Paolo Scarpa: SUPPORTI SOCIALI SUL TERRITORIO E STRATEGIE CONDIVISE PER LA SANITÀ CITTADINA

Spread the love

A Parma c’è carenza di supporti sociali efficaci sul territorio, soprattutto di strutture socio-sanitarie adeguate per seguire la post-degenza dei pazienti più anziani, in un’ottica di integrazione tra le competenze ospedaliere e i servizi territoriali. Tra le mie proposte c’è il recupero edilizio e funzionale del Romanini-Stuard, che può essere in parte destinato all’assistenza post degenza. Esiste inoltre la necessità di creare una reale sinergia tra sindaco e le direzioni generali di Usl e Azienda Ospedaliera, per elaborare una strategia assistenziale adeguata alle esigenze della cittadinanza e garantire una migliore difesa dei nostri servizi in sede regionale. Compito quest’ultimo mai svolto dall’attuale primo cittadino di Parma, peraltro presidente della Conferenza sociosanitaria, che non ha saputo costruire il necessario clima di collaborazione operativa con le autorità sanitarie della città. E questo in vista della unificazione dell’Usl con l’Azienda Ospedaliera Universitaria, processo che deve essere seguito e vigilato. Ritengo che tocchi proprio al sindaco il compito di affiancare, anche in sede propositiva, un sistema sanitario che denuncia uno stato di crisi evidente, aggravato dalla grave carenza di ricambio generazionale tra il personale medico. La salute è l’obiettivo di una intera comunità, da qui il progetto di politiche attive di prevenzione (educazione, scuola, sport) di cui il Comune deve farsi protagonista.

Lascia un commento