Rimini, l’estate è alle porte e il Comune mette al bando le birre fresche

Gli esercenti delle strade in cui si concentra il flusso di turisti non potranno tenere e vendere bevande alcoliche refrigerate: nel mirino il consumo smodato da parte dei giovani. Caso analogo a Bologna

BOLOGNA – L’ordinanza è scattata una settimana fa a Bologna: in centro storico e nella zona della Bolognina non si possono vendere bevande alcoliche refrigerate. Da oggi un divieto molto simile è in vigore a Rimini, città a vocazione turistisca ancora che fa dell’estate il suo traino economico e che nella bella stagione diventa una delle cartoline della movida e del turismo giovane in Italia, da sempre, assieme a Riccione, in competizione con il Salento.

Ordinanze che arrivano a pochi giorni dalle elezioni: entrambe le città infatti andranno al voto il 5 giugno. Da oggi e fino al 15 settembre prossimo a Rimini si fa divieto, secondo il testo dell’ordinanza messo a punto dalla polizia municipale, “a tutti gli esercizi di vicinato del settore alimentare e misto, ubicati nelle zone di maggior presenza turistica, di conservare allo scopo di vendita bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in qualunque sistema e apparecchio di refrigerazione e raffrescamento presso i locali e le aree esterne delle attività”. Tradotto dal burocratese significa che i negozietti di alimentari e non solo non potranno avere frigoriferi colmi di birre fresche da vendere a passanti e turisti. Le multe, se sorpresi dai vigili urbani, non sono irrilevanti per un commerciante: si va dai 300 ai 500 euro, con la possibilità di saldare entro 60 giorni pagando un fisso di 400 euro.

GARA DI MANGIONI A RIMINI, ARRIVA A 224 KG

(ansa.it) RIMINI  – Ha "spazzolato" una fiamminga di tagliatelle al ragù, dieci salsicce bollenti, cinque uova sode, una ciambella, oltre a pane, acqua e vino, aumentando di ben 13 chilogrammi: Glauco Natali, cesenate detto Il Duca, è (meritatamente) il Campione italiano di Mangiathlon. Natali alla fine dell’abbuffata è salito sulla bilancia e ha toccato punta 224 chilogrammi. Siccome all’inizio della gara era "appena" a quota 211, è diventato il nuovo recordman della gara per appetiti robusti che ogni anno si celebra a Rimini. Il Duca ha battuto il ravennate Frenkybello, alias Franco Camerini, campione uscente, 172 kg alla fine della competizione con un incremento di oltre 11 chilogrammi. Battuto anche il bolognese ‘Gas’ Gastone Figna, che da 111 kg iniziali è lievitato a 117, con un aumento "solo" di 6 chilogrammi che gli sono comunque valsi il podio. Iera sera, in un ristorante di Rimini, il 13.mo Campionato italiano di Mangiathlon ha fatto registrare un tutto esaurito di spettatori. Oltre 300 mangiatori si sono sfidati in più competizioni.

BARBONE RIMINI: FERMATI QUATTRO GIOVANI RIMINESI

(ansa.it) RIMINI – La posizione di quattro giovani riminesi poco più che diciottenni, incensurati e di buona famiglia è al vaglio degli inquirenti che stanno indagando sul tentativo di omicidio di Andrea Severi, 44 anni, il clochard tarantino che fu dato alle fiamme mentre dormiva su una panchina a Rimini lo scorso 10 novembre e che fu ridotto in fin di vita, per poi cominciare una lenta guarigione.

Li ha individuati la squadra mobile della questura di Rimini, nell’eventualità di un fermo di polizia giudiziaria per tentativo di omicidio. I particolari dell’operazione saranno illustrati in una conferenza stampa alle 15 nel Tribunale di Rimini dai vertici della Procura. Severi, che ha riportato ustioni di secondo e terzo grado sul cinquanta per cento del corpo, è ancora ricoverato al centro grandi ustionati di Padova. 

DANNO FUOCO A BARBONE CHE DORME A RIMINI, GRAVISSIMO

(ansa.it) RIMINI – Ignoti hanno tentato di uccidere la scorsa notte un barbone a Rimini, dandogli fuoco mentre l’uomo dormiva su una panchina di via Flaminia.

Prima gli hanno versato addosso una tanica di benzina. Le ustioni su tutto il corpo si sono rivelate così gravi da imporne il trasferimento immediato al centro grandi ustionati di Padova, dove l’uomo versa in gravissime condizioni.

La sua identità non è ancora stata accertata: la Polizia scientifica sta cercando di rilevarne le impronte per l’ identificazione. Secondo un’ipotesi potrebbe trattarsi del tarantino di 46 anni che da tempo staziona in città e almeno di vista è noto a molti. Ignote per ora anche le motivazioni del gesto sconsiderato. 

INTERNET E TURISMO

INTERNET  E TURISMO AL CENTRO DEL CONVEGNO DI ASSOTURISMO-CONFESERCENTI EMILIA ROMAGNA AL TTG INCONTRI DI RIMINI

Negli ultimi decenni, il settore turistico è stato coinvolto da una serie di ondate tecnologiche: negli anni ’60-’70 quella dei computer reservation system (CRS), negli anni Ottanta quella dei global distribution system (GDS) e, infine, la Internet revolution a partire dalla seconda metà degli anni Novanta. Soprattutto quest’ultima ha modificato profondamente, e continua a farlo, i modi, i tempi e i canali attraverso i quali gli operatori turistici dialogano, informano, vendono i propri prodotti e servizi ai clienti.

Questo è il tema che è stato affrontato nel convegno dal titolo "Turismo nell’era di Internet, sviluppi e nuove tendenze" organizzato da Assoturismo -Confesercenti Emilia-Romagna all’interno del TTI-TTG Incontri, la manifestazione turistica che si svolge a Rimini dal 24 al 26 ottobre 2008. Alla fiera del turismo,  era presente anche l’agenzia di incoming parmense Food Valley Travel, promossa della Confesercenti di Parma,  per incontrare e vendere a numerosi tour operators interessati il nostro prodotto turistico.

Rimini come Dubai: grattacieli e nuovi moli

Saranno ridisegnati due chilometri di costa. In lizza i big dell’architettura mondiale. Palazzi ondulati o nascosti sotto dune verdi: tre progetti in gara per la riqualificazione del lungomare

(corriere.it) MILANO – Addio ai bagnini ruspanti, ai venditori di «cocco bello, cocco fresco», ai pattìni, alla piadina e a tutti i cliché che vengono in mente quando si pensa alla riviera romagnola. Il lungomare di Rimini potrebbe presto cambiare faccia e diventare un luogo chic in cui è d’obbligo presentarsi con un bikini «adatto per l’occasione». Almeno questa è l’idea che ci si può fare guardando i tre bellissimi progetti internazionali che partecipano al bando di gara indetto dal Comune (ed esposti fino al 31 luglio nel Palazzo dell’Arengo), per la riqualificazione mediante project financing di due chilometri di costa: due tratti di mare che vanno da Largo Boscovich, dove si trova il porto, a Piazzale Kennedy, e da quest’ultimo fino a Piazza Marvelli.