Tangenti e corruzione elettorale: arrestato il sindaco leghista di Legnano

Il primo cittadino, Gianbattista Fratus, è ai domiciliari come l'assessora alle opere pubbliche Chiara Lazzarini. In carcere invece il vicesindaco Maurizio Cozzi. Nel mirino le selezioni per affidare incarichi pubblici. Salvini: "Fiducia nei miei uomini e nei magistrati". L'allarme di Di Maio sulle ultime inchieste: "Nuova tangentopoli" di SANDRO DE…

Appalti pubblici in Calabria, 20 indagati: ci sono il governatore Oliverio (Pd), il sindaco di Cosenza ed ex deputato dem

La procura di Catanzaro, guidata da Nicola Gratteri, contesta al governatore e all'ex vicepresidente Nicola Adamo, assieme ad altre 4 persone, la “associazione per delinquere con lo scopo di commettere una serie indeterminata di delitti contro la pubblica amministrazione". Sotto inchiesta anche Mario Occhiuto, primo cittadino di Cosenza e candidato…

Tangenti per gli appalti, 43 arresti, il governatore Fontana non si accorse della tentata corruzione e non denunciò

Gli indagati sono 95 fra imprenditori e amministratori pubblici. Provvedimenti cautelari per il consigliere comunale di Milano Pietro Tatarella e per il il sottosegretario della Regione Lombardia Fabio Altitonante. Richiesta d'arresto per il parlamentare Sozzani.  di SANDRO DE RICCARDIS MILANO - I carabinieri di Monza e la guardia di finanza di…

NON ESISTE IL DIRITTO DI BUFALA STORICA. 

[caption id="attachment_58713" align="alignnone" width="300"] Bufala Cassazione[/caption] DI CARLO VITALI NON ESISTE IL DIRITTO DI BUFALA STORICA. Due sentenze della Cassazione penale Sentenza 19.10.1979: «Anche nella ricerca storica il diritto di critica, quando sconfina nell'altrui personale denigrazione, può divenire strumento di aggressione all'altrui sfera morale e rimane, pertanto, privo di tutela…

Caso Siri, l’ombra lunga della mafia

Nell’indagine delle procure di Palermo e Roma emerge la ricostruzione di un sistema che mette uomini chiave della Lega al servizio dei complici del padrino DI GIANLUCA DI FEO “Ho il sostegno dell’amico di Castelvetrano”. Una frase che in Sicilia non ha bisogno di spiegazioni: “l’amico di Castelvetrano” è Matteo…