Parma, via Garibaldi perde un negozio storico: chiude Arbiter

Spread the love

Dopo 67 anni di attività, chiuderà il prossimo luglio Arbiter, il negozio di abbigliamento maschile e scarpe in strada Garibaldi 17/B.

E così la via, già colpita da numerosi abbandoni commerciali, perde un’attività che può senza dubbio essere considerato una delle punte di diamante del centro di Parma.

Gusto ed eleganza accompagnano da 67 anni le scelte di Arbiter: collezioni eleganti, capi classici ma anche sportivi o casual, in un’offerta che va dallo street style a uno stile più ricercato e sofisticato.

Il tutto affiancato dall’esperienza e dalla competenza dello staff.

L’atelier fu aperto nel 1952 da Armando Thrull. Nel 1970 inizia a lavorare in negozio anche Roberto Thrull, figlio di Armando e attuale proprietario del salotto con vista su piazza della Pace.

“Ho compiuto 73 anni e dopo aver lavorato 50 anni in bottega ho deciso che è il momento di dedicare più tempo al giardinaggio: potrò farlo a tempo pieno nella mia casa in campagna. Il dispiacere è veramente tanto e credo – ammette il titolare – che per un bel po’ non passerò in via Garibaldi”.

La moda essere: l’intervista del 2015

Inevitabile fare un accostamento con i decenni scorsi: “Negli anni ’80 e ’90 questa era la strada più bella di Parma. Adesso le cose sono molto cambiate, a partire dalle frequentazioni. La sera in molti preferiscono girare alla larga da qui”, dice riferito alla sicurezza e al degrado.

I temi all’ordine del giorno, soprattutto per chi deve portare avanti un’attività storica, si ripetono: calo dei consumi, cambiamento delle abitudini di acquisto da parte dei cittadini, e-commerce, concorrenza dei grandi centri commerciali, attrattività e accessibilità del centro città.

Temi affrontati in svariate occasioni alla luce della lunga scia di attività chiuse.

“La crisi economica l’abbiamo sentita anche noi ma posso dire che l’abbiamo superata e anche in questi ultimi mesi stiamo lavorando parecchio”.

Ma adesso è il momento dei saluti e Roberto Thrull, che ha scritto una lunga pagina di moda per tanti clienti, lo fa con gli occhi pieni di lacrime.

Al momento non è dato sapere se e chi occuperà lo spazio commerciale dopo Arbiter.

Fonte Link: parma.repubblica.it

Lascia un commento