Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Ancona

Ancina

Carlo Consiglio: TAR ABRUZZO SOSPENDE APERTURA DELLA CACCIA ALLA LEPRE; TAR MARCHE NON SOSPENDE CALENDARIO VENATORIO

Carlo Consiglio

TAR ABRUZZO SOSPENDE APPERTURA DELLA CACCIA ALLA LEPRE

Con delibera n. 542 del 23 luglio 2018 la Giunta Regionale dell’Abruzzo approvava il calendario venatorio del 2018-2019. L’associazione WWF, difesa dall’avvocato Michele Pezone, impugnava tale calendario venatorio avanti al TAR dell’Abruzzo chiedendone l’annullamento previa sospensione. Il TAR dell’Abruzzo con ordinanza n. 199 del 20 settembre 2018, preso atto delle modifiche apportate al calendario venatorio dalla Giunta regionale con delibera n. 671 del 4 settembre 2018 relativamente alle specie fagiano e quaglia,  sospendeva il calendario venatorio limitatamente alla data di apertura della caccia alla lepre. Pertanto la caccia alla lepre rimane vietata fino alla data di apertura che verrà indicata dalla Giunta regionale con nuova delibera.

TAR MARCHE NON SOSPENDE CALENDARIO VENATORIO

Con delibera n. 1068 del 30 luglio 2018 la Giunta regionale delle Marche approvava il calendario venatorio 2018-2019. Le associazioni LAC e WWF, difese dall’avvocato Tommaso Rossi, impugnavano tale calendario venatorio avanti al TAR delle Marche,  chiedendone l’annullamento previa sospensione. Il TAR (sezione I), con ordinanza n. 394 del 12 settembre 2018, pubblicata il 13 settembre 2018, respingeva la domanda di sospensione.

CONSIGLIONEWS N. 108
15 settembre 2018

MENSE VEG: ANCHE SENIGALLIA (ANCONA) SI ADEGUA ALLE LINEE GUIDA DEL MINISTERO SULLA RISTORAZIONE SCOLASTICA

MENSE VEG: ANCHE SENIGALLIA (ANCONA) SI ADEGUA ALLE LINEE GUIDA DEL MINISTERO SULLA RISTORAZIONE SCOLASTICA.
SINDACO RISPONDE A DIFFIDA LAV: MODIFICHEREMO LA DELIBERA DI GIUNTA. NON E’ NECESSARIO ALCUN CERTIFICATO MEDICO PER MANGIARE VEGAN A SCUOLA 

Nelle mense scolastiche di Senigallia (Ancona) saranno forniti pasti vegan a chi li richiede, e non sarà necessaria alcuna certificazione o attestazione medica. E’ un nuovo positivo risultato ottenuto dalla LAV nella sua attività di tutela dei diritti dei cittadini che scelgono un’alimentazione veg. 

Il 3 agosto, infatti, il Sindaco di Senigallia ha risposto alla diffida inviata dalla LAV il 1° agosto, annunciando che porterà in una prossima riunione di Giunta una modifica alla Delibera n.188 del 13 luglio 2016, per cancellare la prevista richiesta di presentare “un’attestazione del pediatra con cui dichiara che è a conoscenza del regime alimentare seguito dal bambino e che non esistono controindicazioni di ordine sanitario”**. 

La Delibera di Giunta n.188 del 13 luglio 2016, infatti, prevedeva per il prossimo anno scolastico il menu vegan per le famiglie che ne faranno richiesta, ma a fronte di un’illegittima richiesta di attestazione medica, anziché della semplice richiesta dei genitori. 

Gianni Oliva consulente artistico della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi (AN)

(ANSA) - ANCONA, 29 GEN - Giovanni Oliva, tra i maggiori esperti di teatro musicale in Italia, è stato nominato consulente per le attività artistiche della Fondazione Pergolesi Spontini. Gli è stato affidato il compito di definire con l'amministratore delegato il progetto artistico triennale 2015-2017 della Stagione lirica di tradizione del Teatro Pergolesi e del Festival Pergolesi Spontini

Vegani, celiaci e vegetariani: arriva Pane Nostrum e la ricerca delle migliori farine

Chi è allergico o intollerante, o semplicemente chi ha voglia di sperimentare, trova a Senigallia, dal 22 al 25 settembre una serie di attività interessanti che riguardano anche le farine alternative

SENIGALLIA - Vegetariani, vegan, celiaci. A Pane Nostrum sono numerosi i corsi e gli argomenti che verranno trattati, anche per chi non vuole o non può utilizzare la comune farina 00.
Chi è allergico o intollerante, o semplicemente chi ha voglia di sperimentare, trova a Senigallia, dal 22 al 25 settembre una serie di attività interessanti che riguardano anche le farine alternative. Pane Nostrum conferma così di essere un punto di riferimento nazionale, portando alcuni dei più importanti maestri panificatori sulla piazza per parlare e mostrare gli aggiornamenti che arrivano dal mondo dell’arte bianca, grazie alla continua ricerca che viene fatta sui prodotti e sulle tecniche. Al tempo stesso mantiene alta l’attenzione verso chi, per necessità, deve utilizzare farine alternative o effettuare diete prive di glutine. A partire dalla celiachia, grazie alla collaborazione con l’Aic - Associazione Onlus Celiachia, viene ripetuta la positiva esperienza dello scorso anno con laboratori e incontri ad hoc organizzati nel loro stand. Inoltre, è prevista la vendita dei prodotti senza glutine.

Terremoto, ancora paura nel centro Italia: scosse in provincia di Perugia e Ancona

Due scosse, la più forte di 4.3, sono state avvertite nella notte e all'alba anche a Rieti e Macerata. Il sindaco di Norcia: "Piccoli crolli sulle mura antiche della città". Nella notte arrestati due sciacalli all'opera nel campo Rio di Acquasanta Terme (Ascoli Piceno)

ROMA - La terra continua a tremare nel Centro Italia. Una scossa di terremoto di magnitudo 4.3 è stata registrata alle 3:34 di questa notte in provincia di Perugia, ad una profondità di 11 chilometri. Il sisma è stato avvertito anche a Rieti e Macerata oltre che Foligno e nella zona del Perugino. Una seconda scossa da 3.0 è stata registrata sempre a Perugia alle 5.19, profondità 8 km. Poi, una nuova scossa piuttosto forte, di 4.5, è stata avvertita poco dopo le 12:15 nelle Marche, nella zona di Macerata, tra Pontegallo e Castelmonaco sul Nera. È stata avvertita anche ad Ancona. Sono in corso controlli. Numerose le telefonate giunte ai vigili del fuoco del capoluogo.

Il sisma è stato avvertito anche ad Accumoli, proprio mentre sotto il tendone del campo sfollati il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, il commissario VascocErrani e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti stavano dando comunicazioni alla popolazione.

Paura a Norcia. La scossa delle 3:34 di questa notte è stata chiaramente avvertita dalla popolazione nella zona di Norcia, in provincia di Perugia, e molte persone sono scese in strada per la paura, ma al momento non risultano feriti. Lo riferisce il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, precisando che vi sarebbero stati dei piccoli crolli sulle mura antiche della città e in altri punti già danneggiati dalle precedenti scosse. Verifiche più approfondite saranno svolte nella mattinata. Altre scosse di minore intesità sono poi state registrate sempre nella zona di Perugia e Ascoli Piceno.

In gabbiette senza acqua né cibo Trovati 34 cani, 8 erano già morti

Il Corpo forestale dello Stato ha scoperto il carico di meticci, tra uno e due anni, in un furgone proveninete da Patrasso, appena entrato nel porto del capoluogo marchigiano. Fermate e denunciate due persone

(ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com) Ancona, 12 giugno 2009 - Erano tenuti in gabbiette minuscole, senza ricevere da bere e da mangiare. E poi viaggiavano su mezzi di trasporto 'del tutto inadeguati': questa la condizione in cui erano tenuti 34 cani, in prevalenza meticci di età compresa tra uno e due anni, scoperti dal Corpo forestale dello Stato di Ancona a bordo di un furgone sbarcato dal traghetto proveniente da Patrasso (Grecia) e appena entrato nel porto del capoluogo marchigiano.

I controlli del mezzo, fa sapere la forestale, scattati a seguito di una segnalazione della polizia di frontiera in servizio al porto di Ancona: qui è stato fermato il furgone su cui erano trasportati illegalmente gli animali, otto dei quali morti per la mancanza d'aria e di cibo. Sequestrati gli altri 26 cani, che sono stati affidati ad un canile della provincia di Ancona dove "riceveranno le cure necessarie al ripristino del loro stato di salute", assicura la forestale.

Fermati e denunciati per maltrattamento di animali le due persone a bordo del furgone, un uomo di nazionalità tedesca e una donna greca che "non avevano dichiarato al momento dell'imbarco la presenza di animali" sul mezzo, sottolinea il Corpo forestale dello Stato. Le indagini, ancora in corso, "dovranno chiarire tra l'altro l'origine e l'organizzazione coinvolta in questi traffici illegali".

Morti 3.000 animali

Il camion si ribalta in superstrada. Morti 3.000 animali. Strage di polli allo svincolo

(CORRIERE ADRIATICO) MOIE (AN) - Migliaia di polli morti, e altre migliaia recuperati dopo ore di lavoro, un camionista un po´ acciaccato e l´automezzo da aggiustare. E´ il bilancio dell´incidente accaduto ieri mattina alle 9 sulla rampa d´uscita Moie della superstrada. Un grosso camion (Iveco Magirus), guidato da M.G., stava trasportando circa 6.000 polli, rinchiusi nelle apposite gabbie, allo stabilimento Fileni di Castelplanio.
Il camion proveniva da Ancona e l´autista ha deciso di usufruire dell´uscita di Moie. Per una disattenzione, o per un guato, oppure per la velocità eccessiva, il camion si è rovesciato nella curva d´uscita. E´ stato un massacro di polli - quelle richiusi nelle gabbie colpite dalla valanga di altre gabbie che cadevano giù e dallo stesso camion che capotava.
L´autista è stato subito soccorso, ma non ha riportato ferite serie,
comunque un´ambulanza l´ha poi trasportato al pronto soccorso di Jesi. Sul posto è arrivata una pattuglia della polizia stradale che ha chiuso lo svincolo in entrambi i sensi di marcia; i vigili del fuoco, i veterinari dell´Asur, gli addetti dell´Anas, e personale Fileni per recuperare tutto il pollame rimasto vivo. Ci sono volute molte ore di lavoro e solo nel tardo pomeriggio lo svincolo è stato riaperto al traffico. 12 NOVEMBRE 2008

Condividi contenuti