Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Articoli

E' morto l'artista parmigiano Gabriele Ferrari

Gabriele Ferrari con  Francesca Bersani

E' morto l'artista parmigiano Gabriele Ferrari (1952), uno dei più significativi esponenti dell'arte contemporanea dell'Emilia.
In particolare ricordiamo le sue installazioni. Domani 28/03/2017 dalle 12,30 alle 13 alla Sala Commiato dell'Ospedale di Parma, sarà esposta la salma. (Parma, 27/03/2017)
Luigi Boschi

Grillo: “Casting di mille esperti di governo per non ripetere gli errori di Roma”... e di Parma

Grillo, anche a Parma hai fatto un disastro facendo eleggere a Sindaco Pizzarotti, un arrogante, incapace e ignorante, in più traditore verso di te e nei confronti di quei parmigiani che lo hanno purtroppo votato. E questo lo ricorderemo sempre! Anche a Parma è stato un disastro il tuo passaggio, non solo a Roma, dove hai toccato l'apice della tragica comicità. Sapevate tutti benissimo di non essere in grado di gestire il governo di quella città, ma è la vostra avidità di potere a discapito dei cittadini che vi ha traditi. Nel vostro DNA vi è solo distruzione e cultura della morte. L'onestà si vede anche da qui. E' disonesto anche chi si candida a un ruolo di cui non ha le competenze per svolgerlo e neppure un gruppo di esperti su cui contare. Non basta un copione tragicomico acchiappavoti o promesse, poi non mantenute, per dimostrare responsabilità politica. Ecco perché siete dei disonesti! Invece di guardare dentro di voi, avete accusato ingiustamente tutta la stampa e i giornalisti che vi facevano osservare o denunciavano i vostri errori e disastri politici... c'è un solo nome per definirvi:  Farabutti! LB

Il capo partito: “Non possiamo più fidarci di chiunque”. Già iniziati colloqui con economisti, magistrati e funzionari

Quanto è facile trasformare un sogno in un incubo? È la domanda che Beppe Grillo tiene bene in mente quando immagina il M5S al governo dell’Italia e al contempo guarda alle condizioni di Roma. Una è una possibilità, l’altra è già realtà e non gli fa dormire sonni sereni.   

Il Movimento 5 Stelle non è più votabile

Beppe GrilloMa non lo è mai stato votabile. Grillo uno statista? quando mai! Da un buffone dello spettacolo che lavora su copione comico fatto passare da programma politico con rapporti con i poteri finanziari da Goldman Sachs e Soros (interessati solo allo sfacelo dell'Italia per impradoniersene e arricchirsi) che vi aspettate? Incapace di gestirsi pure il suo traditore, ignorante e arrogante Pizzarotti... messo a Sindaco di una città in difficoltà, è da totale irresponsabile e incapace politico. Che un comico sia a capo della terza economia dell'eurozona... Chi lo vota è un imbecille! Grillo, un altro farabutto della politica italiana. LB

Paolo Flores d’Arcais

Nel numero di MicroMega da due giorni in edicola ho scritto [ma il testo è stato scritto oltre un mese fa n.d.r]: “Il M5S è un movimento carico di ambiguità, contraddizioni, difetti e magagne: predica ‘uno vale uno’ ma poi due vale più di tutti messi insieme (e uno dei due per merito dinastico)” seguono tre esempi e un “si potrebbe continuare a lungo”. Aggiungendo: “Ora in realtà il M5S dovrà scegliere. Proprio tra destra e sinistra. Non nel senso dei partiti, sempre più indistinguibili (…) ma certamente nel senso dei valori. D’altro canto se un movimento rinnova ogni giorno il suo peana alla Costituzione repubblicana, nata dalla Resistenza antifascista e col DNA ‘giustizia e libertà’ (…) non può poi contraddire questa scelta (…) come spesso sta accadendo. Se insiste nella contraddizione tra valori proclamati e azione politica, per il M5S l’implosione è inevitabile”.

UDP (Unione Democratici di Parma) propone la realizzazione della Casa delle Culture Popolari dove ora è lasciato incompiuto, chiuso a marcire il teatro dei dialetti

Foto Luigi Boschi: Teatro dei dialetti di Parma abbandonato

Riprendiamo una proposta dello scorso aprile (24/04/2016) [LINK], passata nel dimenticatoio di questa sciagurata, arrogante e ignorante amministrazione pentastellata, una vera dittatura dell’ignoranza, incapace di ascolto e di prendersi cura di una città, per suggerire al candidato Sindaco Paolo Scarpa, di inserire nel suo programma Amministrativo, la realizzazione della “Casa delle culture popolari” nell’edificio di recente costruzione del cosiddetto Teatro dei dialetti, non finito e abbandonato a marcire per grave, negligente incuria. Insieme all’adiacente Parco Vero Pellegrini costituiscono un incredibile spazio come centro ricreativo polifunzionale pubblico per tutti i circoli e le associazioni di Parma e Provincia in cui realizzare i loro progetti culturali, di socializzazione; un luogo per ritrovarsi tra le famiglie con giovani e maestri di vita. 

San Patrizio: lo spaccio della birra camuffato da Festa Irlandese IN PILOTTA A PARMA

Festa Irlandese 2017 a Parma

Alcolismo e profitto ai danni della salute e del complesso storico monumentale della Pilotta ridotto da centro storico culturale a spaccio alcolico per l'ubriacatura collettiva e con l'alcol ci sta pure la droga.
Proprio nell'area della bellezza si ripropone il volgare consumo smodato di alcol. Chi ha dato il permesso per questo squallido party alcolico collettivo è un delinquente da arrestare per grave danno colpevole alla salute e all'ambiente. No birra No San Patrizio! Senza la birra la festa è già finita. Una vergogna di spaccio e droga autorizzati con affossamento della cultura. Tutte le istituzioni che dovrebbero sovrintendere e non lo fanno (lautamente da noi remunerate) sono responsabili di questo colpevole disastro sociale autorizzato. Sarà l'ultimo vostro stupro alla Pilotta? Ce lo auguriamo tutti! (Parma, 15/03/2017; aggiornato il 17/03/2017)

Luigi Boschi 

Vedi edizione 2016
La vendita di barili di birra camuffata da festa Irlandese di San Patrizio a Parma nel cortile della Pilotta

Carta di Unione Democratici di Parma

Carta
Unione democratici di Parma

A seguito di numerosi incontri e confronti informali, la sera del 12/03/2017, nasce “Unione Democratici di Parma” un progetto civico di discussione e confronto politico di Parma, di resistenza alla dittatura dell’ignoranza per il proprio profitto.
Un progetto di liberazione dall’occupazione devastante delle istituzioni. Si rifà ai diritti universali dell’uomo che devono essere applicati, non disattesi. Il diritto a partecipare è la condizione al diritto della libertà. Come non ho visto in questi anni a Parma e in Italia. E’ il “male oscuro”, e/o “affari di famiglia”; del "cerchio magico".
Ci proponiamo come gruppo di pensiero critico e strategico di confronto nella discussione della nuova organizzazione Amministrativa della città. Il Comune dopo l’orgia, dopo la deriva etica, dopo gli incompetenti, deve darsi una organizzazione di alta qualità interrogando e radunando a sé tutte le migliori espressioni qualitative e meritocratiche della città e non solo.
Vorremmo essere un gruppo di confronto politico e partecipato alla discussione politica nella città in questa fase costituente della Nuova Amministrazione. Da anni promesso e poi sempre tradito da tutti. Non basta dirlo, lo si deve fare e saper organizzare. Il tempo della sparizione dopo il voto, così come delle mancate promesse, è finito. Le conseguenze dei disastri colposi (vedi legionella e esondazione del baganza - LINK) sono ancora una ferita nella città con responsabilità di chi avrebbe dovuto prevedere e intervenire in tempo e non lo ha fatto. E i cittadini restano vittime inascoltate. Fine delle deleghe in bianco agli Amministratori. I programmi elettorali devono costituire un vincolo e un patto con la cittadinanza. Chi non lo rispetta deve dimettersi.

Parma Amministrative 2017, il M5s individua un possibile candidato: sarà il consigliere Andrea D'Alessandro?

Una galassia di sigle e meetup in disputa per il dopo Pizzarotti. Ora spunta il nome per le elezioni di giugno: "Segnale di continuità rispetto alla compagine e al programma del 2012".
D'alessandro aveva partecipato anche alle regionali del 2014 ottenendo 228 voti [LINK]. Tutto è ancora da definire e decidere. 
Non è ancora certo che Grillo conceda l'utilizzo del logo M5S per partecipare alle prossime Amministrative 2017. Anche tra i simpatizzanti l'indicazione del candidato lascia molto perplessi. Nuzzo, Savani e D'Alessandro sono stati eletti con il M5S e tutti e tre sono depositari dello stesso logo sino alla fine del mandato. La dicitura "M5S Parma" è stata una aggiunta per consentire la presenza come gruppo 5S all'opposizione in Consiglio Comunale di Nuzzo e Savani, mentre D'Alessando è con la Maggioranza. A questo punto D'Alessandro deve decidere con chi stare. Non può pensare di sostenere Pizzarotti con la mano destra e fare l'opposizione con la mano sinistra, appartenendo a un gruppo che non ha più nulla a che fare con Pizzarotti: o è con "effetto Parma" oppure con "M5S Parma . LB

Da gruppo coeso e compatto a una costellazione di sostenitori spesso in rotta tra loro: è la parabola del Movimento 5 stelle di Parma nell'arco di meno di cinque anni.

Una realtà che a partire dal 2013 si è gradualmente frammentata con una chiara accelerazione segnata dall'uscita dai pentastellati del sindaco Federico Pizzarotti, che proprio in questi giorni ha presentato la carta dei valori del gruppo Effetto Parma, che sosterrà la sua ricandidatura alle vicine elezioni comunali.

Circa 6300 votanti alle Primarie di Parma per le Amministrative 2017

Affluenza dei votanti alle Primarie per il Comune di Parma:
Alle ore 12,  2292 persone; 
alle 16 i votanti risultavano 4030;
alle 20 a urne chiuse i votanti sono stati circa 6.300 contro gli  8.336 del 2.012.
(Parma, 05/03/2017)

Luigi Boschi 

Articoli correlati

ALTA L’AFFLUENZA AI SEGGI A PARMA PER LE PRIMARIE. MESCHINITÀ PROPAGANDISTICA DI DARIO COSTI INSIEME AL SENATORE GIORGIO PAGLIARI DAVANTI AI SEGGI IN PIAZZA GARIBALDI

 

Alta l’affluenza ai Seggi a Parma per le Primarie. Meschinità propagandistica di Dario Costi insieme al Senatore Giorgio Pagliari davanti ai seggi in Piazza Garibaldi

Cip e Ciop Costi e Pagliari ai seggi di Parma 

Alle ore 12,  2292 persone si sono recate ai seggi; alle 16 i votanti risultavano 4030.
Grave la scorrettezza di Dario Costi che si è recato con telecamera a far propaganda di se stesso prima al circolo Aquila Longhi e poi in piazza Garibaldi insieme al Senatore Giorgio Pagliari. Questo sarebbe colui che vuole il dialogo con tutti? Sì, nelle meschinità. CIP E CiOP... che macchiette quei due. Credibilità sotto le scarpe.  (Parma, 05/03/2017 - aggiornato alle 16,50)

Luigi Boschi

Tra Progetti senza senso creativo e visione e la politica dei venduti, la città va a rotoli

Quando leggo Costi, sempre più mi torna in mente Vignali. Gli stessi supporter di civiltà parmigiana oggi balene politiche spiaggiate [LINK]. Gli stessi inutili PD all’opposizione compreso Pagliari e i suoi seguaci come Franco Torreggiani e Franco Tegoni [LINK], capace di ogni cosa per il suo solo interesse politico [LINK]. E' una miseria di politica arrivista. Anziché adoperarsi per una candidatura unitaria, o almeno unire le divergenze, ha promosso il dissidio per vana gloria personale. La sua bella figurina il senatore l'ha già fatta sia con il referendum, sostenendo il SI, sia con il Regio [LINK]. Con Pizzarotti formano l’uroboro parmigiano (il Serpente che divora la sua coda). Anche lo slogan di Vignali diceva: “il Sindaco sei tu!” E Costi “Ascoltiamo Parma” con una grafica simile al venditore di elettrodomestici da incasso di La Spezia.

La Corte dei Conti contesta la nomina del dg del Comune di Parma Marco Giorgi

Sindaco Pizzarotti, si è già dimenticato delle sentenze a lei sfavorevoli relative a Marta Segalini? [LINK]La smetta di dire sciocchezze, falsità e banalità. Ma se è così preoccupato, perché si ricandida? Facciamo senza di lei. Se ne torni a fare l'impiegato a chiamata. Parma non ne vuole più sapere di lei. Il suo bidone è colmo. LB

Il sindaco Federico Pizzarotti ha annunciato con un post sulla propria pagina Facebook che la Corte dei Conti gli ha inviato una contestazione in merito alla nomina del direttore generale del Comune di Parma:

"Stamani la procura della Corte dei Conti mi ha inviato una lettera di contestazione con alla base l'ennesimo esposto di un esponente PD. Ormai fare politica con meno contenuti ma con molti esposti è diventata la prassi, ricorderete sicuramente quello finito con archiviazione per abuso d'ufficio.

Mi vengono richieste informazioni perchè a loro avviso la nomina del direttore generale, avvenuta nel 2015, è contestabile.
Risponderò quanto prima esponendo le mie ragioni, forte di tutti i pareri che sostengono il contrario e che finora non ci hanno richiesto: posso dire con assoluta tranquillità di aver sempre agito nella massima correttezza e nell'interesse della città, come ho sempre fatto.

Primarie 2017, Costi a Lavagetto: "Non sei il segretario del comitato di Scarpa"

Costi, ma il Senatore Pagliari è forse il suo personal trainer? Perché non risponde  dei suoi incarichi ricevuti per i "disegnini" del fantomatico PUC (Parma Urban Center) tutto pagato con risorse pubbliche da Vignali e Pizzarotti? LINK ai documenti ufficiali 

Serpagli prova a ricucire: "Tutti i candidati hanno il merito di allargare il campo a forze civiche, anche al di fuori del nostro partito e questo è un bene per il Pd ma anche per tutta la città"

"A Lorenzo Lavagetto dico che non riuscirà a trascinarmi nelle sue polemiche faziose e senza senso. Gli ricordo che è il segretario comunale del Partito Democratico e non il segretario del comitato elettorale di Scarpa (e dell’ex assessore di Vignali Ghiretti)".

Il candidato alle primarie Dario Costi è sintetico nella replica al segretario comunale del Pd Lorenzo Lavagetto che, pur senza nominarlo, aveva sottolineato l'inadeguatezza politica di un rappprto con ambienti legati al centrodestra civico che per lunghi anni ha governato Parma con il Pd all'opposizione.

Su Teleducato il botta e risposta dai toni pesanti tra il senatore Pd Giorgio Pagliari Roberto Ghiretti a propositori dei rapporti tra i rispettivi candidati e gli ambienti di centrodestra: il senatore ha ricordato a Ghiretti di avere fatto parte della Giunta Vignali; il capogruppo di Parma Unita ha replicato dicendo di avere "pochissimo da imparare da quello che forse è il Parlamentare meno utile della storia parmigiana".

Primarie 2017 a Parma, Serpagli (segretario provinciale PD): "Costi unico candidato Pd". Dall'Olio: "Falso"

Gianpaolo Serpagli

Mi chiedo se Gianpaolo Serpagli sia il Segretario del PD o di "Ettetto Parma" il gruppo di Pizzarotti? LB

"Il percorso va avanti indipendentemente da quello che succede a Roma: dividerci in questo momento ritengo che sia quanto meno stupido soprattutto dal visto del merito. Credo sia giusto soffermarsi sugli aspetti per i quali si è perso il referendum, e credo che vada discussa una linea politica che si rivolga di più alle fasce che hanno detto no al referendum: una maggiore attenzione alle fasce deboli".

Gianpaolo Serpagli, segretario provinciale del Pd di Parma - contattato da Repubblica Parma - si esprime sull'ipotesi di scissione del Partito Democratico e sulle possibili ripercussioni che potrebbero toccare le primarie del centrosinistra di Parma, in calendario il prossimo 5 marzo.

Dario quanto ci Costi!

Dario Costi

DOCUMENTI CHE testimoniano i profondi rapporti logistici ed economici tra Dario Costi, la sua associazione (Parma Urban Center) e il Comune di Parma amministrazioni Vignali e Pizzarotti

DOCUMENTO PDF UNO; Mostre collaterali al Festival Verdi 2013 per il Bicentenario Verdiano (Sindaco Pizzarotti);

DOCUMENTO PDF DUE; Deliberazione di Giunta  n. 107/5 del 30/01/2008 sostegno per la sede dell'Urban Center firmati da Savi e Benecchi (compagni di vita poi migrati in STT) (Sindaco Vignali);

DOCUMENTO PDF TRE; Deliberazione n. 1747/72 GIUNTA COMUNALE IN DATA 10/12/2008 (sindaco Vignali) sostegno alle attività di ricerca dell'Associazione culturale "Parma Urban Center" Variazione al PEG 2008: 20.000 euro;

DOCUMENTO PDF QUATTRO; Deliberazione n. 639/32 in data 21/05/2009 (Sindaco Vignali) 10.000 euro per collana editoriale denominata PUC STRUMENTI Firmato da Dante Bertolini;

DOCUMENTO PDF CINQUE; deliberazione di Giunta Comunale n. 1893 del 23/12/2008 (Sindaco Vignali) contributo di 12.000 euro per la ricerca "Casa pubblica e città. Esperienze europee e sperimentazioniprogettuali sull'alloggio popolare flessibile e sostenibile". Firmato dal Dirigente Dante Bertolini;

Primarie, l'endorsement per Costi degli ex di Civiltà Parmigiana

I DOCUMENTI CHE RIVELANO I RAPPORTI TRA DARIO COSTI E IL COMUNE DI PARMA in particolare con Vignali e Pizzarotti. Votare Costi è votare la continuità con il passato. Sarebbe interessante conoscere i suoi 500 firmatari.  

Franco Cattabiani a sinistra con Elvio Ubaldi nella campagna elettorale 2012 Mignani a destra, Zanacca al Centro con Elvio Ubaldi Franco Cattabiani

NON COMPRATE LO SPREMIAGRUMI GIRMI. DOPO POCHI MESI DI LAVAGGIO LA PARTE IN PLASTICA E' INUTILIZZABILE. E NON VI VIENE SOSTITUITA

LO SPREMIAGRUMI DELLA GIRMI DEVE ESSERE RITIRATO DAL MERCATO PERCHE’ DIFETTOSO E PERICOLOSO ALLA SALUTE (video Report sulle plastiche)

spremiagrumi Girmi

GALLERY

Il 05 Ottobre 2015 compravo un piccolo elettrodomestico: uno spremiagrumi. Sono solito fare colazione con spremuta di pompelmo rosa oppure acqua tiepida e limone.
Lo comprai presso un negozio dell’Oltretorrente di Parma. Mi consigliarono loro questo per il rapporto qualità prezzo.
Tornato a casa controllai nel libretto istruzioni le modalità di utilizzo e pulizia. Spillai lo scontrino fiscale e la matrice del pagamento con Mastercard al libretto
Notai che la parte che raccoglieva il succo poteva essere lavata in lavastoviglie, e così dopo l’utilizzo e un veloce sciacquo con acqua del rubinetto, riponevo le parti da lavare in lavastoviglie.
Dopo pochi mesi vidi la plastica del contenitore opacizzarsi, facile a rotture e crepature.

Parmigiano-Reggiano preda delle lobby alimentari. Il prodotto agroindustriale italiano più contraffatto tra tracciabilità, cancerosità e sostenibilità

Non solo dubbi sulla tracciabilità, ma certezze sulla sua cancerosità come tutti i prodotti del latte vaccino e i suoi derivati. Per non parlare degli allevamenti lager di vacche ammalate e ormonate che costituiscono una ormai insostenibile filiera. LB 

Ermete Realacci, presidente della Commissione ambiente della Camera ha presentato una preoccupata interrogazione su uno dei simboli dell’agroalimentare italiano: il Parmigiano Reggiano, che rischia di diventare un “ibrido”.

Realacci spiega l’intricata situazione: «Il Parmigiano Reggiano è un campione nazionale e una delle eccellenze dell’agroalimentare made in Italy. Il Parmigiano Reggiano è infatti uno dei nostri 259 prodotti riconosciuti tra Dop e Igp, è uno dei formaggi italiani più conosciuti nel mondo ed anche un ottimo biglietto da visita per il nostro agroalimentare di qualità. Così noto e di successo da suscitare interessi poco limpidi, compresi gli appetiti di quanti si arricchiscono scorrettamente con l’italian sounding. Per tutelare questo campione del made in Italy dalla minaccia imitazioni ho depositato una interrogazione ai ministri dell’Agricoltura, dello Sviluppo Economico e delle Politiche Comunitarie.

Alimadhi a Pizzarotti: "Previsto un termovalorizzatore nel campus?". Ateneo smentisce

Siamo ormai alle comiche albanesi. PUR DI APPARIRE ALIMADHI ne inventa una ogni giorno, raccogliendo voci. Prima lo storylelling  by Smargiassi, unitamente alla volontà di "restituire qualcosa alla città che lo ha ospitato" (ancora dobbiamo capire che cosa), ora manca che veda gli asini volare. Presto dichiarerà: "Ho visto un asino volante lungo la tangenziale sud che pisciava dal cielo. Pizzarotti smentisca se non è vero!" Ma chi le fa da suggeritore? Massimo Pinardi? LB

"Il sindaco faccia chiarezza". Ma l'Università, garantisce, che prevede solo un motore a gas per la centrale elettrica della cittadella degli studenti

di MARIA CHIARA PERRI

Il candidato alle primarie del centrosinistra Gentian Alimadhi ha scritto al sindaco Federico Pizzarotti: "Ho avuto modo di raccogliere una voce che, se fosse confermata, non potrebbe che destare elevata preoccupazione tra i cittadini di Parma, in particolare tra coloro che vivono nella zona sud della città. Si dice che sarebbe in via di autorizzazione da parte del Comune, un impianto di termovalorizzazione e produzione di biogas all’interno del campus universitario, polo di eccellenza per lo studio e la ricerca scientifica della nostra città frequentato ogni giorno da migliaia di studenti ed insegnanti".

"Se si tratta di una 'bufala', come vorrei credere, come tante ogni giorno vengono messe in rete per avvelenare il clima politico e sociale nell’opinione pubblica, mi scuso fin d’ora del disturbo. Credo però che, a questo punto, al sindaco spetti il compito sgombrare il campo da illazioni o notizie eventualmente prive di fondamento.

Dalla “patata bollente romana” Raggi, all’”ipsiota parmigiano” Pizzarotti, all’ex clandestino albanese Alimadhi

Dalla “patata bollente romana”[LINK] all’”ipsiota parmigiano” sono i laboratori politici del M5Stelle per cambiare l’Italia. Che vi aspettavate da un comico? Se non una tragica farsa. E’ la “Politica perduta” raccontata da Marco Revelli.  Sbarca invece con barcone per il PD l’ex  clandestino albanese come candidato Sindaco alle Primarie di Parma che Smargiassi (l’inviato per la storytelling strappalacrime) senza alcun dato, dà come vincente alle primarie. [LINK] e di fatto deride gli altri candidati e il PD, cito Smargiassi: " Data tacitamente per già persa la gara (Pizzarotti ha deciso la sua ricandidatura in veste di sindaco civico, e tutto lascia pensare che ce la farà), la rosa delle altre candidature alle primarie rispecchia più il posizionamento delle alleanze interne che una voglia di vincere". Una vera perla di giornalismo disinformativo by Repubblica! Dopo l'uscita di Renzi a favore di Pizzarotti [LINK], a seguire non poteva mancare quella di Smargiassi il cui cognome è già una poesia epica.

style="display:inline-block;width:728px;height:90px"
data-ad-client="ca-pub-1148397743853804"
data-ad-slot="6534948771">

Condividi contenuti