Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Animalfree

animalfree.it: video sul trattamento feroce e violento subito dagli animali da parte dell'uomo. Una strage pianificata industrialmente

Animali - Don't Shoot the Wolves

posted by: Cris Popenoe

Don't Shoot the Wolves (VIDEO)

Non sparate ai lupi.

Wolves are the ancestors of "man's best friend" -- dogs. This lovely video shows many scenes of wolves, often with their puppies, that makes that connection heartwarmingly obvious. 

Sign the petition to protect wolves from shoot-on-sight "management".

 

Animali - Video curiosi: un cucciolo di puzzola come pet

pubblicato: sabato 09 ottobre 2010 da doretta

(petsblog.it) Questo video è davvero incredibile: una signora solletica e coccola un simpaticissimo cucciolo di puzzola. Certo, fra tutti gli animali domestici è proprio quello meno indicato, diciamo che forse è alla pari con il coccodrillo e con il formichiere. Devo però ammettere che questo cucciolo conquisterebbe chiunque: è la copia esatta di Fiorellino, l'amichetto di Bambi.

Video tenerissimi: il gattino affamato

pubblicato: sabato 25 settembre 2010 da doretta

(petsblog.it) Questo micino affamato è davvero strepitoso. Sicuramente se lo aveste in casa provereste sentimenti un po' diversi, dovendovi mettere costantemente al suo servizio per nutrirlo (ve lo dice una mamma) anche quando siete stanchi e non vi reggete in piedi. Ma forse è proprio tutta la bellezza dei cuccioli che ci consente di affrontare la fatica di genitori anche se, in questo caso, si tratta di un'adozione davvero speciale. A voi lettori di Petsblog è mai capitato di dover allattare un cucciolo? Come è andata? Aspetto i vostri racconti.

Rincorre padrone che l’abbandona. Cane commuove la Gran Bretagna

FATTI

Le immagini riprese da una telecamera a circuito chiuso: GUARDA il video

(city.corriere.it) Sta commuovendo l'Inghilterra la storia di Ginger, una piccola cagnolina abbandonata dal suo padrone. le immagini del suo abbandono sono state "catturate" da una telecamera a circuito chiuso, che ha mostrato come la piccola cross terrier abbia tentato invano di inseguire l'auto del suo ex padrone. A impedirglielo è stata la sua andatura claudicante, dovuta alle unghie che il padrone non le aveva tagliato da mesi.

SIMONE RIGHI: una incredibile storia

Tutto ebbe inizio il 13 settembre 2007, quando due italiani, Jo Fiori e Simone Righi, lasciano i loro tre cani, Holly, Vito e Maggie presso una pensione per animali privata, a pagamento e Associazione Animalista di Puerto Real (Cadice, Spagna). Il soggiorno di quattro giorni, fu concordato con il veterinario della struttura, Roberto Alfredo Parodi. Il 17 settembre 2007, alle ore 8.30 del mattino, come da accordi, andarono a prendere i cani, ma non c'erano più, erano stai uccisi. Sconvolti, pretesero vedere il cadavere di Holly, preso da un congelatore, impilato sopra ad altri cadaveri e sbattuto sopra un tavolo di alluminio, videro altri cani morti per terra, il forno crematorio, dove gli altri due cani, Vito e Maggie erano già stati bruciati. Il veterinario e l'operaio presenti fuggirono come lepri, tutti i cani nelle gabbie abbaiavano disperatamente. 

Il primo tuffo di Cooper: cagnolino timoroso e diffidente

Cooper è un cagnolino un po’ riluttante a tuffarsi in mare, nonostante sia munito di un giubbotto di salvataggio. L’idea lo attrae: in fondo la sua padrona e il suo amicone si lanciano senza problemi in acqua. Perché non provare? Dopo un primo e positivo tentativo, il problema dovrebbe essere risolto. Invece no. Questo simpatico cagnolino sembra chiedersi ogni volta, come la prima volta, se valga davvero la pena buttarsi solo per riprendere la pallina o per inseguire un amico. Ce la farà? Dovranno portarlo ad un allenamento con il Golden Retriever che fa surf? Uno dei video più curiosi e divertenti che ho visto.

IL CORANO E LA MACELLAZIONE HALAL



Dal Corano.

"O voi che credete, rispettate gli impegni. Vi sono permessi gli animali dei greggi, eccetto quello che vi reciteremo. Non cacciate quando siete in stato di sacralizzazione. Allah comanda quello che vuole" (Corano I. Al-Mâ'ida, 1),

La frase eccetto quello che vi reciteremo è esplicitata dal versetto:

"Vi sono vietati gli animali morti, il sangue, la carne di porco e ciò su cui sia stato invocato altro nome che quello di Allah, l'animale soffocato, quello ucciso a bastonate, quello morto per una caduta, incornato o quello che sia stato sbranato da una belva feroce, a meno che non l'abbiate sgozzato (prima della morte) e quello che sia stato immolato su altari (idolatrici)..." (Corano V. Al-Mâ'ida, 3)

Dal "Frammento in sé" di Paolo Ricci preso da un dialogo con Aldo Sottofattori, "il corpus dei testi dottrinali non dice quindi che l'animale deve essere cosciente: dice che non deve essere morto al momento della macellazione e non è la stessa cosa.
Bisogna altresì precisare che il Corano non stabilisce regole precise per la macellazione, vieta di cibarsi di animali morti per soffocamento, morti in seguito a caduta dall'alto o in pozzi o buchi profondi, in seguito a choc provocato da bastonate o in seguito a una cornata o a ferite provocate da altri animali. Autorizza invece di cibarsi di selvaggina (quindi animali non macellati secondo quanto alcuni affermano siano i modi inderogabili di macellazione islamica)".

Il gatto e la volpe: un amore incondizionato

pubblicato: lunedì 19 aprile 2010 da doretta

(petsblog.it) Chi l'avrebbe mai detto che il gatto e la volpe narrati da Collodi esistono veramente? Guardate questo tenerissimo filmato in cui un gatto fa le pulizie alla volpe con cui convive pacificamente.

Mostra dedicata a Hermann Nitsch nel Comune di Asolo

Hermann Nitsch part 2 of 6 from Incubate Festival on Vimeo.

Hermann Nitsch part 5 of 6 from Incubate Festival on Vimeo.

Sabato 4 verrà inaugurata la mostra dedicata a Hermann Nitsch (immagino sappiae chi sia: le sue performance artistiche sono realizzate con sgozzamenti di animali, quadri e persone imbrattati di sangue e interiora; simboli e paramenti sacri in modo spesso considerato blasfemo), inserita nei percorsi di Asolo Art Film Festival; domenica 5 gli verrà anche conferita la cittadinanza onoraria di Asolo.
p.s. voci dicono che vogliano anche dedicargli una sezione in museo civico

Getta cuccioli in fiume e si filma

Su internet la caccia contro la ragazza

(tgcom.mediaset.it   31.08.2010) Una ragazza bionda, con una felpa rossa, si piega e da un secchio di plastica prende un cucciolo di cane. Poi con violenza lo getta in un fiume. Una scena che viene ripetuta per altre tre, quattro volte, finché tutti i cani sono buttati in acqua. Immagini agghiaccianti che hanno fatto il giro del web e che hanno scatenato una caccia alla responsabile per fare in modo che questo folle gesto venga punito.

ATTENZIONE LE IMMAGINI DI QUESTO VIDEO POTREBBERO URTARE UN PUBBLICO SENSIBILE

CORTEO NAZIONALE CONTRO LA VIVISEZIONE 25 settembre 2010 ROMA

CORTEO NAZIONALE CONTRO LA VIVISEZIONE ROMA -- SABATO 25 SETTEMBRE 2010 Ore 15.00 -- Piazza della Repubblica -- ROMA

Per chiudere Green Hill e tutti gli allevamenti di animali destinati ai laboratori Milioni di animali ogni anno vengono torturati nei laboratori di vivisezione, sottoposti ad esperimenti crudeli, sfigurati, ingabbiati, incatenati, legati ai tavoli operatori, avvelenati e lasciati soffrire e morire. Questa è la ricerca medico-scientifica portata avanti dai baroni della medicina, finanziata e avvallata dal governo. Una ricerca che prevede lo sterminio di un milione di esseri viventi nella sola Italia, ogni singolo anno. Giorno dopo giorno, agonia dopo agonia. Questi esseri viventi sono prodotti su scala industriale dentro allevamenti specializzati, cresciuti in condizioni asettiche e creati come oggetti su cui accanirsi nella ricerca di non si sa quale soluzione ai mali che noi stessi umani abbiamo provocato.

Video divertenti: Simon's cat e la scatola di cartone

pubblicato: giovedì 26 agosto 2010 da luca

(petsblog.it) Ritornano le avventure del gatto di Simon. Questa volta il bel micetto animato è alle prese con una scatola di cartone che Simon deve usare per mettere via delle cose. Simon ha commesso un grosso errore: lasciare un così "misterioso" oggetto tra le zampe del suo adorato gatto. Buona visione!

Come capire se un cucciolo di cane è dominante? Il test di Campbell

pubblicato: venerdì 20 agosto 2010 da Robo

Come capire se un cucciolo di cane è dominante? Il test di Campbell

(petsblog.it) Dopo aver visto i segnali tattili dei cani dominanti e quelli dei cani sottomessi, come capire se il cucciolo che ci troviamo di fronte è dominante o meno? C'è un apposito test, chiamato test di Campbell dal nome di William E. Campbell, famoso psicologo statunitense studioso del comportamento animale. È bene somministrare questo test ai cagnolini tra le sei e le otto settimane di vita; potete anche eseguirlo su un cucciolo più grande nel caso non sia stato possibile farlo prima. Il test di Campbell serve per capire il carattere del cucciolo, non per scartarlo nel caso sia molto dominante! Una volta che si è capito che batuffolo abbiamo davanti possiamo regolarci di conseguenza per organizzare la nostra vita con lui.

Come tutti i test va preso non come verità assoluta: può essere un buon modo per capire che cane abbiamo di fronte, è senza dubbio valido se viene somministrato a cuccioli meticci di cui non si sa nulla, è pressoché inutile se abbiamo a che fare con un cane che ha avuto scarsi rapporti con gli esseri umani. Non è nemmeno valido per capire le differenze caratteriali tra i piccoli di una stessa cucciolata, dal momento che i pelosetti potrebbero avere tutti le stesse reazioni.

Spagna, terrore alla corrida

 

(ilgiornale.it) Terrore durante una corrida a Tafalla, cittadina della regione spagnola della Navarra, dove un toro ha saltato le barriere protettive e si è gettato tra gli spettatori, ferendo almeno 30 persone - a cura di APCOM   (19 agosto 2010)

Melbourne, coccodrilli al guinzaglio

Melbourne, coccodrilli al guinzaglio: il rettile "domestico". La bizzarra passione di Vicki Lowing
Caricato da Apcom-Video. - Video notizie in tempo reale

(ilgiornale.it) Un coccodrillo come animale domestico. Vicki Lowing ha una passione sfrenata per questi animali che tratta come se fossero dei docili cani da compagnia: il suo preferito si chiama Johnny, anche se in realtà è un'esemplare femmina, ha 14 anni e passeggia tenuto al guinzaglio per i marciapiedi di Melbourne - a cura di APCOM

L’atroce destino degli ‘Orsi della Luna’

(telesanterno.it) Gli ‘Orsi della Luna', con un nome che fa pensare alle fiabe, sono in realtà animali che vengono immobilizzati e torturati in una piccola gabbia per vent'anni, la durata della loro vita, questo per prelevare ogni giorno, attraverso rudimentali cateteri di metallo conficcati nella cistifellea, la bile, utilizzata dalla medicina tradizionale cinese.

Il dolore che subiscono è così tremendo che gli Orsi cercano di suicidarsi. Per impedirlo gli vengono strappati gli artigli e segati i denti. E' questo il destino agghiacciante di decine di migliaia di Orsi della Luna torturati in Cina, in Corea e in Vietnam. E contro questa pratica crudele nasce nel 1998 ANIMALS ASIA FOUNDATION e viene aperto il Centro di recupero per gli orsi salvati.

Oggi gli orsi liberati sono più di 280. E in questi giorni la notizia della liberazione, dopo tre anni di pressioni diplomatiche, di 5 orsi della luna, detenuti illegalmente in una fattoria della bile nei pressi di Ha Long Bay, in Vietnam. Il Corpo Forestale e la polizia di Ha Long, lo scorso 2 ottobre hanno colto in flagrante due operatori che estraevano la bile per rivenderla a un gruppo di turisti coreani.

Aeroporto Marconi: il “mercato” degli animali in via di estinzione

Animali esotici impagliati, teschi, pelli, coralli. E' la merce di importazione illegale sequestrata e stoccata dal Nucleo Operativo della Forestale in un magazzino presso l'aeroporto di Bologna.

(telesanterno.it martedì, 17 agosto 2010) Bologna, aeroporto Guglielmo Marconi. Quello che vedete (vedi video) è un leone impagliato; c'è anche un leopardo che siede maestoso sul tronco di un albero. E questa? La pelle di un'anaconda, quattro metri di lunghezza. Siamo nel deposito del Noc, il Nucleo Operativo Cites della Forestale, a pochi metri dalla pista di decollo del Marconi. Qui sono stoccate le merci sequestrate durante i controlli in aeroporto: pelli, animali impagliati, gusci di tartaruga, teschi, coralli, che violano le norme Cites, ovvero la convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di animali e piante in via d'estinzione.
Tutti questi sacchetti (vedi video) contengono invece farmaci cinesi. Si va dai cerotti con estratto di corna di antilope e rinoceronte a pastiglie e infusi di piante in via d'estinzione.
Sugli scaffali del deposito anche coralli e conchiglie rarissime portati in Italia da turisti più o meno consapevoli dell'illegalità del loro souvenir. 306 sono i controlli effettuati al Marconi dall'inizio dell'anno sulle merci che arrivano con gli aerei cargo e sui bagagli dei viaggiatori, 37 i sequestri. Le multe sono salate, si va dai 2mila ai 3mila euro per i "souvenir" e dai 10mila ai 100mila per chi commercia prodotti che violano le norme Cites.

Nel video: interviste a Mauro Cavaliere, Agente Scelto Nucleo Operativo Cites, Corpo Forestale;
Alessandro Gatti, Agente Scelto Nucleo Operativo Cites, Corpo Forestale;
Samanta Vivoli, Vice Revisore Forestale;
Ermanno Aristotile, Assistente Capo Nucleo Operativo Cites, Corpo Forestale

Lo zoo di Arcana

di Giovanna Dall'Ongaro | Pubblicato il 16 Agosto 2010 10:01

(galileonet.it) Ai suoi lettori l'editore inglese George Perry prometteva ogni mese molto più che notizie scientifiche ben divulgate. La rivista ottocentesca Arcana, uno dei primi periodici di storia naturale, puntava a stupire con le accattivanti illustrazioni,  non sempre però affidabili, di animali esotici, molti dei quali fino ad allora sconosciuti in Europa (come il primo ritratto di un koala). Non un esempio di rigore scientifico quindi,  ma un'importante testimonianza culturale che merita di essere ricordata soprattutto per alcune innovazioni grafiche introdotte da Perry. E' questo il motivo che ha spinto Paul Callomon, curatore dell'archivio dell'Academy of Natural Sciences in Philadelphia, a riunire i numeri dell'unica annata della rivista (1810-1811) in un unico volume, secondo le intenzioni dello stesso Perry. Quella che ora si trova a Philadelhia, mostrata nel video, è una delle tredici copie complete di cui attualmente si conosce l'esistenza.

Animali - Il gambero della Luisiana invade il Lago di Varese

Sono grossi, rossi, voraci. E commestibili. Si pescano anche nei ruscelli della pista ciclabile e poi si cucinano come fossero piccole aragoste.

(varesenews.it) Parti per fare una bella passeggiata ferragostana e ti ritrovi con gli ingredienti per un bel risotto di pesce.  E' quello che ormai sanno gli "utenti" della pista ciclabile di Varese, che da un po' di tempo a questa parte si sono ritrovati, sulla strada e nelle rogge che la costeggiano, «Dei gamberoni grossi e rossi. Ma belli, eh!» spiega Giorgio, varesino "in vacanza" con amici in quel curioso e suggestivo angolo di città.

I gamberi, secondo chi li ha studiati meglio "sul campo", «sono di una razza americana. Qualcuno ha pensato bene di portarli qui credendo di fare una cosa buona, e invece si stanno divorando tutto» spiega l'anonimo pescatore nel torrente che da Azzate finisce nel lago di Varese, e che la pista ciclabile attraversa con un ponticello.  Il giovane li "pesca" a mani nude, servendosi di guanti: il loro aspetto è molto diverso dai normali gamberi d'acqua dolce, più grigiastri. A farlo sono in due, della provincia di Varese, che stanno al campeggio di Buguggiate, una sorta di vacanza ferragostana a pochi passi da casa. Ma che regala emozioni costiere.

Condividi contenuti