Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

La crescita dei pini testimonia gli effetti dei cambiamenti climatici negli ultimi 60 anni

pubblicato: venerdì 29 gennaio 2010 da missunderstanding in: Clima Natura Informazione Nord America

pini innalzamento temperature

(ecoblog.it) Gli alberi di Pino Pinus longaeva sono tra le piante più vecchie del mondo: in California, sulle cime delle White Mountains, la presenza di pini si risale a circa 5000 anni fa. Per questo gli esemplari di pino che crescono sulle cime di queste montagne sono tra le piante ideali per studiare i cambiamenti climatici ed i loro effetti sulla flora e la fauna.

Uno studio, pubblicato su Pnas, rivista dell'Accademia Nazionale delle Scienze inglese, ritiene che sia stato l'aumento delle temperature dal 1950 in poi a causare la diffusione e la crescita senza precedenti dei pini in zone di latitudine molto vicina a quella in cui i pini non potrebbero crescere.

Dalle analisi effettuate sui pini vicini alla Treeline, ovvero la zona critica in cui ogni aumento o rallentamento di crescita è significativo, risulta che gli alberi sono cresciuti più nei 50 anni che vanno dal 1950 al 2000, che nei precedenti 3700 anni. Il dato è significativo perché indica che i cambiamenti climatici hanno toccato i pini, ma soprattutto che le temperature sono aumentate a causa dell'inquinamento e delle emissioni degli ultimi 60 anni, anche sulle cime delle montagne, in tutte e tre le zone prese in considerazione attraverso l'analisi della miracolosa crescita dei pini.

via | ncdc.noaa.gov

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">