Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Pilotta

Pilotta: informazioni della città di Parma

Fotografia Europea 2018 a Parma, presso lo Csac: FIGURE CONTRO. FOTOGRAFIA DELLA DIFFERENZA

FIGURE CONTRO. FOTOGRAFIA DELLA DIFFERENZA

Francesca Avanzini

Oggi, 21 aprile, nell’ambito di Fotografia Europea 2018, dedicata quest’anno a “RIVOLUZIONI. Ribellioni, cambiamenti, utopie”, apre allo CSAC di Parma, presso l’Abbazia di Valserena, che rimarrà fino al 30 Settembre, la mostra “Figure contro. Fotografia della differenza”. Non nel senso che ha dato il femminismo alla parola, ma come presa di distanza dal conformismo, da quello che un tempo si chiamava “il sistema”. “Abbiamo scelto autori”, spiega Cristina Casero, che insieme a Paolo Barbaro e Claudia Cavatorta ha curato la mostra, “che hanno puntato l’obiettivo su situazioni escluse dal racconto trionfalistico del boom economico (iniziato negli ’60, n.d.r.)”.

Perché sempre da lì si parte: quando si tratta di rivoluzioni, è giocoforza tornare al ’68 e dintorni, laboratori di ogni ribellione presente e futura, ancora fertili di suggestioni, come dimostra l’interesse non scolastico che, sempre nelle parole di Casero, hanno mostrato gli studenti in visita in anteprima alla mostra.

“L’esposizione è interamente realizzata con materiali appartenenti allo CSAC, ”continua la curatrice. ”E non si è trattato semplicemente di ‘tirare fuori dagli scaffali’, perché qui da noi il tema è sempre stato prioritario”.

UNA EREDITÀ SENZA TESTAMENTO

Laura Seghettini e Laura Cleri

liberamente tratto da Al vento del Nord. Una donna nella lotta di Liberazione

di Laura Seghettini 

di e con Laura Cleri 

musiche Fabio Biondi

luci Luca Bronzo

consulenza storica Brunella Manotti 

produzione Fondazione Teatro Due

in collaborazione con

Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Parma

realizzato con il sostegno di Provincia di Massa Carrara, Comune di Pontremoli 

TEATRO DUE, Viale Basetti 12/A Parma 

21 aprile 2018, ore 20.30

22 aprile 2018, ore 18.00

28 aprile 2018, ore 20.30 

Il Terzo Giorno, inaugurata a Palazzo del Governatore la mostra che durerà dal 20 aprile al 1° luglio 2018

Inaugura a Palazzo del Governatore la mostra, a cura di Didi Bozzini, promossa dal Comune di Parma, su ambiente, sostenibilità e rapporto uomo – natura.

Dal 20 aprile al 1° luglio 2018 il Palazzo del Governatore, nel cuore del centro storico di Parma, sarà la sede di una mostra singolare, Il Terzo Giorno, curata da Didi Bozzini e promossa dal Comune di Parmanell’ambito di una serie di eventi che daranno alla città l’occasione di riflettere sui temi dell’ambiente, della sostenibilità e del rapporto uomo – natura.

Il Terzo Giornoprodotta e organizzata da Arkage (Artattack Group), società Benefit e B Corp certificata, è la prima in Italia ad avere un approccio ‘for benefit’: il 50% degli incassi della biglietteria saranno restituiti al Comune di Parma che finanzierà il “Km Verde”, progetto di sostenibilità ambientale.

“La mostra Il Terzo Giorno – sottolineano Federico Pizzarotti e  Michele Guerra, Sindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Parma - rappresenta il primo importante evento espositivo da quando Parma è stata proclamata Capitale Italiana della Cultura per l’anno 2020. Non si tratta soltanto di una mostra che porta in città alcuni dei più importanti artisti della nostra contemporaneità a parlarci del rapporto tra arte e natura, si tratta di un discorso più ampio sul nostro futuro, sul nostro rapporto con l’ambiente che è diventato un tema ineludibile per tutte le società occidentali. Il Terzo Giorno vuole essere questo: una mostra bella da vedere, ma soprattutto bella da pensare. Un discorso che deve continuare in città per molti mesi anche quando la mostra starà girando altrove.”

"Il cane non ha abbaiato": come l'Emilia Romagna è diventata terra di mafia

Il dossier curato dall’associazione Mafie sotto casa presentato all’assemblea della Filcams a Parma

“L’Emilia Romagna è terra di mafia”. Parole del procuratore antimafia Roberto Pennisi. “La ‘ndrangheta si è infiltrata in Emilia Romagna senza colpo ferire”. Franco Roberti, procuratore nazionale antimafia. È successo perché il “Cane non ha abbaiato”. È questo il titolo del dossier curato da Mafie sotto casa, un’associazione di volontari da anni impegnata a raccogliere dati e notizie sul fenomeno mafioso, rese liberamente  consultabili on-line (http://mafiesottocasa.com)

MAFIE SOTTO CASA: LA MAPPA DELLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA 

“È uno strumento per raccontare fino a che punto le mafie siano radicate sul nostro territorio. In questo modo abbiamo voluto renderle visibili” spiega la presidente dell’associazione Rebecca Righi, che ha presentato il volume nel corso dell’assemblea generale della Filcams a Parma. 

Musei Civici di Parma aperti con ingresso gratuito per il weekend 21-22/04 e il 25 aprile 2018

Musei Civici, il weekend e il 25 aprile

Parma, 18 aprile 2018L’ingresso ai Musei Civici di Parma è gratuito: riscopri il patrimonio dei musei e degli spazi espositivi del Comune di Parma grazie a iniziative, visite guidate e workshop gratuiti per grandi e piccini, realizzati da personale specializzato dei Musei e promossi dall'assessorato alla Cultura del Comune di Parma. Uno speciale programma di eventi mercoledì 25 aprile per le celebrazioni della Festa della Liberazione.

Di seguito gli appuntamenti per sabato 21, domenica 22 e mercoledì 25 aprile.

Collecchio, il centro sportivo assegnato al Parma Calcio 1913

La società dovrà saldare 2,8 milioni al curatore fallimentare entro l'8 giugno. Il club: "Altro tassello della ricostruzione dopo le macerie del fallimento"

Il curatore del fallimento Eventi Sportivi spa, Vincenzo Piazza, comunica che si è concluso con l’aggiudicazione provvisoria in favore della società Parma Calcio 1913 il quinto tentativo di vendita del complesso immobiliare di Collecchio.

Parma Calcio 1913, attuale utilizzatrice del centro sportivo, avrà ora tempo fino all’8 giugno 2018 per saldare il prezzo di aggiudicazione di 2.8 milioni di euro, condizione indispensabile per l’effettivo trasferimento del bene che avverrà per decreto del giudice delegato.

Qualora, nelle more del trasferimento del centro sportivo, pervenissero nuove offerte irrevocabili superiori di almeno il 10% al prezzo di aggiudicazione provvisoria, il curatore potrà sospendere la vendita, procedendo ad un ulteriore tentativo di vendita competitiva.

A differenza del recente passato, il centro - precisa il club in una nota - "non verrà acquisito da una società terza, ma direttamente da Parma Calcio 1913, di cui costituirà uno dei principali asset patrimoniali. L’acquisizione - resa possibile dalla volontà e dall’impegno congiunto dell’azionista di maggioranza e dei soci di Nuovo Inizio - verrà formalizzata nelle prossime settimane e rappresenterà l’ultimo tassello di un processo che, dalle macerie del fallimento Parma Fc, ha visto la rinascita in tempi rapidi della squadra di calcio della nostra città, dentro e fuori dai campi di gioco".

LA MUSICA DEL NOVECENTO A NUOVE ATMOSFERE: ANGIUS DIRIGE LA FILARMONICA TOSCANINI, ARCIULI INTERPRETA PIZZETTI

Angius Marco  Arciuli Emanuele

LA MUSICA DEL NOVECENTO A NUOVE ATMOSFERE: ANGIUS DIRIGE LA FILARMONICA TOSCANINI, ARCIULI INTERPRETA PIZZETTI

Doppio appuntamento venerdì 13 e sabato 14 al Paganini (ore 20.30)


La musica del Novecento è il tema conduttore del duplice appuntamento di Nuove Atmosfere in calendario venerdì 13 (Turno Verde) e sabato 14 aprile (Turno Rosso), sempre alle 20.30, presso l’Auditorium Paganini. La Filarmonica Toscanini sarà chiamata a misurarsi con l’Ouverture festiva op.96 di Dmitrij Šostakovič, composta nel 1947 per il 30esimo anniversario della Rivoluzione Russa ma eseguita solo sette anni dopo, con I Canti della stagione alta di Ildebrando Pizzetti, un concerto per pianoforte e orchestra in tutto e per tutto fuorché nel nome, scritto nel 1930 e considerato uno dei punti più alti della sua produzione, con Deus Ex Machina (2007), per pianoforte e orchestra, di Michael Daugherty (brano vincitore del Grammy Award 2011 come miglior brano sinfonico contemporaneo) e con la Jenufa-Rhapsodie tratta dall’omonimo capolavoro operistico di Leoŝ Janáček e presentata nell’arrangiamento realizzato nel 1940 da Max Schönherr.

Iniziative dei musei civici di Parma

L’ingresso ai Musei Civici di Parma è gratuito: riscopri il patrimonio dei musei e degli spazi espositivi del Comune di Parma grazie a iniziative, visite guidate e workshop gratuiti per grandi e piccini, realizzati da personale specializzato dei Musei e promossi dall'assessorato alla Cultura del Comune di Parma.

A partire da domenica 18 e sino al 24 marzo sarà possibile visitare la bottega di Mimmo Cuticchio, maestro oprante e cuntista dell’Opera dei Pupi, in residenza creativa a Parma nell’ambito del progetto The artist is present.

Di seguito tutti gli appuntamenti previsti per sabato 17 e domenica 18 marzo.

Parma, approvato il reddito comunale: anche il Pd favorevole

Via libera in Consiglio comunale al proveddimento che integra le misure statali e regionali a sostegno della povertà

La delibera del settore welfare che introduce il reddito comunale garantito è stata approvata. Entra così in vigore una delle promesse più consistenti del programma elettorale di Effetto Parma.

La novità emersa dal dibattito che in Consiglio comunale ha portato al voto favorevole è stato il sì del gruppo consiliare del Pd; una apertura di credito che pesa molto più del sì di Roberta Roberti che può considerarsi ormai organica al gruppo consiliare dei pizzarottiani. Astenuti Parma Protagonista e Parma Unita Centristi (che già prima della seduta avevano esposto dubbi sulla delibera), contraria la Lega.

La misura, come aveva chiarito in commissione l'assessora al Welfare Laura Rossi, si propone di "distribuire meglio le risorse a disposizione per arrivare ad aiutare chi è escluso dai sostegni recentemente introdotti a livello nazionale e regionale, cioè Res e Rei. Un contributo continuativo mensile che si basa su un patto tra il servizio che eroga e la persona che riceve: 'ti sostengo tutti i mesi a fronte di un percorso verso l'autonomia lavorativa, linguistica, culturale'. Un approccio più forte rispetto alla pura assistenza. Uno strumento che, dal punto di vista sociale, conta di costruire legami più stringenti".Nel corso del confronto, andato avanti circa quattro ore, è stato approvato un emendamento di Effetto Parma che limita la platea dei beneficiari (escluso ad esempio chi è inserito nei percorsi Sprar) mentre è stato respinto quella della Lega che chiedeva di introdurre un vincolo di residenza di cinque anni per poter beneficiare del reddito.

IL FESTIVAL VERDI PREMIATO COME “MIGLIOR FESTIVAL” AGLI INTERNATIONAL OPERA AWARDS 2018

Premio Opera Awards 2017 al Festival Verdi 2017 Ritratto di Verdi ad opera di Renato Guttuso

Il Festival Verdi 2017 conquista il premio come “Miglior festival” agli International Opera Awards. Ad assegnare il prestigioso premio - ritirato dal Direttore generale del Teatro Regio di Parma Anna Maria Meo e dal Consulente per lo sviluppo e i progetti speciali Barbara Minghetti durante la cerimonia tenutasi il 9 aprile 2018 al London Coliseum - una giuria costituita da professionisti del settore presieduta da John Allison, critico musicale del Daily Telegraph e direttore della rivista Opera Magazine, considerata internazionalmente la rivista di riferimento nel mondo sull’Opera. 

Jérusalem, La traviata, Stiffelio, Falstaff, Messa da Requiem sono i titoli principali che hanno composto il cartellone del Festival Verdi 2017, svoltosi a Parma e a Busseto dal 28 settembre al 22 ottobre, con 4 nuovi allestimenti in 3 diversi teatri, 4 commissioni in prima assoluta, 22 eventi per oltre 100 appuntamenti in 25 giorni. Un’edizione che ha confermato i risultati record dell’anno precedente con oltre 23.000 spettatori, a cui si sono aggiunti i quasi 20.000 di Verdi Off, e un incasso complessivo di oltre 1.300.000 euro  e ha posto in evidenza, con un considerevole aumento degli spettatori stranieri, la vocazione internazionale del Festival Verdi e la sua forte attrattività verso il pubblico internazionale, proveniente per la prima volta da tutti e 5 i continenti.

Il Teatro delle Note ai Concerti Aperitivo Domenica 8 un Matinée all’Opera alla Sala Gavazzeni

Bussi Tania

Il Teatro delle Note ai Concerti Aperitivo

Domenica 8 un Matinée all’Opera alla Sala Gavazzeni

In programma i più celebri brani d’opera 

I PADRONI FRANCESI DI PARMALAT INCASSANO IL TESORO DI BONDI

Chissà che gusto ha il “Sorrento”, uno dei formaggi di punta che da ieri fa parte del catalogo Parmalat. Di sicuro, monsieur Besnier, patron di Lactalis e proprietario dell’azienda di Collecchio, non ha fatto sconti alla cassa: il “Sorrento”, assieme alla “Vera Mozzarella”, la “Galbani Usa”ed altre prelibatezze è stata pagata 904 milioni. In contanti, beninteso, mica in pregiate forme di parmigiano. Soldi che escono dalla cassa del gruppo italiano, cioè parte di quel miliardo e mezzo recuperato a suo tempo da Enrico Bondi dalle banche internazionali che avevano appoggiato le imprese di Calisto Tanzi e che rientrano in quelle di monsieur Besnier, proprietario al 100 % della Lactalis Usa. Insomma, il patron francese di Parmalat, come ampiamente previsto, ha utilizzato i fondi che ha trovato a Collecchio per ripagarsi, in parte, l’acquisto dell’azienda che non ha trovato a suo tempo un solo imprenditore italiano disposto a fare un buon affare. Per carità, Lactalis non sta facendo nulla di illecito. Ma quella fetta di “Sorrento” rischia di essere davvero indigesta. Per più motivi. 

TUTTI PER UNO: NIR KABARETTI DIRIGE COSTEA E CAHANESCU

Nir Kabaretti

TUTTI PER UNO: NIR KABARETTI DIRIGE COSTEA E CAHANESCU
Alle 20.30 in programma musiche di Ciaikovskij, Carrara e Dvořák con le due soliste della Filarmonica Toscanini

Il programma: 

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI 

Direttore, NIR KABARETTI

Violino, MIHAELA COSTEA

Violoncello, DIANA CAHANESCU

Sabato 7 aprile alle 20.30 si conclude all’Auditorium Paganini la programmazione di Tutti per Uno, la serie di concerti inserita nella programmazione di Nuove Atmosfere che vede quali protagonisti i solisti della Filarmonica Toscanini, chiamati ad interpretare i più diversi brani del repertorio concertistico per strumento solista e orchestra. Sarà Nir Kabaretti, il direttore israeliano che si è sempre più affermato con crescente prestigio a livello internazionale, sino a raggiungere oggi una vasta esperienza nel repertorio sinfonico ed operistico che lo ha visto dirigere nelle maggiori sale di tre continenti.

Parma, Andrea Costa dovrà risarcire 700mila euro a Stt

Costa era già presente nel circuito pubblico del Comune ai tempi di Elvio Ubaldi Sindaco e già combinava disastri. LB

La decisione del tribunale nei confronti dell'ex capo della società partecipata del Comune

Andrea Costa, manager parmigiano messo alla guida della holding comunale Società di trasformazione del territorio (Stt) nel 2009 dall'ex sindaco Pietro Vignali, dovrà versare 700 mila euro più interessi alla società partecipata.

Lo ha stabilito il tribunale di Parma che ha così decretato la gestione dissennata di Costa.

Tra gli esempi, il contratto di affitto stipulato con la Belforte Real Estate di Parma per insediare Stt nell'ex sede Parmacotto in via Conforti, salvo, pochi mesi dopo, rescindere - senza informare il cda e protocollare la disdetta - la locazione (280mila euro annui) e dopo aver speso 200mila euro in lavori di ristrutturazione. I nuovi vertici della holding, informati della disdetta dalla Belforte Real Estate, rimasero in via Conforti fino alla del 2011 pagando una penale di 110mila euro.

Tra le spese contestate anch 60mila euro sborsati per il servizio nell'area hospitality del Tardini ai tempi di Tommaso Ghirardi, una consulenza da 190mila affidata alla società AT Kerney per lo sviluppo della città, un'altra da288 mila euro alla  Bain e Company legato all'agroalimentare, 26mila euro alla Elan International per la ricerca di una segretaria e di un dirigente, 36 mila euro alla Methodos per investimenti media e marketing e 48mila euro alla Gipieffe.

Parmigiano Reggiano: Nas sequestra 18 mila forme per sospetta frode in commercio. Coinvolto Carra presidente di Coldiretti Mantova

Sara Rossi

I Nas di Parma hanno sequestrato oltre 18.000 forme di Parmigiano Reggiano per un valore commerciale di circa 10 milioni di euro, presso due caseifici della medesima società agricola, uno a Suzzara in provincia di Mantova e l’altro a Luzzara in provincia di Reggio Emilia, per sospetta frode in commercio. Il presidente del caseificio sotto accusa è Paolo Carra, un personaggio molto noto nel settore, perché ricopre la carica di presidente di Coldiretti di Mantova, oltre a essere presidente di un’altra grande cooperativa  la Virgilio di Mantova (70 caseifici e 2.000 produttori associati). Si tratta di un nome famoso nel settore del Grana Padano e del Parmigiano Reggiano.

La situazione crea qualche imbarazzo a Coldiretti, che da anni conduce battaglie contro le contraffazioni straniere, e adesso si trova con i Nas che ipotizzano la frode in commercio a carico di un’azienda italiana. L’imbarazzo traspare anche per l’assenza di un comunicato stampa da parte di Coldiretti su un evento così grave, visto che l’associazione è solita inviarne 3-4 al giorno.

I Nas, insieme ai vigilatori del Consorzio di tutela, ipotizzano che presso lo stabilimento mantovano siano state utilizzate  fasce marchianti assegnate allo stabilimento situato in provincia di Reggio Emilia. Le fasce marchianti, sono date dal Consorzio per imprimere sulla superficie esterna di ogni forma la scritta a puntini “parmigiano-reggiano”, la matricola, l’annata e il mese di produzione. Si tratta quindi di uno strumento essenziale per l’identificazione e la tracciabilità del formaggio e per evitare che vengano marchiate forme che non possono essere classificate come Parmigiano Reggiano.

Mafie, a Parma sotto sequestro 10 società e 185 immobili

Mafie

I dati forniti dall'Agenzia per i beni confiscati

A Parma più di diecimila persone lo hanno ricordato pochi giorni nella giornata organizzata da Libera. La criminalità organizzata in Emilia Romagna è pù viva che mai nonostante lo strenuo lavoro di contrasto della giustizia e della cosiddetta antimafia sociale.

Una piaga che non conosce confini, da sud a nord, come confermano i dati che seguono. Dall'introduzione della legge Rognoni-La Torre nel 1982 e della confisca allargata nel 1992 al 31 dicembre 2017 lo stock dei beni sequestrati o confiscati alla criminalità organizzata in Italia è di 30.360 immobili, di cui 13.140 destinati e 17.220 in gestione all'Agenzia per i beni confiscati, e di 3.874 aziende (di cui 2.894 in gestione e 890 destinate).

PER NUOVE ATMOSFERE – TUTTI PER UNO, CHAUHAN E FORTINI VENERDI’ 30 marzo 2018 ore 20,30 al Paganini di Parma

Fortini Gian Piero Alpesh Chauhan

FILARMONICA ARTURO TOSCANINI 

Direttore, ALPESH CHAUHAN

Oboe, GIAN PIERO FORTINI 

Programma

MAURICE RAVEL – Le tombeau de Couperin, suite per orchestra- durata 21 minuti

WOLFGANG A. MOZART – Concerto per oboe e orchestra in Do maggiore K. 314 – durata 20 minuti

ANTONIN DVOŘÁK – Serenata per archi in Mi maggiore op.22 - durata 29 minuti 

PER NUOVE ATMOSFERE – TUTTI PER UNO CHAUHAN E FORTINI VENERDI’ 30 marzo 2018 al Paganini di Parma alle 20.30
In programma musiche di Ravel, Mozart e Dvořák

Ospedale Maggiore di Parma, Uil: "Situazione di grave sofferenza"

Come segretario responsabile di Parma della Uil Fpl Emilia - reca la nota del segretario Biagio Ambra -  intendo mettere a conoscenza della grave situazione in cui versa l’Azienda ospedaliero-universitaria di Parma; fiore all’occhiello della sanità Emilia Romagna fino alla prima decade del nuovo millennio, si trova oggi ad essere al centro dell’attenzione per le gravi sofferenze dovute ai tagli da parte della Regionestessa, corresponsabili dell’incapacità gestionale da parte dell’Amministrazione.

Non a caso, per ottimizzare le risorse, nel corso degli ultimi anni sono venuti a mancare importanti reparti di specialità, orgoglio per una città che si vedeva ai primi posti in Italia come sanità pubblica ed istruzione universitaria. Oggi, a distanza di pochi anni, il prestigio di questa Azienda rimane un vago ricordo, poiché inginocchiata da croniche carenze d’ organico nei reparti, continue riduzione di posti letto, inadeguata governance clinica.

Esempio lampante di questa condizione è l’elevata presenza di fenomeni di burnout registrata negli ultimi mesi, un sempre più stremato personale che vede crescere giorno dopo giorno il proprio monte ore lavorato e numero di giorni di ferie non usufruite. In più, la beffa ai lavoranti che si vedono negate le ferie anche per brevi periodi, con motivazione scritta di “carenza di personale”; per non parlare dell’incessante turn over, con professionisti assunti da agenzie interinali non adeguatamente inserito, per permettere ai dipendenti di ruolo la fruizione delle ferie estive, unico periodo di ferie che viene garantito per tutto l’anno ai lavoratori.

Parma, ecco il Reddito garantito comunale "Altri promettono noi lo approviamo"

Effetto Parma annuncia il provvedimento. Delibera al voto lunedì in Consiglio comunale

"Mentre a livello nazionale si è tanto discusso di un reddito di cittadinanza, lunedì a Parma voteremo per approvare il Reddito garantito comunale che consiste in un’integrazione al reddito continuativa che affiancherà e integrerà le misure regionali e nazionali di Res e Rei a sostegno delle famiglie e delle persone in situazione di bisogno".

Effetto Parma, lista civica nata a sostegno del sindaco Federico Pizzarotti dopo la rottura con il M5s, annuncia la delibera che la Giunta porterà al voto nel corso del prossimo Consiglio comunale.

In pratica, grazie alle risorse messe a disposizione dal Comune, si potrà riconoscere un contributo o un’integrazione a quelle persone idonee ma escluse da Rei e Res per aumentare il numero di beneficiari e contrastare più efficacemente la povertà che colpisce da vicino anche la nostra comunità.

"Rispondiamo così con i fatti concreti a chi ha messo in dubbio il nostro impegno ma rispondiamo soprattutto alle richieste di aiuto dei cittadini che potranno contare su un sostegno economico in più" rivendica Effetto Parma.

"Sarà uno strumento in più all’interno di un’ampia riorganizzazione e semplificazione degli aiuti economici del Comune di Parma che ripensa le forme di sostegno a favore di chi è in difficoltà. Un’operazione responsabile per dare risposte armonizzate e concrete, coperte da risorse economiche appositamente accantonate. Ciò permetterà ai cittadini di accedere con un’unica istanza a misure complessive, calibrate sulla base dei requisiti di diritto e sulle singole necessità. 

Cisl Parma: "Al Maggiore personale allo stremo, letti anche davanti alle uscite di sicurezza"

Si è svolto lunedì 19 marzo un incontro tra il Segretario Generale CISL Federico Ghillani, la segretaria dei pensionati CISL Daniela Incerti e il responsabile della Sanità pubblica della CISL Funzione Pubblica di Parma Giovanni Oliva con la Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliero Universitaria.

La tematica in discussione era il sovraffollamento del pronto soccorso e i letti in esubero collocati nelle stanze di degenza e nei corridoi, visto che sono stati autorizzati e mappati ben 32 posti letto in più da includere in alcune Unità operative.

La CISL ha rappresentato alla direzione la situazione del personale che è allo stremo delle forze e soprattutto il fatto che viene messa a rischio la sicurezza negli ambienti di lavoro, poiché si trovano letti collocati addirittura davanti alle uscite di sicurezza, come nel padiglione Barbieri, a causa della mancanza di altri spazi.

Inoltre la CISL ha rappresentato anche il fatto che la situazione sta diventando progressivamente sempre più preoccupante, se si aggiunge che siamo di fronte a personale a cui non viene garantito il riposo psico-fisico che sarebbe indispensabile, perché le ferie sono un miraggio.

La CISL ha chiesto quindi alla direzione dell’Azienda quali siano le strategie che si stanno mettendo in campo per arrivare alla soluzione di questo stato di emergenza permanente e soprattutto quali siano i tempi di risoluzione previsti.

In risposta ci sono stati descritti da parte della Direzione alcuni progetti, dei quali in parte eravamo già stati messi a conoscenza, tuttavia, non si tratta di soluzioni a breve termine, in quanto per realizzarli occorreranno ancora mesi, e, pur apprezzando il lavoro che si sta facendo da parte della Direzione, la posizione della CISL è che non si deve permettere di passare l’estate ancora in questa situazione di forte criticità, magari riducendo ancora i letti a disposizione.

Precisazioni della Fondazione Teatro Regio sui compensi

Il contributo stampa, pubblicato sabato 24 marzo, su un quotidiano cittadino, dal titolo “Compensi al Regio, sindacati protestano: aumenti al DG e tagli ai dipendenti”, rende opportuna da parte della Fondazione Teatro Regio la seguente doverosa precisazione. Da ormai molti mesi è in corso una complessa trattativa tra i lavoratori della Fondazione Teatro Regio e la Fondazione medesima, la quale negli ultimi mesi sembra però avere registrato una positiva evoluzione ed essersi auspicabilmente approssimata alla sua conclusione.

Il Quartetto Inedito ai Concerti Aperitivo Domenica 25 (ore 11) alla Sala Gavazzeni del CPM Toscanini: Suite n. 1 per flauto e jazz piano trio di Claude Bolling

Bolling Claude


Il Quartetto Inedito ai Concerti Aperitivo
Domenica 25 (ore 11) alla Sala Gavazzeni del CPM Toscanini
la famosa Suite n. 1 per flauto e jazz piano trio di Claude Bolling

Claude Bolling, autore del brano che il Quartetto Inedito eseguirà domenica mattina (ore 11) alla sala Gavazzeni del CPM Toscanini, nell’ambito dell’annuale edizione dei Concerti Aperitivo, potrebbe essere facilmente considerato una leggenda.

IMPARIAMO IL CONCERTO: SABATO 24 MARZO ORE18 LA CONFERENZA DI VALENTINA LO SURDO SU MENDELSSOHN GINASTERA E SCHUMANN

IMPARIAMO IL CONCERTO: SABATO 24 LA CONFERENZA DI VALENTINA LO SURDO SU MENDELSSOHN GINASTERA E SCHUMANN
La conferenza si terrà alla Sala Päer del CPM Toscanini e non all’Auditorium alle ore 18

La conferenza di Valentina Lo Surdo, prevista per giovedì prossimo alla Sala Prove dell’Auditorium Paganini, si terrà invece sabato 24 marzo alla Sala Conferenze Päer del CPM Toscanini con inizio come sempre alle 18. Resta invece regolarmente fissato alle 15 di giovedì 22 marzo l’appuntamento con l’anteprima del concerto della Filarmonica Toscanini diretta da Yuga Cohler che presenterà musiche di Mendelssohn, Ginastera e Schumann.

Il posticipo dell’incontro con la famosa conduttrice televisiva e radiofonica permetterà tuttavia al pubblico di Impariamo il concerto di poter visitare gratuitamente la mostra Toscanini lascia il segno, allestita nell’atrio della sala Päer e dedicata ai lavori realizzati dagli allievi del Liceo Toschi di Parma.

SI CHIUDE L’ANNO TOSCANINIANO: YUGA COHLER DIRIGE LA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI SABATO 24 MARZO 2018 AL PAGANINI

Cohler Yuga

SI CHIUDE l’ANNO TOSCANINIANO: YUGA COHLER DIRIGE LA FILARMONICA ARTURO TOSCANINI SABATO al Paganini alle 20.30.
In programma musiche di Mendelssohn, Ginastera e Schumann

Sabato 24 marzo alle 20.30 prosegue all’Auditorium Paganini la programmazione di Tutti per Uno, la serie di concerti che vede quali protagonisti i solisti della Filarmonica Toscanini, chiamati ad interpretare i più diversi brani del repertorio concertistico per strumento solista e orchestra. Il concerto assume tuttavia una valenza particolare perché è l’evento che chiude idealmente l’anno delle Celebrazioni Toscaniniane, iniziato lo scorso 25 marzo 2017 con l’inaugurazione del Centro “Arturo Toscanini”, nuova sede della Fondazione. Il programma in ricordo del 150° anniversario della nascita di Arturo Toscanini si conclude infatti con il concerto di uno dei vincitori del Concorso che porta il nome del Maestro.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti