ENRICO ONOFRI AL PARCO DELLA MUSICA

Spread the love

L’estate de La Toscanini

Enrico Onofri photo by–c-christoph-fein

ENRICO ONOFRI AL PARCO DELLA MUSICA

Il primo dei quattro appuntamenti venerdì 10 davanti all’Auditorium Paganini

Alle 21.30 tutto Mozart con il grande interprete e la Filarmonica Toscanini

Auditorium Paganini di notte. Parco della Musica di Parma

Il teatro all’aperto ricavato davanti all’Auditorium Paganini è una delle più belle sorprese dell’estate parmigiana. Nato come soluzione obbligata a causa delle norme che rendono ora quasi impossibile suonare al chiuso, lo spazio del Parco della Musica si è rivelato un luogo suggestivo e acusticamente adatto. La Toscanini, che vi aveva suonato nei suoi concerti inaugurali dopo la fine del lockdown, vi presenterà a partire da venerdì prossimo quattro imperdibili appuntamenti tra il 10 luglio e il 1 agosto, tutti con inizio alle 21.30.

Il debutto è un concerto interamente mozartiano con la Filarmonica Toscanini diretta da Enrico Onofri (che sarà anche violino solista), al suo ritorno dopo il trionfale concerto d’esordio di Musica in Collina a Montechiarugolo. Il grande violinista e direttore barocco e classico, raffinato interprete di questo repertorio presenterà, venerdì 10 luglio, tre brani del genio di Salisburgo: la giovanile Galimathias Musicum Quodlibet K 32 per due oboi, due corni, fagotto, archi e cembalo, la celeberrima Eine Kleine Nachtmusik (Serenata in sol maggiore per orchestra d’archi K 525) e la piccola Sinfonia in la maggiore n. 29 per due oboi, due corni, fagotto e archi K 201. Il primo brano, scritto a L’Aia come omaggio al principe d’Orange, risale al 1766, opera di un Mozart appena decenne, e con ogni probabilità rivisto dal padre; il secondo è uno dei pezzi più famosi e popolari della storia della musica; il terzo è una delle sinfonie giovanili più note, considerata “una pietra miliare, personale nel tono e ancor di più nella sua combinazione di intima musica da camera con una tempra ardente e impulsiva”.

Enrico Onofri, ravennate, ha vinto il Premio Abbiati 2019, l’oscar della musica classica italiana, attribuito dall’associazione dei critici musicali italiani, come miglior solista. Appena diciottenne è stato primo violino di spalla de La Capella Real de Catalunya diretta da Jordi Savall. Dal 1987 al 2010 è stato concertmaster e solista dell’ensemble Il Giardino Armonico. Nel 2002 ha iniziato la sua carriera come direttore, riscuotendo ovunque grande successo di pubblico e critica e ricevendo inviti dalle maggiori orchestre, festival e teatri d’opera in tutta Europa, Giappone e Canada. Oggi è uno dei più acclamati interpreti del repertorio barocco e classico e i suoi molteplici dischi sono spesso punti di riferimento nel panorama internazionale.

Il modo più semplice per avere i biglietti è acquistarli (solo biglietti singoli) sul sito della Toscanini www.biglietterialatoscanini.it. Altrimenti la biglietteria del CPM Toscanini, Parco della Musica (ex-Eridania) Viale Barilla 27/a, Parma sarà aperta al martedì al sabato ore 10-13, giovedì pomeriggio dalle 14 alle 17 (nelle serate di concerto al Parco della Musica anche dalle 19.00 alle 21.30). I biglietti costano € 15; il biglietto ridotto numerato (riservato esclusivamente ai sostenitori della campagna Iorinuncioalrimborso) € 10. Informazioni 0521/391339, biglietteria@latoscanini.it.

La rassegna ha il sostegno di Conad Centro Nord, che ha anche deciso di mettere a disposizione dei propri clienti qualche ingresso omaggio per ciascuno dei concerti. I biglietti offerti da Conad sono a disposizione dei clienti possessori di tessere Conad Carta Insieme e Carta Insieme Più (Conad Card) sino ad esaurimento dei posti disponibili. Le modalità con cui richiederli, le informazioni e il ritiro biglietti presso la biglietteria della Toscanini.

Si ricorda che l’accesso avverrà esclusivamente dall’ingresso di via Madre Teresa di Calcutta e che il parcheggio dell’Auditorium di via Toscana è ancora indisponibile. Gli ingressi di via Toscana, viale Barilla e dal parco Falcone/Borsellino chiuderanno alle 19. 

Tutti gli spettatori dovranno indicare nome e cognome in modo che sia possibile abbinarne l’identità al posto occupato in sala. Gli appartenenti a categorie per le quali non vale il distanziamento sociale dovranno indicare la loro condizione e sottoscrivere l’apposita dichiarazione di responsabilità prima di acquistare i biglietti. Questa procedura non è possibile negli acquisti online.

Aemilia è resa possibile dal contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Regione Emilia-Romagna, Comune di Parma, Fondazione Cariparma, Fondazione Monte Parma, Camera di Commercio di Parma e Conad Centro Nord. CePIM spa è partner istituzionale della Fondazione Arturo Toscanini.

 

Lascia un commento