BEETHOVEN E ŠOSTAKOVIČ PER IMPARIAMO IL CONCERTO DI GIOVEDÌ 19 DICEMBRE

Spread the love
Giuseppe Martini critico musicale

BEETHOVEN E ŠOSTAKOVIČ PER IMPARIAMO IL CONCERTO DI GIOVEDÌ 19 DICEMBRE

Giuseppe Martini presenterà alle 18 il terzo programma dei concerti

Alle 15 le prove con il violoncellista Pablo Ferrández e la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Alpesh Chauhan 

Beethoven, come un filo rosso, lega la Stagione 2019/2020 della Toscanini e Giuseppe Martini che conduce Impariamo il Concerto, la serie degli incontri di preparazione dei singoli appuntamenti, tiene ben presente questo tema che sviscererà ulteriormente giovedì 19 dicembre alle ore 18 alla Sala Paer del CPM, la sede della Toscanini. Il programma del terzo concerto infatti comprende del musicista tedesco la Sinfonia n.4, l’Ouverture Leonore n.3 insieme al Concerto n.1 per violoncello di Šostakovič. Come sempre, questi brani si potranno ascoltare nella prova aperta all’Auditorium Paganini alle ore 15, dello stesso giorno, con la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Alpesh Chauhan e il violoncellista Pablo Ferrández che è artist in residence della Toscanini.

A proposito della Quarta Sinfonia, Martini sottolineerà quanto sia per noi oggi uno dei lavori più classici, più tipici di Beethoven, nel modo con cui si costruisce il discorso, il suo scorrere felice e autorevole, il suo parlare attraverso il gioco strumentale, il suo imprimere i propri segni musicali; eppure per gli ascoltatori dell’epoca sembrò una creazione d’avanguardia, spiazzante e caotica. Nella presentazione di giovedì, Martini creerà un confronto fra le sensazioni prodotte dai due approcci per comprenderne meglio la struttura e l’importanza nella storia musicale moderna, e forse anche per riflettere sulle nostre abitudini di ascolto. «Inoltre anche se nulla unisce in apparenza la Sinfonia beethoveniana al Concerto per violoncello di Šostakovič scritto per Mstislav Rostropovich – un concerto che ha appena sessant’anni di vita ma è ormai uno dei classici della concertistica per violoncello – non c’è dubbio che entrambi sfruttino la semplice ricetta della modernità unita alle risorse della tradizione per imporre il proprio linguaggio con originalità e soprattutto sulla base di una fortissima personalità. Ecco qual è il messaggio nascosto di questo programma.»

I biglietti – al prezzo di 3 euro (1 euro per gli studenti) – sono in vendita prima presso la biglietteria della Toscanini, situata presso il CPM Toscanini, Viale Barilla 27/A, e in seguito alla biglietteria del Paganini a partire da 30 minuti prima dell’inizio della prova. Informazioni al numero 0521/391339 o scrivendo a biglietteria@latoscanini.it.

Lascia un commento