Vodafone: pessimo servizio di installazione Modem fibra, multinazionale della rapina, con sede a Londra.

Spread the love

Siamo rimasti scollegati da internet dal 20 novembre per responsabilità del gestore telefonico inglese. Vodafone: pessimo servizio di installazione Modem fibra, multinazionale della rapina, con sede a Londra. Ho disdetto quindi il contratto e ne ho sottoscritto un altro con TIM fibra. E oggi 29 novembre siamo di nuovo collegati con fibra 1000. 

Inizia proprio male il rapporto con Vodafone.
In data 20/11/2019, a seguito contratto sottoscritto telefonicamente attraverso SOS Tariffe il 15/11/2019, Vodafone mi installava il suo Modem Fibra, sostituendomi quello Fastweb che da sempre, a mio parere, produce pubblicità ingannevole sulla velocità.
I tecnici inviati da Vodafone, dopo aver collegato il mio impianto telefonico con la cassetta di Open fiber (società privata autonoma) già presente nel condominio, collegavano la fibra con la linea telefonica di Telecom (ora TIM), che le mette a disposizione della concorrenza fino ad un massimo del 20%; quindi portavano la fibra in casa e dopo aver eseguito l’adattamento alle prese esistenti del muro, mi facevano firmare, in malafede, sul loro cellulare l’avvenuta consegna (che ho stupidamente siglato, mentre avrei dovuto aspettare la fine lavori e il mio collaudo), quindi collegavano il Modem Vodafone, mi dicevano che era tutto a posto e funzionante, mi dicevano a voce la velocità di up e download. Uscivano, poi, in tutta premura, lasciandomi anche metri di fibra arrotolata. E un po’ di sporcizia. La mia insistenza di verifica personale collegandomi al computer non sortiva una corretta attenzione e attesa da parte di questi insopportabili individui (uno bianco italiano che dava un pessimo esempio al suo collega di colore che ubbidiva agli ordini impartiti). Mi lasciavano due cartoncini invitandomi a chiamare quei numeri per eventuale assistenza. Un pessimo comportamento della squadra che non mi consentiva di verificare il corretto funzionamento. Mi lasciavano il decoder Tv Vodafone di Sky senza installarlo e programmarlo come da accordi.
Acceso il computer, non funzionava nulla sia il telefono fisso che internet e ovviamente il decoder TV Sky.
Iniziavo le mie chiamate al 190 e a SOS Tariffe per chiedere un intervento immediato di risoluzione dei problemi e di segnalare il disagio e la pessima installazione. Al 190 mi aprivano un ticket e mi chiedevano 72 ore lavorative per sistemare il funzionamento (con l’avvio risultava questo messaggio: “ C’è stato un problema durante l’avvio della Vodafone Power Station. Il server non è raggiungibile (codice errore 201). Prova a riavviare la Station)”. Che ho esperito per diverse volte con identico esito negativo.
Sia dal 190 che da SOS Tariffe non riuscivo ad ottenere una mail di assistenza Vodafone. 
A questo punto verificavo con il mio cellulare della 3 se avessi una precedente mail Vodafone. Ne trovavo una: commerciale@vodafoneazienda.it e inviavo una prima mail: …….

A seguire di poco tempo ne inviavo un’altra: ……

Il giorno seguente inviavo le stese e-mail a una posta pec: vodafoneomnitel@pocert.vodafone.it Non ricevevo alcuna risposta. Controllavo dal cellulare su Google se vi erano altri casi come il mio “errore 201”. E ne ho trovati numerosi. In tanti si lamentano. Quindi è un problema ben conosciuto in casa Vodafone. Ma se ne fregano. Sono in malafede!  Ci vendono dei bidoni anche attraverso SOS tariffe, verso cui inizio ad avere sospetti, nonostante la gentilezza degli operatori.
Una azienda seria e responsabile, avrebbe chiamato i loro tecnici e li avrebbe rimandati subito per sistemare il collegamento. Ma così non è stato con questi gestori indegni di operare in Italia e nel mondo. Questi sono bande finanziarie di criminali affaristi che arraffano tutto quel che possono, Usano squadre a cottimo pagandole pochissimo o niente per avidità di denaro: maledetti!! Sfruttano manodopera giovanile e di colore, producendo danni a tutti. Ai cittadini, ai dipendenti, ai cottimisti. Un mondo di inutili e dannosi rapaci che agiscono senza controlli in totale sicumera. Multinazionali della rapina assistita (fatturato Vodafone nel 2018 46.571 miliardi; con un utile netto di 2,788 miliardi. Presente in 75 Paesi del mondo). Nonostante questi positivi dati economici hanno effettuato 6500 esuberi. Utilizza tutti servizi all’estero anziché in Italia. Un colosso che non teme gli Stati, ma li governa!!
Noi consumatori siamo solo mangime per i loro profitti. Le associazioni consumatori hanno scarsa o nulla capacità contrattuale.
Di fronte a questa sproporzione, solo lo Stato può tutelare i cittadini, dotandoli direttamente di internet (visto che rientra ormai, nella quotidianità di vita e di lavoro). Sarebbe come uscire di casa e dover gestire le strade. Non dico WIFI, ma collegamento in rete fibra per tutti garantita dallo Stato.
Internet deve rientrare tra le infrastrutture di Stato in uso ai cittadini che la pagano con le tasse. Invece ci lasciano preda di questi Maledetti!! Di fronte a questi colossi, le persone si sentono impotenti. Da mercoledì 20 a venerdì 22 novembre mi trovo scollegato per il mio lavoro, obbligato ad utilizzare un hotspot. Dopo aver revocato in banca l’addebito diretto, sto valutando la possibilità di denuncia per mancato servizio, danno professionale e ovviamente il passaggio ad altro gestore. (Parma, 20/11/2019)
Luigi Boschi

Lascia un commento