Progetto Europeo AMIIGA DEL COMUNE DI PARMA

Spread the love

Progetto AMIIGA Comune di Parma


Grazie ai finanziamenti dell’Unione Europea arrivati anche al Comune di Parma in ambito del progetto AMIIGA, si sono potuti effettuare sperimentazioni nelle falde acquifere di varie zone della città.

AMIIGA, acronimo di: (Integrated Approach to Management of Groundwater quality In functional urban Areas – Approccio integrato alla gestione della qualità delle acque di falda nelle aree urbane funzionali), è stato finanziato dal programma Interreg Central Europe e incentrato sulle soluzioni per affrontare la contaminazione delle acque sotterranee nella scala media delle aree urbane funzionali.

La partecipazione del Comune di Parma al progetto nasce dall’opportunità di poter sviluppare gli studi ed i monitoraggi ambientali nell’intorno di piazzale S. Croce, area in cui, fin dall’inizio degli anni 2000, era attiva una procedura di bonifica. Le conoscenze dell’area, infatti, avevano evidenziato che la falda più superficiale presente nell’area conteneva alcune sostanze eccedenti i limiti di legge consentiti: da anni, quindi, il Comune di Parma si era fatto carico di tener monitorato lo stato ambientale.

Il progetto AMIIGA, durato tre anni, si è concluso nell’ottobre 2019 e ha portato buoni risultati per tutti i partner che hanno partecipato (enti ed istituzioni provenienti da: Italia, Germania, Polonia, Slovenia, Repubblica ceca e Croazia). Gli obiettivi prefissati ed elencati nell’Application Form (linee guida) del progetto, sono stati ampiamente raggiunti da tutti i partner partecipanti e sono stati presentati alla Conferenza finale del progetto AMIIGA che si è tenuta dal 23 al 25 ottobre 2019 a Jaworzno, in Polonia.

Durante la conferenza intitolata “Approccio integrato alla gestione della qualità delle acque sotterranee In aree urbane funzionali” sono stati illustrati i risultati del progetto tra cui la gestione delle acque sotterranee nelle varie FUAs coinvolte nelle sperimentazioni. All’evento internazionale hanno partecipato: rappresentanti di autorità pubbliche locali, regionali e nazionali, istituzioni e autorità responsabili della gestione delle acque sotterranee e di superficie e della gestione e monitoraggio ambientale, imprenditori che si occupano di acque sotterranee e direttamente collegati al problema della contaminazione delle acque sotterranee, idrogeologi, idrologi , persone di scienza e studenti. Grzegorz Gzyl (Project Manager, Central Mining Institute, Polonia), ha presentato la metodologia per affrontare la contaminazione delle acque sotterranee nelle aree urbane funzionali con l’approccio del progetto AMIIGA.

Nell’ambito di AMIIGA il Comune di Parma, partner del progetto, ha avuto un ruolo importante sia dal punto di vista tecnico, con la realizzazione di vari interventi ed elaborati nell’area locale della sperimentazione (l’intorno di piazzale Santa Croce), sia in quanto responsabile della comunicazione per le attività di tutti i partner.

Ecco alcuni risultati raggiunti durante i 3 anni del progetto dal Comune di Parma:

  • Realizzazione di una nuova rete di monitoraggio delle acque di falda;
  • Esecuzione di campagne di monitoraggio della falda;
  • Elaborazione di un modello teorico del comportamento delle acque sotterranee (modello elaborato dal Dipartimento di Ingegneria ed Architettura dell’Università di Parma);
  • Redazione ed approvazione di un piano di gestione della qualità della falda (Management Plan);
  • Stretta collaborazione con gli Enti territoriali competenti e con gli stakeholder (ARPAE, AUSL, UPI);
  • Organizzazione di eventi tecnico-scientifici;
  • Elaborazione di articoli scientifici.

In ambito della comunicazione sono state redatte 6 newsletters, editate dalla società di comunicazione incaricata NTV 3.1, connessa all’Università di Parma.

E’ stato realizzato un video clip finale https://www.interreg-central.eu/Content.Node/AMII

GA/AMIIGA-Project-Video.html
nel quale ogni project manager racconta i risultati ottenuti in ogni Paese rispondendo alla domanda: “Quali dei tuoi risultati nell’ambito del progetto AMIIGA puoi promuovere come best practices per altre aree urbane funzionali?”

E’ stata poi creata una final brochure https://www.interreg-central.eu/Content.Node/AMII

GA—final-brochure-LR.pdf

che illustra l’ approccio integrato alla gestione della qualità dell’acqua nelle falde acquifere delle varie FUAs e le relative azioni che si sono sviluppate. Con lo scopo di diffondere il progetto a nuove amministrazioni interessate al managment delle falde acquifere, sono stati prodotti 7 communication kit contenenti i management plans, le linee guida e i risultati finali. Inoltre sono stati organizzati e registrati in ogni Paese webinars durante i quali si è discusso con stakeholders delle politiche attuate nella gestione dei piezometri. Infine, durante i tre anni sono stati organizzati workshop e conferenze tematiche con rappresentanti amministravi e stakeholders.

Inoltre, sempre grazie ad AMIIGA, non solo il Comune di Parma, ma anche ARPAE e AUSL hanno incrementato le loro conoscenze sulla situazione ambientale del sito di piazzale S. Croce: conoscenze sia dal punto di vista qualitativo (la contaminazione si mantiene a bassi valori) che di estensione (l’area studiata è stata sensibilmente ampliata).

 

 

 

Lascia un commento