IMPARIAMO IL CONCERTO: VENERDI’ 26 Aprile 2019 ORE 18 LA CONFERENZA DI CRISTIAN CARRARA SU BEETHOVEN E FRANZ STRAUSS 

Spread the love
Carrara Cristian

PROSEGUE IMPARIAMO IL CONCERTO: VENERDI’ 26 LA CONFERENZA DI CRISTIAN
CARRARA SU BEETHOVEN E FRANZ STRAUSS 

La conferenza si terrà alla Sala Päer del CPM Toscanini 

Impariamo il Concerto, la nota serie di conferenze e prove aperte al
pubblico attraverso le quali la Fondazione Toscanini presenta al suo
pubblico e agli appassionati i brani che costituiscono la programmazione di
Nuove Atmosfere, prosegue venerdì 26 aprile alle ore 18 nella sede della
Sala Conferenze Päer del CPM Toscanini. L’ingresso avverrà attraverso la
reception e biglietteria della Fondazione Toscanini di Viale Barilla 27/A,
sempre all’interno del Parco Eridania e a pochi metri dall’Auditorium.

L’appuntamento, come già avvenuto per i due precedenti concerti della serie
Tutti per Uno, è affidato al compositore Cristian Carrara che racconterà al
pubblico genesi, articolazione, aneddoti dei tre brani che saranno eseguiti
il giorno successivo (ore 20.30) dalla Filarmonica Arturo Toscanini guidata
dal suo direttore principale Alpesh Chauhan e con la partecipazione del
cornista Fabrizio Villa. Come sempre, la conferenza sarà preceduta dalla
possibilità di poter assistere all’anteprima del concerto (a partire dalle
15 all’Auditorium Paganini, ingresso dall’entrata principale). L’ingresso al
doppio appuntamento (anteprima e conferenza) è come sempre fissato ad 1
euro.

Il programma sarà aperto dall’ouverture Coriolano, op.62, di Ludwig van
Beethoven, composta nel 1807 per l’omonima tragedia di Heinrich von Collin e
aperta dai tre celebri unisoni degli archi. Di chiara impostazione classica
e di forte impronta drammatica, dedicata alla leggenda dell’eroe romano
cantata anche da  Shakespeare, essa è coeva della Quinta Sinfonia con cui
condivide la tonalità in do minore. Franz Strauss, padre del compositore
Richard e famoso per il pessimo carattere, la personalità “abrasiva” e
l’approccio conservatore alla musica, fu uno dei più celebri interpreti del
corno dell’Ottocento. Detestava ad esempio Wagner ma suonò in molte “prime”
delle sue opere proprio a causa del suo straordinario virtuosismo: scritto
nel 1865, il Concerto op.8 richiede grande musicalità e abilità tecnica. Il
brano conclusivo sarà la Prima Sinfonia op.21 di Beethoven, oggi visto come
l’anello di congiunzione dell’autore con la tradizione sinfonica del
Settecento (debuttò nel 1800), influenzato più da Haydn che da Mozart.

Cristian Carrara è considerato tra i compositori più originali della sua
generazione. Scrive prevalentemente musica sinfonica e cameristica, ma anche
opere destinate al teatro musicale e alla televisione. La critica riconosce
nella sua produzione una scrittura “attentissima all’equilibrio e alla
delicatezza del tessuto armonico”, ma “grande negli intenti creativi per cui
tutto il contesto si manifesta solidissimo e terso”, capace di rivelare, al
di là della cortina di una musica apparentemente ‘semplice’, la terribile
domanda sugli esiti nefasti di ciò che è proclamato bene, ossia di ciò che
la guerra, ogni guerra, comporta” (Claudio Strinati). La sua musica viene
eseguita in sale prestigiose, dall’Accademia di Santa Cecilia a Roma, alla
Berliner Hall, dal Maggio Musicale Fiorentino all’Auditorium Binyanei Hauma
di Gerusalemme.  

I biglietti sono in vendita presso la biglietteria della Fondazione
Toscanini, situata presso il CPM Toscanini, Viale Barilla 27/A. informazioni
al numero 0521/391339 o scrivendo a
<mailto:biglietteria@fondazionetoscanini.it>
biglietteria@fondazionetoscanini.it

Lascia un commento