Di casa in casa, per non spegnere la musica e sentirsi insieme, anche da soli #seguiLaT #AlleCinque

Spread the love

Di casa in casa, per non spegnere la musica e sentirsi insieme, anche da soli

#seguiLaT #AlleCinque

Appuntamenti “a sorpresa” con i video inediti dei concerti della Filarmonica Toscanini

Leonard Bernstein

Si parte domenica 22 marzo alle ore 17 con un Omaggio a Leonard Bernstein 

Dopo il grande successo di pubblico dei primi due concerti in live streaming su Facebook, il 6 e 7 marzo scorsi, che hanno dato il “La” in tutta Italia ad iniziative analoghe, La Toscanini prosegue la propria attività online in questo periodo di quarantena con un’altra proposta volta ad entrare nelle case di tutti.

Il cartellone, dal titolo #seguiLaT #AlleCinque, prevede la messa in onda di video inediti dei concerti delle passate Stagioni sulla pagina Facebook della Toscanini. Verranno selezionati per il pubblico alcuni estratti dai programmi che hanno riscosso maggior successo tra il pubblico, diretti dalle “grandi bacchette” che si sono avvicendate sul podio della Filarmonica.

Anziché annunciare il cartellone completo, la peculiarità dell’iniziativa consisterà nello svelare date, direttori e programmi di volta in volta: al termine di ogni concerto verrà  svelato l’appuntamento successivo. 

Si parte domenica 22 marzo alle ore 17 con un Omaggio a Leonard Bernstein in cui la Filarmonica Arturo Toscanini, diretta nel 2010 da Wayne Marshall, esegue le “Danze sinfoniche” da West Side Story, oltre all’ “Ouverture” e alla “Suite per orchestra” dall’opera Candide.

Il concerto decisamente esaltante e coinvolgente costituisce un modo per ricordare una figura insigne della musica del ‘900: una mente moderna rivoluzionaria che ha cambiato anche il modo di concepire e porgere la musica classica; quest’anno tra l’altro ricorrono i trent’anni dalla sua morte. Leonard Bernstein non è stato soltanto un eccellente compositore – la musica scelta da Marshall ne costituisce un esempio lampante- ma fu un grandissimo direttore d’orchestra e un didatta. “Devo ammettere che è un problema essere insieme direttore e compositore; non sembra mai di avere abbastanza energia per entrambe le cose…” Si definiva proprio così, un “uomo doppio”. Così come considerava Gustav Mahler, l’artista al quale si sentiva più empaticamente legato, proprio alla luce di questa doppia personalità. Proprio l’anniversario potrebbe costituire l’occasione per approfondire le molteplici sfaccettature legate alla  peculiarità di questa immensa figura del XX secolo musicale.

Una proposta quella della Toscanini che, come suggerisce anche lo slogan della campagna, ha la finalità di arrivare “Di casa in casa, per non spegnere la musica e sentirsi insieme, anche da soli”.

Già negli scorsi giorni, infatti, i social de La Toscanini sono stati arricchiti da contenuti video realizzati dai professori dell’orchestra e da numerosi direttori e solisti, amici della Filarmonica che hanno condiviso musica, ciascuno dalla propria abitazione, con l’intento di infondere speranza e positività agli utenti.

Lascia un commento