CRIMINALI FOLLI: STRAGI A SALT LAKE CITY E FILADELFIA

Società e cronaca
Spread the love

Spari tra la folla. Video
(Repubblica Tv)

(ANSA) SALT LAKE CITY  – Almeno dieci persone sono state uccise la notte scorsa in due diverse sparatorie negli Stati Uniti, a Salt Lake City e a Filadelfia, secondo quanto hanno riferito la polizia e i media americani. Il primo dramma è accaduto in u centro commerciale di Salt Lake City, nello Utah (Usa occidentali), quando un uomo armato di fucile ha aperto il fuoco all’impazzata sulla folla e ha ucciso cinque persone, secondo quanto ha detto la polizia che ha precisato che l’assalitore è a sua volta morto. "Ci sono cinque morti e altre persone sono state ferite e sono curate in ospedali vicini", ha detto una portavoce della polizia cittadina, Robin Snyder. "Possiamo confermare che lo sparatore è morto", ha aggiunto. "Alcuni dei feriti sono in condizioni gravi", ha detto la portavoce senza precisarne il numero. Snyder ha detto che sono state ritrovate vittime della sparatoria "in tutte le zone del centro commerciale". Secondo alcune testimonianze riferite dalla televisione locale ABC4, un uomo con un pastrano e uno zaino è entrato nel centro commerciale verso le 18:30 locali (le 02:30 italiane) e ha iniziato a sparare a casaccio sulla folla con un fucile a pompa.

Un giovane, Clifton Black, ha detto di aver visto "una decina di corpi". Secondo KLS5, al momento dell’attacco nel centro commerciale c’erano centinaia di persone e molte di loro si sono barricate nei negozi, rifugiandosi fin dentro armadi a muro e perfino dentro frigoriferi per sfuggire alle pallottole. Un altro testimone ha raccontato alla tv KLS5 gli ultimi istanti della vicenda: "Ho sentito i poliziotti gridare ‘getta l’arma, polizia, getta l’armà e dopo ho sentito un gran numero di spari". La polizia tuttavia non ha ancora precisato se l’uomo, di cui non è stata resa nota l’identità, è stato ucciso o se si è suicidato. Sembra invece certo che si sia tolto la vita l’uomo che alla stessa ora, ma a 3.000 chilometri di distanza, a Filadelfia in Pennsylvania, aveva iniziato a sparare in un palazzo di uffici, uccidendo almeno tre persone e ferendone gravemente una quarta. Secondo il vice commissario di polizia di Filadelfia Richard Ross, la sparatoria sarebbe avvenuta nella sede di una società di investimenti, non è chiaro se immobiliare o finanziaria, in un edificio del Philadelphia naval business center, un ex complesso della Marina militare convertito in centro di uffici. Secondo Ross, la polizia ha ricevuto ieri sera alle 20:30 locali una chiamata che avvertiva di una sparatoria. Appena giunti sul posto, un uomo armato ha iniziato a sparare contro gli agenti. Lo sparatore si è quindi riparato dietro una porta e poco dopo si è sparato uccidendosi. Secondo Ross, la sparatoria sarebbe avvenuta in una riunione dei dirigenti della società e lo sparatore potrebbe essere un investitore.

Lascia un commento