FESTIVAL VERDI IL DOCUMENTARIO TRADIZIONE E INNOVAZIONE lunedì 14 ottobre 2019 alle ore 17.00 presso il Ridotto del Teatro Regio

Spread the love
Giovanna D’Arco 2016 al Teatro Farnese

FESTIVAL VERDI

IL DOCUMENTARIO TRADIZIONE E INNOVAZIONE

Prodotto da Reggio Parma Festival con la regia di Stefano Consiglio,

immagini e interviste per raccontare le edizioni più recenti del Festival Verdi

Ridotto del Teatro Regio di Parma

lunedì 14 ottobre 2019, ore 17.00

Un documentario per raccontare il Festival Verdi attraverso immagini e interviste ai protagonisti delle edizioni più recenti, restituendo il senso di un’arte effimera che vive nell’istante dell’incontro tra l’artista e il pubblico: Festival Verdi. Tradizione e Innovazione prodotto da Reggio Parma Festival nell’ambito del progetto speciale 2018, con la regia di Stefano Consiglio, sarà presentato lunedì 14 ottobre 2019 alle ore 17.00 presso il Ridotto del Teatro Regio di Parma, “Scorrendo i programmi del Festival Verdi degli ultimissimi anni – racconta Stefano Consiglio – mi è parso di leggere in filigrana una sorta di fil rouge: il desiderio e lo sforzo di un certo equilibrio tra tradizione e innovazione. Ne sono prova la Giovanna d’Arco rappresentata al Teatro Farnese nell’allestimento di Saskia Boddeke e Peter Greenaway; Le Trouvère messo in scena da Robert Wilson; oppure le “contaminazioni” delle melodie verdiane con il jazz di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura all’Auditorium Paganini. Innovazione dunque, ma senza dimenticare la tradizione”.

Un racconto per immagini dedicato alla storia del Teatro Regio di Parma che, con la forza dell’innovazione, coinvolge un pubblico che da tutti i continenti ogni autunno raggiunge appositamente Parma e Busseto per vivere l’esperienza unica di ascoltare l’opera del Maestro nelle sue terre. Alle immagini che catturano il fascino del Teatro Regio di Parma, lo scrigno del Teatro Giuseppe Verdi di Busseto, lo spazio monumentale del Teatro Farnese e quello dei palazzi, delle chiese, delle case e dei numerosi spazi che il Festival Verdi ha animato di iniziative, si intrecciano le testimonianze di grandi artisti come Raina Kabaivanska, Michele Pertusi, Roberto Abbado, Robert Wilson, Paolo Fresu, che al Regio e al Festival Verdi hanno offerto e offrono il loro talento.

“Nella volontà di raccontare, testimoniare e promuovere il patrimonio culturale vivo di teatro e musica, che lungo la Via Emilia fa pulsare i due capoluoghi di Parma e Reggio Emilia – scrive Anna Maria Meo – il Reggio Parma Festival si è posto una sfida ardua: cogliere il senso di un’arte effimera, che vive nell’istante dell’incontro tra l’artista e il pubblico, e tradurla in immagini che abbiano quella stessa forza comunicativa. È stato quindi particolarmente emozionante per me rivivere in queste immagini le atmosfere e le passioni che il Festival Verdi sprigiona ogni anno a Parma e a Busseto e sento di dover ringraziare il Reggio Parma Festival, che ha così raggiunto un nuovo obiettivo nella sua missione di sostegno delle eccellenze culturali del nostro territorio”.

“La realizzazione di un cofanetto di documentari – spiega Andrea Gambetta Presidente Reggio Parma Festival – distribuito dalla Fondazione Cineteca di Bologna rappresenta un momento di analisi e riflessione dedicato al Festival Verdi, al Festival Aperto ed alla storia della Fondazione Teatro Due. I tre film intitolati rispettivamente “Festival Verdi: Tradizione e Innovazione”, “Cose che non si assomigliano neanche” con la regia di Piergiorgio Casotti e “Principi e Prigionieri” con la regia di Lucrezia Le Moli, raccontano e promuovono la realtà attuale e la memoria dei diversi spazi teatrali, di artisti e persone che hanno animato la vita di questi luoghi e regalato racconti umani importanti alle comunità di Parma, Reggio Emilia ed ai loro spettatori, creando attraverso queste realtà produttive, un valore enorme per i territori e per le emozioni culturali che si sono poi esportate nel mondo”. 

Il Festival Verdi 2019 è realizzato grazie al contributo di Comune di Parma, Ministero per i beni e le attività culturali, Reggio Parma Festival, Regione Emilia-Romagna, Parma 2020 Capitale Italiana della Cultura. Major partner Fondazione Cariparma. Main partners Chiesi, Crédit Agricole. Media partner Mediaset. Main sponsor Iren, Barilla. Sponsor Opem, Dallara, Unione Parmense degli Industriali. Sostenitori Dulevo, Mutti, Sicim, Smeg, Cantine Ceci, Agugiaro & Figna, La Giovane Advisor AGFM.  Radio ufficiale Radio Monte Carlo. Con il supporto di “Parma, io ci sto!”. Con il contributo di Diocesi di Parma, Comitato per San Francesco del Prato, Comune di Busseto, Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto, Camera di Commercio di Parma, Fondazione Monte Parma, Ascom. Partner istituzionali La Toscanini, Fondazione Teatro Comunale di Bologna. Partner artistici Coro del Teatro Regio di Parma, Società dei Concerti di Parma, Orchestra Giovanile della Via Emilia, Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, Barezzi Festival. Il Festival Verdi è partner di Fedora, Opera Europa. Il Festival Verdi ha ottenuto Effe Label 2019-2020. Sostenitori tecnici IgpDecaux, MacroCoop, Milosped, Grafiche Step, Andromeda’s, De Simoni, Azzali Editore. Tour operator partner Parma Incoming.

La promozione internazionale del Festival Verdi 2019 è realizzata dal Teatro Regio di Parma in collaborazione con Enit, Istituti italiani di cultura, Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, Emilia-Romagna APT Servizi, Assessorato al Turismo e Commercio del Comune di Parma, con il tour operator partner Parma Incoming e prevede un roadshow con tappe in Spagna (Madrid), Argentina (Buenos Aires), Perù (Lima), Brasile (São Paulo, Rio de Janeiro), Uruguay (Montevideo).

 

Lascia un commento