Circo Medrano: un curriculm di condanne

Spread the love

Gentili signori e signore,
ho appreso dai mezzi di informazione che dal 9 al 14 Novembre ad Alessandria si esibirà il Circo Medrano sul cui sito web http://www.medrano.it/default.htm si racconta la sua storia. “Nel 1949 (…) viene acquistato il primo elefante e poco dopo un gruppo di leoni. Nel 1951 (…) debutta con un numero di leoni e tigri (…) un grande circo accompagnato da uno sterminato zoo arricchito da un mastodontico gorilla (unico in Italia), numerosi elefanti, cavalli, zebre, cammelli, un orango e un rinoceronte bianco, un prezioso esemplare che solo il Medrano può offrire al pubblico e due splendide giraffe. (…) il Medrano è rinomato per la ricchezza dei suoi spettacoli e la cura dei suoi numeri con animali (…) fantastici numeri di elefanti, tra cui un esercizio unico che vede la tigre cavalcare l’elefante in libertà e senza gabbia e il numero in cui gli elefanti azionano le bascule.” Si raccontano le loro esibizioni al Festival Internazionale del Circo. Nel 1987 “presentarono un numero di nove elefanti (…) preceduto dal pas-de-deux in sella a due elefanti e dal grande quadro di animali esotici (…). Nel 1996 tornarono a Montecarlo in occasione del ventennale del festival.

Un’edizione strepitosa arricchita dall’intero parco zoologico del Medrano. In pista si esibì l’intera famiglia nell’indimenticabile quadro equestre “La Fiera del Cavallo” in cui si susseguivano tre diverse specialità: l’alta scuola di equitazione, la cavalleria (…) e il jockey a cavallo (…). Oltre a questo spettacolare momento Davio Casartelli portò nel Principato i propri elefanti e Braian debuttò con la grande Arca di Noè. (…) Nel 2007 il Medrano è tornato al Festival con (…) più di cinquanta animali.”
E’ difficile commentare una simile galleria della crudeltà. Ancora oggi il Medrano è il più grande circo con gli animali con il più grande zoo viaggiante d’Europa. Proprio gli animali che il Circo Medrano considera il pezzo forte del suo spettacolo, gli hanno causato parecchi problemi.
Nel Settembre 1992 http://www1.adnkronos.com/Archivio/AdnAgenzia/1992/09/22/Altro/ANIMALI-SEQUESTRATI-DUE-SCIMPANZE-IMPORTATI-ILLEGALMENTE_182900.php due scimpanzé importati illegalmente sono sequestrati dal tribunale di Verona; al circo è anche inflitta un’ammenda di 10 milioni.
Il 2013 è un annus horribilis. A Padova, nel mese di Febbraio viene denunciato per maltrattamenti http://www.all4animals.it/2013/02/02/padova-denunciato-per-maltrattamento-di-animali-il-circo-medrano/ A Luglio viene condannato http://mattinopadova.gelocal.it/padova/cronaca/2016/07/13/news/maltrattamenti-sugli-animali-condannato-il-circo-medrano-1.13811869 . A Dicembre viene rinviato a giudizio http://www.padovaoggi.it/cronaca/circo-medrano-maltrattamenti-animali-rinvio-giudizio-rappresentante-padova.html 
Nel Marzo 2015 è sotto processo http://www.lav.it/news/processo-circo-medrano
Intanto continua a ricevere fondi dallo Stato http://www.repubblica.it/cronaca/2015/03/09/news/lav_i_circhi_condannati_per_violenze_sugli_animali_ma_lo_stato_li_finanzia_-109089465/?refresh_ce I circhi condannati per “sevizie”, “lesioni” e “crudeltà” contro gli animali chiedono e ottengono i soldi pubblici del F.U.S. (Fondo Unico per lo Spettacolo). Tra questi beneficiari ci sono dieci circhi condannati o ancora sotto processo per maltrattamenti tra cui il Medrano. La legge prevede che i circhi non possano essere beneficiari di finanziamenti pubblici, esclusivamente se condannati in via definitiva per maltrattamento di animali o se riconosciuti colpevoli di violazioni di disposizioni normative statali e dell’Unione Europea in materia di protezione degli animali ma questa norma è puntualmente disattesa.
Nel Gennaio 2016 il Comune di Livorno avvia un procedimento per la revoca della concessione per spettacoli a seguito di violazione del regolamento comunale che disciplina gli spettacoli circensi http://iltirreno.gelocal.it/livorno/cronaca/2016/01/22/news/circo-medrano-avviato-il-procedimento-per-la-revoca-della-concessione-per-gli-spettacoli-1.12821822
Il Circo si rivolge al suo fedele pubblico e chiede addirittura di protestare http://www.circusnews.it/article/3231/comune-Livorno-nega-l’autorizzazione-attendarsi-Circo-Medrano#.WCAy8bd0xD8 Nel frattempo si attenda senza permesso http://iltirreno.gelocal.it/livorno/cronaca/2016/01/13/news/circo-senza-permessi-vigili-e-asl-pronti-al-blitz-1.12770453 Oltre a sanzionare il circo, la querelle si risolve decidendo di permettere lo spettacolo con la presenza dei cavalli ma non degli animali esotici http://iltirreno.gelocal.it/livorno/cronaca/2016/01/16/news/ok-al-circo-a-porta-a-terra-ma-senza-tigri-ed-elefanti-1.12789402 
Nel Luglio 2016 a Padova http://www.circusnews.it/article/3604/Canguri-elefanti-stressati-condannato-circo-Medrano#.WCAx0rd0xD8 eccolo ancora condannato a otto mesi per maltrattamento di animali: canguri dai comportamenti stereotipati, tipici di animali in cattività, che stringevano le zampe intorno al proprio corpo, elefanti che dondolavano zampe e proboscide, sintomo di stress provocato dal vivere al gelo del Dicembre veneto, rettili reclusi in teche piccolissime.

Secondo il REGOLAMENTO PER LA TUTELA ED IL BENESSERE DEGLI ANIMALI del Comune di Alessandria, Art. 22 – Divieto di spettacoli e intrattenimenti con l’utilizzo di animali. 4. L’autorizzazione di circhi equestri o di mostre di animali è permessa solo a coloro che autodichiarano di non aver mai subito condanne per la violazione alle norme vigenti in materia di tutela degli animali. Le autodichiarazioni che risulteranno essere false comporteranno, oltre all’applicazione della sanzione amministrativa, il ritiro immediato di ogni autorizzazione o concessione rilasciata.

Non è la prima volta che il Comune di Alessandria infrange tale regolamento: stavolta tocca all’articolo 22.

La contrarietà all’uso degli animali al circo è espressa dal 71,4% degli Italiani, da parecchi Paesi europei ed extra-europei, da Federazione Europea dei Veterinari e Federazione Italiana Ordine dei Veterinari, da Eurogroups4Animals, da oltre 650 psicologi firmatari di un documento. http://www.lindro.it/animali-al-circo-schiavi-divertimento/

Circa 20 anni fa c’era già chi condannava a suon di note questa schiavitù ludica: gli YoYo Mundi, gruppo musicale piemontese che il Comune di Alessandria conosce bene perché si è esibito in città parecchie volte, nel 1994 pubblicarono il loro primo album, “La diserzione degli animali del circo”, un inno alla libertà, diritto che non dovrebbe mai essere messo in discussione, si tratti di esseri umani e non umani. https://www.youtube.com/watch?v=4susBmFeUpM Oltre a invitare gli YoYo Mundi a suonare ad Alessandria per celebrare i valori della Resistenza, invitiamoli dal 9 al 14 Novembre a suonare in Via Milite Ignoto dove gli animali resistono all’oppressione degli schiavisti e alla noncuranza della politica alessandrina. 
Alla Sindaca Rita Rossa e all’Assessore alla Tutela Animali Maria Teresa Gotta, dedico la poesia “Gli animali del circo” di Wislawa Szymborska, Premio Nobel della Letteratura 1996.

Gli orsi battono le zampe ritmicamente,

la scimmia in tuta gialla va in bicicletta,
il leone salta nel cerchio fiammeggiante,
schiocca la frusta e suona la musichetta,
schiocca e culla gli occhi degli animali,
l’elefante regge un vaso sulla testa,
e i cani ballano con passi uguali.
Mi vergogno molto, io – umano.
Divertimento pessimo quel giorno:
gli applausi scrosciavano a cascata,
benché la mano più lunga d’una frusta
gettasse sulla sabbia un’ombra affilata.

La poesia salva la vita.

 

Cordiali saluti.

Paola Re

Via Virginio Arzani n.47
15057 Tortona (AL)

Lascia un commento