Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Condannato titolare di un canile a San Secondo

Dieci mesi a un ex veterinario titolare di una struttura per l'affido di cani a San Secondo, convenzionata con diversi Comuni dell'Emilia Romagna

E' finito nei guai il titolare del canile privato di via Corticelli a San Secondo. L.B., un ex veterinario 64enne, in seguito a un'indagine del Corpo Forestale è stato accusato di aver riscosso indebitamente somme da diversi Comuni della Regione Emilia Romagna che avevano una convenzione con la struttura per l'affido di cani. Avrebbe emesso fatture per prestazioni mai erogate, con costi gonfiati o riguardanti cani morti o già dati in adozione.

L'uomo ha patteggiato davanti al gup Alessandro Conti 10 mesi di reclusione, con pena sospesa, per i reati di truffa, false attestazioni ed esercizio abusivo della professione. Fino al gennaio 2013 avrebbe riscosso una somma complessiva di 10.956 euro da otto Comuni del parmense,

 della Romagna e del piacentino. Inoltre, è stato accusato di aver continuato ad erogare prestazioni veterinarie certificate con timbri, come interventi chirurgici su animali e installazioni di microchip, nonostante fosse cancellato dall'Albo dal dicembre 2011 perché in pensione.