GRANDE CONCERTO VERDIANO AL PAGANINI giovedì 24 ottobre 2019 ore 20,30

Spread the love
Matteo Beltrami – direttore

GRANDE CONCERTO VERDIANO AL PAGANINI

Matteo Beltrami dirige l’Orchestra Toscanini giovedì 24

In programma le più belle musiche orchestrali del Maestro

 

L’orchestra dell’Emilia-Romagna Arturo Toscanini ritorna nella sua casa, l’Auditorium Paganini, giovedì prossimo, 24

, per un eccezionale appuntamento verdiano. Alle 20.30 infatti essa presenterà a tutti gli appassionati una ricca selezione delle più belle musiche sinfoniche scritte dal Maestro e tratte dalle sue opere più famose. Il concerto, a prezzi molto popolari, costituisce uno deli ultimi passi di avvicinamento al 2020 e soprattutto all’inizio della stagione concertistica della Filarmonica Toscanini ma anche l’occasione per ascoltare tutti insieme brani che rendono chiaro il genio creativo di chi non volle misurarsi con il genere sinfonico ma seppe egualmente scrivere per l’orchestra sola. Di Giuseppe Verdi si potranno infatti ascoltare la Sinfonia da Aroldo, il Preludio Atto I da La traviata, la Sinfonia da La forza del destino, il Preludio da Ernani, la Sinfonia da Luisa Miller, il Preludio da Aida, il Preludio da Macbeth, i Ballabili da Aida, il Preludio da Attila e la Sinfonia da Nabucco.

Matteo Beltrami, diplomato in Violino al Conservatorio “N. Paganini” di Genova e in Direzione d’Orchestra al Conservatorio “G. Verdi” di Milano, è dal 2016 direttore musicale del Teatro Coccia di Novara e ne è anche stato direttore artistico per la stagione 2018/19; debuttò ventenne come direttore d’orchestra a Genova con  Il Trovatore e in oltre venti anni di carriera con un repertorio di quasi cinquanta titoli operistici che vanno dal barocco a prime esecuzioni  assolute di opere contemporanee, ha lavorato nella maggior parte dei teatri italiani, fra i quali Opera di Firenze, La Fenice di Venezia, San Carlo di Napoli, Massimo di Palermo, Comunale di Bologna, Carlo Felice di Genova, Filarmonico di Verona, Verdi di Trieste, Regio di Parma, Municipale di Piacenza, Valli di Reggio Emilia, Comunale di Modena, Bellini di Catania. Non sono mancati prestigiosi impegni all’estero, in teatri come NCPA di Pechino, Semperoper di Dresda, Opera Reale Svedese di Stoccolma, Staatsoper di Amburgo, Staatsoper di Stoccarda, Aalto Theater di Essen, Teatro dell’Opera di Montpellier, e molti altri.

I biglietti del concerto (15 € intero, 10 abbonati Toscanini e enti convenzionati, e 5 Academy e promozioni speciali), per il quale si ringraziano Gruppo Hera e Fiere di Parma sono già in vendita on-line sul sito www.biglietteriatoscanini.it e presso  la biglietteria della Toscanini, che ha sede in viale Barilla 27/A, all’interno del Parco Eridania, presso il CPM Toscanini, con i consueti orari (da martedì a sabato dalle 10 alle 13, il giovedì apertura pomeridiana dalle 14 alle 17). Informazioni possono essere richieste scrivendo all’email biglietteria@fondazionetoscanini.it o telefonando allo 0521-391339. La biglietteria dell’Auditorium Paganini aprirà giovedì sera alle 19.

L’ultimo concerto della Toscanini prima dell’atteso debutto stagionale con la Nona di Beethoven il prossimo 8 novembre si terrà sabato 2 novembre alle 19 al Teatrino del Convitto Maria Luigia (in programma Haydn, Mozart, Sammartini) con il violino e la direzione di Enrico Onofri, celebre interprete barocco questo mese sulla copertina di Amadeus, in passato primo violino della Capella Real di Jordi Savall e del Giardino Armonico. Prezzi da 15 euro (intero) a 10 (abbonati Toscanini e enti convenzionati) e 5 (titolari riduzione Academy).

Lascia un commento