Chiudete quella Bocca

Marco Travaglio

(espresso.repubblica.it) Dal caso Totò Riina al generale Mori i carabinieri hanno anche qualche storia di depistaggi. Per farsi un’idea di com’è ridotta l’intellighenzia italiota, basta contare le dichiarazioni di solidarietà giunte a Giorgio Bocca dopo il linciaggio che ha subìto per il suo ultimo articolo su ‘L’espresso’, ‘Quanti amici ha Totò Riina’: nessuna. Mentre i migliori squadristi del centrodestra sparavano insulti (il più gentile era "infame", made in Casini) e minacciavano di "portarlo in tribunale"

Lettera a Indro Montanelli

Caro direttore,

sono quasi 6 anni che non ci sentiamo. Da quel 22 luglio 2001 quando, dopo avere speso gli ultimi respiri a mettere in guardia gli italiani dal virus Berlusconi, te ne volasti in cielo. Ora che sei in Paradiso, immagino che tu abbia di meglio da fare che occuparti dell’Italia: in 92 anni di vita, hai già dato. Ma qui succedono cose talmente strane che devo proprio raccontartele. Intanto Berlusconi non c’è più, al governo intendo. Ma non è che si noti molto. Anzi, forse torna. Il vaccino non ha funzionato. Ora c’è di nuovo Prodi, almeno fino a un paio di minuti fa. Si parla, tanto per cambiare, di crisi della politica. E in quel vuoto s’infilano indovina chi? Confindustria e Vaticano. Come diceva Totò, quando vedo un buco ci entro.