Contestazione al Lirico di Cagliari contro la sovrintendente Angela Spocci

Spread the love
Oltre alle scritte apparse ieri (3/4/2015) sulle vetrate del Lirico di Cagliari, Tre persone, prima del concerto in programma, hanno letto in teatro, di sorpresa, pubblicamente, senza alcuna autorizzazione, il documento che qui riportiamo contro le scelte e il comportamento del nuovo sovrintendente Angela Spocci che si trovava a Parma. Avvisata ieri nella tarda sera dell’accaduto. Oggi la sovrintendente è in viaggio di ritorno verso Cagliari. (4/04/2015) Luigi Boschi 
 

Cagliari, 03.04.2015
Spett. Presidente
Sig. Massimo Zedda
Spett.li Consiglieri di Indirizzo
E p.c. Spett. Presidente Regione
Sardegna
Dott. Francesco Pigliaru
Lavoratori tutti

A due mesi dalla nomina, la Sovrintendente è stata in grado di proporre una dimessa sequela incompleta di una decina di concerti sinfonico-corali integrati da quattro appuntamenti di musica da camera, null’altro. L’opera lirica è completamente assente e nella migliore delle ipotesi partirà, con colpevole e irrimediabile ritardo, tra qualche mese.

Il danno economico causato da una gestione tanto miope e fallimentare assume contorni sempre più precisi e dettagliati: la vendita degli abbonamenti rispetto allo stesso periodo del 2014 presenta un calo di oltre il 35%; mantenendo tale percentuale
gli introiti da botteghino per l’annualità 2015 saranno inferiori di circa 800.000;
conseguentemente il finanziamento statale 2016 subirà una drastica riduzione a causa della scarsa quantità e qualità delle produzioni; inoltre il numero di presenze degli spettatori è in calo verticale.
Le altre 13 fondazioni lirico-sinfoniche stanno producendo a pieno regime:
propongono al loro pubblico dai 10 ai 20 titoli tra opera e balletto, stagioni
sinfoniche di alto profilo, rassegne di musica da camera strumentale e corale, progetti
educativi in collaborazione con le scuole di ogni genere e grado e stanno già pianificando stagioni prossime venture.
In ultima analisi, mentre in tutta Italia i Sovrintendenti si adoperano per aumentare, diversificare e rendere più appetibile il proprio prodotto, per intercettare capitali privati e per far crescere il loro teatro, a Cagliari assistiamo attoniti ad un incomprensibile perseverare di errori, anche amministrativi, che lasciano l’azienda in un inspiegabile stato di abbandono gestionale ben lungi dall’essere quanto necessario
ad una fondazione.
Ad oggi è ancora assente la figura di un direttore artistico, fulcro dell’attività di un Teatro, e non è dato sapere, se, così come stabilito dalla legislazione vigente, quanto necessario all’erogazione del FUS sia stato correttamente disposto ed inviato agli organi preposti.
Tutti i lavoratori del Teatro Lirico sono ben coscienti e grati sia del sostegno che dell’impegno economico che Regione Sardegna, Stato Italiano, Comune di Cagliari e Banco di Sardegna stanno affrontando per sostenere questa Fondazione ed è proprio questa consapevolezza, unita a quanto sin qui esposto, a persuadere le scriventi OOSS e i dipendenti stessi che sia esigenza ineludibile e indifferibile che la
sovrintendente venga rimossa al più presto dal suo incarico in quanto manifestamente inadatta al ruolo che ricopre.
E’ assolutamente necessario che il Consiglio di Indirizzo si assuma le proprie responsabilità richiedendo all’autorità statale competente la revoca della Sovrintendente senza indugiare ulteriormente.
Contrariamente, permettere che questa gestione continui nella sua quotidiana e palese inadeguatezza produrrà criticità finanziarie che avranno inevitabili conseguenze negative sulle future capacità produttive della Fondazione e sull’occupazione della regione Sardegna.
F.to le Segreterie
SLC-CGIL UILCOM-UIL FIALS-CISAL LIBERSIND-CONF. SNATER CSS
Contestazione contro Angela Spocci

Nelle immagini sottostanti i pochi sparuti lavoratori e loro parenti protestano il 28  Marzo 2015 contro la Spocci, fomentati da chi? Non sembrano proprio “tutti i lavoratori del teatro” come scrivono nel comunicato. LB
Protesta del 28/3/2015 di pochi lavoratori del teatro Lirico di Cagliari

Lascia un commento