I “nomadi digitali” che abbattono i muri

di BARBARA ARDU’

ROMA – Se non la sicurezza del posto, almeno il diritto alla felicità. E’ un po’ il motto dei nomadi digitali. Giovani abili con le tecnologie e spesso specializzati su un lavoro tra i tanti che stanno rivoluzionando il mondo. Nomadi digitali perché per loro lavorare in un luogo piuttosto che in un altro cambia poco. Fanno tutto tramite la Rete. E’ dal web che arriva il lavoro, è con pagamenti elettronici che vengono pagati ed è sempre attraverso il web che consegnano.

Disabili al lavoro: per 2 manager su 3 sono un’opportunità

Non solo profitto. I nuovi obiettivi: valorizzare la diversità per cambiare paradigma culturale e sociale, anche nelle imprese

di ROBERTO ORSI

Dall’assistenzialismo alla managerialità: il rapporto tra lavoro e disabilità deve cambiare, garantendo i diritti dei più deboli senza mettere in discussione l’obiettivo del profitto per l’impresa.

Poco meno del 7% della popolazione italiana è disabile, cioè 4 milioni di individui. Solo 800mila lavorano; più di un milione vorrebbe farlo. Ma nonostante le leggi di tutela resistono molti pregiudizi e molte limitazioni: troppe aziende ancora preferiscono pagare le penali previste per chi non assume la quota obbligatoria di lavoratori con disabilità. Anche perché non si è affermato un approccio win-win, nel quale tutti hanno vantaggi certi.

Per fortuna ci sono i primi segnali positivi. Per due terzi dei manager italiani la presenza di un lavoratore disabile in azienda produce ricadute positive per tutti: i compiti vengono distribuiti in modo più equo; gli spazi vengono organizzati in modo più razionale; sono assicurati interventi migliorativi ed ergonomici; si sviluppano nuove forme di organizzazione del lavoro (dal telelavoro allo smart working). La ricerca “I manager e la gestione dei lavoratori con disabilità” fornisce dati rassicuranti in proposito. L’indagine, realizzata da AstraRicerche, promossa da Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), Prioritalia, Manageritalia e Osservatorio Socialis è stata presentata nel corso del convegno “Disabilità & Lavoro – La sfida dei manager”, svoltosi a Roma nei giorni scorsi.

Parma, Offerte di lavoro

VENDITORI AUTO
IADA – Italian Automotive Dealer Association – Parma, Emilia-Romagna

Offerte di lavoro – Parma, Emilia-Romagna

Impiegato tecnico
GmpItalia srl – Parma, Emilia-Romagna
€1,200 – €1,600 al mese
Ci rivolgiamo ad un/a candidato/a, che abbia già maturato una breve esperienza in studi professionali,

Proposte di lavoro a Parma

IMPIEGATO ADDETTO BENI MOBILIARI
Adecco italia SpA – Filiale di Parma – Parma, Emilia-Romagna
La risorsa si occuperà di:. Adecco Parma ricerca per importante cliente del territorio di riferimento.

Proposte di lavoro da Parma

Scaffalisti
Archimede S.p.A.   Lavoro