Stefano Fermante ha rimesso il mandato nelle mani della sindaca, che ha protocollato la decisione mercoledì. Quando, assumendo le deleghe al Bilancio in attesa di nominare il nuovo assessore, ha detto: "Abbiamo una ragioneria che funziona benissimo". Secondo Repubblica il tecnico ha lamentato di essere "completamente isolato" e di aveve "una responsabilità enorme" perché "i conti sono peggiorati"

Il ragioniere generale di Roma Capitale, Stefano Fermante, ha rimesso il mandato nelle mani della sindaca Virginia Raggi. Il Campidoglio perde dunque un’altra pedina, mentre la prima cittadina della Capitale sta ancora individuando il nome del nuovoassessore al Bilancio e di quello alle Partecipate. Mercoledì lei stessa ha assunto la delega al Bilancio in seguito all’ordinanza direvoca di Raffaele De Dominicis arrivata solo ieri nonostante la brevissima esperienza dell’ex procuratore della Corte dei Conti in giunta sia finita da oltre 20 giorni. Repubblica, che dà la notizia, riferisce peraltro che Raggi ha protocollato le dimissioni proprio mercoledì. Quando, annunciando appunto di aver avocato a sé la delega e di stare “lavorando sul bilancio”, ha anche assicurato: “Abbiamo una ragioneria che funziona benissimo“.