LE OSSA SPOLPATE DEI POVERI UMANI E NON UMANI

Spread the love

(guardian.co.uk) Funziona così: gli avvoltoi del grande capitale comprano il debito dei paesi poveri quando sono in uno stato di caos. Poi aspettano che le cose tornino a una normalità accettabile e chiedono la restituzione del debito che cresce esponenzialmente per gli interessi accumulati. Gli avvoltoi operano come i nostri strozzini ma a livello planetario. Paesi come il Congo potrebbero usare gli interessi del debito accumulato per salvare molte vite dal momento che  le condizioni del Paese, dopo le grandi guerre, sono allo stremo.

Si parla oltre 5 milioni di morti. Ma se ne fottono gli avvoltoi delle condizioni del paese.

Loro seguono solo la logica del profitto ad ogni costo.

La World Bank ha stimato che un terzo dei paesi poveri debitori è aperto al ricatto degli avvoltoi.

Siccità, desertificazione, povertà estrema, malnutrizione, malattie, nulla conta, conta solo l’accumulazione del profitto. Sorprendersi? E perché mai! Viviamo nel mondo ove John Varley della Barclays guadagna 169 volte il salario di un lavoratore britannico che corrisponde al 4,899% in più di quello percepito nel 1980.

Nel 1980 il massimo salario della Banca era circa 13 volte superiore a quello di un lavoratore.

Ora è 169 volte maggiore. Il salario di un grande manager della Lloyd Bank è cresciuto del 3141% durante lo stesso periodo: l’equivalente di 75 volte quello di un impiegato della stessa banca.

Mentre il Regno Unito ha raggiunto, per la prima volta dal 1980, una disoccupazione record di 2.6 milioni e la classe media sta subendo tracolli finanziari e licenziamenti, i manager delle grandi corporazioni si sono concessi (dal momento che se li attribuiscono da soli) aumenti del 49% 

Roba da provocare un’insurrezione armata non quei miseri quattro sassi tirati dai Black Bloc.

I veri black Bloc sono loro, non quelli di Roma. Ma i media puntano il dito verso quattro ragazzi violenti e non verso i veri violenti che ci massacrano  attraverso la finanzia, attraverso la financial deregulation free for all . Ma è il grande capitale che impone la visione delle masse. Come è possibile, altrimenti, che gente con le toppe al culo finisca a difendere l’1% dei ricchi considerando la tassazione dei grandi patrimoni intoccabile “perché altrimenti i benestanti scappano in Svizzera”.

Il capitalismo dei derivati e delle agenzie di rating li ha massacrati ma loro sono contro i giovani di Occupy. 

E contro i giovani del 99% insorgono i ricchi e anche Hollywood.

I giovani di Occupy sono una massa di ladri, di delinquenti violenti contro cui l’America si deve mobilitare. Lo ha detto il regista di “300”, Frank Miller, quello che ha fatto un film che resterà nella storia come un insulto a Leonida e ai 300 Spartani delle Termopili.     

Saviano l’altro giorno spiegava in un articolo di Repubblica come stanno le cose in America.

Secondo il Congressional Budget Office negli Stati Uniti il reddito delle famiglie, dal 1979 al 2007, è diminuito di 900 dollari, mentre quello dell1% dei ricchi è cresciuto di 700% dollari.

Dopo la grande recessione iniziata nel 2007, la percentuale di ricchezza dell’1% non è diminuita ma è aumentata dal 34,6% al 37,1% mentre il gap tra abbienti e non abbienti è diventato più grande.

Ma i Tea Party vanno ancora alla grande. La “Corporatocrazia” come la chiama Naomi Wolf vive sui morti.

Succhia il midollo dei poveri.

Si…il Paese va in malore, ma io mi arricchisco, e chi se ne frega!

Pelliccia alla mignotta, anello con diamante alla sposa, una Ferrari per me e un computer stratosferico per

l’obeso bamboccione rincretinito dai troppi regali… e chi se ne fotte!

E se le masse s’incazzano?

Ci pensano i media!

Un esempio? Sun e Daily Mail hanno circa 10 milioni di lettori.

C’è da affossare il voto sulla scelta della proporzionale? Sun, Daily Mail e stampa fogna si attivano e salta tutto. C’è da far passare la Merkel e Sarkozy per efferati nazisti? I media vanno alla carica.

E qual è il vero problema della crisi economica secondo la stampa-fogna?

Ma è l’Europa bellezza!… La colpa non è del grande capitale finanziario, dei derivati, della globalizzazione scatenata e del  capitalismo selvaggio… è colpa dell’Europa…

Così funziona…

Ma questo imperialismo finanziario non massacra solo noi.

Gli animali soffrono immani ecatombe. La desertificazione li uccide a milioni.

Il global warming massacra viventi umani e non umani.

Uragani, inondazioni, onde anomale, cambiamenti di stagioni irriconoscibili, desertificazione avanzante..ecc…ecc… ce li siamo inventati noi…   

E se la gente s’incazza?

Intervengono i media, i politici corrotti e gli scienziati al soldo delle grandi corporazioni.

Tutto falso!!! Urlano i servi dell’imperialismo finanziario.

E poi se si sciolgono i ghiacci sapete che c’è sotto la terra? Ma c’è il petrolio…bellezza!!!  E faremo soldi a palate!

E il mondo?

La Terra?

E chi se ne frega della Terra…carpe diem!  E viviamo alla grande! 

Lascia un commento