Olanda: spari a Utrecht. Almeno un morto, diversi feriti. La polizia: “Possibile movente terroristico”

Spread the love

Un uomo ha sparato sui passeggeri di un tram in piazza 24 ottobre, ora è in fuga, ma la polizia non esclude che gli assalitori fossero più d’uno. Riunione d’emergenza del governo, alzato il livello di allerta anche negli aeroporti
Almeno una persona è morta e diverse sono rimaste ferite in una sparatoria avvenuta intorno alle 10.45 ora locale nella città olandese di Utrecht. A sparare sui passeggeri di un tram in piazza 24 ottobre, una zona residenziale e periferica della città, è stato un uomo, ora in fuga, ma la polizia non esclude l’ipotesi che gli assalitori fossero più d’uno.

Un giornalista dell’agenzia di stampa olandese Anp che è arrivato sul posto ha raccontato di aver visto una vittima a terra, coperta da un lenzuolo sulle rotaie tra due tram: la polizia ha confermato che una persona è rimasta uccisa. Un’unità del antiterrorismo intanto ha circondato l’edificio dove potrebbe trovarsi l’assalitore. Si tratta di una casa nella via Trumanlaan, a 700 metri di distanza dal luogo dell’attacco.
Un testimone citato dai media locali ha detto di aver sentito diversi colpi di arma da fuoco e di aver visto una donna a terra. Quando alcune persone si sono avvicinate per soccorrerla, secondo il suo racconto, si sono uditi altri colpi e i soccorritori si sarebbero allontanati dalla donna.

Il premier olandese, Mark Rutte, ha convocato d’urgenza una riunione del governo esprimendo “profonda preoccupazione” per quello che sta accadendo. Il livello di allerta terrorismo è stato alzato in tutta la provincia di Utrecht e le scuole sono state chiuse.  La polizia del Royal Marechaussee ha diramato l’allerta anche negli aeroporti e in altri edifici sensibili del Paese.

“Sono in stretto contatto con la polizia e il procuratore e posso confermare che è in corso una caccia alla persona o alle persone responsabili”, ha spiegato il sindaco di Utrecht, Jan Van Zanen, definendo la sparatoria su un tram “un atto orribile ed estremo”. “Adesso la cosa più importante è occuparsi delle persone ferite e indagare sulle cause dell’incidente, Non possiamo escludere nulla, neanche l’attacco terroristico”. 18 marzo 2019

Fonte Link: repubblica.it



Lascia un commento