Salta navigazione.
La vita sta cambiando pelle

Parmademocratica

Parma contesta Pizzarotti

Foto Luigi Boschi: contestazione a Pizzarotti 31 01 2015

Foto Luigi Boschi: Emma Pincella tra la contestazione a Pizzarotti 31/01/2015

Foto Luigi Boschi: genitore con figlio alla contestazione a Pizzarotti - 31/01/2015

Mi ricorda moltissimo la contestazione sotti i portici del grano al Sindaco Pietro  Vignali,
solo che allora c'erano le pentole ora le fiaccole.


Gallery

Il linguaggio da accademico della Crusca dello stupefacente Andrea Censi

Riprendiamo da parma.repubblica.it l'articolo "TEp, Protocollo di intesa con i Sindacati", questa dichiarazione del Sindaco/Assessore Provinciale Andrea Censi: "L’assessore Censi – oggi possiamo sostenere di aver compiuto un altro passo importante nel percorso che, dal 2005, data di attivazione della prima gara, ci ha portato ad efficentare l’azienda di trasporto mantenedone i livelli occupazionali, coniugando lo spirito di impresa con le ragioni di universalità del servizio pubblico”.

articoli correlati: 


 

Operazione salvalavoro in vista della gara per i bus di Parma

Grandi manovre in Tep in vista di una nova gara per gli autobus di Parma. E stavolta si fa sul serio.L’azienda pubblica Tep è affidataria del servizio di trasporto pubblico a Parma e provincia ancora per quasi un anno, fino al prossimo 31 dicembre. Ma perché riesca ad andare avanti, occorrerà che partecipi e vinca la gara di affidamento del servizio per gli anni futuri che sarà bandita nei prossimi mesi. Per evitare che tutti gli autisti e il personale rischino di restare a casa, a garanzia dei lavoratori la società Smtp – che gestirà la partita per conto di Comune e Provincia – ha accettato che in caso di subentro di un nuovo affidatario, questo rilevi tutto il personale Tep. 

La clausola è stata stabilita da Smtp all’interno di un protocollo d’intesa sottoscritto con le organizzazioni sindacali. La clausola sociale per la salvaguardia dei diritti dei lavoratori è stata firmata nella serata del 22 gennaio a Parma nella sede dell’Agenzia per la mobilità dai rappresentanti di Smtp, del Comune e della Provincia di Parma e delle organizzazioni sindacali di Tep. Per Smtp erano presenti l’amministratore unico Pierdomenico Belli ed il direttore generale Raimondo Brizzi Albertelli. Per il Comune e la Provincia di Parma rispettivamente l’assessore Censi e l’assessore Folli. Per la parte sindacale l’accordo è stato siglato da Cisl, Cgil, Uil, Faisa Cisa, Ugl nonché dalle Rsu aziendali.

Roberto Ghiretti sulla nomina di Anna Maria Meo a nuovo direttore generale del Teatro Regio di Parma

Apprendo dalla stampa della nomina di Anna Maria Meo al ruolo di Direttore Generale del Teatro Regio, alla quale sarà affiancata Barbara Minghetti con un incarico di consulente allo sviluppo.

Ovviamente di queste due nomine, così come delle vicende legate all’esclusione dei sette candidati individuati dalla commissione, l’amministrazione 5 Stelle non ha ritenuto di informarci in alcun modo, tanto per dare nuovo valore ai termini “trasparenza” e “condivisione”.

In merito alle due figure prescelte, che non conosco, mi sento di fare giusto qualche considerazione preventiva. Il nuovo Direttore Generale non ha mai diretto un teatro d’opera, un' esperienza che, evidentemente, non è stata valutata come fondamentale dal sindaco Pizzarotti e dall’assessore Ferraris. Quanto alla figura di consulente allo sviluppo mi pare che ci si trovi di fronte ad un atto di  improvvisazione pura...

Alla fine di una lunga travagliata vicenda passiamo dalla gestione Fontana/Arcà a quella Meo/Minghetti, passando attraverso un bando e una commissione di cui si è voluto bocciare in toto il lavoro. In attesa di conoscere il costo complessivo di tutta questa vicenda un dato è certo: per il Teatro Regio la notte  è ancora lunga...

Roberto Ghiretti
Parma Unita

Ghiretti, Dall'Olio e Guarnieri in merito al servizio di integrazione scolastica per disabili

In merito alla questione dei servizi scolastici per i disabili, il Sindaco e l'assessore Rossi invitano i presidi a valutare la propria proposta di rimodulazione delle lezioni. Se i due, in nome di quella volontà di lavorare insieme ancora una volta purtroppo solo annunciata, avessero partecipato all'incontro organizzato dagli educatori sabato, dove erano presenti più di 300 persone, avrebbero capito che la posizione dei presidi è anche quella degli operatori, degli insegnanti, dei rappresentanti di istituto e, non ultimo, dei genitori. Tutti hanno chiesto e chiedono una sola cosa: che il servizio sia mantenuto senza tagli fino alla fine dell'anno scolastico, aprendo fin d'ora un tavolo di discussione per la prossima annualità. Fossero stati presenti, come avrebbe richiesto l'importanza dell'argomento e il loro ruolo (un sindaco non può dire che si occupa " di altre cose", salvo poi fare continue dichiarazioni pubbliche sull'argomento), avrebbero capito che la richiesta fatta da chi con i disabili vive e lavora non è una mera rivendicazione o una contrapposizione di parte. In gioco ci sono l'organizzazione  del servizio e i rapporti relazionali tra educatori e studenti disabili,  che non possono essere stravolti in corso di anno solo per il puntiglio e l'ostinazione di un assessore incapace di confrontarsi e di un sindaco che vuole sempre avere l'ultima parola.

27 gennaio Giornata della Memoria Le iniziative previste a Parma nel 70° anniversario della Liberazione di Auschwitz

 27 gennaio Giornata della Memoria

 Le iniziative previste nel 70° anniversario della Liberazione di Auschwitz

Parma, 23 gennaio 2015. La città di Parma si appresta a celebrare il “Giorno della Memoria” nel 70° anniversario della Liberazione, una ricorrenza internazionale che cade il 27 gennaio di ogni anno, data in cui le truppe dell’Armata Rossa liberarono i pochi superstiti del campo di concentramento di Auschwitz, in Polonia, nel 1945.

Il 27 gennaio è il giorno dedicato al ricordo della Shoah, cioè al ricordo dello sterminio del popolo ebreo.

Una ricorrenza celebrata anche in molti altri Paesi a seguito della risoluzione Onu, 60/7 del 1 novembre 2005.

A spiegare nel dettaglio gli appuntamenti previsti è intervenuto il presidente del Consiglio Comunale Marco Vagnozzi, che ha sottolineato l’importanza , soprattutto in momenti di crisi, della riaffermazione dei principi di libertà e rispetto per le persone.

 

Le iniziative prevedono come momento clou il Consiglio congiunto, Comunale e Provinciale, martedì 27 gennaio, alle ore 16.30, nell’Aula Magna dell’Università, quest’anno coinvolta in modo particolare nelle celebrazioni, come ha sottolineato Pier Giovanni  Genovesi, docente dell’Università di Parma.

 

La seduta si aprirà con la consegna, da parte della Prefettura, di sette medaglie d’onore ai deportati e internati nei lager nazisti: prologo del Consiglio congiunto e novità per quest’anno, come ha sottolineato Luigi Swich, Capo Gabinetto Prefettura. 

Si continuerà poi con l’appello dei Consiglieri presenti da parte del Presidente Marco Vagnozzi per il Comune e del Presidente Filippo Fritelli per la Provincia. 

Comunicazione congiunta delle opposizioni in Consiglio Comunale di Parma in merito ai tagli al servizio di integrazione scolastica per disabili.

Servizio di integrazione scolastica, le opposizioni: “Nessun taglio, le risorse vanno trovate tutte” 

La notizia che il Comune ha reperito 160 mila euro per il servizio di integrazione scolastica dei disabili, portando il taglio del servizio dal 25% all’11,83%, è un primo passo, ma non basta. Anzi è la dimostrazione, se ce n’era bisogno, che il taglio era una scelta politica e che tutti i problemi, i conflitti, i disagi, le preoccupazioni alimentati in questi mesi dall’assessore Rossi e dall’amministrazione comunale potevano e dovevano essere evitati. Come già in precedenti occasioni che hanno visto sempre in prima linea l’assessore Rossi, a partire dal trasferimento dei centri per i disabili adulti, il Comune ha innestato la retromarcia. Ora però bisogna andare fino in fondo e ristabilire l’intero importo per la copertura del servizio fino alla fine dell’anno scolastico.  

Mancano infatti all’appello poco più di 130 mila euro una cifra che, in un bilancio come quello del Comune, può e deve essere integralmente recuperata, ad esempio sospendendo l’affidamento per l’incarico a un nuovo dirigente ai servizi sociali, quando il dirigente c’è già. O rivedendo le spese per la comunicazione del Sindaco a cominciare dalla nomina di nuovo personale nel suo staff. Oppure andando ad utilizzare parte dei fondi precedentemente destinati al piano neve. 

Tagliare il servizio di integrazione scolastica del 12% comporterebbe infatti per le scuole la necessità di una riorganizzazione complessiva, ad anno in corso, con gravi difficoltà per tutti. Senza contare i gravi disagi per i ragazzi disabili e le loro famiglie e alla possibile perdita di posti di lavoro per gli educatori in un momento in cui il lavoro va in tutti i modi tutelato. 

Dallo Stato 500.000 euro per il Verdi Festival

Pizzarotti: “Risultato concreto per tutto il territorio. Ho invitato Franceschini a Parma, parleremo della sua Riforma dei Beni Culturali”

Il sindaco: “Sono stato contattato questa mattina direttamente da Franceschini per la buona notizia. È un risultato che premia il lavoro dell’amministrazione”. Poi un altro annuncio: “Parma tra le città selezionate dal Mibact per la costituzione di un progetto sperimentale di Sistema Museale Integrato. Così valorizzeremo i nostri musei”

Comitato utenti biblioteche di Parma Leggere tra le ruspe risponde all'Assessore Ferraris e al Consigliere Andrea De Lorenzi

Egregi Assessore e Consigliere, 
A quanto da voi dichiarato a mezzo stampa e durante l'ultima seduta del Consiglio Comunale, 
le procedure di scarto dei fondi dell'emeroteca seguirebbero i protocolli e sarebbero svolte d'intesa con la preposta Istituzione di controllo.
Noi sappiamo, a seguito di una conversazione avvenuta ieri 21 gennaio con una dirigente della Soprintendenza per i Beni librari di Bologna, che dal Comune di Parma è sì stata inviata una richiesta di scarto di documenti della Biblioteca Civica e dell'Emeroteca, ma che tale richiesta non è stata ancora autorizzata dalla Sovrintendenza.
Nel frattempo, uno sgombero di proporzioni inusitate ha riguardato i locali dell'Emeroteca.
Migliaia di documenti giacciono oggi in un ambiente umido, gettate a terra senza ordine alcuno, in una condizione che pare preludere al macero. Nel caso che lo scarto di alcune di queste riviste venga negato dalla Soprintendenza, quali saranno i danni causati dal lungo soggiorno in un ambiente improprio?
Tra essi, dalle foto pervenuteci, abbiamo potuto verificare la presenza di riviste di interesse locale, storico e culturale, disponibili soltanto in Emeroteca, o comunque non in biblioteche del territorio provinciale. Certi di fare cosa gradita, inviamo in allegato una tabella analitica contenente diversi casi simili (es.

Teatro Regio di Parma: Chiusura senza esito "Avviso di ricognizione esplorativa per incarico Direttore generale"

 La Fondazione Teatro Regio di Parma, in applicazione di quanto deliberato dal Consiglio di Amministrazione, ha inviato informativa relativa alla chiusura senza esito dell’Avviso di ricognizione esplorativa per l’incarico di Direttore generale della Fondazione Teatro Regio di Parma a tutti coloro che hanno validamente presentato domanda di partecipazione.

Ulteriori determinazioni relative alla nomina del Direttore generale sono all’ordine del giorno del Consiglio di Amministrazione convocato il 26 gennaio 2015.

Maria Teresa Guarnieri risponde al sindaco sui Presidi

 Dopo le gravissime dichiarazioni dell'assessore Rossi contro i Presidi dei diversi istituti scolastici cittadini, che hanno doverosamente evidenziato l'insostenibilità dell'annunciato taglio del servizio di integrazione scolastica e dopo le preoccupazioni espresse dai genitori dei ragazzi disabili e dagli educatori impegnati sul servizio, il minimo che ci si sarebbe potuti aspettare dal primo cittadino erano le pubbliche scuse per le inaccettabili offese istituzionali ai Presidi del suo assessore e l'impegno personale a riconsiderare la decisione presa. Invece no. Il Sindaco non ha pronunciato una sola parola di scuse per il comportamento dell'assessore al Welfare e ha di fatto ribadito che si procederà con i tagli, intervenendo solo per ripetere l'ormai  consueto attacco politico al governo e per formulare un incredibile invito alla collaborazione. Collaborare significa lavorare insieme e non lo si fa dispensando offese a destra e a manca e rifiutando costantemente di mettere in discussione le proprie scelte.
Questa non è un' offerta di collaborazione, ma ha il sapore di un' amara presa in giro.

Maria Teresa Guarnieri
Altra Politica

Ufficio in Comune a Parma per Hydra, oltre allo staff di 15 persone per la comunicazione del Sindaco Pizzarotti

L'assegnazione dell'incarico all'associazione del progetto Community#Parma al centro di due interrogazioni. Buzzi e Ghiretti, dopo la denuncia del PD, chiedono chiarezza all'Amministrazione

Il conferimento dell'incarico da 20mila euro all'associazione culturale Hydra da parte dell'Amministrazione Pizzarotti, con determina dirigenziale dello scorso novembre, arriverà anche in Consiglio comunale. A chiedere chiarimenti sono due distinte interrogazioni, promosse da Forza Italia e Parma Unita.

Altra Politica, Parma Unita, Partito Democratico presentano interrogazione in merito alla concessione in uso dell'edificio ex Stimmatini all'associazione Senza Frontiere Onlus

Gruppi Consigliari di
Altra Politica
Parma Unita
Partito Democratico
Comune di Parma

 

 

Al Sindaco di Parma
Federico Pizzarotti
Parma, 14/01/2015 

Oggetto: Assegnazione immobile “Ex Stimmatini” ad associazione Senza Frontiere Onlus 

Con un'ordinanza sindacale del 5 dicembre 2014 è stato concesso all'associazione “Senza Frontiere Onlus” l'uso dell'immobile denominato ex Stimmatini sito in piazzale San Giacomo, 7.

A quanto mi risulta, fatto confermato dalle dichiarazioni rilasciate alla stampa dall'assessore ai Servizi Sociali Laura Rossi, tale associazione appare riconducibile ai soggetti che attualmente hanno posto in essere due occupazioni abusive: quella dell'ex cinema Lux e quella di via Bixio.

Pur essendo conscio che in questa vicenda sono coinvolte diverse famiglie di senza tetto che in questi mesi hanno trovato rifugio negli stabili occupati, le dichiarazioni dell'assessore Rossi e l'impianto generale dell'ordinanza del Sindaco richiedono la precisazione di più punti discutibili.

In primo luogo il rapporto tra istituzioni e soggetti che operano, pur con degnissime finalità, nell'illegalità. Il Comune di Parma non può e non deve piegare le regole della civile convivenza per venire incontro alle richieste di persone che queste stesse regole non riconoscono. È un fatto semplice, di buon senso e che non avrebbe bisogno di essere ribadito se non fossimo di fronte ad una operazione che di fatto premia un soggetto che ha sempre operato nell'illegalità, assegnandogli la gestione di un edificio.

Quel che è peggio è che il contesto in cui queste decisioni sono state prese lascia trasparire un'evidente debolezza della Giunta, la quale soccombe al proprio ruolo di garante delle regole concedendo un bene pubblico in cambio dello sgombero di due edifici occupati.

Patrizia Maestri (PD) risponde al Sindaco Pizzarotti: Ognuno sappia prendersi le proprie responsabilità.

Sant’Ilario. Maestri (PD): “Bene il richiamo all'unità, ma ciascuno sappia assumersi le proprie responsabilità”

La parlamentare del PD, Patrizia Maestri, commenta le parole del Sindaco nella ricorrenza del Patrono della Città di Parma. 

«Il Sindaco, nel tracciare il tradizionale bilancio dell’anno trascorso, ha definito il 2014 l’anno della semina auspicando che il 2015 sia l’anno del raccolto a partire dal rilancio della sfida per una città capace diriprende un ruolo da protagonista in Regione e nel Paese. E’ un auspicio a cui mi associo volentieri pur riservandomi qualche perplessità». 

«Non posso che condividere il rinnovato impegno a sostegno dell’aereoporto e del Festival Verdi, due importanti realtà alle quali come parlamentare del territorio ho riservato, insieme ai colleghi Giorgio Pagliari e Giuseppe Romanini, grande attenzione. In particolare sul Festival Verdi ho ricevuto di recente rassicurazioni dal Ministro Franceschini sull’opportunità di proseguire il percorso avviato alla Camera con la proposta di legge a mia prima firma che punta ad inserire il Festival tra quelli di assoluto prestigio nazionale e internazionale e pertanto passibili di contribuzione straordinaria da parte dello Stato».

Discorso di Federico Pizzarotti al Sant' ilario 2015 di Parma. Tutti i premiati

Concittadini e autorità, buongiorno a tutti.

Nel darvi il benvenuto vi ringrazio per essere presenti nel tradizionale giorno di Sant’Ilario.
Come ogni anno, oggi è l’occasione per tracciare un bilancio dei dodici mesi trascorsi.

Un periodo che gli indicatori generali del Paese ci descrivono ancora di difficoltà sociale, crisi economica e produttiva.
Ma se questo è vero per l’Italia intera, sarebbe ingeneroso riassumere solo in questi termini il nostro 2014.
Anche noi abbiamo risentito delle difficoltà in cui si è ritrovato a navigare il Paese, ma il 2014 ci ha anche visto raggiungere risultati positivi.

Per prima cosa, da parmigiano innamorato della mia città, voglio iniziare il 2015 rivolgendomi ai concittadini duramente colpiti dall’alluvione.
Un evento che non si verificava da 100 anni. Lo abbiamo vissuto insieme lavorando notte e giorno senza tregua: tecnici, esperti, cittadini e soprattutto volontari. Ognuno si è impegnato al massimo e secondo le proprie capacità. Uno sforzo di energia comune che penso sia stato da esempio per tutto il Paese.

Nuovo Presidente al CAL Centro agro-alimentare e logistica Parma. Marco Core sostituisce Roberto Ravazzoni

Marco Core nuovo Presidente CAL (Centro Agro-Alimentare Logistica). Sostituisce Roberto Ravazzoni, dimissionario per ragioni personali

Il Comune di Parma, nel prendere atto delle dimissioni del Prof. Roberto Ravazzoni da Consigliere di Amministrazione di Cal srl, rassegnate in modo immediato e irrevocabile a causa di gravi ragioni personali, con comunicazione al Sindaco e all’Assessore al Bilancio e Società Partecipate il 22 dicembre u.s., ringrazia il Prof. Ravazzoni per il prezioso lavoro svolto in questi mesi.

In data 9 gennaio 2015 il Consiglio di Amministrazione di Cal srl si è regolarmente riunito e anch’esso ha preso atto delle suddette dimissioni, procedendo alla nomina del nuovo Presidente, individuato nella persona del Dott. Marco Core, già in seno al Cda attualmente in carica.

In una fase particolarmente delicata per il futuro della società si è scelto di assicurare continuità alla governance interna, assegnando l’incarico di Presidente ad una professionalità qualificata già presente all’interno dell’organo amministrativo. Il Comune di Parma ringrazia pertanto il Dott. Marco Core per la disponibilità dimostrata e augura a tutti i membri del Consiglio di Amministrazione un proficuo lavoro.

Roberto Ghiretti contesta a Folli e Pizzarotti il sistema di raccolta rifiuti del Comune di Parma, disastrosa e costosissima

 Roberto Ghiretti: “Raccolta rifiuti disastrosa e costosissima: è ora di cambiare” 

Se mai ce ne fosse stato bisogno queste festività natalizie sono state la controprova definitiva del pessimo funzionamento della nostra raccolta differenziata.

Cumuli di sacchetti un po’ ovunque, giorni di ritiro saltati, strade sporche e cittadini inferociti che ormai scrivono quotidianamente ai giornali senza peraltro essere presi in considerazione da questa amministrazione paladina di trasparenza e partecipazione; tutto questo ormai fa parte dello spettacolo che ogni giorno va in scena senza soluzione di continuità.

Eppure buon senso e umiltà dovrebbero suggerire all’assessore Folli una qualche forma di cautela nell’imporre un modello che evidentemente sta facendo buchi da tutte le parti.

Perché non sederci intorno a un tavolo e prendere seriamente in considerazione qualcuna delle proposte che abbiamo fato in questi mesi? Perché ci si ostina a dare parzialissime risposte attraverso la stampa ma non si ha il coraggio di mettere le carte in tavola e fare una valutazione seria di alternative che vadano dalla reintroduzione dei cassonetti con chip elettronico alla realizzazione di strutture interrate ad alta tecnologia?

Su questo come su tantissimi altri temi la Giunta Pizzarotti vive ormai sulla torre d’avorio in attesa di non si sa bene cosa, mentre la città scopre che questa raccolta differenziata oltre a generare i problemi di cui sopra costa tantissimo, ben 4 milioni di euro in più rispetto al 2013, per un totale di 33 milioni di euro complessivi.

Il disincanto tardivo dello stupefacente sindaco Andrea Censi sulla nomina di Maria Teresa Guarnieri

Lo stupefacente Sindaco Andrea Censi


Stupefacente
Censi! Non pago di essersi incollato per 10 anni sulla poltrona di sindaco del Comune di Polesine, non soddisfatto di averla passata liscia dall'accusa di spaccio di droga in festini con amici e compagni e non contento di aver iniziato l'anno scorso un altro probabile decennio in poltrona a Zibello, in questi ultimi mesi si è dato un gran daffare nell'Assemblea dei Soci dell'ASP di Fidenza insieme agli svergognati Massari, Frangipane, Pellegrini, Pigazzani, Trivelloni, Antonioli e Zilli per offendere il CdA e il Direttore dell'Azienda prendendosi poi gioco del loro stesso organo amministrativo attraverso le buffonesche nomine di teste di legno, tutte fallite, al posto dei consiglieri dimissionari tra cui il venduto ex Presidente Meduri, ex Presidente del Cepim e del Consorzio dell'Interporto nel quale ha trovato sistemazione eterna il neo sindaco Massari, uno che di CdA se ne intende avendone già fatto parte nella fallita cooperativa Di Vittorio.

Roberto Ghiretti all'assessore welfare di Parma Laura Rossi: meno proclami e più lavoro per difendere il proprio settore, per valorizzarlo, e migliorarlo

All’assessore Laura Rossi, che pretende di fare una lezione su come si fanno le critiche politiche usando a sua volta toni non certo istituzionali, rispondo volentieri cercando, se possibile, anche di alzare il livello della discussione.

Il punto fondamentale è che non basta annunciare di aver fatto un duro lavoro e aver risolto un sacco di problemi perché questo sia vero. Occorre anche che le persone a cui sono rivolti i servizi che il suo assessorato eroga siano non dico soddisfatte, ma almeno tranquille. Cosa che mi pare sotto gli occhi di tutti non avvenga per quanto riguarda il welfare parmigiano. O le prese di posizione che dal suo insediamento si susseguono da parte dei comitati di famiglie, delle associazioni, delle opposizioni sono frutto della mia fantasia?

Ah certo, sono tutti strumentalizzati/politicizzati. La rispostina facile e buona per qualunque stagione. La verità è che un assessore serio, al suo posto, proverebbe a fare un bilancio del proprio lavoro e trarrebbe le conclusioni scegliendo una delle due possibili opzioni: andarsene o cambiare decisamente passo. Che è poi quello che parlamentari e opposizioni della città le hanno chiesto recentemente dopo le sue esternazioni da querela nei confronti di Auser. Non sono e non voglio essere il difensore di Auser, ma a mia memoria non ricordo una contrapposizione così forte da parte del Comune nei confronti di un’associazione di volontariato che, fino a prova contraria, ha sempre svolto con diligenza i propri servizi a vantaggio di tutta la nostra comunità.

Fallimento Vedelago, il modello rifiuti del sindaco Pizzarotti

Il fallimento di un'illusione.
Abbiamo appreso che per il centro riciclo rifiuti di Vedelago è stato dichiarato il fallimento con un buco milionario di alcune decine di milioni di euro e il licenziamento dei dipendenti. Quello che il nostro Sindaco e i suoi adepti hanno proposto ai cittadini di Parma come il modello da seguire per la corretta gestione dei rifiuti, insultando tutti coloro che ne obiettavano la non sostenibilità, si è rivelato l'ennesima bufala propinata in materia di trattamento dei rifiuti!
Che cosa ha da dirci al riguardo il Sindaco ? Anche questa volta, come già successo per il termovalorizzatore, negherà di avere detto che bisognava importare il modello di Vedelago? Che cosa resta delle tante promesse fatte in tema di rifiuti?  Nulla. Solo un Sindaco che furbescamente ha usato certi temi per farsi eleggere e che ora si è perfettamente adeguato al sistema. Non una denuncia  da parte sua  degli assurdi contratti di IREN ai suoi manager, che hanno recentemente portato alla sostituzione del suo amministratore delegato, che per rinunciare anticipatamente all'incarico ha ricevuto una buona uscita di 900.000 euro, oltre a 50.000 di produttività , rimanendo però comunque a disposizione fino alla fine del 2015 con un contratto di 400.000 euro ! Non una parola neppure sulla moltitudine di società di cui si compone IREN e sui tanti incarichi da questa elargiti a destra e a manca, forse perché qualcuno è toccato anche a qualche amico, noncurante che i costi di tutto ciò gravino sui  cittadini, così come grava un sistema di  raccolta differenziata assurdo, voluto da questa amministrazione, costoso e inadeguato.

Maria Teresa Guarnieri
Consigliere comunale Altra Politica

Roberto Ghiretti sui servizi sociali nel Comune di Parma

A sentire parlare l'assessore Laura Rossi non si direbbe che da due anni e mezzo sia alla guida del settore Servizi Sociali della nostra città. Per fare un paragone calcistico la Rossi somiglia molto a un allenatore che sia subentrato a metà stagione e che in mancanza di risultati passi il suo tempo a lamentarsi della campagna acquisti sbagliata dal suo predecessore. Una lamentazione continua che cerca di far passare sotto silenzio scelte e responsabilità che oggi sono tutte sue.

In realtà la campagna avviata contro i servizi ai disabili è la punta dell'iceberg di una modalità di gestione che fa dello smantellamento di un sistema di eccellenza il suo tratto più evidente.

A partire dalla fallita operazione sul centro di via Casaburi, per arrivare ai recenti tagli sull'inserimento scolastico dei disabili il refrain dell'Assessore è che le famiglie che si oppongono alle sue scelte sono strumentalizzate politicamente. Ritrovarsi nel breve volgere di due anni e mezzo a polemizzare continuamente con le famiglie alle quali sono rivolti i propri servizi non era un risultato facile da conseguire, non c'è che dire, eppure l'assessore Rossi è riuscita nell'intento con mirabile efficacia.

L'ultima ciliegina sulla torta è rappresentata dall'ennesimo capitolo della incomprensibile guerra dichiarata all'Auser, con il mancato rinnovo delle convenzioni per il servizio di trasporto dei disabili e per la vigilanza della Casa della Musica.

In evidente difficoltà l'assessore ha pensato bene di chiudere l'anno con un rinnovato attacco ai limiti della diffamazione a questa associazione, salvo poi proporre una proroga di tre mesi per il servizio di trasporto disabili visto il fatto che tutte le gare nel frattempo indette dal Comune per i servizi gestiti dall'Auser sono andate deserte.

Distacchi utenze, Tavolo saltato. Guarnieri: "Dal Comune di Parma solo silenzio"

Distacchi utenze, Tavolo saltato. Guarnieri: "Dal Comune di Parma solo silenzio"
"Mi sarei aspettata -sottolinea la consigliere- una presa di posizione ferma del Comune, anche solo per chiedere conto delle motivazioni del comportamento dell'Azienda. Invece, il silenzio!"

Distacchi utenze, Tavolo saltato. Guarnieri: "Dal Comune di Parma solo silenzio"
Parma - Distacco delle utenze di luce e gas alle famiglie disagiate. Il primo incontro del Tavolo tra Rete Diritti in Casa e Assemblea No Inceneritori è saltato. La consigliera Maria Teresa Guarnieri interviene nel dibattito denunciando il silenzio dell'Amministrazione Comunale. "Venerdì scorso e' saltato il tavolo istituzioni, IREN e comitati sul tema dei distacchi delle utenze per coloro che in modo incolpevole, non c'è la fanno a pagare. Pare che la richiesta di slittamento dell’incontro sia venuta da IREN. Il tema e' di quelli importanti, su cui una città civile non può non interrogarsi e consentire che sia trattato solo da alcuni comitati. La povertà purtroppo tocca drammaticamente anche Parma e tante persone che hanno sempre pagato ora si trovano in grave difficoltà. Possiamo davvero consentire che famiglie, magari con bambini, restino al freddo e senza gas per cucinare, quando proprio non ce la fanno a pagare ? Mi ha molto meravigliato che la notizia del tavolo slittato non abbia avuto alcuna reazione pubblica da parte dell'Amministrazione comunale verso IREN.“

Auguri 2015 da Cartacanta a tutta la cooperazione sociale di Buzzi, di Micaela Campana... al mondo di mezzo romano

quadro di Gaetano Porcasi

Quest'anno come tema di auguri di fine anno abbiamo scelto l'operazione "Mondo di Mezzo" che ha consentito di scoperchiare lo scandalo di Mafia Capitale e più in particolare di accendere parzialmente i riflettori sulla zona grigia di politica e malaffare che ha permesso tra l'altro a una parte consistente del terzo settore, identificabile essenzialmente in cooperative sociali aderenti a Legacoop e al suo mega Consorzio Nazionale Servizi di Bologna, di sostituirsi quasi integralmente al Pubblico nelle attività a rilevanza sociale (ma non solo) e di realizzare sontuosi profitti a scapito dei suoi lavoratori-soci e più spesso delle persone richiedenti assistenza.

Roberto Ghiretti: Giunta insufficiente. Proponiamo Un Patto per Parma

Parma Unita: “Facciamo opposizione a una Giunta insufficiente. Per il 2015 lanceremo un “Patto per Parma” 

Un anno di opposizione intransigente ma propositiva per un 2015 carico di impegni per il futuro. Questo in sintesi il bilancio dell'attività di Parma Unita e del consigliere Roberto Ghiretti, che questa mattina hanno convocato la stampa per fare un punto sulle attività svolte.

Nel corso dell'incontro non sono mancati riferimenti all'operato della Giunta comunale che ha ormai superato la boa di metà mandato. “Purtroppo fino a questo momento quel poco che si è visto non merita la sufficienza – ha spiegato il Consigliere -. La città non solo è completamente ferma, ma regredisce di giorno in giorno sotto tutti gli aspetti: da quello economico alla sicurezza, dai servizi al decoro urbano, dallo sport alla cultura non c'è praticamente alcun settore della vita pubblica che possa dirsi minimamente stabile o sotto controllo”.

Numerosi gli esempi fatti: dal Direttore generale, annunciato un anno fa e di cui si sono perse completamente le tracce, al parcheggio di via Lombardia che doveva essere usufruibile nella primavera del 2014. Iniziative come l'affidamento in gestione del Palazzo del Governatore si sono arenate misteriosamente, stessa sorte per le vicende legate alla sostituzione di Fontana e Arcà al Teatro Regio.

Art Bonus, defiscalizzazione: deducibili i finanziamenti a favore del Teatro Regio di Parma

Deducibili i finanziamenti a favore del Teatro Regio 

La notizia arriva dal Ministro Franceschini: il Governo ha accolto un emendamento, richiesto dai sindaci, estendendo l’Art Bonus per favorire l’attività dei teatri di tradizione – Piazzarotti: “E’ un primo positivo risultato dell’iniziativa congiunta dei sindaci interessati”. 

 “L'estensione dell’Art Bonus al sostegno delle attività dei Teatri di tradizione è una buona notizia per il Teatro Regio, per Parma e per tutte le città che ospitano un teatro di tradizione. E’ un successo che deriva dall’alleanza con altri 24 sindaci di tutta Italia (fra cui Parma), nata grazie all’iniziativa del Comune di Cremona,   insieme all’Atit (Associazione Teatri di Tradizione) e all’Agis (Associazione Generale Italiana dello Spettacolo), in collaborazione con Anci. Lavorando insieme si può ottenere qualche risultato in più”. Così il sindaco di Parma Federico Pizzarotti ha commentato la notizia comunicata dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, relativa all’estensione dell’Art Bonus ai teatri di tradizione.. 

Nel mese di settembre, per la prima volta tutti insieme, 25 sindaci da tutta Italia, coinvolgendo Atit, Agis, Anci, avevano portato una serie di proposte al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, per dare respiro all’attività dei loro teatri

Condividi contenuti