Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Parma Primarie 2017, potranno votare anche sedicenni e fuori sede

Targa mortuaria PD

Dare il diritto di voto alle primarie per non averlo alle Amministrative mi sembra una grande cazzata! E' falsare volutamente il risultato. Cambiare, poi, le regole in corsa è da scorretti. Come togliere il fuorigioco a partita iniziata. O consentire il fallo di mano. E' tutta una farsa! A iniziare dal segretario Renzi che fa il fuoco amico sostenendo Pizzarotti.
Il PD locale sostiene Costi... Ma Scarpa e Dall'Olio che ci stanno a fare? (Avete forse preso accordi sottobanco con Costi? Ma Costi non vincerà contro Pizzarotti: era forse l' unico modo per presentare alle primarie un candidato unitario?) Ritiratevi, invece, e presentatevi direttamente da soli. Ne trarrete solo vantaggi e dignità politica. Queste Primarie sono solo una buffonata. Saranno un flop come affluenza nonostante l'apertura ai 16enni e ai fuori sede per convenienza per attenuare la scarsa partecipazione. Sarà ai minimi. Di fronte alla vostra presa di posizione, la gente, allora, capirebbe il vostro reale impegno politico. Scarpa abbi il coraggio di un gesto politico per il bene della città. Se non lo farai sarai anche tu tra i responsabili del danno! Chiunque sarà sotto il logo PD non sarà eletto. (e anche tu Scarpa, pur non essendo iscritto e sforzandoti di farti passare da civico, accettando di correre per le primarie, sei diventato uno di loro, uno del PD). La gente non ne vuol sapere di questo Partito alla deriva, confusionario, cialtrone e affarista, disposto a fare accordi sottobanco con tutti, a vendersi l'anima. Non rappresenta più nessuno così come il suo Segretario nazionale. E' la vera causa del successo del M5S. E se il vertice è un farabutto (così lo hanno apostrofato i fiorentini, ne consegue tutta la piramide a scendere). Alle primarie vincerà Costi che perderà poi al ballottaggio contro Pizzarotti. E grazie a questo PD di merda avremo ancora Pizzarotti Sindaco. Fine di Parma. LB
 

Alle primarie del centrosinitra del 5 di marzo potranno votare anche i 16enni e gli studenti lavoratori fuori sede se domiciliati a Parma. Lo ha deciso nei giorni scorsi il comitato organizzatore. “Con l’accordo dei candidati – dice il presidente del comitato Enrico Mari – abbiamo deciso di venire incontro alle numerose richieste da parte dei giovani e studenti universitari che da anni vivono a Parma e che, in questo modo, potranno far sentire la propria voce”.

La versione iniziale del regolamento - approvato dall’assemblea del Partito democratico e delle altre forze coinvolte – prevedeva, oltre ai residenti a Parma, solamente il voto degli stranieri previa registrazione presso la sede provinciale del Pd di Parma in via Treves, 2. Ora questo diritto viene ampliato anche ai 16enni e a chi ha eletto il proprio domicilio a Parma. “Grazie a questa modifica – continua Mari – le regole vengono uniformate a quelle delle ultime primarie del centrosinistra. La scelta è stata fatta per dare una risposta a tutte le richieste che abbiamo avuto e dopo aver sentito il parere di Gentian Alimadhi, Dario Costi e Paolo Scarpa, che hanno dato la loro approvazione”.

LE REGOLE – Come per gli stranieri, i 16enni o i fuori sede che vorranno partecipare alle primarie dovranno registrarsi nelle apposite liste. Per farlo dovranno recarsi personalmente nella sede del Partito democratico in via Treves a partire da domani (7 febbraio) entro e non oltre il 17 febbraio negli orari 9-12.30 e 15-18 dal lunedì a venerdì (il giovedì fino alle ore 19). Sabato 11 febbraio è prevista un'apertura straordinaria dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17.

Possono votare 16enni residenti a Parma che dovranno presentare la carta di identità, e gli studenti e lavoratori fuori sede che dimostreranno di essere domiciliati a Parma presentando oltre al documento di identità anche un documento che possa dimostrare l'effettiva residenza/domicilio (gli studenti universitari potranno portare copia del libretto universitario). 

articoli correlati

 

 

solo il corpo elettorale

Fosse stato per me avrebbe dovuto votare solo il corpo elettorale. ma l'ha deciso all'unanimità  il comitato organizzatore.
Nicola 

fare altre scelte

Condivido con te Nicola. Ma non si può accettare tutto. A costo di rompere e fare altre scelte. LB

controllo preventivo

Altra scelta era stare fuori dalle primarie. Ho fatto proposte ma la maggioranza ha scelto diversamente. Resta il fatto che il voto dei non iscritti alle liste elettorali, stranieri o sedicenni, è subordinato a una pre registrazione che scade prima delle primarie ed è quindi garantito un controllo preventivo. 
Nicola 

L'unica regola in politica

In politica, tu sai benissimo, che l'unica regola che vale è prendere più voti possibili. Tutto il resto è complementare. Alla fine si contano i voti, non come li si è presi! LB

analisi perfetta!

Luigi purtroppo la tua analisi é perfetta! 
Cordiali saluti.
Giuseppe