Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

SAN PIO, AD APRILE RIESUMAZIONE ED ESPOSIZIONE SALMA

(ansa.it) I devoti di Padre Pio, come ancora lo chiama la gente anche dopo la santificazione, da aprile potranno pregare davanti al suo corpo. La salma di San Pio da Pietrelcina, custodita nella cripta della chiesa di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo, sarà esumata ad aprile prossimo e sarà esposta ai fedeli per alcuni mesi. L'annuncio è stato dato stasera durante la Messa vespertina da mons.Domenico Umberto D'Ambrosio, arcivescovo di Manfredonia - Vieste - San Giovanni Rotondo, delegato della Santa Sede per il Santuario e le Opere di san Pio da Pietrelcina.

E' questa una delle iniziative più importanti programmate per commemorare il quarantesimo anniversario della morte del santo Cappuccino e il novantesimo anniversario della stimmatizzazione permanente, avvenuta a San Giovanni Rotondo il 20 settembre 1918. In occasione di quest'ultima ricorrenza sarà organizzato un convegno internazionale, con i più accreditati studiosi di discipline mediche, umanistiche e teologiche, sulle piaghe dell'unico sacerdote stigmatizzato. La data precisa della esumazione non è stata ancora fissata, giacché - si è appreso dai Frati minori cappuccini della Provincia religiosa 'Sant'Angelo e Padre piò si dovrà attendere che una commissione di scienziati si pronunci sulle modalità di cura e di conservazione della salma. L'annuncio della esumazione è stato dato dopo l'ottenimento delle prescritte autorizzazioni canoniche e "l'assenso convinto ricevuto dalle superiori Autorità, muniti del relativo Decreto della Congregazione delle Cause dei Santi", ha spiegato mons.D'Ambrosio. "E' convinzione mia personale - ha aggiunto - e dei confratelli di san Pio che incombe su tutti noi il dovere di permettere anche alle generazioni che verranno dopo di noi la possibilità di venerare e custodire nel migliore dei modi le spoglie mortali di san Pio da Pietrelcina". "Un ulteriore motivo di giubilo - ha detto ancora - deriva dal fatto che è stata decisa e autorizzata l'esposizione e la pubblica venerazione, per alcuni mesi, del corpo del Santo, a partire dalla metà del prossimo mese di aprile, quando, presumibilmente, saranno terminate tutte le procedure previste dalle normative canoniche e dalle indicazioni delle scienze mediche". Dopo questo periodo di esposizione, secondo quanto si è appreso, la salma sarà nuovamente inumata nella cripta della chiesa di Santa Maria delle Grazie e non in quella della nuova chiesa realizzata su progetto di Renzo Piano, come era stato invece ipotizzato in queste ultime settimane.