Ballet Preljocaj inaugura ParmaDanza 2020

Spread the love
Stagione Danza 2020 al Teatro Regio di Parma

ARMADANZA 2020 INAUGURA

CON GRAVITÉ DI ANGELIN PRELJOCAJ

I 13 danzatori del Ballet Preljocaj in dialogo e in lotta

con l’invisibile, impalpabile e immanente legge che attrae le masse,

su musiche di Maurice Ravel, Johann Sebastian Bach, Iannis Xenakis,

Dimitri Šostakovič, Daft Punk, Philip Glass, 79D.

Prosegue la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne

#neancheperfinta: in foyer un paio di scarpette da punta rosse.

Teatro Regio di Parma

domenica 23 febbraio 2020, ore 20.30

 

Oppressione e insostenibile leggerezza, calma sospesa e frenesia di corpi, passi all’unisono e aperture palpitanti del “coro”, all’interno di una scena che i costumi dei danzatori vestono a scacchiera. Debutta al Teatro Regio di Parma, domenica 23 febbraio 2020 alle 20.30 (Abbonamento Danza), ad apertura della stagione di ParmaDanza 2020 Gravité, tra le più recenti e acclamate creazioni dell’eclettico coreografo franco-albanese Angelin Preljocaj, su musiche di Maurice Ravel, Johann Sebastian Bach, Iannis Xenakis, Dimitri Šostakovič, Daft Punk, Philip Glass e 79D.

 

In scena il Ballet Preljocaj, pluripremiata formazione che oggi conta 24 ballerini permanenti, stabilitasi dal 2006 al Pavillon Noir à Aix-en-Provence, in una formazione a 13 danzatori, con i costumi di Igor Chapurin, stilista e collaboratore del Bolshoi, le luci di Éric Soyer, e con la collaborazione della coreologa Dany Lévêque. 

 

La coreografia, che ha debuttato alla Biennale de la Danse di Lyon nel 2018, e da allora ha calcato i maggiori palcoscenici di tutto il mondo, è realizzata da Ballet Preljocaj in coproduzione con Théâtre National de la Danse – Paris, Les Théâtres de la Ville de Luxembourg, Biennale de la Danse de Lyon, Gran Théâtre de Provence – Aix en Provence, Scène Nationale d’Albi e Theater Freiburg.

 

Come si comporta il corpo sotto effetto della gravità? Come reagiscono i diversi corpi sotto l’effetto di forze di gravità diverse da quella terrestre? “La gravitazione è una delle quattro forze fondamentali che regolano l’universo. Indica l’attrazione tra due masse. È invisibile, impalpabile e immanente. Da essa si genera la gravità che dipende dall’attrazione esercitata dalla massa di un oggetto. Da trent’anni– racconta Angelin Preljocaj , le nozioni di peso, spazio, velocità e massa attraversano in modo intuitivo la mia ricerca coreografica. Il lavoro quotidiano con i danzatori mi porta a sperimentare forme i cui componenti fondamentali girano attorno a questo tema, contemporaneamente astratto e terribilmente concreto. Fedele al principio di alternanza tra coreografie di pura ricerca e balletti più narrativi, il tema della gravità mi spinge a rivolgermi verso una nuova forma di astrazione”.

 

Angelin Preljocaj è stato premiato con il “Grand Prix National de la Danse” conferito dal Ministero della Cultura francese nel 1992, il “Benois de la Danza” per Le Parc nel 1995, il “Bessie Award” per Annonciation nel 1997, il “Victoires de la Musique” per Romeo e Giulietta nel 1997, il “Globe de Cristal” per Biancaneve nel 2009. Tra i riconoscimenti ricevuti, citiamo: Ufficiale dell’Ordine delle Arti e delle Lettere, Cavaliere della Legion d’Onore e Ufficiale dell’Ordine Nazionale del Merito. Nel 2014 ha ricevuto il premio “Prix Samuel H. Scripps” da parte dell’American Dance Festival che premia tutta la sua opera. Nato in Francia da genitori albanesi, ha iniziato a studiare danza classica prima di rivolgere la propria attenzione alla danza contemporanea con Karin Waehner. Nel 1980 si è trasferito a New York per lavorare con Zena Rommett e Merce Cunningham. Ha poi continuato i suoi studi in Francia con la coreografa americana Viola Farber e con Quentin Rouillier. Si unisce a Dominique Bagouet fino alla creazione della sua Compagnia nel dicembre 1984. Da allora ha creato oltre cinquanta coreografie.

 

Ha lavorato spesso con altri artisti all’interno di vari ambiti oltre che la musica (Goran Vejvoda, Air, Laurent Garnier, Granular Synthesis, Karlheinz Stockhausen), la scultura (Claude Lévêque, Subodh Gupta, Adel Abdessemed), il design (Constance Guisset), la moda (Jean Paul Gaultier, Azzedine Alaïa), il disegno (Enki Bilal) e la letteratura (Pascal Quignard, Laurent Mauvignier) e molti altri.

 

Le sue creazioni sono entrate nel repertorio di prestigiose compagnie, e sono oggetto di frequenti commissioni da parte del Ballet de l’Opéra National de Paris, del Teatro alla Scala di Milano e del New York City Ballet.

 

Continua per tutta la stagione 2020 la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne promossa dal Teatro Regio di Parma, a corollario della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite (25 novembre), di cui il Teatro condivide motivazioni e valori ispiratori. In occasione dell’apertura di ParmaDanza 2020, il Teatro esporrà in foyer un paio di scarpette da punta rosse, su di un piedistallo, accompagnando l’installazione dallo slogan della campagna, #neancheperfinta.

 

ParmaDanza 2020 prosegue con Quartetto per la fine del Tempo (28, 29 marzo 2020), lo spettacolo in prima assoluta commissionato dal Teatro Regio di Parma al Nuovo Balletto di Toscana in occasione di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020, che, con le coreografie di Mario Bermudez Gil, tradurrà in danza le tinte apocalittiche dell’omonima composizione Quator pour la fin du Temps, composta da Olivier Messiaen nel 1941, mentre era prigioniero a Görlitz, nel campo tedesco nella Polonia occupata dai nazisti, ed interpretata da Antonio Siringo al pianoforte, Marco Bronzi al violino, Luca Franzetti al violoncello e Davide Braco al clarinetto.

Per celebrare il Piano Day, la giornata mondiale del pianoforte, che ricade l’88° giorno di ogni anno poiché 88 sono i tasti dello strumento, in apertura dello spettacolo Antonio Siringo interpreterà La Valse. Mouvement de valse viénnoise per pianoforte solo di Maurice Ravel.

 

I biglietti per Gravité (intero da 15 a 60 euro; under 30 e scuole di danza da 20 a 48 euro) sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Regio di Parma (tel. 0521 203999 – biglietteria@teatroregioparma.it) e online su teatroregioparma.it.

 

I giovani fino a 30 anni e gli allievi delle scuole di danza hanno diritto a una riduzione del 20% sugli appuntamenti di ParmaDanza, per i posti di platea e di palco. La promozione è valida fino a esaurimento posti.

 

Il programma completo della Stagione 2019-2020 del Teatro Regio di Parma è disponibile su teatroregioparma.it

 

La Stagione 2019-2020 del Teatro Regio di Parma è realizzata grazie al contributo di Comune di Parma, Parma 2020 Capitale Italiana della Cultura, Ministero dei beni e delle attività culturali, Regione Emilia-Romagna. Major partner Fondazione Cariparma, Main partners Chiesi, Crédit Agricole Cariparma. Main sponsor Iren, Barilla, Parmalat, Parmacotto. Sponsor Grasselli, HLB Analisi, Glove ICT. Radio Ufficiale Radio Monte Carlo. Advisor AGFM. Il Teatro Regio di Parma è sostenuto anche da Camera di Commercio di Parma, Fondazione Monteparma, Ascom, Fondazione Ascom. Con il supporto di “Parma, io ci sto!”. ParmaDanza è realizzata con il sostegno di CePIM e in collaborazione con ATER Associazione Teatrale dell’Emilia-Romagna e Arci Caos. La Stagione Concertistica è realizzata da Società dei Concerti di Parma, con il sostegno di Chiesi, in collaborazione con Casa della musica. Il Concorso Internazionale Voci Verdiane “Città di Busseto” è realizzato in collaborazione con Comune di Busseto. RegioYoung è realizzato con il sostengo di Paladini Otello Supermercati. Sponsor tecnici, Grafiche Step, MacroCoop, De Simoni, Cavalca, Azzali editori, Codarini Tuega, Graphital.

Teatro Regio di Parma

domenica 23 febbraio 2020, ore 20.30 Abb. Danza
Durata complessiva 1 ora e 25 minuti, senza intervallo

BALLET PRELJOCAJ

GRAVITÉ

Coreografia

ANGELIN PRELJOCAJ

Musiche

MAURICE RAVEL, JOHANN SEBASTIAN BACH,

IANNIS XENAKIS, DMÍTRIJ ŠOSTAKÓVIČ,

DAFT PUNK, PHILIP GLASS, 79D

Costumi

IGOR CHAPURIN

Luci

ÉRIC SOYER

Assistente ripetitrice

CÉCILE MÉDOUR

Coreologa

DANY LÉVÊQUE

Produzione

BALLET PRELJOCAJ

Co-produzione CHAILLOT – THÉÂTRE NATIONAL DE LA DANSE – PARIS, LES THÉÂTRES DE LA VILLE DE LUXEMBOURG, BIENNALE DE LA DANSE DE LYON, GRAND THÉÂTRE DE PROVENCE – AIX-EN-PROVENCE, SCÈNE NATIONALE D’ALBI, THEATER FREIBURG

Lascia un commento