DOPO ESTATE: VOGLIA DI TERME, CALA L’ORIENTE

Spread the love

(ansa.it) ROMA – Con l’arrivo dell’autunno prevale tra gli italiani la voglia di relax e benessere: a sostenerlo sono le maggiori agenzie di viaggio che spiegano che i clienti prenotano settimane o week-end relax in spa e agriturismo.

A SETTEMBRE E OTTOBRE GETTONATE LE CURE TERMALI – Molto amate sono anche le cure termali; la richiesta è soprattutto per Ischia.

ITALIANI TORNANO IN EGITTO – Nel medio raggio, dopo un’estate dominata dalla Grecia, l’arrivo dell’autunno riporta i clienti sulle spiagge del Mar Rosso, che contano su un clima favorevole e sulle ottime offerte dei tour operator. Sul lungo raggio, buone sono le vendite per i Caraibi, molto richieste anche le Maldive, per le quali si prevede un ottimo inverno.

MENO TURISTI IN ORIENTE – In calo invece è la Thailandia: Frigerio Viaggi, che riunisce circa 60 agenzie di viaggi in Italia, registra un calo di richieste per questa destinazione. L’Oriente in generale, anche per i fatti di cronaca in Myanmar, non gode in questo periodo di particolare attrattiva per i clienti, che sono sempre più attenti a quanto accade nel mondo ed evitano destinazioni percepite come pericolose o difficili.

IL TURISMO SCOLASTICO – Capitolo a parte quello del turismo scolastico: bistrattato, scomodo, confusionario, chiassoso, improvvisato, il turismo scolastico continua a sostare nell’occhio del ciclone e tra poco tornerà alla ribalta, con le scuole già impegnate a predisporre i programmi dei viaggi. Il Touring Club ha lanciato una iniziativa per trasmettere agli studenti la mentalità del viaggiatore: a Trieste dal 19 al 21 ottobre si svolgerà la fase finale del ‘Primo Festival del turismo scolastico’ in cui verranno premiate le classi che hanno prodotto i migliori elaborati sulle emozioni ricevute durante il viaggio.

Dalla Sicilia arriva un altro segnale incoraggiante: il progetto ‘Polyphemus’ (incentivi al turismo scolastico), al secondo anno di vita, ha conseguito lusinghieri risultati. Molte agenzie sono già al lavoro per incrementare nell’isola i viaggi di istruzione 2007-2008. Unionturismo, in particolare, chiede che la ‘materia’ entri nel palinsesto dell’attività scolastica per garantire una dettagliata preparazione al viaggio da parte degli insegnanti. Ribadisce infine la necessità di allineare in tutta Italia l’apertura delle suole al 1° ottobre, per restituire alle famiglie italiane il mese di settembre.

Lascia un commento