Cassazione: confermata la multa di 45mila euro allo chef Vissani

Spread the love

La condanna sei mesi reclusione per reati fiscali è stata convertita in pena pecuniaria

Per lo chef stellato Gianfranco Vissani è stata confermata dalla Cassazione la condanna alla pena di sei mesi di reclusione convertita in 45mila euro di multa per reati fiscali, così come deciso dalla Corte di Appello di Perugia il 19 aprile del 2017 a seguito del giudizio abbreviato svoltosi davanti al Gup di Spoleto il 18 maggio 2016.

Gli illeciti fiscali contestati sono stati riscontrati il 16 maggio e l’11 giugno del 2013 a Baschi (Terni), dove Vissani ha il suo rinomato ristorante. Alla stessa pena è stato condannato anche Luca Vissani, figlio dello chef. I supremi giudici – con la sentenza 4232 della Terza sezione penale depositata oggi e relativa all’udienza a porte chiuse dello scorso 25 giugno – hanno inoltre condannato padre e figlio a versare 4mila euro di multa alla Cassa delle Ammende per l’inammissibilità del loro ricorso proposto personalmente nonostante la legge dal tre agosto del 2017 abbia abolito la facoltà degli imputati di contestare le sentenze senza servirsi di un avvocato.

Fonte Link: gazzettadiparma.it

Lascia un commento