Sorpresa Alitalia: Lufthansa al 70%?

Spread the love

Cristiana Gagliarducci

Il salvataggio di Alitalia nelle mani di Lufthansa? Le ultime notizie che hanno sorpreso

Il salvataggio di Alitalia potrebbe nuovamente tornare nelle mani di Lufthansa, stando a quanto emerso dalle ultime notizie e indiscrezioni di stampa.

Qualche settimana fa, nel momento in cui la situazione ha iniziato a delinearsi, i tedeschi hanno tenuto a precisare la propria posizione, dicendosi pronti a intervenire solo ed esclusivamente tramite partner commerciale, dunque senza un investimento concreto.

Ora però le carte in tavola sembrano nuovamente cambiate. Stando alle ultime notizie sul salvataggio di Alitalia, Lufthansa avrebbe incontrato nientemeno che il Ministero dello Sviluppo Economico con il quale, tra l’altro, avrebbe già iniziato a trattare.

LEGGI ANCHE: Alitalia: l’UE potrebbe dichiarare il fallimento

Salvataggio Alitalia: Lufthansa protagonista? Le ultime notizie

Stando a quanto riportato da Il Corriere della Sera, i contatti tra le parti sarebbero già iniziati. Nello specifico il quotidiano ha parlato di un incontro informale tenutosi giovedì scorso tra il titolare del MiSE, Stefano Patuanelli, e il Presidente (oltre che CEO) di Lufthansa, Carsten Spohr.

L’argomento del colloquio? Il salvataggio di Alitalia, per partecipare al quale i tedeschi avrebbero chiesto a gran voce imponenti tagli alla flotta (da ridurre di almeno un terzo) e circa 5.500 esuberi.

Le ultime notizie riportate dal quotidiano hanno dipinto un quadro distante da quello delineatosi all’inizio con la nascita della cordata formata da Delta, Atlantia e Ferrovie dello Stato. L’accordo con Lufthansa, infatti, potrebbe portare quest’ultima al 70% di una compagnia aerea totalmente e profondamente ristrutturata.

Nel progetto, comunque, tenterebbe di inserirsi anche FS con l’obiettivo di frenare l’ipotetica strategia di regionalizzazione che potrebbero mettere in atto i tedeschi.

 

Al momento, nessuna delle parti in causa ha confermato o smentito i colloqui tra MiSe e Lufthansa pertanto le indiscrezioni sono rimaste tali.

I prossimi passi

La prima giornata da monitorare sarà quella di oggi, lunedì 2 dicembre, giorno in cui l’esecutivo potrebbe sbloccare il nuovo prestito ponte pensato per garantire ancora la continuità aziendale della ex compagnia di bandiera.

Una situazione delicata, nella quale si inserirà anche l’Unione europea, la quale dovrà capire se quanto fatto per Alitalia potrà configurarsi o meno come aiuto di Stato. Per una compagnia che brucia milioni di euro al giorno, i tempi sono sempre più stretti.

LEGGI ANCHE: Alitalia verso la nazionalizzazione? Governo apre all’ipotesi

Stando alle ultime notizie, insomma, il salvataggio di Alitalia operato da Lufthansa resta soltanto una delle molteplici ipotesi al vaglio. 2 Dicembre 2019 

Fonte Link: money.it

Lascia un commento