LA DIFFUSIONE INCONTROLLATA DELLA LEGIONELLA E LA RESISTENZA DI BONACCINI ALLA (GIUSTA) RADIAZIONE DI VENTURI DALL’ORDINE DEI MEDICI

Cartacanta onlus

LA DIFFUSIONE INCONTROLLATA DELLA LEGIONELLA E LA RESISTENZA DI BONACCINI & CO. ALLA (GIUSTA) RADIAZIONE DI VENTURI DALL’ORDINE DEI MEDICI SONO LA RIPROVA DI UN GOVERNO DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE SERVILE, INCAPACE E ALLO SBANDO.

Il nuovo DPCM  (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ) del 12 gennaio 2017 che dettaglia, tra l’altro, gli obblighi del Servizio nazionale, stabilisce che questo «assicura, attraverso le risorse finanziarie pubbliche …, i seguenti livelli essenziali di assistenza:

a) Prevenzione collettiva e sanità pubblica; b) Assistenza distrettuale; c) Assistenza ospedaliera».

Relativamente alla lettera a) e per quanto ora di nostro interesse, il DPCM precisa che il «Servizio sanitario nazionale garantisce a) sorveglianza, prevenzione e controllo delle malattie infettive e parassitarie, inclusi i programmi vaccinali; b) tutela della salute e della sicurezza negli ambienti aperti e confinat.

Sentenza del Consiglio di Stato n. 6708 del 27 novembre 2018: sono illegittimi tutti i regolamenti comunali che non si attengono integralmente all’ISEE

Isee

Cartacanta onlus

IL CONSIGLIO DI STATO È IN VENA DI FARE MALE E ANNULLA ANCHE IL REGOLAMENTO DI UN COMUNE CHE PREVEDE, TRA L’ALTRO, PER I SERVIZI SOCIO-SANITARI IL PAGAMENTO DI UNA QUOTA MINIMA ANCHE PER IL DISABILE CON DICHIARAZIONE ISEE PARI A ZERO.

Land grabbing e migranti, gli italiani coinvolti gridano ‘Aiutiamoli a casa loro’. Mentono

Alcuni commenti al mio precedente post mettevano in dubbio alcuni dati da me citati, in particolare il ruolo svolto dalle aziende italiane nel Land grabbing, l’accaparramento delle terre fertili da parte di grandi multinazionali o di interi Stati, in Africa. Per superare ogni dubbio è sufficiente cliccare su Web of transnational deals e quindi Italy (con il browser Internet Explorer non funziona) e sarà possibile osservare come sono ben 1.017.828 gli ettari acquistati da industrie italiane attraverso il Land grabbing, terreni quasi tutti collocati in Africa , tranne circa 36mila ettari in Romania. Questi dati sono stimati per difetto, perché fanno riferimento unicamente ai contratti già chiusi nel 2015; molte altre trattative erano allora ancora aperte ed altre sono state avviate recentemente. Cliccando su Show all outbound deals è possibile, poi, vedere la lista delle aziende italiane coinvolte in tale pratica, aggiornata al 2015. Quelli indicati come Secondary investor indicano l’azienda con sede in Italia che sta dietro i primi acquirenti (primary investor). Questi ultimi, in genere, fungono da prestanome locale: sono aziende collocate nel Paese in cui si trova il terreno, utili a superare le leggi nazionali che vincolano gli investimenti italiani.

I FURBETTI DELL’ISEE (Ingiustizia Sociale Economica Evidente)

ricorrendo ancora una volta al trucco della matrioska (quello di infilare di soppiatto emendamenti all’interno di leggi o atti aventi forza di legge in dirittura di approvazione, giusto per evitare il confronto parlamentare) il Governo ha introdotto le sue “personali” modifiche al DPCM sull’ISEE come aveva imposto il Consiglio di Stato con le sue sentenze di febbraio. Ebbene tali modifiche personalizzate, se saranno approvate, coincidono soltanto per una metà con quanto stabilito dal Consiglio di Stato e per un’altra metà se ne fanno beffa introducendo addirittura novità peggiorative per i richiedenti le prestazioni.

Lettera a Pizzarotti di Cartacanta onlus: perché te ne devi andare

Caro Sindaco e Capitano di una manciata di bugiardi,

innanzitutto vogliamo dirti che hai dimenticato di essere stato eletto grazie ad una legge elettorale truffa detta “modello Sindaco d’Italia” (e che fior di Sindaci ha prodotto a contare le centinaia di indagati, imputati e arrestati!), un raggiro di legge proporzionale a salvaguardia del bipolarismo camuffato sotto una miriade di liste civetta e basato sul doppio turno con robusto premio di maggioranza che ha contribuito ad allontanare gli elettori dal voto garantendo però al contempo l’elezione di un Sindaco “forte”. Onestà politica avrebbe voluto che tu tenessi conto che il numero elevato di consiglieri “eletti” della tua lista era drogato da quel premio di maggioranza e invece sei stato tanto arrogante da pensare che i parmigiani con i loro voti al ballottaggio, zeppo anche di migliaia di voti sicuramente spuri, avessero voluto esprimere un plebiscito alla tua faccia ignota e quindi darti carta bianca per amministrare la città.

Frasi come “I cittadini di Parma hanno votato me e non Beppe Grillo“, sulla quale subito Grillo ha precisato un po’ stizzito che “A Parma non ha vinto Pizzarotti, ma i cittadini“,  e quella “Per favore non chiamateci grillini” pronunciate da te e dai tuoi consiglieri appena dopo il voto erano già molto significative della tua arroganza e del tuo molto personale senso di appartenenza al Movimento di Beppe Grillo che infatti ti ha portato a dimenticare il basilare principio della trasparenza adottato dal Movimento e proprio con quel “non statuto” dietro al quale però oggi tu e quel che resta della tua mini truppa iniziale cercate rifugio.

GLI AUGURI DI BUONA PASQUA DI VILLA MATILDE AI SUOI MALATI ANZIANI

GLI AUGURI DI BUONA PASQUA DI VILLA MATILDE AI SUOI MALATI ANZIANI: “VAI A CAGARE, CRETINO, VAFFANCULO, SCIMMIA, SGORBIO, MOSTRO MI FAI SCHIFO” E POI GIÙ BOTTE E SCHIAFFI. IL TUTTO SOTTO L’ATTENTO GOVERNO DEI SERVIZI PUBBLICI ALLA PERSONA DEL COMUNE E DELL’AUSL.

di Raffaele Zinelli – Presidente associazione CartaCanta onlus

CARABINIERI PARMA: 7 ARRESTI PER MALTRATTAMENTI AD ANZIANI IN UNA STRUTTURA DI NEVIANO DEGLI ARDUINI.

I Carabinieri della Compagnia di Parma hanno arrestato, su ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa – su richiesta della Procura della Repubblica di Parma, che ha coordinato le indagini – dal Gip presso il locale Tribunale, per concorso in “maltrattamenti aggravati”, 7 persone ( E.M. 57enne, E.H. 36enne, G.S. 46 enne, P.A. 33enne; S.A. 48enne, L.A. 28enne, D.P. 30enne), tutte assistenti presso la residenza per anziani “Villa Matilde” di Neviano degli Arduini, frazione Bazzano.

L’indagine, delicata e toccante per la qualità delle persone offese, ha preso avvio alla fine di ottobre 2015, a seguito di alcuni precisi spunti informativi ottenuti dai Carabinieri della Stazione di Neviano degli Arduni, relativi in particolare a presunte “violenze” inflitte ai degenti (quali, ad esempio, mangiare la pasta sul pavimento quale punizione per aver fatto cadere il cibo). Ottenuti alcuni immediati riscontri, che resero quasi certo il sospetto che all’interno di Villa Matilde gli anziani degenti fossero sottoposti ad una sistematica attività di maltrattamento, si iniziava una delicata e riservata attività, coordinata Procura della Repubblica di Parma, compendiatasi in intercettazioni audio/video dei locali comuni frequentati dagli inermi pazienti nella struttura assistenziale.

SENTENZE SU ISEE: E ADESSO CHI HA SBAGLIATO PAGHI

EFFETTI RECENTI SENTENZE SU ISEE: E ADESSO CHI HA SBAGLIATO PAGHI, TUTTO.

di Raffaele Zinelli – Presidente associazione CartaCanta onlus

Come noto il Consiglio di Stato con le tre sentenze n. 831, 841 e 842 depositate il 29 febbraio scorso in merito al pluricontestato DPCM n. 159/2013 sul nuovo ISEE e pronunciate in risposta al ricorso presentato nell’estate scorsa dal Governo (e più esattamente dalla Presidenza del Consiglio dei ministri, dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali e dal Ministero dell’economia e delle finanze) contro altrettante sentenze del TAR del Lazio (n. 2454, 2458 e 2459 del 11 febbraio 2015) ha respinto il ricorso del medesimo e con ciò confermando quanto stabilito dal TAR. Riassumendo, le sentenze di quest’ultimo avevano stabilito di:

BED BLOCKERS OF ALL LANDS UNITE! (ANZIANI OSPEDALIZZATI DI TUTTI I PAESI UNITEVI)

BED BLOCKERS OF ALL LANDS UNITE! (ANZIANI OSPEDALIZZATI DI TUTTI I PAESI UNITEVI).

di Raffaele Zinelli – Presidente associazione CartaCanta onlus

Se c’è ancora la rivendicazione di un diritto che ha sempre successo ebbene questa è quella che consente ai malati, prevalentemente agli anziani malati cronici non autosufficienti, di rifiutare le dimissioni ospedaliere fino a quando non vi è la garanzia, se necessario, delle continuità delle cure.

Parma il welfare fai da te

Cartacanta onlus

E noi che pensavamo che i riflettori sulle Case Famiglia si fossero spenti! Ma adesso la Rossi sta esagerando perché non può pensare di continuare a offendere l’intelligenza dei cittadini, inclusa quella dei consiglieri comunali (meno quelli dell’opposizione che con lei hanno condiviso il suo nuovo “forte e stringente” regolamento sulle Case Famiglia) cercando di far passare come un suo controllo a Villa Alba l’intervento in struttura del 24 novembre scorso fatto invece dai vigili del fuoco e dai tecnici dell’Ausl chiamati dalla titolare a causa di uno sciame di vespe che aveva fatto il nido nella canna fumaria e così ostruendola parzialmente con il pericolo di intossicazioni per i cinque anziani presenti nella struttura.