5900 tonnellate l’anno di ceneri in arrivo a Postioma di Paese

Spread the love

A Postioma arriveranno 5.900 tonnellate di ceneri l’anno da combustione addirittura senza la valutazione di impatto ambientale.

Presentata un’interrogazione al sindaco di Paese per chiedere di opporsi con un ricorso al TAR del Veneto.

In seguito ad un decreto del 7 ottobre 2009 della Provincia di Treviso, la ditta Calcestruzzi Zillo Spa, potrà utilizzare ben 5.900 tonnellate di ceneri l’anno nel proprio impianto di betonaggio ubicato in via Gonella di Postioma di Paese, il tutto senza che questo che viene considerato un "impianto di recupero rifiuti non pericolosi in procedura semplificata, venga assoggettato alla valutazione di impatto ambientale.

Andrea Zanoni, capogruppo di Italia dei Valori in consiglio comunale a Paese, con un’interrogazione rivolta al sindaco Francesco Pietrobon, sottoscritta anche dai consiglieri comunali Mardegan, Foffani, e Visentin, ha chiesto che l’amministrazione comunale ricorra al TAR del Veneto contro il decreto della provincia di Treviso.

Nell’interrogazione, che verrà discussa in consiglio comunale il giorno 30 novembre prossimo, si fa presente al sindaco che: 1) nel raggio di 300 metri dall’impianto si contano almeno 20 abitazioni; 2) l’eventuale immissione in atmosfera di particolato di ceneri può potenzialmente costituire un pericolo per la salute dei cittadini; 3) la potenzialità dell’impianto raggiunge ben 26 tonnellate giorno di ceneri; 4) l’attività di recupero dei rifiuti costituiti da dette ceneri non prevede la realizzazione di nuove opere dato che saranno impiegati interamente gli impianti e le strutture già esistenti, senza nessuna nuova opera di mitigazione o di abbattimento delle emissioni in atmosfera; 5) a circa 700 metri dall’impianto si trova il lago costituito dalla falda acquifera affiorante della cava Morganella, sulla quale incombono addirittura ulteriori progetti di approfondimento; 6) il monitoraggio ambientale per le emissioni in atmosfera rimarrebbe quello previsto dall’autorizzazione della provincia del 1998 relativa all’impianto di betonaggio.

"Spero che il sindaco – ha dichiarato Andrea Zanoni capogruppo di Italia dei Valori in consiglio comunale a Paese – decida, in coerenza con il suo programma elettorale,  di ricorrere al TAR del Veneto contro l’arrivo di questi rifiuti a Paese.

Mentre da qualche anno ci sono intere comunità, sindaci e giunte, comitati di cittadini, consiglieri regionali e provinciali che si stanno battendo tenacemente contro la realizzazione dei due inceneritori di Unindustria, soprattutto per i problemi di inquinamento dell’aria, qui a Paese paradossalmente arrivano proprio quei rifiuti da combustione che potenzialmente potrebbero inquinare l’aria.

Questa è l’ulteriore conferma che qualcuno continua a considerare Paese come una discarica dove portare tutto quello che gli altri non vogliono, io non ci sto e farò tutto il possibile perché ciò non accada".

Cell. 347/9385856- www.andreazanoni.itzanoni@ecorete.it

– Internet: www.andreazanoni.it – Email: zanoni@ecorete.it – Cell.347/9385856

Lascia un commento