Concerto del CORO DE L’INDACO di Reggio Emilia terrà alla Chiesa di San Quintino di Montechiarugolo domenica prossima, 26 gennaio, alle ore 17.

Spread the love
Coro Indaco Attuale

IL CORO DELL’INDACO DOMENICA A MONTECHIARUGOLO
IL CONCERTO ALLE 17 ALLA CHIESA DI SAN QUINTINO

Il Coro dell’Indaco diretto da Marcello Zuffa sarà il primo ospite delle attività musicali 2020 del Circolo ANSPI San Lazzero di Montechiarugolo. Il concerto della formazione corale reggiana, nata nel 1992 all’interno dell’omonima Associazione dove vengono svolte attività di educazione musicale anche per piccolissimi, di musicoterapia e di formazione didattica, si terrà alle 17 all’interno della Chiesa di San Quintino e ha lo scopo di festeggiare la ricorrenza di San Giovanni Bosco che cadrà il prossimo 31 gennaio.

Il programma che sarà presentato costituisce un lungo percorso musicale all’interno del repertorio corale, dal momento che inizierà con brani di autori anonimi del XIII e XIV secolo (uno dei quali attivo verso il 1225 nella Cattedrale di Notre Dame a Parigi) per proseguire con Desprez e l’italiano Giovanni Animuccia (XVI secolo) per arrivare sino a giganti della composizione come J.S. Bach (il celeberrimo mottetto Jesu meine freude BWV 227), Franz Liszt (Salve Regina) e Anton Bruckner (Os justi). Di rilievo anche tre brani della tradizione musicale ebraica (il 27 gennaio è il Giorno della Memoria), a partire dalla Ninna Nanna Durme, durme, di origine ispanico-sefardita, per passare al chassidico A dudele e a Ma Navu (Come è bello) di Yossi Spivak che appartiene al filone yemenita e che cita Isaia (52, 7).

Ad un repertorio che verteva inizialmente sulla ricognizione e l’arrangiamento di materiali popolari della più varia provenienza (partecipa al cd “Manpresa” del gruppo folk “La Piva dal Carner”), il Coro dell’Indaco ha via via affiancato brani di musica colta, non solo a cappella, come le cantate di Buxtehude, gli Anthem di Handel, il Gloria di Vivaldi, il Te Deum di Purcell, il Pater Noster e l’Ave Maria di Stravinskj, i brani popolari arrangiati da Poulenc e tanti altri, ma anche Bach, Liszt, Fauré, Brahms, Mendelssohn, Bernstein, Poulenc, Thompson, La Rue. Nel suo repertorio anche la famosa Misa Criolla di Ariel Ramirez. Ha partecipato alla rassegna di musica sacra “Soli Deo Gloria” che si tiene nelle chiese di Reggio Emilia e provincia, e ha cantato alla Chiesa della SS. Annunziata di Parma, a favore della Comunità di S. Egidio, al Museo Casa Cervi Gattatico, al Teatro Valli di Reggio Emilia.

Dopo la maturità classica e studi interrotti di ingegneria, Marcello Zuffa ha conseguito i diplomi di pianoforte, composizione, musica corale e direzione di coro e di direzione d’orchestra. Ha studiato a Fiesole, all’Accademia Chigiana di Siena e nel conservatorio di Roma per la direzione d’orchestra (docenti Piero Bellugi e Franco Ferrara), con Moreno e Capelli per il duo pianistico, con Franco Gulli ed Enrica Cavallo per il duo violino e pianoforte. Pianista da camera per vari gruppi, solisti e cantanti in concerti in Italia e all’estero, insegna da molti anni, presso l’Istituto Musicale “A. Peri”. Con l’orchestra e il coro della scuola ha diretto il Requiem di Fauré, la Sinfonia di Salmi di Stravinsky, l’Anthem di Handel In the Lord put I my trust, i Carmina Burana di Orff, i Kindertotenlieder di Mahler.

L’ingresso al concerto è gratuito.

Lascia un commento