Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Archive - Gen 5, 2018

PERMESSA BALNEAZIONE NEI DELFINARI

PERMESSA BALNEAZIONE NEI DELFINARI

Carlo Consiglio

PERMESSA BALNEAZIONE NEI DELFINARI

“Non solo le feste natalizie non sono ancora passate, siamo anche alla fine della legislatura. È quanto mai tempo di regali, come quello, enorme, che il ministro dell’ambiente Galletti, d’accordo con la collega della salute, Lorenzin, e quello delle politiche agricole, Martina, ha fatto ai delfinari «in possesso della licenza di giardino zoologico»: consentire al pubblico l’ingresso in vasca con i cetacei”. Lo sottolinea l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente del Movimento animalista, che denuncia “l’ultima gallettata sulla pelle degli animali”: il decreto ministeriale del 20 dicembre 2017 “Attuazione della direttiva 1999/22/CE relativa alla custodia degli animali selvatici nei giardini zoologici”, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, serie generale, n. 2 del 3 gennaio 2018.

Il bagno con i delfini, finora consentito solo agli addestratori e per scopi scientifici, sarà permesso “ai soggetti che partecipano ad attività di educazione e sensibilizzazione del pubblico in materia di conservazione della biodiversità”, praticamente senza condizioni. L’unica, ricorda l’ex ministro, è che “il medico veterinario della struttura, di comprovata esperienza e con specifiche conoscenze sanitarie ed etologiche della specie, accerti preventivamente l’idoneità sanitaria e comportamentale dei delfini interessati e monitori periodicamente le condizioni di salute e di benessere degli stessi”.

Enzo Bianchi: Epifania del Signore

I Magi alla grotta, pannello del soffitto dipinto, Chiesa di san Martino, Zillis (Svizzera),1109-1114.
6 gennaio 2018
Epifania del Signore
di ENZO BIANCHI

Mt  2,1-12

1 Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, ecco, alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme 2e dicevano: «Dov'è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». 3All'udire questo, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. 4Riuniti tutti i capi dei sacerdoti e gli scribi del popolo, si informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Cristo. 5Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta:

PER IMPARIAMO IL CONCERTO CARLA MORENI PRESENTA LE SINFONIE DI BRAHMS

Moreni Carla

PER IMPARIAMO IL CONCERTO

CARLA MORENI PRESENTA LE SINFONIE DI BRAHMS

Il grande ciclo sinfonico sarà eseguito integralmente all’Auditorium Paganini

dalla Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Alpesh Chauhan 

Uno dei più grandi corpus sinfonici della storia della musica sarà l’oggetto dell’attesa conferenza di Carla Moreni che si terrà mercoledì 10 gennaio alle ore 18, presso la sala prove dell’Auditorium Paganini. L’oggetto della conversazione, che apre la programmazione 2018 di Impariamo il concerto: racconti e ascolti dal grande repertorio sinfonico, il ciclo di conferenze e prove aperte presentato dalla Fondazione Toscanini, saranno infatti le Quattro Sinfonie di Johannes Brahms

2018: Viva le R-Esistenze solidali degli Abitanti!

Sfratti Zero - viva le R - Esistenze solidali degli abitanti!

I migliori auguri dei/agli abitanti delle città e delle campagne che R-Esistono: che Resistono e Lottano per Esistere, Sognare, Amare, Vivere per costruire Patti Sociali Alternativi per il Buon Vivere nella Democrazia!

I migliori auguri contando sul vostro sostegno!

I migliori auguri per attuare dei propositi rivoluzionari:

  • Ai senza tetto, alle persone che abitano in condizioni disagiate e agli sfrattati, che vincano grazie alla solidarietà e alle lotte di resistenza e di alternativa al neoliberismo;
  • Agli abitanti costruttori, portatori responsabili del diritto alla casa, di essere autori riconosciuti di insediamenti umani equi, sostenibili e sicuri;
  • Alle organizzazioni di abitanti delle città e delle campagne, dei lavoratori e a tutte le loro reti, di essere  capaci di far convergere le lotte, essenziali per difendere e proteggere i quartieri, le campagne e vivere bene nella nostra madre terra;
  • Alle ONG, ai professionisti, alle autorità locali, ai governi, alle Nazioni Unite, di mettere in atto delle politiche basate sui Diritti Umani e dell’ambiente, che si oppongono al partenariato pubblico-privato fondato sul mercato e l'accaparramento dei beni comuni;
  • A tutti noi, di essere all’altezza della sfida di creare Patti Sociali Alternativi, solidali e senza frontiere, basati sulla supremazia dei diritti umani e dell’ambiente, la democrazia, la responsabilità e la redistribuzione delle ricchezze.

I migliori auguri per un nuovo anno ricco d’impegni solidali:

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">