Parma, Concerto di Natale 2019: Cantate e sinfonie pastorali del ’700 italiano

Spread the love
Ensemble Par.M.A del dipartimento di musica antica del Conservatorio Arrigo Boito

Concerto di Natale:

Cantate e sinfonie pastorali del ’700 italiano

Lunedì 23 dicembre alle 21.00, nella cripta della Cattedrale, un concerto dell’Ensemble Par.M.A del dipartimento di musica antica del Conservatorio Arrigo Boito. Ingresso libero

Ancora una volta la Curia Vescovile di Parma invita la città a prepararsi al Natale attraverso l’ascolto della musica: lunedì 23 dicembre alle 21.00, nella cripta della Cattedrale, l’Ensemble Par.M.A del dipartimento di musica antica del Conservatorio Arrigo Boito di Parma sarà protagonista del Concerto di Natale “Cantate e sinfonie pastorali del ‘700 italiano”. La formazione, guidata dal maestro Franceso Baroni, eseguirà la “Cantata Pastorale” di Giacomo Maraucci, compositore napoletano del XVIII secolo, e la celebre cantata natalizia “Oh di Betlemme altera povertà” di Alessandro Scarlatti. Saranno inoltre interpretate musiche strumentali di Arcangelo Corelli e Francesco Manfredini. L’iniziativa è frutto della collaborazione tra il Conservatorio e la Diocesi di Parma, che proseguirà con diversi appuntamenti nel 2020, tra cui la stagione di meditazioni in musica in Battistero dal titolo “Una voce sottile di silenzio”. L’ensemble Par.M.A. è composto da studenti e docenti del Conservatorio: il soprano Rui Hoshina, Davide Medas e Marco Kerschbaumer (violini), Federica Catania (viola), Giacomo Bertolini (violoncello), Dario Landi (tiorba), Francesco Monica (organo), Francesco Baroni (clavicembalo e maestro concertatore).

 

“La Diocesi di Parma – osserva Lorenzo Montenz, responsabile del progetto culturale diocesano – sceglie per il secondo anno consecutivo di dare visibilità a questi giovani che, prese le distanze dai luoghi comuni di un’arte commercializzata, s’impegnano in una professionalità faticosa ma preziosa, fatta di passione e di curiosità per la ricerca, di studio accurato di linguaggi musicali ingiustamente dimenticati, di entusiasmo nel riproporre un’atmosfera culturale ricercata e coinvolgente”.  

 

L’evento è a ingresso libero. Per informazioni: Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”, www.conservatorio.pr.it.

Lascia un commento