Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Benessere e Salute

Benessere e Salute: informazioni e opinioni su ricerca scientifica medica, ospedali, sanità, malattie, farmaci, integratori, luoghi per cure, strutture benessere, stili di vita e consumi. Con il contributo di redattori volontari che possono inviare i loro scritti a luigiboschi@gmail.com

I cereali senza glutine

Il marchio Senza Glutine è noto per la forma della spiga sbarrata. Questo logo è diventato a livello internazionale il simbolo dei prodotti che sono confezionati tenendo conto della predisposizione a contrarre l’intolleranza verso il glutine, nota come celiachia.

Quali sono i cereali senza glutine e quali sono le loro caratteristiche essenziali.

I cereali che naturalmente sono privi di glutine sono il riso, il mais, il grano saraceno, il miglio, l’amaranto e la quinoa. Le caratteristiche di questi cereali sono le seguenti:

Il riso è sicuramente l’alimento gluten free più consumato al mondo. Si tratta di un prodotto che è coltivato praticamente ovunque, ha bisogno di molta acqua e di un clima umido per poter crescere. I chicchi di riso contengono soprattutto amido che, similmente al glutine, produce un effetto collante, senza però sviluppare alcun tipo di intolleranza. Il riso è un prodotto da molitura e la farina di riso trova molteplici impieghi non soltanto nella dieta dei celiaci.

Il mais è un prodotto relativamente recente sulle tavole europee in quanto, come è noto, è stato introdotto nel resto del mondo dopo la scoperta dell’America. La farina di mais, ovviamente, non contiene la proteina agglutinante e può essere impiegata nella preparazione di tanti piatti. Tuttavia, per effetto delle lavorazioni industriali, ai celiaci è consigliato astenersi dal pop-corn, anche se preparato con chicchi di mais.

Pane al Pane

Di Interesse questo video sul Pane!!... e sulla salute di chi lo consuma. LB

LE PROPRIETÁ BENEFICHE DELLA BANANA

La banana, uno tra i cibi più consumati nel mondo, è il frutto del banano del genere Musa. Ha una forma allungata e si sviluppa secondo il classico “caschetto” che può arrivare a pesare fino a 50 kg. Ha una buccia esterna piuttosto dura, di un colore che va dal verde chiaro al giallo (a seconda del grado di maturazione). La parte commestibile della banana è la sua polpa che si presenta biancastra e piuttosto dolce. Il frutto contiene molto zucchero ed è estremamente nutriente, ecco perché può facilmente sostituire un piccolo pasto ed è molto indicato come “spuntino”, anche per il suo notevole potere “saziante”. La prima traccia della banana risale addirittura al 500 a.C. e si dice che ad assaggiarla fu per primo Alessandro Magno: successivamente arrivò anche in Africa e America. È tipica dei paesi tropicali, dove è possibile consumarla nell’arco di tutti e dodici i mesi e quando non è possibile trovarla viene coltivata nelle serre, raccolta e trasportata in celle frigorifere (12° circa) per essere esportata.

Roberto Ghiretti: Cosa sta succedendo all'Ospedale Maggiore di Parma?

 Riduzione dei posti letto al Maggiore: “In atto un piano per depotenziare la nostra azienda ospedaliera” 

Cosa sta succedendo al nostro Ospedale Maggiore? Le denunce apparse sulla stampa locale in questi giorni non possono non preoccupare chi ha a cuore il benessere dei parmigiani. Se poi si considera che quanto dichiarato dal primario di Oncologia Andrea Ardizzoni in merito alla scarsità dei posti letto disponibili nel proprio reparto è ulteriormente aggravato da una serie di segnalazioni arrivatemi dall'interno dell'Ospedale Maggiore di Parma si capisce come la questione non possa più essere ignorata.

A quanto mi risulta infatti la dichiarazione secondo la quale la riduzione estiva dei posti letto, in vigore per i prossimi 4 mesi, sarebbe pari ad un 15% complessivo, non rende giustizia della reale situazione dell'azienda ospedaliera di Parma.

In particolare la riduzione dei posti letto in Chirurgia generale sarebbe del 30% sulla degenza ordinaria (che riguarda il trattamento anche di casi più difficili come le patologie tumorali) e del 50% sulla cosiddetta degenza breve, che ricomprende comunque anche trattamenti di tumori come il cancro alla mammella. Se poi si considera che a fronte di queste riduzioni non vengano ridotti i posti letto in altri reparti come ad esempio la Chirurgia plastica, si può facilmente comprendere come si sia di fronte ad un tentativo da parte della Regione di depotenziare l'azienda ospedaliera di Parma attraverso la riduzione dell'attività clinica.

Piselli: Proprietà e Benefici

La pianta dei piselli, nome scientifico Pisum Sativum, è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Fabacee; le sue origini non sono certe, si presume che provenga dall'India e la sua coltivazione risale a ben 5.000 anni fa.

I piselli sono legumi dal gusto gradevole e dolce a causa dell'abbondante presenza di zuccheri che però, stranamente, dopo l'essiccazione si perdono anziché concentrarsi.

I piselli sono coltivati in tutto il mondo ed in particolar modo nei paesi asiatici; le varietà più conosciute sono: piselli nani (Telefono nano, Meraviglia d'Italia, Gloria di Quimper), piselli mezza rama (Lincoln, Rondo), piselli rampicanti (Telefono, San Cristoforo, Serpetta Verde, Lavagna) e i piselli mangiatutto ( Gigante svizzero).

La fragola, una miniera di benessere

Maggio è il mese delle fragole: dolci, gustose e straricche di antiossidanti, a sorpresa sono anche una ricca miniera di principi attivi preziosi per perdere peso. Per sfruttare al meglio queste virtù, l’ideale è gustarle fuori pasto, a colazione la mattina o come snack

Zuccheri “buoni”, sali e poche calorie

Pur essendo così dolce e appetibile, la fragola contiene poche calorie: appena 30 per etto di fragole. Ha prima di tutto un’azione depurativa e disinfiammante, attiva gli antiossidanti già presenti nell’organismo e ha una marcata azione di stimolo sulle attività metaboliche.

Inoltre le fragole contengono l’acido acetilsalicilico, che riattiva le difese immunitarie (e dunque agisce come un’aspirina naturale) e migliora la funzionalità del microcircolo, con effetti benefici in caso di ristagni venosi, gambe gonfie, cellulite e ritenzione.

La presenza di antociani, potenti antiossidanti naturali che hanno un’ottima azione preventiva sui disturbi cardiovascolari, migliora anche la funzionalità del fegato e dei reni, dai quali dipende la tendenza del corpo a trattenere liquidi e scorie.

Psicosomatica: il corpo simbolico

Roberto Pinetti

La visione psicosomatica
Il corpo e i  suoi organi nella lettura simbolica.
  • IL CUORE
  1. Infarto miocardico acuto. Se l'emozione non scorre il cuore si inaridisce.
  2. Un buco (vero) nel cuore. (Il forame ovale  pervio)

1) Infarto miocardico acuto. Se l'emozione non scorre il cuore si inaridisce.

La Salute dei cittadini dell'Europa

Ai candidati al Parlamento Europeo per le elezioni di Maggio 2014 

Certo sapete l’Unione Europea ha competenza per la salute e la ricerca. Ma forse non sapete quale sia l’attuale stato di salute dei cittadini europei, e neppure quello dei cittadini del vostro stato. Secondo le statistiche epidemiologiche francesi ( di VS, HAS, OPEPS…) in Francia più di  una persona su 10 (per un totale di più di 6 milioni di individui) è affetto da Alzheimer, o diabete, o tumori ormono-dipendenti (seno, prostata), o da autismo, e due milioni di nuovi casi saranno diagnosticati nel corso di quest’anno. Queste cifre sono più che raddoppiate nell’ultima decade. Poiché la popolazione francese  rappresenta all’incirca 1/8 di quella della UE, è facile calcolare le cifre riferite a quest’ultima. 

E’ ovvio che la UE ha prestato troppa poca attenzione alla prevenzione di questi mali e ai progressi nelle cure. 

Se queste tendenze persistessero, i bambini nati nel 2000, scoprirebbero, mentre ancora nella prima parte della loro vita, di essere affetti da diabete nella misura di uno su tre, da Alzheimer di uno su quattro. Il cancro alla prostata colpirebbe tutti gli uomini, il tumore al seno una donna su tre, mentre una nascita su tre risulterebbe autistica e la sterilità maschile sarebbe generale nel 2025… 

La popolazione europea si trova a dover affrontare una seria crisi sanitaria, che minaccia la sopravvivenza della nostra specie per la fine di questo secolo. L’Unione Europea (come ogni membro del suo Parlamento) ha i mezzi giuridici e materiali per invertire immediatamente questo disastroso trend. 

Proprietà e Benefici con le bacche di Aronia

L’Aronia è un arbusto originario del Nord America e delle Lande Siberiane che porta frutti che assomigliano ai mirtilli neri. Questi frutti, che sono comunemente chiamati bacche di aronia o chokeberries, vantano un profilo nutrizionale particolarmente impressionante.

L’Aronia Nera ha notevoli proprietà è ricca di vitamina K che è indirettamente utile a formare e mantenere robuste le nostre ossa nonché alla coagulazione del sangue, inoltre sono presenti numerosi sali minerali. Sono, però, le proprietà antiossidanti quelle riconosciute più attive nelle bacche dell’Aronia Melanocarpa: antociani e polifenoli, flavonoidi in particolare, contribuiscono in modo marcato al contenimento della formazione dei radicali liberi che sono responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Le bacche sono un’ottima fonte di fibre , rendendole lassativi naturali efficaci che possono aiutare a rimuovere la materia accumulata dal colon . Di conseguenza , possono anche prevenire il cancro del colon , promuovendo al contempo la perdita di peso naturale negli individui in sovrappeso .

100 grammi di frutti di aronia secca ci fornisce il 93% della dose giornaliera raccomandata di ferro , che svolge un ruolo fondamentale nei processi di ossidazione del corpo e può essere acquisita solo da fonti esterne , dato che i nostri corpi non possono farlo . 100 grammi di frutti di aronia secca ci fornisce anche il 34 per cento della nostra assunzione giornaliera raccomandata di vitamina C, che svolge un ruolo centrale nella formazione del collagene e ha numerosi benefici anti-invecchiamento .

Le bacche di Aronia possono aumentare la circolazione del sangue e rinforzare i vasi sanguigni, grazie alla loro capacità di neutralizzare i radicali liberi, che sono una delle principali cause di problemi cardiovascolari. Aiutano anche prevenire la formazione di coaguli di sangue , riducendo così le possibilità di aterosclerosi , o indurimento delle arterie .

Premsai Patel L’UOMO PIÙ VECCHIO DEL MONDO È VEGETARIANO

A tutti gli espositori di Cibus 2014: ORTOCOLTURA DIRETTA E VEGAN-CRUDISMO COME SEGRETI DELLA SALUTE; NIENTE CARNE E NIENTE PESCE SIN DA BAMBINO

L’uomo più vecchio del mondo, il signor Premsai Patel, è vegetariano. 
Nato in India l’11 maggio 1896: sono così trascorsi ben 118 anni e nel frattempo sono scoppiate un paio di guerre mondiali, due bombe atomiche, una guerra fredda, il Titanic è affondato, l’uomo è sbarcato sulla Luna, i televisori si sono accesi in tutte le case e i Beatles hanno dato alla luce “Love Me Do”. Il signor Premsai Patel, un insegnante in pensione, è quindi sicuramente stato testimone oculare di quest’ultimo secolo.

L’anziano abitante di Korba, nel Chhattisgarh, tutte le mattine recita versi del “Ramcharitmanas” (la sacra scrittura indù che secondo le credenze purifica il corpo e l’anima). Premsai Patel dichiara di aver visto quattro generazioni della sua famiglia comprendente 50 membri, tra cui i suoi tre figli, il maggiore dei quali è Itwari (80 anni) seguita da Mahesh e Ganeshram.

L’ultracentenario afferma di essersi risposato dopo la morte della sua prima moglie. Il segreto della sua longevità, oltre alla sua devozione agli dei e alla religione indù, è nascosto nella coltivazione del suo piccolo orto. Infatti, quello che sarebbe l’uomo più vecchio del mondo è vegetariano e basa la sua dieta su verdure fresche, legumi e mahua (Madhuca longifolia).

PRESENTAZIONE DELLA PIATTAFORMA NAZIONALE DELLA SALUTE MENTALE

(AGENPARL) - Roma, 13 apr  - Domani verrà presentata la "Piattaforma Nazionale della Salute Mentale" presso l'auditorium Ministero della Salute, Roma via Ripa 1

Di seguito il programma e gli inteventi: 
10.30 Piattaforme nazionali della Salute mentale in una prospettiva Europea Pino Pini
 
10.45 Il manifesto della piattaforma Nazionale “Carta di Firenze” Galileo Guidi
 
11.00 Piattaforma e rapporti con il ministero della salute Di Fiandra Teresa 
 
11.15 Associazione Italiana Residenze/Risorse per la Salute Mentale Marco D’Alema
 
11.30 Coordinamento toscano delle Associazioni di Salute mentale Gemma Del Carlo
 
11.45 Rete Toscana degli utenti della salute mentale-Coordinamento nazionale degli utenti della 
 
salute mentale Francesca Falagiani 
 
12.00 Unione Nazionale delle Associazioni per la Salute Mentale Girolamo Di Gilio
 
Coordina Donatella Miccinesi AISMe  

La dieta salva-sorriso

Le conclusioni degli esperti di Odontoiatria sui cibi buoni e quelli da evitare per la salute dei propri denti. Promossi caffè, mirtilli, yogurt e formaggi. Bocciate bevande gassate, birra e anche le mele 

ROMA - La buona notizia arriva ad una settimana dalla Pasqua: il cioccolato è anti-carie, ma solo se fondente. Lo hanno detto gli esperti riuniti a Roma in occasione del XXI Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari di Odontoiatria che si è concluso oggi. Abbiamo chiesto agli odontoiatri l'elenco dei cibi salva-sorriso che prevengono le carie e la perdita dello smalto. 

Condividi contenuti