Presentata a Brescia la 1000 Miglia 2020: Parma e il suo territorio ne sarà la protagonista il 15 maggio

Spread the love
Roadmap Mille Miglia 2020

Presentata a Brescia la 1000 Miglia 2020: Parma e il suo territorio ne sarà la protagonista il 15 maggio

Brescia – Parma, 11 ottobre 2019 – Presentata questa mattina a Brescia in conferenza stampa alla presenza del Sindaco di Parma Federico Pizzarotti e dell’assessore al Turismo Cristiano Casa, l’edizione 1000 Miglia 2020.

La corsa più bella del mondo ritroverà, come ormai da tradizione, sul suo percorso la nostra città e il nostro territorio il 15 maggio.
 
La tappa della 1000 Miglia del 2020 sarà per la nostra città una edizione ancora più importante in quanto saremo nell’anno di Parma Capitale Italiana della Cultura. Siamo come sempre orgogliosi di essere tra le città protagoniste del percorso della corsa più bella del mondo. Prepareremo una accoglienza speciale per gli equipaggi e gli accompagnatori, sarà un momento importante all’interno del nostro calendario di iniziative che unirà un esempio di Made in Italy come la 1000 Miglia con il progetto di Parma 2020” ha commentato il Sindaco Federico Pizzarotti.
 
Per l’assessore Casa ancora una volta la nostra città si conferma come una meta turistica e culturale di particolare interesse: “Ancora una volta sarà il nostro territorio protagonista. Quest’anno la 1000 Miglia arriverà dalla Cisa e attraverserà i Comuni della montagna per poi arrivare nella serata del 15 maggio nella nostra città ed accoglieremo gli equipaggi facendogli assaporare le nostre eccellenze enogastronomiche e culturali.  Ci sarà un vero e proprio tributo della 1000 Miglia ad una delle nostre aziende affermate nel mondo dell’imprenditoria automobilistica l’azienda Dallara. Sabato 16 maggio alla mattina le auto attraverseranno Varano con un percorso che le porterà all’interno del circuito. Dopo la tappa di Parma le auto percorreranno anche il territorio del piacentino proprio a suggellare il coinvolgimento che sta alla base del nostro progetto di Destinazione Emilia” .
 
La 1000 Miglia 2020, trentottesima edizione della rievocazione storica della corsa disputata dal 1927 al 1957, prenderà il via da Brescia il prossimo 13 maggio per farvi ritorno sabato 16. Ai nastri di partenza della più importante gara di regolarità al mondo per auto storiche ci  aranno quest’anno 400 vetture, trenta in meno dello scorso anno, allo scopo di garantire maggiore sicurezza e qualità dei servizi agli equipaggi in gara.
 
Il percorso.
Mercoledì 13 maggio, da Brescia, il corteo di auto storiche attraverserà i suggestivi comuni del Lago di Garda, Desenzano e Sirmione, e passerà via via da Villafranca di Verona, Mantova, Ferrara e Ravenna per concludere la prima giornata di gara a Cervia – Milano Marittima.
Da Cesenatico, il giorno dopo si scenderà fino a Urbino, Fabriano, Macerata, Fermo e Ascoli Piceno per entrare quindi nelle zone che portano ancora i segni del terremoto del 2016, passando per Macerata, Fermo, Ascoli Piceno e Amatrice. Da Rieti, le auto d’epoca arriveranno a Roma dove, dopo la consueta sfilata tra le vie della Città Eterna, concluderanno la seconda tappa sulla sempre emozionante passerella di via Veneto.
 
Il terzo giorno, venerdì 15 maggio, al via di buon mattino per la terza e lunga tappa, le vetture toccheranno in successione Ronciglione, Radicofani, Viterbo e Castiglione d’Orcia per tornare poi a sostare nella magnifica Piazza Il Campo di Siena.
Risalendo da Lucca, le auto lasceranno la Toscana attraversando il Passo della Cisa, per poi fare tappa a Parma, la città Capitale Italiana della Cultura 2020, che accoglierà gli equipaggi per l’ultima notte di gara.
Sabato 16 maggio, la quarta e ultima giornata vedrà il passaggio da Salsomaggiore Terme, dal borgo di Castell’Arquato (Piacenza), da Cernusco sul Naviglio, la cittadina in provincia di Milano recentemente nominata Città Europea dello Sport 2020 e quindi da Bergamo, prima di concludere la competizione sulla pedana di arrivo di Viale Venezia a Brescia, dove tutto ebbe inizio 93 anni prima, nel 1927, con la prima Coppa delle 1000 Miglia.

Lascia un commento