Il conflitto di interessi di Pereira

Spread the love

Secondo MusicalAmerica.com pare che la Scala abbia acquistato, per 1.600.000 euro, sei produzioni dall’indebitato Festival di Salisburgo. All’argomento l’autorevole quotidiano online ha dedicato due articoli in pochi giorni: Rebecca Schmid, Pereira Uses La Scala to Get Salzburg Out of Debt (4 aprile) e Carlo Vitali, Pereira’s Move a Raging Conflict of Interest (7 aprile).

Citiamo dal secondo pezzo:

“Eticamente parlando, si tratta di un discutibile accordo che vede Pereira nella doppia veste di venditore e compratore. Ciò è apertamente sottolineato da una quantità di fonti della stampa austriaca, nonostante il loro comprensibile sollievo di fronte ad una mossa che salva il Festival di Salisburgo dagli scogli del debito.

Dal punto di vista artistico vale la pena sottolineare che tre delle sei produzioni ( Meistersinger , Don Carlos e Falstaff ) non sono più sul cartellone del Festival. […]

Con circa 300 alzate di sipario e 459 mila spettatori l’anno, La Scala si colloca in alto nella classifica europea dei teatri d’opera, forse molto al di sopra del malandato Festival di Salisburgo. Non era possibile migliorare i termini dell’accordo a beneficio del compratore? Dal prezzo di 1,6 milioni di euro per sei allestimenti — tre dei quali già scartati dal produttore originale — esce una media di circa 266.000 € ciascuno, mentre una lussuosa nuova produzione come la Manon Lescaut all’Opera di Roma […] è costata più o meno altrettanto (280.000). […]”

Incidentalmente: la Scala aveva già in magazzino due recenti produzioni di Falstaff e Don Carlos…
Di questa situazione s
e ne parla in Austria e negli USA, ma la stampa italiana ha finora osservato un rumoroso silenzio sulla faccenda.
In tempi di spending review la notizia ci sarebbe perché – guarda caso – Alexander Pereira è sovrintendente in uscita (non tanto volontaria) dal festival salisburghese e sovrintendente nominato alla Scala, dove assumerà i pieni poteri il primo ottobre. Ministro Franceschini e sindaco Pisapia, non ci vedete un possibile conflitto di interessi?
 Presidente Renzi, si tratta di circa tre miliardi delle vecchie lire! 
Questa operazione vergognosa di Pereira è da Procura!! Sta cercando attraverso La Scala di pagare i debiti lasciati in eredità?

Luigi Boschi

Articolo correlato
Alexander Pereira alla Scala 

Lascia un commento