopo la cottura. Gli ingredienti sono definiti per legge: così come la percentuale di burro, uova, mentre canditi e uvette possono variare  entro certi limiti. Da anni ormai le grandi industrie dolciarie come Maina, Paluani e Vergani, solo per fare alcuni esempi, producono panettoni e pandori per le grandi catene di supermercati.

Oggi il livello qualitativo raggiunto dalle industrie può competere tranquillamente con la produzione artigianale. Il tipo di lavorazione e l’obbligo di utilizzare ingredienti di qualità previsto dal Decreto legge del 22 luglio 2015,  permettono alle grandi marche di realizzare economie di scala mantenendo un buon livello qualitativo. In questo modo i produttori sono in grado di offrire alle catene di supermercati dolci a prezzi contenuti. C’è di più, i panettoni di solito non subiscono il ricarico applicato a tutti i prodotti in vendita perché le catene scelgono di utilizzarli come prodotti civetta per attirare clientela.

I panettoni delle catene di supermercati sono prodotti da grandi aziende come Maina, Vergani, Paluani

December 1st

Bologna, l'assessore alla Sanità Sergio Venturi radiato dall'Ordine dei medici

 ROSARIO DI RAIMONDO

La decisione presa per la delibera regionale sulle ambulanze senza medici. Dopo la polemica sulle posizioni no vax del presidente Pizza. Burioni: "Pizza è un problema". Presidente Istituto superiore sanità: "Involuzione anti-scienza". Bonaccini: "Atto grave e inaudito". Le opposizioni chiedono le dimissioni

BOLOGNA - L'Ordine dei medici di Bologna ha radiato l'assessore alla Sanità della Regione Emilia-Romagna Sergio Venturi. La decisione è stata presa nella tarda serata di ieri alla presenza dello stesso Venturi. "Non ho parole, pensavo prevalesse il buonsenso", ha commentato. Mentre per il governatore Stefano Bonaccini si tratta di una mossa "grave e inaudita".

"All'ordine dei medici di Bologna ci sono dei problemi. Anzi c'è un problema, il presidente Pizza". Lo scrive su Twitter Roberto Burioni, virologo del San Raffaele di Milano divenuto famoso combattendo le fake news sull'immunizzazione.

"La radiazione di Sergio Venturi dall'Ordine dei medici di Bologna è un inquietante segno di involuzione antiscientifica ed anticontemporaneità, fa specie che avvenga proprio nella città che ha inventato l'Università". Lo scrive su Twitter Walter Ricciardi, presidente dell'Istituto superiore di Sanità.