PRIMO SIMPOSIO DI ARCHITETTURA DEI TEATRI E STUDI DI SCENOTECNICA TEATRALE

Spread the love

SIMPOSIO DI ARCHITETTURA E INGEGNERIA PER L’INDUSTRIA DELLO SPETTACOLO
Ricerca e formazione: nuove prospettive per il futuro
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI ROMA TRE, DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA.

 Programma 1 Dicembre 2016

 9:00 Registrazione dei partecipanti
9:15 Welcome istituzionale
ELISABETTA PALLOTTINO Direttore Dipartimento di Architettura Università degli Studi Roma Tre.

09:30 PAOLO DESIDERI Studio ABDR Architetti Ass. / Dip. di Architettura Università degli Studi Roma Tre.
Il progetto del nuovo Teatro dell’Opera di Firenze: aggiornamento tipologico e sperimentazione di tecnologie e materiali.
10:10 MICHELE BECCU Studio ABDR Architetti Ass. / Dip. di Architettura Università degli Studi Roma Tre. 
Il progetto del nuovo Teatro Margherita di Bari: aggiornamento tipologico e sperimentazione di tecnologie e materiali.
I progetti del  teatro dell’Opera di Firenze e del teatro Margherita a Bari. La  configurazione della sala teatrale, gli aspetti legati alla scenotecnica, e al  trattamento della resa acustica. 
Le tecnologie volte al risparmio delle risorse, alla valorizzazione delle caratteristiche delle opere e  alla personalizzazione dei trattamenti delle superfici.

10:40 LUCA RUZZA  OpenLab Company. 
Teatri temporanei, flessibili ed energicamente autonomi. Il caso del “Theatre Box”.
Luca Ruzza, autore del Theatre Box, racconterà le fasi del processo tecnico e creativo che lo ha condotto all’elaborazione del suo progetto fino alla sua realizzazione.

11:20 GIORGIO PALU’ Studio Arkpabi.
Architettura e musica: una possibile armonia.
L’auditorium Giovanni Arvedi nel Museo del violino di Cremona, un positivo esempio di sinergia tra design e suono, frutto della collaborazione di Giorgio Palù (studio Arkpabi) e Yasuisha Toyota (Nagata Acoustic).
L’auditorium Compasso d’oro 2016 (“per aver realizzato con bellezza ed eleganza il concetto di armonia pari a un grande strumento musicale”) è l’unica architettura ad aver ricevuto il prestigioso premio.

12:00 RICCARDO TOMASSONE
La macchina scenica teatrale. Il graticcio mobile

Una realizzazione in corso d’opera della ristrutturazione del Teatro San Filippo ( chiesa sconsacrata adibita a teatro) nella città L’Aquila.
12:20 SAID LOUNIS Ceo Serapid Group. Intervento in lingua inglese.
Moderatore: RICCARDO TOMASSONE 
RCT (Rigid Chain Technology) Idee per applicazioni architettoniche.
La tecnologia della catena rigida ( RCT-  Rigid Chain Tecnology) è un sistema di sollevamento eco-ambientale, compatto, semplice ed affidabile che può sostituire il sistema idraulico. Negli ultimi anni  gli studi di architettura stanno cercando soluzioni per aumentare la flessibilità negli auditorium , nelle sale di spettacolo, nelle sale di conferenze, nei teatri , nelle scenografie ed altro. C’è molta ricerca dietro questa evoluzione industriale per offrire nello stesso spazio diversi usi, abbassando le spese di esercizio, riducendo i tempi di lavoro e costi , aumentando le possibilità artistiche. L’intevento intende mostrare questo tipo di tecnologie applicate su differenti strutture architettoniche. 

12:50 Pausa pranzo

14:00 A J WEISSBARD lighting designer
La scelta di soluzioni illuminotecniche moderne per installazioni temporanee: vantaggi e svantaggi dell’utilizzo di tecnologie LED nell’illuminazione di eventi, mostre, installazioni, teatro ed opera. 
Le fonti luminose LED sono un nuovo importante strumento per un lighting designer. Offrono interessanti possibilità per la realizzazione di progetti di design, riducendo il consumo energetico. Tuttavia le tecnologie LED comportano una serie di limitazioni di cui un buon light designer deve tener conto, specialmente per progetti di durata limitata, quando i materiali non sono acquistati ad hoc. AJ Weissbard, analizzando le scelte prese durante la progettazione di eventi ed installazioni, illustra attraverso esempi concreti la sua filosofia di lavoro con i materiali LED ed espone le sue metodologie per includere questa tecnologia in un’ampia gamma di progetti.

14:40 ELEONORA STRADA Studio Architetturacustica.
La progettazione acustica di supporto alle scelte architettoniche dimensionali dei teatri e degli auditorium.
I segreti del restauro acustico dei teatri. Le forme e e le dimensioni dei teatri per la resa acustica ottimale

La progettazione acustica di supporto alle scelte architettoniche dimensionali dei teatri e degli auditorium. I segreti del restauro acustico dei teatri. Le forme e e le dimensioni dei teatri per la resa acustica ottimale.  La definizione di una attenta proporzione armonica degli spazi tridimensionali di questi spazi in funzione delle peculiari caratteristiche acustiche delle sale con particolare attenzione alla flessibilità polifunzionale. Rispetto dei vincoli imposti dalla Sovrintendenza.. Rispetto delle normative di sicurezza per i locali di pubblico spettacolo. Tempi di realizzazione delle opere. Ottimizzazione delle caratteristiche acustiche.

15:40 PAOLO TROVATO (CEO Decima Italia)
Moderatore: ELEONORA STRADA 
La progettazione di teatri e auditorium in funzione delle diverse caratteristiche tipologiche: flessibilità e multifunzionalità.
L’intervento approfondisce  alcuni approcci alla progettazione di teatri ed auditorium in funzione dei differenti parametri che usualmente si devono tenere in considerazione. Vengono messi in rilievo  gli aspetti legati all’interdisciplinarietà, fornendo elementi utili al risparmio gestionale.

16:10 TAVOLA ROTONDA
Il restauro filologico. Il progetto come ripensamento degli edifici teatrali.  Ma quale progetto per quale idea di teatro?
Introduce e modera: 
SANTI CENTINEO Ricercatore ICAR/16-Architettura degli Interni,  Politecnico di Bari.

Partecipano:  CLAUDIO CANTELE Architetto. Direttore allestimenti scenici Fondazione Teatro Stabile Torino);  GIANCARLO BATTISTA e MARCO GRIMALDI Studio Battista Associati;  
MARINA GARIBOLDI Architetto;  ALESSANDRO PERGOLI CAMPANELLI Architetto;
PAOLO MICCICHE’ Regista e Visual Design.
Responsabilità e consapevolezza nella gestione integrata del settore tecnico e dell’allestimento scenico.
Interventi di riconversione. Il progetto architettonico come salvaguardia dell’identità storica dei teatri.
La riconversione degli spazi dismessi. L’integrazione della scena prospettica del Teatro Olimpicodi Sabbioneta.
Il teatro fuori dal teatro: un futuro che nasce dal passato?

18:00 Conclusione

Fonte Link http://thescenographer.org/programma/

Lascia un commento